Home / Attualità / LA CENSURA AVANZA: You Tube tappa la bocca ad Antonio Rinaldi. E’ gravissimo!

LA CENSURA AVANZA: You Tube tappa la bocca ad Antonio Rinaldi. E’ gravissimo!

DI MARCELLO FOA

Il Cuore De Mondo

Qualcuno nei giorni scorsi ha accolto con incredulità la notizia del disegno di legge voluto dal piccolo Grande Fratello Paolo Gentiloni per imporre la sorveglianza di massa sul web – da oggi lo Stato italiano monitorerà per 6 anni tutta la vostra attività sul web, incluse le chat! – e la censura, impedendo ai singoli utenti di accedere a siti scomodi (leggi qui e qui). Il pretesto è quello della violazione del copyright, che in internet significa poter censurare praticamente qualunque sito. Basterà che appaia una foto scaricata dai motori di ricerca e non autorizzata per venire “bannati”.

Lo ripeto da settimane: il disegno, a livello internazionale, è di mettere a tacere le voci davvero libere e, soprattutto, quelle che promuovono idee contrarie al mainstream. Ad esempio quelle di chi si oppone all’euro.

L’opera di normalizzazione avanza rapidamente. In Francia nei giorni scorsi hanno chiuso il blog di un economista del calibro di Jacques Sapir, colpevole di essere troppo eretico, di smontare da tempo i falsi miti della moneta unica e di non essere allineato all’establishment, men che meno al piccolo Napoleone Emmanuel Macron.

Ora vengo a scoprire che You Tube ha chiuso il canale video di Scenarieconomici.it , il sito di Antonio Rinaldi, un altro esponente del fronte no euro. La colpa? Misteriosa. Nella notifica ricevuta da Rinaldi si parla di “ripetute e gravi violazioni delle regole della community” ma non si precisa quali. Come un vero Grande Fratello, You Tube decide di censurare un canale, vestendo al contempo i panni dell’inquisitore e del giudice. Già perché a vagliare il ricorso presentato da Rinaldi è stata la stessa You Tube, respingendolo ovviamente.

Io non posso che esprimere la mia totale, indignata solidarietà ad Antonio Rinaldi, rilevando con rabbia il silenzio dei giornalisti, che non hanno scritto nulla sul disegno di legge Gentiloni e nemmeno sulla censura a Rinaldi. In un caso e nell’altro, siamo stati Claudio Messora (qui l’intervista di Byoblu a Rinaldi) ed io a urlare la nostra indignazione. In perfetta solitudine mediatica.

I miei due post contro il gravissimo disegno di legge del finto buonista Gentiloni sono stati letti in poche ore da oltre 100 mila persone. Numeri impressionanti per un blog. Incoraggianti. Ma quel che sta avvenendo è gravissimo. Chi sarà il prossimo a venire censurato?

La battaglia di Antonio Rinaldi, di Alberto Bagnai, di Claudio Messora, di Enrica Perrucchietti, di Pino Cabras,  degli anticonformisti de Gli Occhi della Guerra,  mia e di altri pensatori liberi, di qualunque orientamento politico, continuerà; cambiando piattaforme e canali all’occorrenza.

Ma mai come ora abbiamo bisogno di voi. Unite le vostre voci al nostro dissenso!  Dimostrate che siamo tanti, tantissimi e che non vi lascerete intimidire!

Difendete, come noi e con noi, la libertà e la democrazia!

 

Marcello Foa

Fonte: http://blog.ilgiornale.it/

Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2017/10/09/la-censura-avanza-you-tube-tappa-la-bocca-a-claudio-rinaldi-e-gravissimo/

9.10.2017

Pubblicato da Davide

  • Ronte

    Finchè si continuerà ad accostare la crisi economica con ‘l’euro si o euro no’, saremo sempre lontani dalla soluzione. Vogliamo o no riconoscere che l’Italia, l’Europa e il mondo intero, stanno andando in malora per colpa di questo Sistema criminale?

    • Franco Ferrè

      Il sistema è criminale e l’arma del delitto, in Italia come in tutto il Sud Europa, è l’euro, almeno da Maastricht in poi. Il grimaldello con cui ci entreranno in casa definitivamente saranno le banche. Mettere a tacere i no euro più pericolosi è chiaramente un modo di continuare nel loro delitto.

