La vera importanza del false flag di Bucha: un cambio di narrativa

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

The Saker
thesaker.is

Così, come previsto da quasi tutti, si è verificato il false flag da tempo annunciato. Certo, è stato eseguito molto male, davvero pasticciato, ma, in un certo senso, questo lo rende ancora più efficace. Come mai? Perché condiziona il pubblico della zona A ad accettare acriticamente qualsiasi favola, per quanto stupida, illogica e contraria al buon senso e alla logica di base. In un certo senso, Bucha è davvero una nuova versione dell’MH-17. Sì, sembrano diversi, ma, in realtà, sono costruiti esattamente secondo lo stesso modello. Funziona più o meno così:

*La Russia stava/sta vincendo mentre la carne da cannone dell’Impero dell’Odio e della Menzogna era/è chiaramente sconfitta.

*I leader dell’Impero dell’Odio e della Menzogna vogliono far pagare alla Russia un prezzo altissimo per aver osato sfidare i leader dell’Impero dell’Odio e della Menzogna e così viene rapidamente organizzato un massacro e poi propagandato urbi et orbi. E funziona. Ogni volta.

*Al fine di prevenire qualsiasi indagine reale, l’Impero dell’Odio e della Menzogna proclama IMMEDIATAMENTE che il massacro è opera di “quei malvagi negri delle nevi” e poi aggiunge che questa è una “evidente, indiscutibile conoscenza comune” e che chiunque faccia domande è un “agente di Putin.” Immagino che l’infatuazione dell’Occidente per la “diversità,” non importa quanto oscenamente grottesca, non si applichi a idee, opinioni o punti di vista…

Questi semplici atti hanno dimostrato di essere estremamente efficaci nello scatenare nella maggior parte della zona A un linciaggio russofobico.

Guardate questa lista di titoli di articoli che ho selezionato in pochi minuti su RT: (non c’è bisogno di leggerli, li elenco solo per “creare l’atmosfera,” per così dire)

Queste sono solo le solite sciocchezze, ma ora c’è altra roba, veramente folle, guardate questi:

Potrei continuare con l’elenco, ma avrete capito che i leader dell’Impero dell’Odio e della Menzogna hanno aperto completamente la valvola “Odio e Menzogna” e sembra che stiano seriamente “perdendo la testa.”

Ricordate come nei casi Skripal e MH-17 i Paesi dell’UE si fossero uniti alle sanzioni per “solidarietà”?

Personalmente la chiamerei codardia e sottomissione, ma anche il termine “solidarietà” funziona. Bene, gli eurolemming si sono solidarizzati per finire nella stessa tomba e ora non c’è rimedio a ciò che hanno fatto a loro stessi.

Dal punto di vista russo, è piuttosto semplice: la Russia ha cercato di incoraggiare i Paesi dell’UE ad usare il proprio giudizio e ad agire nel proprio interesse. Ora è abbastanza chiaro che, finché faranno i leccapiedi dello Zio Shmuel, gli eurolemming avranno quello che si meritano. La Russia ha bisogno di buttare l’UE nel suo “gabinetto mentale” e di tirare lo sciaquone e di trattare solo con quei Paesi sovrani che avranno mantenuto abbastanza potere per difendere i propri interessi. Nell’UE questo significa l’Ungheria e, in misura molto minore, la Serbia (il popolo, naturalmente, non il governo, che rimane asservito agli eurolemming).

Lo stesso massacro di Bucha cadrà nel buco della memoria collettiva della Zona A, dove sono finiti tutte i precedenti false flag dell’Impero dell’Odio e della Menzogna. Una volta che un’operazione di demonizzazione è servita al suo scopo, può essere dimenticata.

