Italia e UE: 14 giorni a bagnomaria

DI DEBORA BILLI

facebook.com

14 giorni: questo il tempo che il governo avrebbe concesso alla UE per “trovare una soluzione”. Chissà perché proprio 14 giorni… a me ricorda tanto il famoso 2,04% di deficit della finanziaria 2019, ovvero una semplice trovata di comunicazione a richiamare la quarantena del virus.
Carina, la trovata. Peccato però che 14 giorni, in una situazione come questa, sono un’eternità che al Paese farà danni come 14 mesi. Se poi consideriamo che le risposte dei vari Paesi UE sono arrivate nel giro di 48 ore, e consistono in pratica in un “no” a tutto (Mes senza condizioni, eurobond, più deficit, ecc), non si capisce proprio perché il Paese debba stare appeso al nulla fino a Pasqua.

La sensazione è allora che si voglia perdere tempo apposta. Perché? Molte sono le ipotesi. La prima è che un governo composto perlopiù da terrorizzati pusillanimi abbia calciato ancora il barattolo per non rischiare di irritare i padroni esteri; la seconda, persino peggiore, è che si sia deciso di lasciar deteriorare il tessuto sociale, per avere poi il pretesto di un fatepresto bis che ci impiccherà a un prestito da strozzini pena il Paese che va a fuoco per le rivolte o la disperazione.

La terza ipotesi è che i 14 giorni siano stati imposti da qualcuno oltreconfine. Perché magari durante questo periodo dovrà succedere qualcosa, indipendente dalla volontà italiana, che porterà ad una soluzione come dire… automatica. I sommovimenti geopolitici sono enormi, dal prezzo del petrolio che sta terremotando il mondo al lockdown generale di Paesi finora oggettivamente poco colpiti (ad esempio la Russia). Fino all’intervento improvviso di Draghi, che -comunque la si pensi sul personaggio- ha gettato un sasso creando nello stagno una vera tempesta.

Nel frattempo i media ingannano il tempo e ignorano l’argomento. Quando non conosciamo i retroscena, il comportamento dei media è quello da tenere d’occhio. Mentre l’intera popolazione non parla d’altro che di Europa nemica forse per la prima volta nella sua storia, con video, storie, meme, post che arrivano in breve a centinaia di migliaia di condivisioni e vengono rilanciati persino da chi fino a ieri non aveva dubbi sulla UE; mentre l’intera Italia si chiede disperata su social e chat cosa sarà di aziende, negozi, stipendi, lavoro, futuro, e attende appesa ai 14 giorni di limbo; mentre tutti insomma parlano dell’elefante nella stanza, i media continuano ad ignorarlo con un’ostentatezza che comincia a suonare davvero dissonante. Nei talk show si parla solo di mascherine, podisti e certificati 24 ore su 24, riproponendo vecchi servizi, ripetendo le stesse domande, disquisendo degli stessi argomenti all’infinito. E non che manchino video o prese di posizione clamorose sulla UE, anche da parte di celebrità: roba in cui i talk show in genere sguazzano. Invece, silenzio totale.

E’ censura, insomma, e ogni giorno più evidente. In questi 14 giorni l’Italia deve essere lasciata a cuocere a fuoco lento, tra i bonus babysitter che “arriveranno” (è da un mese che “arriveranno”), e pacchi di pasta implorati dal premier ai supermercati che neanche Achille Lauro con le scarpe destre. Mentre il Paese scivola nella disperazione, monta però sempre più l’odio palpabile verso la UE e verso chi ancora si piega ad austerity ed elargizioni di spicci. Al termine dei 14 giorni di cottura, chi spera che gli italiani saranno pronti ad ingoiare qualsiasi sbobba avrà qualche sorpresa.

 

Debora Billi

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10221662647061323&set=a.2508088667407&type=3&theater

31.03.2020

 

Pubblicato da Davide

Precedente Draghi indica il futuro ma dribbla una domanda: 
chi pagherà questa crisi?
Prossimo L’economia ai tempi del Coronavirus – Intervista a Wolfgang Münchau

36 Commenti

  1. Potremmo pensare che sia una trovata destinata all’opinione pubblica, comunque guardiamola in questi termini:

    Ultimatum di Conte all’europa

    Scommetto che solo loro non si buttano a terra dal ridere, perchè solo loro e i loro caporali ci credono.

    PS: mi ricorda tanto il genere di ultimatum che di solito danno gli avvocati per estorcere qualcosa.

  2. Si! In linea di massima la penso anch’io così! Però i 14 giorni sono diventati come minimo 28…. E se pensiamo che l’Inno di Mameli è “provvisorio” dal 1946 allora la cosa diventa “moooolto” preoccupante..

