L’Internet dei corpi (IoB) e l’hacking del DNA

Come i dispositivi impiantabili collegheranno il corpo a Internet

 

Jesse Smith – truthunmuted.org – 22 novembre 2020

 

L’era dell’Internet delle cose (IoT), e presto seguirà quella dell’Internet dei corpi (IoB), è ormai alle porte.

La RAND Corporation, il think tank dietro alcune delle idee e tecnologie più influenti e spaventose al mondo, ha pubblicato un rapporto intitolato The Internet of Bodies: Opportunities, Risks, and Governance (n.d.T. L’Internet dei corpi: Opportunità, rischi e governance).

Si dovrebbe diffidare di qualsiasi rapporto pubblicato dalla RAND Corporation. Alex Abella, autore di Soldiers of Reason: The RAND Corporation and the Rise of American Empire, spiega perché:

La RAND era, ed è, l’organizzazione essenziale dell’establishment. Nel corso della sua storia, la RAND è stata al centro di quell’intreccio di bramosia e rapacità finanziaria del Pentagono che il presidente Eisenhower attribuiva al complesso militare-industriale-legislativo. La RAND ha letteralmente rimodellato il mondo moderno – e pochi lo sanno.

Con questa consapevolezza, ci sono seri motivi di allarme per la pubblicazione di questo nuovo rapporto.

Cos’è l’Internet dei corpi (IoB)?

RAND definisce l’IoB come “un settore crescente di dispositivi che monitorano il corpo umano, raccolgono informazioni sulla salute e altre informazioni personali, e trasmettono questi dati su Internet. Per qualificarsi come dispositivo IoB, la tecnologia deve:

  • contenere software o capacità di calcolo
  • essere in grado di comunicare con un dispositivo o una rete connessi a Internet

Un dispositivo IoB deve anche soddisfare uno o entrambi i seguenti requisiti

  • raccogliere dati sanitari o biometrici generati dalla persona
  • essere in grado di alterare le funzioni del corpo umano

La tecnologia che Hollywood ha presentato nel corso degli anni in fantasie fantascientifiche distopiche è ora una realtà. In un futuro molto prossimo, i signori tecnocratici della scienza, della salute, della finanza e delle Big Tech vorranno che l’umanità passi da dispositivi indossabili a dispositivi incorporati all’interno dei nostri corpi.

 

Come l’IoB si interseca con l’IoT

I dispositivi IoT come i contatori intelligenti, gli smart watch, gli assistenti virtuali e le auto a guida autonoma si collegano a Internet direttamente o attraverso una rete locale. Man mano che i dispositivi IoT diventano più comuni, gli esperti prevedono che anche l’accettazione e il desiderio di dispositivi IoB aumenteranno. Il rapporto RAND prevede:

Entro il 2025, ci saranno più di 41 miliardi di dispositivi IoT attivi, generando 2,5 quintilioni di byte di dati al giorno su ambiente, trasporto, geolocalizzazione, dieta, esercizio fisico, biometria, interazioni sociali e vita umana quotidiana. Questo incremento esponenziale di dispositivi IoT porterà a un’ulteriore popolarità dei dispositivi IoB.

Prodotti IoB in uso o in via di sviluppo

 

La figura 1 del rapporto RAND mostra quanto invasiva e pervasiva possa diventare la tecnologia IoB. Quando sarà completamente scatenata, nessuna parte del corpo umano sfuggirà alla sua interferenza. Hanno persino in programma di avere i nostri bagni collegati a Internet dove monitoreranno i nostri rifiuti usando la tecnologia BioBot per determinare cosa mangiamo, quali farmaci possiamo prendere, e analizzare il nostro materiale genetico!

