Ecco perché non sono d’accordo con Scott Ritter

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Larry Johnson
sonar21.com

Lasciatemi subito dire che a me Scott Ritter piace e lo rispetto. Se per amico si intende una persona con cui si comunica regolarmente, Scott non è un amico. È un conoscente. L’ho contattato di recente, ma non mi ha risposto. Forse non ha ricevuto la mia e-mail.

Metto le mani avanti perché non condivido la sostanza della sua ultima intervista con Sputnik. A margine, vale la pena notare che la critica di Scott alla strategia militare russa non è stata censurata da Sputnik. L’hanno pubblicata. Per favore, mostratemi un media americano che permetta una critica alla politica di Biden. Non ce n’è uno.

Scott insiste sul fatto che la decisione di Biden di fornire all’Ucraina 40 miliardi di dollari [in aiuti militari] è un qualcosa che “cambia le carte in tavola.” Ecco cosa ha scritto in risposta alle domande di Sputnik:

Sputnik: Il 21 maggio Biden ha firmato un pacchetto di aiuti militari all’Ucraina per 40 miliardi di dollari. La fornitura di nuovi armamenti potrebbe essere un punto di svolta per Kiev?

Scott Ritter: Non solo potrebbe, lo è veramente. Questo non significa che l’Ucraina vincerà la partita. Ma la Russia ha iniziato l’operazione militare speciale con un numero limitato di truppe e con obiettivi dichiarati che avrebbero dovuto essere raggiunti con quel numero limitato di truppe.

Oggi, la Russia ha ancora lo stesso numero di truppe e gli stessi obiettivi. Ma, invece di scontrarsi con l’esercito ucraino come esisteva all’inizio del conflitto, ora ha di fronte un esercito ucraino sostenuto da un pacchetto di aiuti militari che, da solo, quasi eguaglia il bilancio annuale della difesa della Russia. Credo che il bilancio della difesa della Russia, nel 2021, sia stato di circa 43 miliardi di dollari.

Il pacchetto appena approvato è dello stesso ordine di grandezza degli aiuti già forniti nei primi cinque mesi del 2022 e, sommandoli, si arriva a 53 miliardi di dollari. Si tratta di quasi 10 miliardi di dollari in più rispetto a quanto la Russia spende per l’insieme delle sue forze armate in un anno. Questo è veramente importante. Ancora una volta, il pacchetto di 40 miliardi di dollari non riguarda solo le armi. Molti di questi sono aiuti umanitari e sostegni finanziari. Gli Stati Uniti e la NATO stanno anche fornendo agli Ucraini un supporto di intelligence in tempo reale. Questo cambia le carte in tavola. E ora i Paesi della NATO hanno fornito all’Ucraina una profondità strategica in Polonia e in Germania, dove si trovano le basi che vengono utilizzate per addestrare le forze ucraine alle nuove armi che vengono fornite.

Credo che Scott si sbagli. Mi spiego.

Il denaro può far girare il mondo, ma non produce magicamente truppe addestrate ed entusiaste, disposte e capaci ad usare tali armi. Durante il mio periodo di lavoro presso l’Ufficio Antiterrorismo del Dipartimento di Stato americano, ero il vicedirettore del Programma di formazione per l’assistenza antiterrorismo (ATAP). Avevamo scoperto che, indipendentemente dalla quantità di denaro che gli Stati Uniti erano disposti a fornire ad un determinato Paese per combattere il terrorismo, ad un certo punto raggiungevamo un livello di saturazione. Avevamo imparato che si arrivava al momento in cui non vi erano più persone da formare o i destinatari della formazione non erano in grado recepire quanto veniva loro fornito.

In questo momento, il problema dell’Ucraina non è la mancanza di equipaggiamento. L’Ucraina aveva aerei da combattimento, elicotteri, carri armati, artiglieria e droni. La Russia ha distrutto una quantità significativa di quel materiale e ha ucciso i soldati e i piloti che erano stati addestrati a operare con quei sistemi. La preparazione di sostituti competenti non può essere realizzata in uno o due giorni di corso. L’addestramento di un pilota o di un servente al pezzo, ad esempio, richiede settimane e, in alcune circostanze, mesi di istruzione prima che gli allievi siano pronti ad andare in battaglia.