    • …. Considerato che le restrizioni anticostituzionali alle libertà mi hanno relegato al confino coatto domiciliare, per ammazzare il tempo ho fatto una interessante estrapolazione dalle tabelle ISTAT sulla mortalità generale del mese di Marzo 2017 (ultimo anno riportato nelle tabelle) per confrontarla con quella della COVID-19 del 2020 (fino) al 31 Marzo:
      Dunque, nel 2017 abbiamo avuto solamente nel terzo mese un totale di 55.636 (il 6,5% sull’anno) decessi totali e tenete presente che il 40% sono arttribuiti a malattie respiratorie e cardiovascolari, le stesse che oggi si riscontrano nel 95% dei casi di decessi con il COVID-19.
      Per contro nel 2020 e fino ad oggi (31 marzo) abbiamo 12428 decessi con e/o per il coronavirus.
      Anche se mancano i numeri complessivi dei decessi del corrente mese (e, almeno spero, non penso proprio che supereranno quelli della media del mese di marzo degli ultimi anni) sono dati che dovrebbero far riflettere e porre seri dubbi su quello che sta accadendo e che gli “esperti” ci raccontano.
      Ed ecco i dati sui decessi regione per regione rispetivamente riferiti al marzo 2017 e a quelli con e/o per COVID-19 (i dati in grassetto sono riferiti al COVID-19). Lombardia 8317 – 7199; Piemonte 4454 – 854; Veneto 4351 – 477; E. R. 4321 – 1644; Toscana 3833 – 244; Marche 1562 – 452; Liguria 1831- 428; Lazio 4906 – 162; Campania 4818 – 133; Trento 431 – 164; Puglia 3430 – 110; Friuli V. G. 1282 – 113; Sicilia 5959 – 81; Abruzzi 1315 – 115; Bolzano 345 76; Umbria 933 – 37; Sardegna 1367 – 31; Calabria 1838 – 36; Valle d’Aosta 114 – 56; Basilicata 624 – 7; Molise 325 – 9.
      Farebbero meglio gli “esperti” a spiegare come mai l’area padana è la più colpita dai decessi. Basta con il terrorismo!

  3. Giuseppi conticino sei inadeguato!!! Necessiterebbe uno ben più caz..to che, in quei covi, in quegli antri malefici, della sporca lurida malsana nefasta europa si recasse con bastone di durissimo ulivo e pestasse un po da mascalzoni con doverosa violenza!!!! Ma tu sei uno schiavettinoinoino!!! Bella roba!!!!

  4. Se sono veramente in buona fede dovrebbero cominciare a parlare con l’opposizione e decidere per un’azione condivisa in materia economica e possibilmente in tempi stretti.
    La condivisione è necessaria se si vuol fare una cosa seria: non si può “andare in guerra” con metà che remano in un verso e metà nel verso opposto.

  5. OT ma non troppo, un appello (in inglese sottotitolato in italiano) dalla repubblica ceca (#MascherinePerTutti le ragioni per cui le mascherine fatte in casa sono utili per combattere l’epidemia) che mi sento di appoggiare e ritrasmettere:
    http://youtu.be/HhNo_IOPOtU

  6. E’ dall’ inizio di questa crisi che io vedo un piano. Quì non ‘ c’è nulla lasciato al caso. Un piano…quindi dei generali che lo predispongono.

  7. Come ho già scritto sul post precedente sempre su CDC, la BCE con il QE ha acquistato miliardi di titoli di Stato dei vari Paesi…non potrebbe ora cancellare dal suo computer questi suoi crediti, di fatto riducendo drasticamente ed in maniera ufficiale il debito pubblico dei Paesi?
    A quel punto sarebbe solo sufficiente aumentare il deficit italiano dei miliardi necessari (e si potrebbe arrivare fino alla cifra condonata) e nessuno ne pagherebbe il costo.

    Soluzione oltretutto veloce e pratica.

  8. Il Regno Unito ha lasciato la Ue perche’ buona parte del mondo imprenditoriale era favorevole all’uscita, mentre in Italia – soprattutto quello del nord – sembra statico e poco disposto a mettersi in discussione. L’Italia e’ divisa su tutto e proprio ieri parlavo del fatto che la politica italiana, complice anche la stampa piu’ imbarazzante dell’occidente, sembra coinvolta in una guerra tra bande dove si litiga per la spartizione del pollaio. Magari avrebbero potuto anche mettere in discussione la tav, progetto morto in partenza e addirittura criminale se pensiamo che con un eventuale crollo dell’unione europea la sua utilita’ sarebbe prossima allo zero. Per quanto riguarda l’informazione, vi risulta che i Berlusconi, impegnati negli acquisti di quote televisive in Germania e Olanda, abbiano l’interesse di sfancuIare gli euroburocrati? Parlo di Berlusconi proprio perche’ la sua coalizione a trazione “sovranista” fa a pugni con la sua assoluta devozione all’Europa.