Ecco solo alcuni esempi della tecnologia attualmente in fase di sviluppo:

  • Lenti a contatto a realtà aumentata
  • Dispositivi di lettura e scrittura del cervello
  • Sensori impiantati nel corpo
  • Abbigliamento con sensori
  • Microchip impiantabili (RFID e NFC)
  • Sensori mentali ed emotivi
  • Pancreas artificiale
  • Pannolino collegato via Bluetooth

Nemmeno i bambini potranno sfuggire a questo incubo in cui ogni funzione corporea è costantemente tracciata e monitorata. La parte triste è che molte persone accoglieranno queste tecnologie intrusive perché sono convenienti e fanno risparmiare tempo. Tuttavia, scambiare la sovranità sul corpo per convenienza non è mai una transazione equa. Quasi sempre serve a beneficiare coloro che desiderano più controllo sulle nostre vite. Attraverso l’adozione del progresso tecnologico, gli esseri umani stanno accettando di permettere ai tecnocrati di dettare ogni aspetto della vita. Presto i medici saranno in grado di sapere se state prendendo i farmaci prescritti in modo appropriato, e avranno strumenti per denunciarvi se non lo fate. Le pillole digitali saranno utilizzate per registrare la vostra conformità medica, come segnala il rapporto RAND:

Nel 2017, la FDA ha approvato la prima pillola digitale: una compressa di aripiprazolo con un sensore ingeribile incorporato nella pillola che registra che il farmaco è stato preso. Il prodotto è approvato per il trattamento della schizofrenia, il trattamento acuto degli episodi maniacali e misti associati al disturbo bipolare I, e per l’uso come trattamento aggiuntivo per la depressione negli adulti… Il sistema funziona inviando un messaggio dal sensore della pillola a un cerotto indossabile. Il cerotto trasmette le informazioni a un’applicazione mobile in modo che i pazienti possano seguire l’ingestione del farmaco sul loro smartphone. I pazienti possono anche permettere ai loro assistenti e al medico di accedere alle informazioni attraverso un portale web.

 

L’IoB ha bisogno di tecnologie avanzate per raggiungere il massimo di utilità

Se vi state chiedendo cosa alimenterà tutta questa tecnologia imminente, la risposta sta in una combinazione di 5G, Wi-Fi di ultima generazione e Internet satellitare. Questi sistemi all’avanguardia aumenteranno la velocità di trasferimento dei dati e offriranno una latenza bassissima, in modo che le interruzioni audio e visive nelle chiamate con Zoom saranno relegate nel dimenticatoio della storia. Combinati, questi sistemi forniranno la potenza e le risorse necessarie per creare una griglia di controllo e sorveglianza che può essere monitorata in tempo reale. RAND conferma questo proposito, spiegando che:

“Questi progressi consentiranno alle tecnologie IoT dei consumatori, come i sistemi di smart home, di connettersi ai dispositivi IoB in modo che, per esempio, il termostato intelligente di una persona sarà collegato al suo abbigliamento intelligente e automaticamente potrà regolare la temperatura nella sua casa. Una maggiore connettività e la diffusa presentazione dell’IoB negli smartphone e negli elettrodomestici – alcuni dei quali potrebbero raccogliere dati all’insaputa dell’utente – aumenteranno il monitoraggio digitale degli utenti attraverso una serie di comportamenti.”

Mentre il 5G viene ampiamente distribuito negli Stati Uniti e in altre parti del mondo, si stanno già facendo piani per perfezionare e implementare il 6G. Secondo l’autore Thomas S. Rappaport, la tecnologia 6G “inaugurerà la capacità di inviare segnali wireless alla velocità del calcolo umano“… e “[ciò] potrebbe significare che l’intelligenza umana potrebbe essere inviata via etere istantaneamente“. Gli esperti prevedono che il 6G sarà ampiamente disponibile entro il 2030.

Come se non bastasse, le nanobiotecnologie vengono utilizzata per manipolare le cellule e interconnettere i corpi umani a Internet. Scienziati, ricercatori e geni della tecnologia stanno tentando di giocare a Dio reingegnerizzando le nostre strutture cellulari, facendole comunicare con i dispositivi IoB. Secondo un articolo di News Medical, le nanotecnologie hanno “permesso diversi tipi di vaccini di nuova generazione” come il vaccino mRNA per il coronavirus sviluppato da Moderna.

