Home / Attualità / Il popolo coglione

Il popolo coglione

DI MINCUO

comedonchisciotte.org

Il popolo è fatto di coglioni. Il suo ruolo da sempre è di essere un coglione. E’ allevato ed educato per essere un coglione.
In migliaia di anni quello è sempre stato il suo ruolo.
E’ un coglione anche perché non può essere altro.
– La cultura e l’informazione che ha sono completamente fasulle, ma non se ne rende conto, perché è un coglione e la cultura e gli strumenti che ha sono appositamente fatti perché non lo capisca. La cultura e l’informazione che gli hanno servito quelli che si occupano di allevare coglioni è appunto studiata a quello scopo, a farne un coglione.

– Non è organizzato, e se lo è non è lui che si organizza, ma lo organizza chi si occupa di organizzare dei coglioni. E i coglioni poi seguiranno quello che li organizza come dei coglioni, appunto.
– Non ha mezzi rilevanti. Se li avesse non sarebbe un coglione. Ai coglioni non si danno mezzi rilevanti, e da solo un coglione non è capace di procurarsi mezzi rilevanti.

Fino a 200 anni fa il coglione era un po’ meno coglione, perché almeno una cosa la capiva e cioè che era un coglione. Poi gli hanno inventato una favola, e cioè che il coglione non è un coglione, anzi è un protagonista, è lui che decide, e lui essendo un coglione la crede a tutt’oggi.

Fu creata con pieno successo. Un coglione è un coglione e perciò non ha strumenti, intelligenza, cultura, organizzazione, mezzi, strategie.
Non preoccupa.
L’unica cosa che aveva però era il numero. Cioè i coglioni sono coglioni ma tantissimi, e questa era l’unica cosa che preoccupava, e aveva anche dato qualche piccolo grattacapo.
Quindi si è inventata una favola per evitare che i coglioni fossero uniti, unica preoccupazione, per quanto modesta.

Perciò si è creato il coglione di estrema sinistra, il coglione di sinistra, il coglione di centro sinistra, il coglione di centro, il coglione di centro destra, il coglione di destra, il coglione di estrema destra, il coglione verde, il coglione ambientalista, il coglione pacifista ecc….
Una varietà cioè di coglioni, non più il coglione unico.
Inoltre si è spinto un coglione contro un altro coglione, e ogni coglione sinistro pensa infatti di essere diverso e meglio del coglione destro, e viceversa.
Con questo anche quel piccolo problema si è così risolto.
Una volta il coglione normale sapeva che c’era una monarchia, una corte, una burocrazia e poi lui, il coglione.
Poi invece gli hanno fatto credere che è lui, il coglione, che comanda, basta che voti.
Alle volte il coglione di sinistra alle volte il coglione di destra.
Ma per quale ragione, per quale logica mai dovrebbero essere i coglioni a comandare? Senza cultura, senza mezzi, senza informazione, senza organizzazione.
Il coglione, essendo un coglione non se lo è mai domandato.
Se no che coglione sarebbe.

Se il coglione avesse consapevolezza di essere un coglione, e verificasse che nella storia ha sempre fatto il coglione, che fa il coglione e che farà il coglione allora lo accetterebbe come un’evidenza di 3000 anni e si preoccuperebbe di avere il miglior status di coglione possibile, e l’unica cosa che potrebbe mettere in pista il coglione sono i numeri.
Tutti i coglioni uniti. L’unica cosa.
Così da poter contrattare con la monarchia un suo ruolo più accettabile di coglione.
Saprebbe cioè contro chi prendersela, e potrebbe sempre trovare qualcuno che ha interesse a sostituire il monarca e la corte, con ciò costituendo una piccola minaccia nei confronti del monarca in essere, che cercherà di trattare un po’ meno peggio il coglione.

Ma è molto regredito come coglione, gli hanno trovato la favola apposita, la democrazia, per regredirlo, la sinistra e la destra.
Essendo un coglione le ha bevute d’un fiato.
E così va diviso da due secoli.

Proprio come un coglione.

Mincuo

Fonte: www.comedonchisciotte.org

agosto 2013

 

Pubblicato da Davide

14 Commenti

  1. “Ma per quale ragione, per quale logica mai dovrebbero essere i coglioni a
    comandare? Senza cultura, senza mezzi, senza informazione, senza
    organizzazione.”
    Fatto sta che ci sono state, in epoche recenti, almeno 2 rivoluzioni vere: quella francese e quella russa. Non si può dire, almeno per quest’ultima, che non ci fosse informazione o organizzazione. Mezzi e cultura sono venuti in seguito, se proprio vogliamo essere pignoli. Al punto di superare gli USA nella conquista dello spazio.

    Questa patetica chiosa è il leit motiv della narrazione imperante: il popolo non conta nulla, ciò che conta sono le elites, siano esse economiche, politiche o intellettuali. Il Marchese del Grillo nella memorabile interpretazione di Sordi qualcosa ci ha insegnato. Tutto sta a capire quanto sia vera questa narrazione. Temo sia più un atto scaramantico che una constatazione. Le elites, oggi più che mai con i gilet gialli, stanno sperimentando un’epoca nuova dove i coglioni egoisticamente impongono loro la propria volontà. E’ già successo e succederà sempre, nonostante gli anatemi degli appartenenti alle elites, quali Mincuo.