      • Humanae Libertas

        Scrivo qua per migliore visibilità..riguardo all’articolo: quello che vedete è iniziato gia da quest’estate su tutte le piattaforme social come facebook twitter e youtube..numerosi giornalisti stranieri non schierati con i media mainstream hanno avuto lo stesso problema e si sono visti chiudere account, cancellare video, post oppure bloccare il profilo Facebook per svariati giorni..siamo al limite dell’assurdo..hanno anche bloccato account paypal o “Patreon” per il crowd funding..il ministero della verità di Orwell… ps. Per accedere a qualunque sito che risulti bloccato, basta usare un servizio “proxy” per mascherare l’identità e risultare utente di un altro paese..ce ne sono diversi come: proxyhide, hideme, proxy foxy ecc..incollate nella home page il link del sito che volete visitare e si apre (anonimamente)

    • televisione falsa

      ma ognuno nel suo piccolo contribuisce a mandare avanti questo sistema malato-sbagliato umano ,la punizione deve essere per tutti….e arrivera’

    • rocks

      Il problema non è il tema trattato nel blog. Il problema è chiuderlo. Io sull’euro non la penso come te. Credo che molte responsabilità siano interne, la maggior parte. Ma mi scandalizzano lo stesso se chiudono un canale youtube con pretesti finti.

  • clausneghe

    Nel mio piccolo mi sono autobannato già da un anno, ho smesso di scrivere sul mio Blog che tengo da dieci anni, a seguito di anonime velate minacce forse provenienti da torbidi ambienti (servizi) probabilmente per aver pubblicato uno scomodo docu-video della regista Sara Reginella sulla guerra in Donbass.
    La censura avanza sempre più a volto scoperto…
    Ma c’era da aspettarselo, hanno paura del libero pensiero, e ancor di più delle Verità alternative alle loro sporche, grossolane menzogne propagandate con la truppaglia dei giornalisti mainstream asserviti e a libro paga.
    Difficile continuare, anche perchè, diciamola tutta, il Popolo non è con noi, è troppo ipnotizzato dalle televisioni, è come un topo ammaliato da un serpente…

    • Gino2

      cosa intendi per “velate minacce”‘?

      • clausneghe

        Sono arrivati due “commentatori” a scambiarsi offese di morte nei commenti all’articolo, poi mi èarrivata una mail dove un signor x mi intimava di togliere i commenti offensivi e minacciosi,con tanto di indirizzo dei parenti stretti,menzionati dal calunniatore.
        Prima ho tolto subito i commenti e la facoltà di commentare e poi ho fatto una piccola ricerca dove è saltato fuori che l’intruso calunniatore scriveva da un ip sito in via ….. a Milano.
        Mettono in piedi delle false risse e se non intervieni ti chiudono il Blog.
        Poi ho avuto una strana “attenzione”, mi ha fermato la polizia locale con un pretestuoso controllo mentre uno strano personaggio in borghese mi osservava, personaggio che loro conoscevano bene, si davano del collega, potevo sentirli…

        • Gino2

          molto interessante.
          grazie per la condivisione.

          • clausneghe

            Noterai che non faccio il nome di quella via, intitolata al filosofo,nota come sede dei…
            Ma magari sono paranoie, cmq, dato che non ci guadagnavo nulla, nemmeno la considerazione, ho mollato.
            Tengo famiglia (una moglie dodici gatti un maremmano) …
            Ciao

    • Cataldo

      Si, ma tra i topi si comincia a vedere qualche giovane mangusta in crescita 🙂 Vedo che il livello di credibilità del mainstream è sempre più precario, che il dominio dell’immaginario collettivo è sempre più forzato, la differenza tra realtà e narrazione mediatica è sempre maggiore :
      il livello di propaganda è destinato ad aumentare a dismisura, ad iperestendersi con il suo portato psicopatologico a livelli estremi, si spera che la situazione induca sempre più crisi di rigetto ed aumento di coscienza critica.

      • televisione falsa

        Mah …. tutti i miei parenti e i miei genitori credono alla televisione e giornali , e per questo si meritano il peggio

        • Tipheus

          Purtroppo pienamente d’accordo.

          • DesEsseintes

            Mio fratello vota Renzi.

  • televisione falsa

    stanno censurando tanti canali youtube , come quello di TOMMIX , se censurano vuol dire che questi canali erano vicini alla verita’

  • Cataldo

    Gli spazi di libertà in rete si ridurranno sempre più, prepariamoci, l’offensiva è globale, e cammina per tante vie, di cui le censure dirette sono solo la punta dell’iceberg.
    A breve si spegneranno i sogni di chi crede possibile utilizzare i social della galassia facebook-google come strumenti di comunicazione, questa è una strada impraticabile per l’informazione critica, e il tempo lo mostrerà sempre più.