Quindi, ecco quali sono gli scopi del false flag di Bucha:

*Cambiare la narrativa dalle (inesistenti) “vittorie” ucraine a “fermare le atrocità russe”

*Offuscare il DILUVIO di prove (testimoniali e forensi) che dimostrano che sono stati gli Ucraini ad impegnarsi in atrocità di massa a Mariupol. Ricordate – le vittime ucraine sono sacre, le vittime russe sono semplicemente irrilevanti. Infatti, un russo NON PUÒ essere una vittima, a meno che non sia antiputiniano, allora va bene.

*Condizionare (in senso psicologico) i servi della gleba che guardano la TV dell’Impero della Menzogna e dell’Odio ad odiare tutto ciò che è russo con un odio bruciante, esplosivo. Dichiarare che Putin è ora il “Nuovo Hitler” (anche se Putin è Hitler praticamente dal 2000, solo che ora è ancora più Hitler di prima) e la Russia una specie di Mordor, povera, miserabile e, in ogni caso, orribile.

*Usare questo pretesto per cercare di espellere la Russia e i Russi dal maggior numero possibile di luoghi e organizzazioni mondiali. Questo significa tutta la Zona A di sicuro, ma anche un sacco di luoghi e organizzazioni nella Zona B, dove i comprador che governano decidono la politica e se ne fregano della loro gente e del loro Paese.

*Provate a spaventare Putin paventandogli lo stesso destino di Gheddafi, Milosevic e Hussein che erano stati tutti demonizzati e poi assassinati.

Se ci pensate, credo sia evidente che questi sono tutti chiari segni che l’Impero dell’Odio e della Menzogna ha ormai dichiarato una guerra totale alla Russia, senza attaccare apertamente le forze russe o la Russia, naturalmente. Infatti, la Russia e l’Impero dell’Odio e della Menzogna sono in guerra almeno dal 2013, e la Russia ha dovuto fare molte concessioni all’Impero, semplicemente perché, dal 2013-2021, la Russia non aveva:

1. Un esercito che potesse affrontare la NATO e vincere. Ora ce l’ha.

2. Il tipo di sistemi avanzati di deterrenza strategica (nucleare e convenzionale), che ora ha.

3. Un asse meridionale stabilizzato (Medio Oriente, Caucaso, Asia centrale) da cui nessuna minaccia può realisticamente arrivare.

4. Un caso legale per giustificare la decisione di intervenire apertamente in Ucraina.

5. Una società che non sarebbe crollata sotto la tremenda pressione delle PSYOP statunitensi.

6. Una società in cui la quinta colonna, la sesta colonna e gli integrazionisti atlantici sono stati più o meno totalmente screditati.

7. Un’economia che avrebbe potuto sopravvivere al tipo di guerra economica totale scatenata oggi.

8. Un sistema di alleanze su cui la Russia potesse contare (ricordate nel 2020 la “multipolarità” di Lukashenko e Nazarbayev?)

9. Uno stoccaggio abbastanza grande di armi avanzate per una lunga campagna militare

10. Il reale e pieno appoggio della Cina

È interessante notare che, mentre gli idioti in Occidente vedevano ogni compromesso e ritiro russo come un segno di debolezza della Russia (compresi i presunti benefattori della Russia che si sono comportati come tipici esponenti della sesta colonna), nessuno di questi aspiranti strateghi da poltrona aveva avuto l’intelligenza per capire che, anche se con ogni concessione la Russia sembrava essere sempre più debole, in realtà stava diventando sempre più forte, proprio sotto il naso collettivo dell’Impero dell’Odio e della Menzogna 🙂

Ora tutto ciò che era stato precedentemente nascosto o frainteso sta diventando chiaro per tutti e, in questo contesto, Bucha è la dichiarazione di guerra totale dell’Impero della Menzogna contro la Russia.

I leader dell’Impero dell’Odio e della Menzogna sanno benissimo qual’è la posta in gioco, non solo a Mariupol o nel Donbass, ma anche in tutta questa guerra, la cui portata e scopo hanno colto l’Occidente (e anche il sottoscritto!) totalmente di sorpresa, e ora stanno lottando per mantenere una parvenza di controllo. E, lasciatemelo dire, non ci stanno riuscendo.