Image Source: https://futurecomresearch.eu/previous/2017/site_pres/K/IAN_Akyildiz.pdf

 

Benefici potenziali

Il potenziale lato negativo della tecnologia IoB è stato chiaramente stabilito, ma può venirne fuori qualcosa di buono? Non c’è modo di vendere l’IoB alle masse se non promette di migliorare la qualità della vita. Come indica RAND:

“L’IoB potrebbe consentire un più ampio accesso all’assistenza sanitaria permettendo un’assistenza sanitaria “distribuita” o “democratizzata” a basso costo o diminuendo la necessità di interventi medici rischiosi o costosi. Attraverso una maggiore consapevolezza della salute, una migliore prevenzione e un intervento più efficace, l’IoB ha anche il potenziale per ridurre i costi della sanità. Si è ipotizzato che la diagnosi precoce e l’intervento attraverso il monitoraggio remoto siano i principali motori della riduzione. I dispositivi IoB possono raccogliere parametri vitali per fornire avvisi sanitari a medici, pazienti e assistenti. I dispositivi IoB potrebbero anche rivelarsi utili nel condurre il trattamento per coloro che non possono parlare o articolare i loro sintomi o pensieri, come i neonati, le vittime di ictus o i pazienti affetti da demenza, per esempio avvisando i caregiver di cambiamenti significativi nei segni vitali. L’IoB è un approccio promettente per lo sviluppo di sistemi di monitoraggio sanitario da remoto in tempo reale per i pazienti con malattie non trasmissibili, più immediatamente i diabetici e i cardiopatici.”

Se uno qualsiasi di questi scenari aiuta a salvare e migliorare le vite, allora forse IoB è un tentativo con una sua dignità. Tuttavia, una lettura attenta di questa citazione rivela che i benefici dell’IoB sono descritti con frasi come “potrebbe consentire“, “ha il potenziale“, “potrebbe anche rivelarsi utile” e “è un approccio promettente“. In altre parole, la tecnologia IoB è ancora sperimentale e molte cose possono andare male se attuata su larga scala.

Sappiamo già che le radiazioni dei telefoni cellulari causano il cancro. Cosa succede quando i dispositivi IoB alimentati dalla tecnologia con livelli ancora maggiori di radiazioni vengono impiantati nel corpo umano? Dove sono gli studi di sicurezza a lungo termine? Se esistono già o sono in corso, chi li sponsorizza? Se gli studi provengono dalle stesse industrie pronte a trarre profitto dal loro uso, allora l’illecito è quasi garantito.

 

Potenziale di uso improprio

Purtroppo, sembra che le conseguenze negative dei dispositivi IoB supereranno di gran lunga i loro progressi. Ci sono davvero troppe cose che possono andare storte, come indicato nella tabella 4.

Dalla morte, alle sfide per la sicurezza nazionale, alla violazione dell’autonomia del corpo, gli esiti negativi della tecnologia IoB sono devastanti. RAND conferma ancora più le preoccupazioni, evidenziando che:

“L’accesso a enormi flussi di dati biometrici in live-streaming potrebbe … abilitare uno stato di sorveglianza di intrusione e conseguenze senza precedenti. Potrebbe aumentare le disparità di risultati sanitari, dove solo le persone con mezzi finanziari hanno accesso a uno qualsiasi di questi benefici. L’aumento della connettività nei dispositivi IoT e IoB potrebbe fornire una maggiore superficie di attacco che introduce più vulnerabilità attraverso queste reti. Proprio come il possesso straniero di dati sulle abitudini di incontro degli Americani o sullo stato dell’HIV potrebbe essere utilizzato per scopi nefasti, i dati biometrici e sanitari dei consumatori statunitensi potrebbero essere sfruttati da avversari che potrebbero compilare dati da numerose fonti per costruire profili dettagliati dei loro obiettivi americani.”

Naturalmente, molte persone hanno già dispositivi medici impiantati per tenerle, per intenderci, in vita. Eppure, anche questi tipi di impianti usati frequentemente sono in gran parte non testati. Un articolo di Consumer Reports ha sottolineato questo problema, affermando:

“Decine di milioni di Americani vivono con dispositivi medici impiantati nei loro corpi – articolazioni artificiali, defibrillatori cardiaci, retine chirurgiche. Ed è cosa certa che la maggior parte di loro presume che qualcuno, da qualche parte, ha testato i dispositivi per la sicurezza e l’efficacia.

Ma questo è raramente il caso. Per la maggior parte degli impianti e altri dispositivi ad alto rischio immessi sul mercato, i produttori non fanno altro che depositare alcuni documenti e pagare alla Food and Drug Administration una tassa d’uso di circa 4.000 dollari per iniziare a vendere un prodotto che può accumulare molti milioni di dollari di entrate.”

