Gli Stati Uniti inviano altre Wunderwaffen all’Ucraina

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Moon of Alabama

È in corso un nuovo ciclo di consegne di Armi Miracolose all’Ucraina. È improbabile che possano cambiare il quadro strategico o addirittura operativo della guerra.

Gli Stati Uniti e i loro “alleati” sono impegnati in un’operazione di “rana bollita,” in cui aumentano costantemente la letalità e la complessità delle armi e degli altri supporti forniti all’Ucraina. Ad un certo punto questo processo supererà le linee rosse russe. Allora la situazione diventerà davvero interessante…

La trovata più recente è il dispiegamento del sistema di difesa aerea Patriot, che, probabilmente, sarà presto seguito dai carri armati pesanti:

Gli Stati Uniti sono pronti ad approvare l’invio di una batteria di missili Patriot all’Ucraina, accogliendo finalmente la richiesta urgente dei leader ucraini, desiderosi di avere armi più efficaci per abbattere i missili russi in arrivo, hanno dichiarato martedì i funzionari statunitensi.

L’approvazione dovrebbe arrivare nel corso della settimana e potrebbe essere annunciata già giovedì, hanno dichiarato tre funzionari, che hanno parlato a condizione di anonimato perché la decisione non è definitiva e non è stata resa pubblica. Due dei funzionari hanno detto che i Patriot proverranno dalle scorte del Pentagono e saranno trasferiti da un altro Paese.

Lunedì scorso il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy aveva fatto pressione sui leader occidentali affinché fornissero armi più avanzate per aiutare il suo Paese nella guerra con la Russia. Il Patriot sarebbe il sistema missilistico terra-aria più avanzato fornito dall’Occidente all’Ucraina per cercare di respingere gli attacchi aerei russi.

Nel corso di una videoconferenza tenutasi lunedì, Zelenskyy ha dichiarato all’ospite tedesco e agli altri leader del Gruppo delle Sette potenze industriali che il suo Paese ha bisogno di missili a lungo raggio, carri armati moderni, artiglieria, batterie di missili e altri sistemi di difesa aerea ad alta tecnologia per contrastare gli attacchi russi che hanno messo fuori uso le forniture di elettricità e acqua per milioni di Ucraini.

Ha riconosciuto che “purtroppo la Russia ha ancora un vantaggio nell’artiglieria e nei missili.”

Ebbene sì, il vantaggio dell’artiglieria dell’esercito russo nell’attuale battaglia per Bakhmut è di nove a uno o addirittura superiore:

“Per ogni nostro pezzo di artiglieria, loro ne hanno nove,” ha detto un soldato.

La NATO non ha più le attrezzature e le riserve di munizioni per modificare questa situazione.

Per quanto riguarda il Patriot, acronimo di “Phased Array Tracking Radar to Intercept on Target,” l’addestramento per questi missili richiede molto tempo e, a meno che gli Ucraini non siano già stati addestrati segretamente per diversi mesi, dovranno essere manovrati da soldati o “ex” soldati della NATO, se vorranno ottenere qualche risultato:

Alla domanda sull’addestramento, il Brig. Gen. Patrick Ryder, addetto stampa del Pentagono, ha risposto che, solitamente, gli Stati Uniti tengono conto di queste esigenze quando forniscono all’Ucraina sistemi d’arma complicati, come i sistemi a razzo di artiglieria ad alta mobilità, noti come HIMARS. Attualmente le forze statunitensi stanno addestrando le truppe ucraine su tutta una serie di sistemi, tra cui l’HIMARS, in altri Paesi europei, come la Germania.

L’intero sistema, che comprende un radar ad allineamento di fase, una stazione di controllo, computer e generatori, richiede in genere circa 90 uomini per il suo funzionamento e la manutenzione, ma solo tre soldati sono necessari per il lancio vero e proprio, secondo l’esercito.

I missili HIMARS, le precedenti Armi Miracolose, ora vengono regolarmente abbattuti dai sistemi di difesa missilistica e aerea russi:

Le forze di difesa antiaerea hanno abbattuto due droni nelle aree di Zhytlovka e Kremennaya (Repubblica Popolare di Lugansk).

Inoltre, due proiettili HIMARS MLRS sono stati intercettati vicino a Perovomaysk (Repubblica Popolare di Lugansk) e un razzo HARM vicino a Makarovka (regione di Kherson).

La batteria Patriot che verrà dispiegata in Ucraina è probabilmente una di quelle che gli Stati Uniti hanno attualmente in Polonia. Un’unità Patriot tedesca sarà dispiegata [in Polonia] per sostituirla.