L’Occidente collettivo ha ora adottato pienamente una strategia inventata per la prima volta dagli Israeliani: se non puoi vincere una guerra reale, vincine una immaginaria. E, anche se bombardare qualche posto di frontiera tra Siria e Iraq, proprio come fa l’IDF, non ha senso dal punto di vista militare o non fa alcuna differenza, è ottimo per il morale degli Israeliani che, proprio come la gente in Occidente, hanno un forte senso di superiorità razziale sui loro vicini arabi e hanno *bisogno* di “vittorie” per gratificare il loro ego e nascondere il fatto che i vicini di Israele hanno perso ogni paura che potevano avere in passato. Quello che deve rimanere il più grande segreto per tutti è che, in realtà, è Israele che teme i suoi vicini (e a ragione!). Da qui tutti gli isterismi israeliani sul BDS [Boycott, Divestment, Sanctions] o per il termine “Apartheid” e tutte le stronzate sull’antisemitismo: sono tutti studiati per nascondere la verità, e, prima di tutto, agli stessi Israeliani che soffrono di quello che Gilad Atzmon ha accuratamente definito un “disturbo da stress pre-traumatico.”

Bombardare un posto di frontiera russo, tuttavia, non è un’opzione per l’Impero dell’Odio e della Menzogna – sarebbe assolutamente troppo pericoloso. Così, invece, l’Impero segna “vittorie” politiche, come inviare a Lvov armi obsolete, minacciare di portare Putin davanti alla Corte penale internazionale o vantare le incredibili armi ipersoniche che gli Stati Uniti starebbero per sviluppare e dispiegare.

Prima o poi, gli psicopatici deliranti e ignoranti che gestiscono l’Impero dell’Odio e della Menzogna si renderanno conto che, lungi dal piegare la Russia, hanno commesso un suicidio collettivo economico, politico, sociale, morale, spirituale e, naturalmente, militare e non resterà loro *nulla* da fare se non tentare una disperata provocazione militare. Spero di sbagliarmi, ma non vedo come l’Occidente unito potrebbe uscire dal vicolo cieco in cui si è ficcato.

Sia gli USA che l’UE sono gestiti non da individui, ma da una classe (nel senso marxista della parola) che, concettualmente, possiamo chiamare “quelli dell’1%.” L’1% potrà sembrare piccolo, ma, negli USA, l’1% sono più di 3 milioni di persone e nell’UE quasi 4,5 milioni. Aggiungeteci le colonie, come il Giappone, l’Australia, Taiwan e altri e potremo ragionevolmente supporre che ci siano in giro circa 10.000.000 di persone molto ricche e molto potenti che vorrebbero vedere la Russia morta e sepolta per sempre.

Queste persone non saranno MAI estromesse dal potere con il voto. Oh certo, qua e là, per un po’, qualcuno perderà le elezioni e potrebbe essere eletto un outsider, ma è a questo che servono le sanzioni economiche: a punire quelle nazioni che votano per il candidato “sbagliato” (come ha appena fatto l’Ungheria).

Considerate questo: i leader dell’Occidente hanno sempre preferito la guerra vera e propria a qualsiasi rischio di scontro sociale (scioperi, proteste, rivolte, carenze, ecc.). Quindi il “aspetta, abbiamo appena sparato alle nostre economie, mandiamo altre armi in Ucraina” è l’unico tipo di “logica” di cui questa gente è capace. E, solo per essere sicuri che i servi che guardano la TV lo “capiscano” “correttamente,” metteranno in scena un false flag all’ONU (Powell), nel loro stesso Paese (9/11) o all’estero (Srebrenica, Gouta, ecc.).

In altre parole, sta andando tutto secondo il copione. Non perché questo sia “il piano,” ma, semplicemente, perché questo è ciò che fa l’Impero dell’Odio e della Menzogna. È l’UNICA cosa che l’Impero sa fare molto bene: odiare e mentire.