  2. “il popolo” e’ una creatura della sociologia, e’ un’astrazione culturale.
    Piu’ c’e’ “il popolo”, e meno individui ci sono.
    Se l’individuo vuole rispetto, che impari a non farsi considerare popolo!

  3. ….In mezzo a questi cd cog….ci sono sempre state le persone normali cioè capaci di intercettare la menzogna dalla verità, consapevoli delle proprie scelte e del mondo che le circonda perché niente è mai stato tutto nero o tutto bianco, il bicchiere è mezzo vuoto per chi considera il popolo tutto defic…il narcisismo e le manie di onnipotenza sono come la peste. L’umiltà è virtù delle persone normali che usano la propria intelligenza e gli strumenti a disposizione per vivere meglio ovvero cercando un ben – essere anche prendendo le distanze dal cd tutto o niente che equivale a “niente e nessuno” ovvero un mal – essere di chi vuole e sogna un mondo perfetto e uguale alla propria persona o canoni o cliché con tabù annessi. L’omologazione è una perversione umana che viene usata anche nei linguaggi. Ben – essere e mal – essere si compensano e fungono da carburante sociale, le differenze sociali servono al mondo per tenersi in piedi perché il “tutto uguale” è come la morte civile.

  4. Lapalissiano.
    Aggiungerei che sotto regimi autocrati si poteva eventualmente uccidere il tiranno o perlomeno addossare le colpe a singoli ben individuati, mentre in democrazia tutti sono coperti dal mandato elettorale.

  5. Evidente che il sedicente cogl. credendo che la soluzione sia l’uomo che fa la sua scalata sociale con l’obiettivo di andare a contrattare con coloro che gestiscono le politiche si rivela plagiato dalla cultura dominante ovvero quella del supereroe e dell’uomo forte simbolo di una rivincita e di un riscatto sociale buoni solo nei film. Questa immagine non a caso è quella continuamente diffusa attraverso la retorica, la filmografia etc e dunque la preferita e la selezionata dal sistema proprio perché è la maniera migliore per attutire ed imbrigliare, attenuare ed imbrogliate l’effetto dirompente che avrebbe invece la disobbedienza diffusa nell’autodeterminazione di un nuovo ordine ovvero l’unica soluzione pacifica, democratica percorribile per la liberazione dalla nefasta e inutile dittatura.
    Non a caso essendo l’unica forza quella del popolo è oggetto di indottrinamento e manipolazione per ottenere comportamenti prevedibili e dunque controllabili (spacciati per giusti) ed è dunque per questo che non esiste film nel quale il popolo sia protagonista di radicale decentralizzazione del potere, di una liberazione dal giogo attraverso l’abbandono della moneta, degli stili di vita, e delle ideologie preimpostate da una élite proprio perché questa sarebbe la strada di distruzione del privilegio di pochi, dunque che non si sappia! Meglio Ciuk Norris

  6. è un pò una coglionata

  7. Ohh,,, Mincuo, ti si dava per morto, bentornato!
    Ci scommetto che se il popolo fosse un unico Bue ti piacerebbe prenderlo per le corna, come Ercole (vabbè era un Toro, ma poco importa).
    Mi ricordi un certo Gonzaga signore medievale che ebbe a dire, a proposito del suo popolo composto da infingardi contadini: Vorrei che avesse una unica testa, in modo da potergliela tagliare in un sol colpo…
    E bada che quello,il signorotto, usava provare il filo della spada sul collo del primo suddito malcapitato..
    Ti piace Macron?
    Ciao.

  8. Se il Popolo Romano fosse stato composto solo di coglioni non sarebbe riuscito a creare la più grande civiltà mai esistita e l’unica Europa unita in tutta la storia.

  9. Anche Fantozzi al 38simo coglionazzo reagí con violenza, si prese la mamma del catellani e tentò un velleitario rapimento a scopo di riscatto. Tiri coglionazzo!
    Bentornato Mincuo.

  10. Impeccabile!

  11. “Se il coglione avesse consapevolezza di essere un coglione, e verificasse che nella storia ha sempre fatto il coglione, che fa il coglione e che farà il coglione allora lo accetterebbe come un’evidenza di 3000 anni e si preoccuperebbe di avere il miglior status di coglione possibile, e l’unica cosa che potrebbe mettere in pista il coglione sono i numeri.
    Tutti i coglioni uniti. L’unica cosa.”
    Con questo slogan che suona, non so se volutamente o meno, come la parodia di un ben altro slogan, “proletari di tutto il mondo unitevi”, Mincuo ci vuole forse proporre quello che le elites, o meglio le classi dominanti, ci propongono da secoli, accontentarci delle briciole che ci vengono date senza mettere in discussione il potere e il sistema economico e politico da loro creato? Se così fosse tutta quella menata sul coglione non sarebbe altro che una vera…coglionata.

  12. Postilla
    Tutti i coglioni sono sempre fermamente convinti che i coglioni siano gli altri.
    😉

  13. Gli umani sono l’unico gruppo tra quelli sociali del regno animale, che continua a proteggere e ospitare anche gli individui alienati. Sono proprio dei coglioni, condivido!

  14. Il vangelo secondo Mincuo dice che coglione è chi vota pensando di contare qualcosa. Secondo dadaolta invece tutti i coglioni sono fermamente convinti che i coglioni siano gli altri.
    Secondo me la seconda è vera coglionaggine mentre la prima è solo dabbenaggine….illusione, suvvia.