Come ho scritto nel mio post precedente, la decisione degli Stati Uniti di inviare obici M-155 in Ucraina è un altro gesto privo di significato. Questi cannoni possono essere messi in posizione solo se trainati da un veicolo. Una volta che l’obice viene posizionato e inizia a sparare, è immediatamente vulnerabile al fuoco di controbatteria. Il metodo migliore per contrastare il fuoco di controbatteria è spostare il pezzo in una nuova posizione subito dopo il fuoco. Non è possibile farlo con gli M-155.

Devo ancora vedere un elenco delle attrezzature che questi 40 miliardi di dollari dovrebbero acquistare per l’Ucraina, ma non ho l’impressione che gli Stati Uniti stiano inviando le loro armi migliori, quelle di ultima generazione. Fino a questo momento non abbiamo visto un solo caso in cui l’esercito ucraino abbia organizzato un contrattacco con mezzi aerei e terrestri contro le forze russe e abbia avuto la meglio. Quando il battaglione Azov era stato circondato nell’Azovstal, non avevamo visto gli Ucraini organizzare un’operazione simile al tentativo fallito del feldmaresciallo Erich von Manstein di salvare il feldmaresciallo von Paulus a Stalingrado. La risposta è semplice: gli Ucraini o non avevano una forza in grado di salvare i soldati circondati nell’Azov o temevano che la potenza aerea e l’artiglieria russa avrebbero spazzato via o inflitto perdite inaccettabili ad una forza di soccorso. Di conseguenza, l’Azov si è arresa senza condizioni.

Scott Ritter vede nell’addestramento delle truppe ucraine in Polonia e in Germania una variabile critica che potrebbe davvero danneggiare i Russi. L’addestramento dei rinforzi alle nuove tecnologie potrebbe essere un potenziale fattore di cambiamento se la situazione sul campo in Ucraina fosse statica. Non è così. La Russia sta distruggendo le forze ucraine trincerate nel Donbass. La Russia sta abbattendo tutti gli aerei ucraini che osano decollare. La Russia sta distruggendo le postazioni di artiglieria e di carri armati con il fuoco di controbatteria. La Russia abbatte regolarmente i droni. Anche se questi nuovi apprendisti venissero addestrati e dispiegati nel fronte caldo orientale, la loro capacità di funzionare come unità da combattimento competente sarebbe limitata dalle esistenti e crescenti carenze dell’Ucraina.

Scott afferma anche che la condivisione di informazioni darebbe un vantaggio agli Ucraini. Quando si forniscono informazioni sui movimenti, le posizioni o i piani delle truppe russe, si presume che i destinatari di tali informazioni siano in grado di fare qualcosa per danneggiare i Russi. Come è andata a Mariupol? E come si è riusciti a respingere l’attacco missilistico russo a Desna? A mio avviso, la condivisione di informazioni con l’Ucraina è uno sforzo inutile. Un gesto vuoto che non cambierà nulla sul campo.

Il mio nuovo amico, Gonzalo Lira, comprende certamente la mia argomentazione:

Il peggioramento della situazione economica negli Stati Uniti e in Europa è un altro fattore chiave che minerà la sconsiderata politica di spendere soldi per armi inutili da inviare in Ucraina. Come minimo, i problemi economici stimoleranno l’opposizione interna alla spesa di miliardi all’estero, soprattutto se [negli USA] i bambini inizieranno a morire per mancanza di latte artificiale.

Un’ultima osservazione: la Russia non sarà un attore passivo, che se ne sta con le mani in mano in attesa di vedere gli sviluppi del progetto americano. La Russia ha un suo piano e continuerà a perseguirlo con energia perché crede davvero che questa sia una minaccia esistenziale.

Sarò lieto di pubblicare la risposta di Scott, se ne ha una, alla mia critica. Scott e io siamo d’accordo su un punto: le persone di buon senso possono avere discussioni ragionevoli su disaccordi sostanziali senza odiarsi a vicenda.

Larry Johnson

Fonte: sonar21.com
Link: https://sonar21.com/debating-scott-ritter/
22.05.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
46 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
46
0
È il momento di condividere le tue opinionix