Non è solo il Banderastan che deve essere denazificato – è l’intero Impero dell’Odio e della Menzogna. E non ho la minima idea di come denazificare 10 MILIONI di nazisti dal nostro pianeta senza una grande guerra.

Il false flag di Bucha non è solo una dichiarazione di guerra totale alla Russia, è anche un richiamo all’ordine per quei 10 milioni che gestiscono la Zona A e buona parte della Zona B. Il fatto che sia stato un pasticcio non fa davvero alcuna differenza. Se avete un cervello, sapete chi l’ha fatto e perché, e se non ce l’avete, sapete che è stata la Russia, su ordine personale di Putin, ovviamente.

E lo avevo previsto quando avevo scritto (molte volte) che, non appena la narrativa secondo cui “gli Ucraini stanno facendo il mazzo ai Russi” sarebbe diventata insostenibile, cosa che ora è avvenuta, sarebbe stata cambiata in “atrocità russe.”

Per il futuro, mi aspetto che i convogli di armi della NATO siano camuffati come civili e che quando i Russi cominceranno a colpirli ci saranno ancora più grida di “atrocità.” Per essere chiari, non credo che la NATO stia inviando armi in Ucraina per fare una differenza dal punto di vista militare e penso che i leader della NATO lo sappiano.

La mia paura è che i 3B+PU [i Paesi Baltici più la Polonia] cercheranno di fare in modo che i Russi attacchino quei convogli: se i Russi non lo faranno, i generali da poltrona occidentali alzeranno nuovamente le loro grida al cielo sul fatto che “la Russia sta permettendo alla NATO di armare gli Ucraini, Putin sta per svendersi!!!” e, se la Russia colpirà questi convogli di armi, allora diventeranno immediatamente “treni di rifugiati” e “zone sicure umanitarie” o qualsiasi stronzata che la PSYOP anglo si inventerà.

Dannato se lo fai e dannato se non lo fai. Il che potrebbe sembrare un dilemma irrisolvibile, ma, semplicemente, non è vero. Se hai intenzione di farti odiare in entrambi i casi – allora fallo, con tutti i mezzi. E questa sembra essere la conclusione a cui sono giunti non solo il Cremlino (e i suoi sovranisti eurasiatici), ma anche il pubblico in generale, il cui indice di gradimento sia per Putin che per l’Operazione Militare Speciale (SMO) è salito. Ancora meglio, ci sono segni che la società russa si sta preparando per una “lunga guerra,” che durerà sicuramente mesi e che potrebbe anche prolungarsi al prossimo anno.

Siamo a 41 giorni di questo orrore e la fine non è affatto in vista, e ricordate che il vero obiettivo di Russia e Cina non è “solo” quello di disarmare e denazificare l’Ucraina occupata dai nazisti, è quello di cambiare completamente l’architettura di sicurezza collettiva europea che, a sua volta, è la pietra angolare dell’Impero della Menzogna in tutto il mondo. Questo richiederà molto probabilmente diversi anni, a meno che la prossima crisi economica sia assai peggiore di quanto mi aspetto (nella mia totale ignoranza di argomenti economici).

Conclusione:

L’Impero della Menzogna ha già capito di aver perso il Banderastan, quindi ha eseguito il massacro di Bucha per cambiare la narrativa e scatenare una guerra TOTALE per “l’annullamento della Russia.” I nazisti della Seconda Guerra Mondiale usavano il termine “soluzione finale” ed è questo il segnale del false flag di Bucha: la decisione dello Zio Shmuel di arrivare ad una “soluzione finale” per il “problema russo.”

Questo è il modo dell’Occidente di segnalare che anch’esso sta entrando nella sua 2a fase della guerra.

Segnale ricevuto, forte e chiaro.

Andrei (The Saker)

Fonte: thesaker.is
Link: https://thesaker.is/the-true-importance-of-the-bucha-false-flag-a-crucial-change-of-narrative/
06.04.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
58 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
58
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x