 

Attualmente l’IoB non è regolamentato

Pur riconoscendo l’estremo pericolo che questa tecnologia introduce, le aziende stanno continuamente creando nuovi prodotti e raccogliendo dati senza molta supervisione o regolamentazione. Questo pone due domande fondamentali: (1) chi possiede i dati raccolti attraverso i dispositivi e la tecnologia IoB e (2) come saranno regolamentati gli sviluppatori di tecnologia e i raccoglitori di dati? RAND ammette la mancanza di risposte riguardo a queste questioni, spiegando:

“Per quanto riguarda i dispositivi IoB, non c’è una singola entità che fornisce la supervisione sui dati IoB… I broker di dati sono in gran parte non regolamentati, e gli Stati Uniti non hanno una legge federale sulla privacy dei dati, ma si basano su leggi statali che differiscono notevolmente.

La mancanza di coerenza nelle leggi sull’IoB tra gli Stati e tra il livello statale e federale potenzialmente consente lacune normative e criticità di applicazione. Come in molti settori, i rapidi progressi nelle tecnologie IoB hanno superato lo sviluppo delle politiche per affrontare i loro rischi.

…Non ci sono ancora norme legali su chi possiede i dati generati da un dato dispositivo IoB – l’utente, il produttore, il fornitore di servizi sanitari? Le politiche che regolano la vendita delle informazioni degli utenti a broker di dati di terze parti, o che regolano il funzionamento dei broker di dati, se proprio esistono si stanno originando [attualmente].”

 

L’IoB è direttamente collegato al transumanesimo, al biohacking e ai cyborg

Siamo costantemente condizionati ad accettare prontamente la tecnologia invasiva, come dimostra questa pubblicità dell’Apple Watch.

FILMATO – Introducing Apple Watch Series 6 — It Already Does That

Molte persone sono già abituate a dispositivi di tracciamento dei dati, ma sono preparate a sopportare una tecnologia ancora più invasiva come quella proposta da transumanisti, bio/body hacker e cyborg? RAND descrive ciascuna di queste correnti [n.d.T. di pensiero] come segue:

“Il Transumanesimo è una visione del mondo e un movimento politico che sostiene la trascendenza dell’umanità oltre le attuali capacità umane. I Transumanisti vogliono usare la tecnologia, come organi artificiali e altre tecniche, per fermare l’invecchiamento e raggiungere un “prolungamento radicale della vita”.

Il Bodyhacking si riferisce generalmente alla modifica del corpo per migliorare le proprie capacità fisiche o cognitive.

I Cyborg, o organismi cibernetici, sono persone che hanno usato macchine per migliorare l’intelligenza o i sensi.”

Qui ci sono solo alcuni esempi delle cose bizzarre che le persone appartenenti a uno o più di questi movimenti hanno fatto ai loro corpi:

https://i1.wp.com/truthunmuted.org/wp-content/uploads/2020/11/neil_harbisson_cyborgist-720×720-1.jpg?w=720&ssl=1

  • un daltonico si è fatto impiantare chirurgicamente un’antenna nella testa per “sentire” il colore
  • un regista si è fatto impiantare una videocamera wireless nell’occhio, diventando il primo “eyeborg” al mondo
  • un artista della modificazione del corpo ha aperto la strada al processo di impianto di magneti sotto la pelle
  • una società chiamata Grindhouse Wetware ha creato il dispositivo Northstar V1, che emette luce rossa attraverso la pelle, imitando la bioluminescenza
  • persone in Svezia si sono fatte collocare microchip nelle loro mani per sostituire contanti e carte di credito

Il fatto che vi siano già persone che si trasformano volontariamente in cyborg rende l’umanità matura per la massiva intrusione a livello corporeo, la modificazione genetica e la manomissione del DNA, e la fusione con le macchine, come previsto da individui come Nick Bostrom, Ray Kurzweil, Zoltan Istvan e Klaus Schwab.

 

L’IoB apre la strada al Great Reset e alla Quarta Rivoluzione Industriale

 Nel suo libro del 2016 The Fourth Industrial Revolution, Klaus Schwab, CEO del World Economic Forum, ha scritto:

“Delle molte diverse e affascinanti sfide che affrontiamo oggi, la più intensa e importante è come comprendere e dare forma alla nuova rivoluzione tecnologica, che comporta niente meno che una trasformazione dell’umanità. Siamo all’inizio di una rivoluzione che sta cambiando fondamentalmente il modo in cui viviamo, lavoriamo e ci relazioniamo. Nella sua scala, portata e complessità, quella che considero la quarta rivoluzione industriale è diversa da qualsiasi cosa l’umanità abbia sperimentato prima.