  9. La terza che hai detto,Debora…
    Deve succedere qualcosa che “loro” sanno e noi no.
    Vedremo se quel qualcosa in arrivo ci permetterà di scegliere oppure se ci ritroveremo tutti su un virtuale “treno piombato” che ci porterà al macello, senza che noi comuni cittadini si possa dire HA.

  10. Sull’ultima affremazione avrei qualcosa da dire.. Si veda la Grecia nel Luglio 2015. Quello era il laboratorio, un esperimento sociale riuscito (per loro), dove hanno annichilito la volontà popolare dall’oggi al domani. Ha funzionato li e potrebbe funzionare anche qui…

    • Ho paura che tu abbia ragione. Sara’ che vivo in piddilandia ma io al contrario della Billi vedo un sacco di pecoroni pronti ad obbedire e ad ingoiare tutto. Li hanno intrisi di un senso di colpa (il debbbitoneee!) che manco i flagellanti medievali.

    • A dire il vero, i Greci prima di rassegnarsi hanno lottato. Ci sono state moltissime manifestazioni di piazza a suo tempo.

  11. Propendo per la numero 3.
    Invito tutti a guardare questo video in cui tramite un semplice grafico excel vengono paragonati i ricoverati in terapia intensiva con i deceduti.

    https://www.youtube.com/watch?v=0p8LHrX0AIA

    Salta all’occhio il furore nel bombardare il popolo con morti presi in ogni dove e quindi, mantenendolo tremante, voler (dover) prendere tempo come appunto l’opzione 3 proposta dalla Billi.
    Ritengo nelle stesso tempo impossibile che questa discrepanza possa essere sfuggita a medici, infermieri, protezione civile ecc…, senza la genuflessione degli addetti al settore questa farsa non avrebbe modo di protrarsi.

  12. Trovo che il comportamento della UE sia super corretto. Questa storia che oggi si accalcano tutti a sputare sulla UE è ridicola. I mali italiani sono causa nostra e nostra solo, siamo noi che non sappiamo governare questo paese, siamo noi che non abbiamo ancora sconfitto le mafie, l’evasione fiscale, la burocrazia imperante e non lo abbiamo mai fatto perché le classi dominanti italiane ci vivono. Il popolino invece che fa ? beh, vota e vota proprio questa gentaglia a dx come a sx (o meglio a sx c’è gentaglia e persone oneste a dx … beh a dx c’è il bagno). Qui ci sono un sacco di sovranisti che durerebbero 5 minuti con un italia fuori dall’europa. E’ giunto il momento di chiedere con una mano e di offrire con l’altra. cosa possiamo offrire ? semplice… riforma della giustizia, riforma tributaria, riforma dell’università, riforma della burocrazia, luoghi di detenzione, forze di polizia. Basta cercare di imitare quello che fanno gli altri paesi. Basta con i processi generazionali, con le condizioni devastanti delle nostre prigioni, con la burocrazia creata per dare posti di lavoro ad amici e scansafatiche. Se facciamo questo, ne sono certo, l’europa ci aiuterà senza batter ciglio. Ma noi vogliamo i soldi e continuare a fare i cazzoni ed anzi… giudicarli… contenti voi…

  13. In tanti dicono che la nostra costituzione sia la migliore del mondo. Che popolo è un popolo che ha accettato senza un alito di protesta lo stravolgimento totale di tanti articoli della stessa. In tanti siti di controinformazione, ora si chiama così chi non ha idee condivise da tutte le pecore con rispetto per le pecore, si ciancia tanto di autodeterminazione, ci si azzuffa tra iscritti facendo a gara a chi ha più ragione, tanti galli, recintati in luoghi autodeterminati, reclusi nel limbo della verità acquisita ma incapaci di muovere le masse. A cosa ha portato tutto questo movimento, ( che brutta parola Movimento ), meglio dire questa autodeterminazione? Brutto dirlo ma non ha portato a nulla per la massa. Ha portato ad essere individui, più giusti e retti, ma purtroppo solo a livello individuale; è già qualcosa ma non sarà un passo avanti per questa umanità.

  14. dici giusto Debora, la gente si sta già stancando di queste misure prese da degli incompetenti…
    ubbidiremo a chi sa, non a degli improvvidi sbruffoni che tentano di tirare a lungo ancora per 14 giorni. curare il male con un male peggiore non giova né a noi né ai pollitici.
    la gente soffre, diamo ancora muna settimana e poi via liberi tutti, quelli che possono, solo i vecchi e i bambini vanno salvaguardati gli altri sotto a chi tocca. e così sia.