    • televisione falsa

      Quando censurano vuol dire che cosa censurano e’ vicino alla verità

  • Gino2

    quello che dice Foa è abbastanza pacifico.
    Ma mi chiedo sempre se davvero questi “colossi” abbiano davvero paura di un blog o di un canale youtube.
    Quando mai certe cose hanno spostato le opinioni e anche quand’anche lo avessero fatto quali problemi hanno mai creato all’elite?
    Sono scettico.

    • oriundo2006

      Vogliono fare un ‘reset’ totale di tutto, cancellando QUALSIASI cosa sia loro contraria. Possono farlo ‘tecnicamente’ avendo il controllo globale sul mondo reale e su quello immateriale: levandosi qualche sassolino dalla scarpa mediatica rendono la LORO affabulazione ‘storica’, ‘sociale’, ‘economica’ ‘unica’ e ‘sola’. Come il loro ‘dio’… Mi si dirà, e gli ‘altri’, quelli che non partecipano, non leggono, non si interessano a niente, sono miliardi, mentre noi siamo pochissimi: appunto, il loro silenzio li rende assolutamente irrilevanti: tacendo acconsentono. Il loro stesso silenzio li condanna ad essere irrilevanti. Come del resto hanno sempre VOLUTO: non schierarsi mai perchè ( come è stato detto a proposito di Shapir ) ‘ chi è contro si vuol male’…

  • Trollerball

    I metodi utilizzati dal potere per condizionare le persone hanno cambiato format. Si sono evoluti e affinati. I giovani, tra un messaggio su wa e un video gioco, ricevono brevi e continui messaggi propagandistici che agiscono direttamente sull’inconscio. Non c’è nulla da capire o da approfondire in questi messaggi. Pochi giorni fa, ho visto un breve video intitolato “Le 13 famiglie che governano il mondo”. Mi è apparso davanti agli occhi mentre ero in internet e non so nemmeno da dove sia arrivato. Dietro un titolo interessante si cela l’obiettivo di tacciare di complottista e ignorante chiunque parli di nuovo ordine mondiale. La propaganda si è evoluta. La televisione è roba per vecchi.
    In questo forum, qualcuno ha detto “siamo in pochi”. Confermo, con due aggravanti: siamo anche molto divisi e in mezzo a noi ci sono un sacco di gatekeepers che confondono le idee e intorbidiscono l’acqua. Un altro ha detto “il popolo non è con noi”. Confermo, con altre due aggravanti: il popolo è contro di noi e ci considera dei poveri scemi che vedono ovunque cose che non esistono.
    Ci stanno bannando e censurando? Non interessa più a nessuno. Il “panem et circenses” è stato sostituito dal più attuale “smartphone et circenses”,

  • Francesco Talarico

    E’ necessario creare un Youtube DECENTRALIZZATO con tecnologia peer to peer!!!! L’anti-Facebook esiste già e si chiama Diaspora.

  • Lupis Tana

    mettiamoci anche il Vatic-ano ed abbiamo cmpletato il giro.

  • LICIO

    Un movimento che riporti la gente a parlarsi nelle piazze e non con i media…
    Bisogna che qualcuno lo reinventi e lo metta in pratica…
    Aspettando Godot ???

    • Primadellesabbie

      C’é stato già, erano anni in cui ti incontravi ovunque andassi, nei quali potevi affrontare qualunque argomento e con chi volevi.

      Indovina quando.

      Hanno avuto un tale spavento delle possibilità che sarebbero potute derivare da quella vitalità, che hanno ampiamente provveduto a disinnescare il meccanismo in tutto il mondo. E forse con la complicità di quelli che ora si lamentano per le palesate limitazioni alla rete.

      Internet, da questo punto di vista, é un ripiego di basso profilo, perché quando mostri la faccia, certe caxxxte é molto difficile sostenerle, e il body language é insostituibile e anche l’atmosfera.

      • DesEsseintes

        Il socialismo dei circoli vinicoli, per caso?

        • Primadellesabbie

          Non dirmi che anche questa volta ti servono le coordinate!

          • DesEsseintes

            Sono i vinicoli o no?
            Non sarebbe banale che uno che legge Guénon apprezzi il socialismo degli inizi.