…I cambiamenti sono così profondi che, dal punto di vista della storia umana, non c’è mai stato un momento di maggiore promessa o potenziale pericolo.”

 Per realizzare questa nuova rivoluzione tecnologica, Schwab sostiene l’aumento della tecnologia IoB citando che l’82% dei dirigenti intervistati crede che entro il 2025 ci sarà un punto di svolta in cui le persone accetteranno prontamente i dispositivi impiantabili.

“Le persone stanno diventando sempre più connesse ai dispositivi, e questi dispositivi stanno diventando sempre più connessi ai loro corpi. I dispositivi non vengono solo indossati, ma anche impiantati nei corpi, con funzioni di comunicazione, di monitoraggio della posizione e del comportamento, e di salute… I tatuaggi intelligenti e altri chip speciali potrebbero aiutare l’identificazione e la localizzazione. I dispositivi impiantati probabilmente aiuteranno anche a comunicare pensieri normalmente espressi verbalmente attraverso uno smartphone “incorporato”, e potenzialmente pensieri o stati d’animo inespressi leggendo le onde cerebrali e altri segnali.”

Schwab non vede l’ora che arrivi il giorno in cui gli impianti biologici potranno leggere la nostra mente! State cominciando ad avere il quadro completo di dove tutto questo sta portando? La domanda da porsi, man mano che più tecnologia viene sviluppata e messa in uso, è: chi ne beneficia? Queste iniziative sono davvero per il bene dell’umanità, o solo per pochi all’estremo vertice che desiderano un maggiore controllo sulle masse? Penso che un ulteriore saggio dei pensieri di Schwab aiuterà a fornire risposte definitive a queste domande. Nel suo libro di follow-up del 2018, Shaping the Fourth Industrial Revolution, Schwab spiega:

“Il mondo è a un bivio. I sistemi sociali e politici che hanno sollevato milioni di persone dalla povertà e modellato le nostre politiche nazionali e globali per mezzo secolo ci stanno deludendo. I benefici economici dell’ingegno e dello sforzo umano stanno diventando più concentrati, la disuguaglianza sta aumentando, e le esternalità negative della nostra economia globale integrata stanno danneggiando l’ambiente naturale e le popolazioni vulnerabili: le parti interessate meno in grado di assorbire il costo del progresso.

La fiducia del pubblico negli affari, nel governo, nei media e anche nella società civile è tracollata al punto che più della metà del mondo sente che il sistema attuale li sta deludendo. Il crescente divario di fiducia tra coloro che si trovano nel quartile di reddito più alto del loro Paese e il resto della popolazione indica che la coesione sociale è fragile nel migliore dei casi, e nel peggiore molto vicina alla rottura.

È in questo precario contesto politico e sociale che affrontiamo sia le opportunità che le sfide di una serie di potenti tecnologie emergenti – dall’Intelligenza Artificiale, alle biotecnologie, ai materiali avanzati al calcolo quantistico – che porteranno cambiamenti radicali nel nostro modo di vivere, e che ho descritto come costituenti la Quarta Rivoluzione Industriale.”

 Detto in soldoni, Schwab e quelli della sua risma stanno esacerbando problemi come la povertà, l’ineguaglianza, i disordini civili, la sfiducia nel governo e il degrado ambientale per indurre l’umanità a desiderare un modo migliore. Questo modo è ciò che lui chiama la Quarta Rivoluzione Industriale. In combinazione con i piani per il Great Reset, la congrega che comprende il World Economic Forum e molte altre entità globali ha intenzione di offrire una soluzione che risolverà tutti i mali dell’umanità, ma in realtà servirà a renderci ancora più schiavi. Saremo controllati dalla tecnologia che stanno creando a rotta di collo, e soggiogati a una forma inferiore di umanità mascherandola come progresso e illuminazione. Per quanto riguarda la sua visione di rifare l’umanità a sua immagine, Schwab continua dicendo:

“Il futuro sfiderà la nostra comprensione di ciò che significa essere umani, sia da un punto di vista biologico che sociale. Le biotecnologie emergenti promettono di migliorare e aumentare la durata della vita umana e di migliorare la salute fisica e mentale. Anche l’opportunità di integrare le tecnologie digitali con i tessuti biologici sta crescendo, e ciò che questo lascia presagire per i prossimi decenni sta ispirando una serie di emozioni, dalla speranza alla meraviglia alla paura. Gli ottimisti descrivono un mondo più sostenibile, libero dalle malattie che combattiamo oggi. I pessimisti avvertono di un futuro distopico di bambini di sintesi e di un accesso ineguale ai frutti della biotecnologia.”

 Immagino che Schwab non abbia mai letto i racconti ammonitori degli uomini che tentano di giocare a fare Dio come Frankenstein e L’isola del dottor Moreau? Chiamatemi pessimista, ma non credo nel futuro da incubo che Schwab, la RAND Corporation e tutti i loro congiurati desiderano creare. In un’intervista con il whistleblower della RAND Alex Abella, Paul Joseph Watson ha rivelato ciò che ha realmente alimentato i conseguimenti dell’organizzazione:

“L’obiettivo finale della RAND era avere tecnocrati che gestissero ogni aspetto della società nel perseguimento di un unico governo mondiale che sarebbe amministrato sotto “la regola della ragione”, un mondo spietato dove l’efficienza era sovrana e gli uomini poco più che macchine, ed è per questo che la RAND ha studiato le scienze sociali, perché non riusciva a capire come affrontare le persone e come gli esseri umani non agiscano sempre nel loro prevedibile interesse personale. Non c’è posto per l’amore, l’empatia o l’altruismo nel nuovo ordine mondiale che la RAND e la Fondazione Ford stanno lavorando a creare, e il patriottismo e l’altruismo sono contrari ai loro obiettivi.”

I veri scopi dietro l’Internet dei corpi e altri schemi come l’Agenda 2030, il Great Reset e la Quarta Rivoluzione Industriale non sono altruistici, ma diabolici. Siate avvertiti che questa tecnologia può rendere la vostra vita più facile a breve termine, ma il suo scopo a lungo termine è rendere noi tutti solo schiavi disumanizzati.

 

Link: https://truthunmuted.org/the-internet-of-bodies/

Scelto e tradotto da NICKAL88 per comedonchisciotte.org

 

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Utente CDC
22 Giugno 2021 19:25

Potevamo scegliere di fare questa terra un paradiso (che è) ed invece lo abbiamo reso un inferno sempre più evidente. E tutte queste cose ne sono la conferma.
Penso sempre più che forse è meglio che arrivi un reset. Non quello di Schwab, quello vero.

Tipheus
Utente CDC
22 Giugno 2021 20:59

Solo io leggo tra le righe di Schwab la paura, la paura che se non si lanciano in questa folle guerra contro il genere umano, quei tre quartili (ma io direi 99 percentili) si rivoltano contro e li fanno volare in un soffio?
Nel frattempo l’agenda 2030 è insegnata a scuola. Le prof. di Scienze, oche ignare, sono tutte entusiaste di questa frontiera. Utili idiote… Ma oltre le lezioni un po’ di controinformazione non l’hanno incontrata mai? Mai, Mai?

gnorans
Utente CDC
22 Giugno 2021 21:25

Tra i vari congegni IoB bisognerebbe realizzare un rilevatore di stronzaggine. Propongo un certificato “psychopathic-free” per poter accedere a posizioni di responsabilità.

Holodoc
Utente CDC
Risposta al commento di  gnorans
23 Giugno 2021 6:38

Basterebbe l’analisi del bulbo capillare per la ricerca della cocaina, anche e soprattutto per i parlamentari!

