Discorso presidenziale all’Assemblea federale – Conclusione

Vladimir Putin ha pronunciato il suo discorso all'Assemblea federale. La cerimonia si è svolta al Gostiny Dvor di Mosca.

Prima parte – Seconda parte – Terza parte – Quarta parte – Quinta parteSesta parte

 

Mosca – 21 febbraio 2023

Traduzione della parte finale della versione inglese rilasciata dall’Ufficio Stampa del Cremlino

 

Punto successivo. Il benessere e la qualità della vita delle famiglie russe, e quindi la situazione demografica, dipendono direttamente dallo stato delle cose nella sfera sociale.

So che molte regioni della Federazione sono pronte ad accelerare in modo significativo il rinnovamento delle infrastrutture sociali, delle strutture culturali e sportive, il trasferimento delle persone dalle abitazioni fatiscenti e lo sviluppo globale delle aree rurali. Questo atteggiamento verrà certamente supportato.

Utilizzeremo il seguente meccanismo: le regioni potranno ricevere ed utilizzare ora i fondi accantonati nel bilancio federale del 2024 per progetti nazionali, attraverso prestiti del Tesoro senza interessi, che saranno automaticamente rimborsati nell’aprile del 2024. È uno strumento valido.

Terremo la questione sotto costante controllo e chiedo alla Commissione Economia e Finanza del Consiglio di Stato di essere coinvolta in questo lavoro.

Tuttavia, non dobbiamo correre appresso ai numeri e rincorrerli, soprattutto a scapito della qualità delle strutture costruite. Le risorse finanziarie aggiuntive devono essere utilizzate in modo efficiente per ottenere un elevato rendimento.

Questo di vitale importanza per la modernizzazione dell’assistenza sanitaria di base, un programma su larga scala che abbiamo lanciato nel 2021. Chiedo al Governo e ai leader regionali di non dimenticare che il punto di riferimento – l’ho detto più volte – non sono i numeri dei rapporti, ma i progressi concreti, visibili e tangibili nella disponibilità e nella qualità dell’assistenza medica.

Chiedo inoltre al Governo di adeguare il quadro normativo per l’organizzazione dell’acquisto di ambulanze con attrezzature diagnostiche. Tali attrezzature consentono di effettuare visite mediche ed esami preventivi direttamente nelle aziende, nelle scuole, negli uffici e nelle comunità più remote.

Abbiamo lanciato un programma di ristrutturazione delle scuole su larga scala. Entro la fine di quest’anno, saranno ristrutturati in totale quasi 3.500 edifici scolastici. Vorrei sottolineare che la maggior parte di essi si trova nelle aree rurali e lo abbiamo fatto di proposito. Quest’anno questo lavoro viene svolto anche nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Kherson e Zaporozhye. È significativo e visibile, la gente vede davvero cosa sta accadendo. Questo è molto positivo.

A partire dal 2025, i fondi federali saranno assegnati regolarmente e sistematicamente alle regioni per la riparazione e la ristrutturazione di asili, scuole, scuole professionali e college, in modo da evitare situazioni in cui gli edifici sono in condizioni fatiscenti.

Inoltre, abbiamo fissato un obiettivo importante: costruire più di 1.300 nuove scuole tra il 2019 e il 2024. Di queste, 850 sono già aperte. Altre 400 apriranno quest’anno. Voglio che le regioni rimangano sulla buona strada per raggiungere questi obiettivi. L’ammontare dei finanziamenti federali per questo programma 2019-2024 è di quasi 490 miliardi di rubli. Non taglieremo questi costi, manterremo intatto questo importo.

Quest’anno abbiamo aumentato l’importo dei prestiti per il bilancio delle infrastrutture. Stiamo inviando ulteriori fondi, non come previsto in precedenza, ma altri 250 miliardi di rubli per l’espansione dei trasporti, dei servizi e di altre infrastrutture nelle regioni.

Con la presente autorizzo il Governo a stanziare, oltre a questi fondi, altri 50 miliardi di rubli – che quest’anno saranno utilizzati appositamente per migliorare il trasporto pubblico nelle entità costitutive della Federazione. L’ammodernamento sarà utilizzato per impiegare le tecnologie più avanzate. Vi preghiamo di prestare particolare attenzione alle piccole città e alle aree rurali.

Abbiamo deciso di estendere il progetto Aria Pulita fino al 2030. L’obiettivo è migliorare l’ambiente nei principali centri industriali. Voglio che le aziende industriali e le autorità regionali e locali tengano presente che una riduzione significativa delle emissioni nocive rimane all’ordine del giorno.