I radar ad allineamento di fase utilizzati dai sistemi Patriot sono validi, ma rappresentano anche un punto debole. Sono visibili dai satelliti dotati di radar ad apertura sintetica. Come i ricercatori avevano scoperto qualche anno fa:

Nel corso di un’intensa settimana di notizie sul nucleare, un ricercatore israeliano aveva fatto una scoperta OSINT [Open-source intelligence] molto sorprendente e passata quasi completamente inosservata. Come spiegato in un articolo di Medium, l’analista GIS israeliano Harel Dan aveva notato che, nel corso di una modifica involontaria dei livelli di rumore delle immagini prodotte dalla costellazione satellitare SENTINEL-1, sul monitor erano improvvisamente apparse moltissime X colorate, in tutto il mondo.

Il radar ad apertura sintetica (SAR) in banda C del satellite SENTINEL-1 opera ad una frequenza centrale di 5,405 GHz, che rientra nella gamma delle frequenze militari utilizzate per i sistemi radar terrestri, aerei e navali (5,250-5,850 GHz), compresi i radar ad allineamento di fase AN/MPQ-53/65 che costituiscono la spina dorsale del sistema di comando e controllo di una batteria Patriot. Harel aveva quindi correttamente ipotizzato che alcune delle X apparse nelle immagini di SENTINEL-1 potessero essere causate dall’interferenza dei sistemi radar Patriot.

In base questo ragionamento, era stato in grado di utilizzare le X per individuare le posizioni delle batterie Patriot in diversi Paesi del Medio Oriente, tra cui Qatar, Bahrein, Giordania, Kuwait e Arabia Saudita.

Anche se le immagini SENTINEL-1 dell’Ucraina saranno probabilmente censurate, non è necessario che la Russia le usi. Ha i propri sistemi SAR:

Kondor, indice GRAU 14F133, è una serie di satelliti di imaging terrestre o da ricognizione militare sviluppati da NPO Mashinostroyeniya per le Forze di Difesa Aerospaziale russe, che nel 2015 erano diventate Forze Spaziali Russe e fornitori per l’esportazione.

I satelliti Kondor sono equipaggiati con un radar ad apertura sintetica o un carico utile elettro-ottico e sono lanciati con il razzo vettore Strela, sviluppato da NPO Mashinostroyeniya a partire dagli ormai decommissionati missili UR-100 NUTTKh.

Elaborare i dati SAR, cercare gli incroci del “rumore,” programmare le coordinate in una serie di droni suicidi di progettazione iraniana e lanciarli. Tutto questo non dovrebbe richiedere più di un’ora. Il Reconnaissance Strike Complex russo è progettato per fare una cosa del genere:

Il Reconnaissance Strike Complex (разведивательно-ударный комплех-RYK) era stato progettato per l’impiego coordinato di armi di alta precisione e a lungo raggio, collegate a dati di intelligence in tempo reale e a un preciso targeting fornito ad un centro di intelligence e di direzione del fuoco. Il RYK funzionava a profondità operative utilizzando sistemi missilistici superficie-superficie e munizioni “intelligenti” aviolanciate. Il Reconnaissance Fire Complex (разведивательно-огновой комплех ROK) era l’equivalente tattico.

Il sistema di fuoco di ricognizione (ROS) è progettato per rilevare, ingaggiare e distruggere obiettivi nemici in tempo quasi reale entro il raggio d’azione delle unità tattiche (battaglione di manovra e brigata con artiglieria di supporto). In alcune occasioni, una brigata di artiglieria o una brigata di elicotteri da combattimento (una formazione tattica/operativa) potrebbe condurre missioni ROS. Tuttavia, le unità del Corpo d’Armata e del Gruppo d’Armata conducono normalmente missioni RYS, ovvero ingaggiano, individuano e distruggono obiettivi operativi in tempo quasi reale utilizzando sistemi di ricognizione e di attacco a più lungo raggio (in particolare SSM e sistemi di aviazione).

Il radar Patriot riuscirà a spostarsi durante l’intervallo di tempo della reazione russa tra ricognizione e attacco? Ho i miei dubbi.

Secondo Wikipedia una batteria di Patriot costa circa 1 miliardo di dollari. Il radar è l’elemento che li rende così costosi. Ogni missile costa circa 3 milioni di dollari. I droni suicidi costano forse 10.000 dollari l’uno. Fate voi i conti…

I missili più moderni del sistema Patriot hanno una portata massima di circa 60 chilometri (37 miglia). Una batteria può quindi coprire una bolla di 120 chilometri di diametro. Può essere un bene per Kiev o Odessa, ma non è questo che risolverà il problema militare di fondo dell’Ucraina.

Le forze russe sono superiori per tecnologia, personale e potenza di fuoco. Non c’è alcuna possibilità, e non c’è mai stata, per l’Ucraina di vincere questa partita. Nessuna Arma Miracolosa, nè i Marines britannici, con i loro droni subacquei, nè sistemi Patriot statunitensi cambieranno questa realtà di base.

Link: https://www.moonofalabama.org/2022/12/us-to-send-more-wunderwaffen-to-ukraine.html#more
14.12.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
62 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
62
0
È il momento di condividere le tue opinionix