danone
Utente CDC
23 Giugno 2021 1:10

Un pò di risate a denti stretti questi articoli se la meritano :-)) 1. L’era dell’Internet delle cose (IoT), e presto seguirà quella dell’Internet dei corpi (IoB), è ormai alle porte. L’obiettivo finale è arrivare alla fusione delle due reti internet delle cose e dei corpi, in un unica rete, l’internet delle casse da morto (IoC) 2. In un futuro molto prossimo, i signori tecnocratici della scienza, della salute, della finanza e delle Big Tech vorranno che l’umanità passi da dispositivi indossabili a dispositivi incorporati all’interno dei nostri corpi. Non stupitevi più di tanto poi, se incrociando per strada degli uomini vestiti di nero, questi all’improvviso vi grideranno contro..esci da questo corpo! esci da questo corpo! esci da questo corpo! Vi sembrerà strano, ma sarà normale nel vostro stato. 3. Hanno persino in programma di avere i nostri bagni collegati a Internet dove monitoreranno i nostri rifiuti usando la tecnologia BioBot per determinare cosa mangiamo! Ho saputo che dalle mie parti, invece che alla tecnologia BioBot, collegheranno i bagni alla tecnologia di ultimissima generazione MiCagoSot, stesso livello di pulizia e privacy ovviamente. 4. Nel 2017, la FDA ha approvato la prima pillola digitale: una compressa di aripiprazolo con un sensore ingeribile incorporato… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da danone
ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
23 Giugno 2021 9:34

hahaha…grande Danone. Il top comunque è il cesso collegato a Internet, questi sono chiari indizi di psicopatia…

XaMAS
Utente CDC
23 Giugno 2021 6:41

“Il Transumanesimo è una visione del mondo e un movimento politico che sostiene la trascendenza dell’umanità oltre le attuali capacità umane. I Transumanisti vogliono usare la tecnologia, come organi artificiali e altre tecniche, per fermare l’invecchiamento e raggiungere un “prolungamento radicale della vita”.

questo però va in contrasto con il gran reset che vuole una radicale diminuzione della popolazione mondiale, o sbaglio ?

McBane
Utente CDC
Risposta al commento di  XaMAS
23 Giugno 2021 11:49

Mica quelle tecnologie saranno accessibili a tutti, solo a pochissimi eletti che assurgeranno al rango di semidei. Idolatrati dal popolino.

Holodoc
Utente CDC
23 Giugno 2021 6:47

Rimpiango gli anni ’90, quando programmi TV mainstream come StarTrek mettevano in guardia contro la possibile disumanizzazione e perdita dell’individualità date dalle connessioni cyborg.

Eppure in meno di due anni siamo passati dall’esaltazione dell’individualismo alla società alveare.

cesca
Utente CDC
23 Giugno 2021 9:03

Penso che non sia l’IoB a preoccupare, ma la deriva del “non decidere”.
E’ da tanti anni che veniamo imboccati in cambio di pseudo serenità; noi ti “aiutiamo”, decidendo il meglio per te e tu avrai meno preoccupazioni.
Il non decidere ha precluso scontri, riflessioni, arrabbiature costruttive che ci avrebbero aiutato a stabilire un equilibrio consapevole.
Il periodo pandemico ha solo evidenziato tutto ciò che stava già avvenendo, sbattendocelo in faccia; è stato tolto il velo, evidenziando ciò che siamo.
Sta a noi tarare il nostro equilibrio e scegliere cosa fare.

gix
Utente CDC
23 Giugno 2021 9:48

Sarà una deformazione mentale, ma chiunque senta il bisogno di scrivere libri o fare conferenze (anche allucinanti come il nostro ministro della transizione…) nelle quali ci spiega il mondo che verrà come se fosse una conseguenza inevitabile, magari con la presunta benedizione di quello stesso Dio la cui creazione vorrebbero sconvolgere, mi fa venire altro che reazioni avverse. Questa smania di entrare dentro i corpi e le menti, dall’alto di una presunta conoscenza, o meglio saccenza spesso delirante e assolutamente incapace di comprendere la vera complessità del mondo, a parte la bramosia di dominio e controllo, denota una tensione e una evidente paura del genere umano, che credono di poter conoscere e manipolare totalmente, ma in realtà temono nella sua potenzialità. Sarà anche per questo che, entrando nelle case di Dio, nelle chiese antiche in qualunque parte si trovino, vedendo quei pulpiti posti in alto, per coprire di veli religiosamente distesi, le piccole masse sottostanti, viene, sempre più insistente, l’idea di tirare giù chiunque si affacci da essi. Poi però sovviene il fatto che ormai nessuno parla più da quei pulpiti, e nemmeno ci sono più quelle piccole masse ad ascoltare, magari finirà così anche per questi moderni saccenti.