  15. Buongiorno , anch’io ho la sensazione della terza opzione , quasi fosse una sceneggiatura ben scritta . Di certo qualsiasi opzione , portera a noi povera gente , solo lacrime e sacrifici . L’unica incognita rimane quella , che Clausewitz chiamava “Fog of War” , che Lor signori abbiano sottostimato le condizioni sociali e che gli scoppi tra le mani . Non c’e niente più determinato di qualcuno che ha poco o niente da perdere… .
    Visto che l’articolo lo ha scritto Debora Billi , vorrei portare all’attenzione di un fatto enunciato dalla stessa in un post del 31 gennaio 2020 , lo potete vedere su Youtube https://www.youtube.com/watch?v=PGVBGh32f-s&t=2262s , in un video al minuto 37:32 dove si parla di un Leak straniero dove si fà il nome dell’Italia , nel quale si dice (è il 31 Gennaio 2020… non esisteva neanche Codogno , non dimenticate… ) partirà la sperimentazione del Lockdown per poi estendersi ad altri paesi , cosa che poi si è verificata nel mese di Marzo 2020 . Siccome il tempo rimane una variabile certa (non è stata inventata la macchina del tempo ancora..) questo rappresenta una straordinaria “coincidenza” secondo il sottoscritto , vorrei se leggesse queste righe , avere un parere attuale della Sig.a Billi , Grazie .

  16. “14 giorni: questo è il tempo che il governo avrebbe concesso alla UE per ‘trovare una soluzione'”
    Abitualmente in Italia si parla di “15” giorni, non di “14”. In tedesco invece “fra 15 giorni” si traduce con “fra 14 giorni” (in 14 Tagen).
    Sembrerebbe quasi che siano stati i tedeschi a stabilire di aspettare ancora 14 giorni. Sarebbe così confermata indirettamente la terza ipotesi, quella dell’imposizione da qualcuno “oltreconfine”.
    14 giorni per valutare gli ulteriori sviluppi dell’epidemia da coronavirus in Germania? Perché il numero dei decessi è basso rispetto all’Italia: ad oggi 645 decessi su 66.885 persone positive al test, in Italia 11.591 decessi su 101.739 persone positive al test. Di questo passo i governanti tedeschi avranno qualche difficoltà a giustificare le misure di contenimento imposte.

  17. non ci sono soluzioni dovremo accettare il mes al di la’ di tutte le manfrine che stiamo vedendo perche’ qualsiasi cosa diversa richiederebbe tempo per cui facciamocene una ragione e speriamo che non finisca come la grecia

  18. Bell’articolo, ottimo contenuto e breve.

  19. Intanto la Fed sta cominciando a prestare soldi alle altre banche centrali..

    https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2020/03/31/fed-dollari-alle-altre-banche-centrali_9f033cb4-a670-4f07-a10c-40452c93ef4d.html

    La Germania non vuole capitolare all’iperinflazione che si sarebbe se la BCE cominciasse a prestare soldi a destra e a manca…per finanziare la solita inadempienza cronica dei paesi falliti..
    Tra l’altro è interessante vedere che nell’inverno 2016/17..i morti sono stati superiori all’attuale tremenda pandemia..sotto il link

    https://www.scienzainrete.it/articolo/confermato-eccesso-di-mortalit%C3%A0-molto-superiore-ai-casi-di-covid/luca-carra-roberto-satolli

    Il MES non è la soluzione e neppure gli eurobond..
    La soluzione sarebbe stata non creare scientificamente il disastro economico che verrà..

  20. L’ultimatum di Pinocchio; devono essere stati gli ultimi accorgimenti dopo la sua ultima visita a Geppetto.
    O forse lo ha suggerito il virus che ragiona a periodo di incubazione.

  21. Giuseppi ha solo preso tempo credo.

  22. Stanno aspettando il 5g, la lotta e’questa. Nessuno si e’ accorto in questo caos che il 5g ha innescato tutto questo.
    A meno che non lo stiano gia sperimentando in tutto questo caos,ma con tutti a casa.

  23. Faremo la fine della rana bollita.

  24. Dovevano dargli al massimo 48 ore. Prendere o lasciare. Poi si faceva da soli, come comunque è meglio fare anche ora. Fuori da questa Unione Europea. E dall’euro. Brexit docet.

  25. Al termine di questi inutili ed eccessivi 14 giorni l’Italia farà i conti. Se si riparla di Mes…o simili cappi al collo, questo governo deve iniziare a prendere lezioni di volo acrobatico perché la memoria corta degli Italiani questa volta non lo/li salverà più.

  26. Giuseppi Conte ha avvisato l’Europa, mettendola spalle al muro, ha ribadito che deve prendere decisioni, altrimenti ….. altrimenti cosa?