L’Iran conferma la vendita di droni alla Russia – ma cosa comprerà in cambio?

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Moon of Alabama
moonofalabama.org

Gli uccelli piccoli non hanno un buon sapore e le loro ossicine li rendono difficili da consumare. Tuttavia, dovrò superare questo problema perché ora dovrò mangiarmi un po’ di corvo.

Il 12 luglio Moon of Alabama aveva titolato:

No, l’Iran non consegnerà droni armati alla Russia

Nel marzo di quest’anno abbiamo assistito ad un’ondata di affermazioni palesemente false secondo cui la Cina avrebbe fornito armi alla Russia per il conflitto in Ucraina.

Ora un’affermazione altrettanto stupida è stata lanciata dallo stesso bugiardo che aveva diffuso la falsa affermazione sulle armi cinesi.

Casa Bianca: L’Iran consegnerà droni armati alla Russia – AP – 7 lug 2022

La Russia non ha assolutamente bisogno di acquistare droni dall’Iran. Inoltre, è dubbio che l’Iran sia in grado di consegnarne alcuni e certamente non “diverse centinaia.”

L’intera questione è solo un argomento di conversazione progettato per mettere l’Iran e la Russia nello stesso mucchio dei “cattivi” in vista dei colloqui di Biden in Medio Oriente. I Paesi del Medio Oriente possono non amare l’Iran, ma, di certo, non permetteranno una condanna della Russia. L’intera idea è, come avevano detto molti altri Sullivan, stupida già in partenza.

Quindi no, non ci saranno droni iraniani che andranno in Russia o che sorvoleranno l’Ucraina.

Io, come gli altri esperti dell’Iran da me citati, mi sbagliavo.

Elijah J. Magnier, che ha ottimi contatti all’interno dell'”asse della resistenza” guidato dall’Iran, riferisce:

La Russia acquista 1.000 droni dall’Iran ed espande il livello di cooperazione strategica

L’Iran e la Russia hanno ampliato il livello della loro cooperazione strategica in vari campi, più di recente in quello spaziale, con un razzo russo che ha messo in orbita un satellite iraniano dalla base di lancio russa in Kazakistan. L’Iran trarrà indubbiamente beneficio dal rinnovo dei suoi obiettivi e dall’individuazione di un maggior numero di bersagli legati ai suoi nemici in Medio Oriente, principalmente le basi militari statunitensi e Israele. Inoltre, la Russia ha firmato un contratto con l’Iran per l’acquisto di 1.000 droni dopo che l’Iran aveva consegnato alcuni velivoli e un simulatore su cui si erano addestrati gli operatori russi, che hanno utilizzato con successo i primi droni in Ucraina. Acquitare i propri droni dall’Iran è considerata una mossa senza precedenti per una superpotenza. Teheran ritiene che questo sia un riconoscimento della sua avanzata ed efficace industria militare, ottenuta nonostante 43 anni di sanzioni statunitensi nei confronte della “Repubblica islamica.”

L’acquisto sembra riguardare droni più grandi e di lunga autonomia, non quelli piccoli e tattici, come l’Orlan 10, che la Russia produce in serie. Scrive Magnier:

Secondo fonti ben informate in Iran, “l’acquisto di droni da parte di una superpotenza come la Russia è un’importante indicazione a conferma della qualità e dello sviluppo dell’industria iraniana, che è riuscita a produrre droni più avanzati, come lo Shahid 129, che può rimanere in volo per un periodo superiore alle 24 ore. Questo è ciò che ha attratto la Russia, soprattutto per l’utilizzo nella sua guerra in Ucraina.”

La Russia ha sviluppato da sola una serie di droni. L’Orlan-10 è adatto all’osservazione dell’artiglieria e alla guerra elettronica a livello tattico di battaglione. Poi c’è il Korsar, di 200 chilogrammi, che ha un ruolo di attacco tattico. C’è anche lo ZALA-421-16E5, un …

.. sistema di ricognizione aerea senza pilota per operazioni tattiche. La durata del volo dell’UAV è di 6-7 ore, la distanza coperta può arrivare a 150 km, l’area monitorata può superare i 21.000 kmq in un singolo lancio.

È un risultato migliore dell’Orlan 10, ma ancora a livello tattico di base.

Qualcosa di superiore, un drone operativo-tattico in grado di rimanere in volo per un giorno e una notte interi e di coprire senza interruzioni il fronte di una o più brigate, è qualcosa che la Russia finora non ha mai avuto.

Lo Shahed 129 iraniano è l’equivalente dell’MQ-1 Predator statunitense. È dotato di ottiche a infrarossi e diurne, di un designatore laser per un puntamento preciso e può trasportare quattro bombe a guida di precisione. Il suo raggio d’azione è di 1.500 chilometri, nettamente superiore a quello degli attuali droni russi. Questi droni vengono utilizzati dall’Iran in Siria fin dal 2004, quindi la Russia ha già un’esperienza diretta delle loro prestazioni sul campo di battaglia.

Sono sicuro, tuttavia, che l’Iran impiegherà diversi anni per consegnare i 1.000 esemplari. Ma questo potrebbe non essere importante. Per ora, qualche decina sarà sufficiente per coprire senza soluzioni di continuità e alla profondità necessaria l’intero fronte di 2.000 chilometri in Ucraina.

È insolito che la Russia acquisti armi da altri Stati senza alcuna contropartita. Sospetto quindi che non si tratti di un accordo unilaterale, ma che l’Iran abbia promesso di acquistare in cambio alcuni importanti sistemi d’arma russi.

Avrebbe senso un ordine di qualche decina di unità della versione più moderna del caccia da superiorità aerea Suchoi Su-35. Permetterebbe finalmente all’Iran di sbarazzarsi dei vecchissimi F-4 Phantom e Grumman F-14 di fabbricazione statunitense che volano (e si schiantano) da secoli.

L’Iran e la Russia potrebbero voler attendere l’esito dei negoziati sull’accordo nucleare ancora in corso prima di annunciare un qualsiasi accordo ufficiale. Ora sarebbe semplicemente poco saggio disturbare questo processo e dare ai falchi statunitensi ulteriori argomenti per far fallire l’accordo.

L’ulteriore cooperazione tra Russia e Iran, tuttavia, è indipendente dall’esito dei negoziati sull’accordo nucleare. Avrà successo perché nulla di ciò che gli Stati Uniti potrebbero opporre è in grado di influenzare entrambe le parti.

Moon of Alabama

Fonte: moonofalabama.org
Link: https://www.moonofalabama.org/2022/08/iran-confirms-drone-sale-to-russia-but-what-will-it-buy-in-exchange.html#more
13.08.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
12 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
12
0
È il momento di condividere le tue opinionix