            Comunque c’è un equivoco.
            A parte alcuni casi come gli extraterrestri o altre di cui non oso chiedere sapendo che non otterrò risposta (tipo le segretarie di Gandhi di cui non avevo mai sentito nulla, sapevo di Edwina e di Nehru ma non di Gandhi…e quello è uno di quei casi in cui mi interessa sapere se lo hai letto o se te lo hanno detto, dato che naturalmente do più peso al secondo tipo di fonte ma allora uno vorrebbe sapere chi è non si finisce più…); a parte alcuni rari casi, dicevo, io ti chiedo di essere esplicito non per me ma per il circolo vinicolo.
            Siamo qui e ci scriviamo da anni quindi avremo uno scopo per quanto probabilmente solo ludico…allora se si dicono le cose in maniera esplicita in due e poi in tre etc si crea il circolo vinicolo.
            Mi hai detto che non sei disponibile e si chiude il discorso.
            Sono stato un po’ insistente e me ne scuso, credo che in questo e in altri blog si sarebbe potuto combinare qualcosa ma né qui né altrove, anche in incontri dal vivo particolarmente deludenti, ci sono riuscito.
            Io la chiamo mancanza di carisma ma magari è solo come quella barzelletta-apologo sui Re Magi che si perdono:

            -Caro Baldassarre, abbiamo perso la stella…abbiamo perso la strada…non sappiamo più dove andare…cosa facciamo?

            -Torniamo a casa e ci teniamo i doni.

          • Primadellesabbie

            É più banale, erano gli anni del vilipeso ’68, che per le relazioni era meglio di internet.

            Per le segretarie di Gandhi mi rifaccio ad uno che lo ha conosciuto di persona, come anche Nehru* e che era presente, assieme a lui, al ricevimento per l’indipendenza dell’India, Alain Danielou,

            https://www.alaindanielou.org/fr/
            https://www.find.org.in/it/

            al quale mi sono richiamato altre volte, iniziato all’induismo nella sottocasta dei musici, le cui ricerche e lavori sulla musica etnica (fra altro), continuati dopo il suo ritorno in Europa, a Venezia e a Berlino, sono depositati alla Fondazione Cini, all’Isola di S. Giorgio. Guenon ha scritto che avrebbe avuto delle cose da imparare da lui; non riuscirono ad incontrarsi nonostante Alain abbia fatto apposta una tappa al Cairo in uno dei suoi viaggi. Compagno di Raymond Burnier (Nestlé, per intenderci), fotografo e “scopritore” delle sculture di Khajurâho.

            https://en.wikipedia.org/wiki/Raymond_Burnier

            Non ho qui con me i libri per cercare i passi che interessano.

            * Ho trovato adesso , qui, questa istruttiva lettura:
            https://francoisgautier.me/2014/11/12/a-propos-of-congress-celebrations-for-nehrus-125th-birth-anniversary-a-look-at-his-legacy/

  • Non ti farebbero fare nessun V-day : ci dimentichiamo che già una decina di anni fa, se non ricordo male ad Enna, il sindaco vietava manifestazioni in città. C’era Silvio come loro amico. Non dimentichiamo i miei concittadini sardi, bloccati nel porto a Civitavecchia, per impedirgli di recarsi a Roma a manifestare. C’era sempre Silvio anche allora. Ci vogliamo dimenticare,sempre per stare a Roma, delle manifestazioni di alcuni anni fa con tanto di chiusura delle piazze? Senza voler tornare ai fatti di Genova, del G8 , o voler andare indietro ai miei tempi , essendo io un ragazzo del 77, c’è da dire che se e quando vogliono, non ti fanno tenere neanche una riunione o convegno in un cinema di periferia (ma puoi sempre aprire una moschea, in un garage). Per quanto riguarda il post, che già ieri ho postato sul mio blog, posso dire che avrei auspicato un intervento da parte dei famosi intellettuali, e che invece non c’è stato: lo stesso intervento che avevo chiesto ai tempi di Monti, per ragioni diverse, ma senza esito. Nessuno si espone contro chi governa : che ci sia un governo di destra o di sinistra, o che siano entrambi pseudo governi, eterodiretti. Se per caso dovessero arrivare loro, i 5 Stelle, non credo che cambi granché.

  • Antonello S.

    Io sono con voi.
    Uno dei tanti.

    • Rolmas

      No invece, è importante fare rumore…

  • michele d’onofrio

    penso che ci sia un equivoco di fondo: youtube ha la sola funzione di fare utili. Per farli pubblica video. Rinaldi è un ospite. Non si può pretendere da una multinazionale che garantisca la libertà di pensiero, per questo bisogna cambiare “piattaforma”. sarebbe il caso di averne una pubblica che, questa sì, garantisse accesso e libertà di parola a tutti. Ma non è aria. Restano i bar e le piazze, che non è poco