Inoltre, abbiamo fatto molto per riformare il settore della gestione dei rifiuti. Stiamo aumentando la capacità di riciclaggio e smistamento che ci aiuterà a costruire un’economia a ciclo chiuso. L’ulteriore eliminazione delle vecchie discariche e dei siti per materiali pericolosi è la nostra massima priorità. Voglio che il Governo, in collaborazione con le Regioni, elabori un elenco dei siti nocivi che saranno eliminati al termine di questo programma.

Continueremo a risanare bacini idrici importanti, tra cui il lago Baikal e il fiume Volga. A medio termine, estenderemo questo lavoro ad altri fiumi come il Don, il Kama, l’Irtysh, l’Ural, il Terek, i fiumi Volkhov e Neva e il lago Ilmen. Non dobbiamo dimenticare i fiumi medi e piccoli. Voglio che tutti i livelli di governo prestino attenzione a questo aspetto.

Come parte di una precedente direttiva, è stato presentato un progetto di legge sulla promozione del turismo nelle aree naturali specialmente protette. Recentemente è stato discusso in un incontro con il Governo. Dovrebbe definire chiaramente cosa si può costruire e dove e cosa no, e in generale stabilire i principi dell’industria dell’ecoturismo. Si tratta di una questione di importanza cruciale per il nostro Paese. Chiedo alla Duma di Stato di accelerare l’esame di questo progetto di legge.

E adesso alcune parole su ciò che sta accadendo intorno a noi.

 

Colleghi, parlerò di un’altra questione.

 

All’inizio di febbraio, l’Alleanza Nord Atlantica ha rilasciato una dichiarazione in cui chiedeva alla Russia di tornare all’attuazione del Trattato di Riduzione delle Armi Strategiche, compresa l’ammissione di ispezioni alle nostre strutture di difesa nucleare. Non so nemmeno come definirla. È una sorta di teatro dell’assurdo.

Sappiamo che l’Occidente è direttamente coinvolto nei tentativi del regime di Kiev di colpire le nostre basi aeree strategiche. I droni utilizzati a questo scopo sono stati equipaggiati e aggiornati con l’assistenza di specialisti della NATO. E ora vogliono ispezionare anche le nostre strutture di difesa? Nelle attuali condizioni di confronto, sembra semplicemente una follia.

Vorrei richiamare la vostra attenzione in particolare sul fatto che non ci permettono di condurre ispezioni su larga scala in base a questo trattato. Le nostre ripetute richieste di ispezionare diverse strutture rimangono senza risposta o vengono respinte con pretesti formali, e non possiamo verificare nulla dall’altra parte.

Vorrei sottolineare che gli Stati Uniti e la NATO dicono apertamente che il loro obiettivo è quello di infliggere una sconfitta strategica alla Russia. E dopo queste dichiarazioni dovrebbero visitare le nostre strutture di difesa, comprese quelle più recenti, come se nulla fosse? Una settimana fa ho firmato un ordine esecutivo che prevede l’impiego in combattimento di nuovi sistemi strategici terrestri. Vogliono ficcare il naso anche lì? Pensano che li lasceremo andare lì solo perché lo chiedono?

Dopo aver fatto questa dichiarazione collettiva, la NATO ha affermato di essere un partecipante al Trattato sulle Armi Strategiche Offensive. Siamo d’accordo su questo, per favore andate avanti. Inoltre, riteniamo che questo inquadramento della questione sia atteso da tempo. Vorrei ricordare che gli Stati Uniti non sono l’unica potenza nucleare della NATO. Anche la Gran Bretagna e la Francia hanno arsenali nucleari. Li stanno sviluppando e potenziando e questi arsenali sono diretti anche contro di noi – sono diretti anche contro la Russia. Le ultime dichiarazioni dei loro leader non fanno che confermarlo – ascoltatele voi stessi.

Non possiamo ignorarlo e non abbiamo il diritto di farlo, soprattutto ora. Non possiamo nemmeno dimenticare che l’Unione Sovietica e gli Stati Uniti hanno inizialmente firmato il primo Trattato sulle Armi Strategiche Offensive nel 1991 in una situazione completamente diversa – in condizioni di attenuazione delle tensioni e di crescente fiducia reciproca. In seguito, le nostre relazioni hanno raggiunto un livello tale da permettere a Russia e Stati Uniti di dire che non si consideravano più nemici. Meraviglioso, tutto andava molto bene.

Il Trattato del 2010, attualmente in vigore, contiene disposizioni di fondamentale importanza sulla sicurezza irrinunciabile e sul legame diretto tra armi strategiche offensive e difensive. Tutto questo è stato da lungo tempo dimenticato. Gli Stati Uniti si sono ritirati dal Trattato ABM. È ormai un ricordo del passato. È importante notare che le nostre relazioni si sono deteriorate, il che può essere attribuito interamente agli Stati Uniti.

Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica, hanno iniziato a rivedere i risultati della Seconda Guerra Mondiale e a costruire un mondo in stile americano governato da un unico padrone. Per farlo, hanno iniziato a distruggere bruscamente le fondamenta dell’ordine internazionale stabilito dopo la Seconda Guerra Mondiale, per cancellare l’eredità delle conferenze di Yalta e Potsdam. Passo dopo passo, hanno proceduto a rimodellare l’ordine internazionale esistente, a smantellare i sistemi di sicurezza e di controllo degli armamenti e a pianificare e realizzare una serie di guerre in tutto il mondo.

Ribadisco: tutto ciò è stato fatto al solo scopo di smantellare l’architettura delle relazioni internazionali del secondo dopoguerra. Non è un modo di dire. Questo è il modo in cui tutto si è svolto nella realtà. Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, si è cercato di perpetuare il proprio dominio globale a prescindere dagli interessi della Russia moderna o di altri Paesi.

Certamente la situazione internazionale è cambiata dopo il 1945. Si sono formati e si stanno rapidamente espandendo nuovi centri di crescita e di influenza. Si tratta di un processo naturale e oggettivo che non può essere ignorato. Ma il tentativo degli Stati Uniti di rimodellare l’ordine internazionale per soddisfare esclusivamente le proprie esigenze e i propri interessi egoistici è inaccettabile.

Adesso stanno usando la NATO per darci dei segnali, che, in realtà, sono un ultimatum in base al quale la Russia dovrebbe, senza fare domande, attuare tutto ciò che ha accettato, compreso il Trattato New START, mentre loro faranno come vogliono. Come se non ci fosse alcun legame tra le armi strategiche offensive e, ad esempio, il conflitto in Ucraina o altre azioni ostili dell’Occidente contro il nostro Paese. Come se non ci fossero affermazioni a gran voce sul loro tentativo di infliggerci una sconfitta strategica. Questo è il massimo dell’ipocrisia e del cinismo, oppure il massimo della stupidità, ma non sono idioti. Non sono stupidi, dopotutto. Vogliono infliggerci una sconfitta strategica e anche raggiungere i nostri siti nucleari.

A questo proposito, sono costretto ad annunciare oggi che la Russia sospende la sua adesione al Trattato New START. Ribadsco che non ci stiamo ritirando dal Trattato, ma piuttosto sospendiamo la nostra partecipazione. Prima di tornare a discutere di questo tema, dobbiamo avere un’idea chiara di ciò che paesi della NATO come la Francia o la Gran Bretagna hanno in gioco e di come possiamo renderci conto dei loro arsenali strategici, cioè delle capacità offensive combinate dell’Alleanza.

La loro dichiarazione è, di fatto, una richiesta di adesione a questo processo. Bene, venite a bordo, non ci dispiace. Cercate solo di non mentire a tutti questa volta e di presentarvi come campioni della pace e della distensione. Conosciamo la verità. Siamo consapevoli del fatto che alcuni tipi di armi nucleari statunitensi stanno raggiungendo la fine della loro vita utile. A questo proposito, sappiamo con certezza che alcuni politici di Washington stanno già pensando a test nucleari dal vivo, soprattutto perché gli Stati Uniti stanno sviluppando armi nucleari innovative. Ci sono informazioni in tal senso.

Date le circostanze, il Ministero della Difesa e Rosatom devono predisporre tutto quanto necessario per consentire alla Russia di condurre test nucleari. Non saremo i primi a procedere con questi test, ma se gli Stati Uniti li effettueranno, lo faremo anche noi. Nessuno dovrebbe nutrire pericolose illusioni che la parità strategica globale possa essere interrotta.

 

Colleghi, cittadini russi,

 

oggi viviamo insieme tempi difficili e superiamo insieme tutte le difficoltà. Non poteva essere altrimenti, perché siamo stati allevati sull’esempio dei nostri grandi antenati e dobbiamo essere degni dei loro insegnamenti, tramandati di generazione in generazione. Stiamo andando avanti solo grazie alla nostra devozione alla Madrepatria, alla nostra volontà e alla nostra unità.

Questa coesione si è manifestata fin dai primi giorni dell’operazione militare speciale: centinaia di volontari, rappresentanti di tutte le etnie del nostro Paese, si sono presentati agli uffici di reclutamento. Hanno deciso di stare al fianco dei difensori del Donbass, di combattere per la loro terra natale, per la loro Patria, per la verità e la giustizia. Oggi, guerrieri provenienti da tutte le regioni della nostra Madrepatria multietnica combattono spalla a spalla in prima linea. Pregano in lingue diverse, ma tutti pregano per la vittoria, per i loro compagni e per la Madrepatria. (Applausi).

Il loro difficile compito militare, le loro imprese trovano una forte risposta in tutta la Russia. La gente sostiene i nostri combattenti. Non vogliono rimanere ai margini. Il fronte sta attraversando i cuori del nostro popolo a milioni. Stanno inviando medicine, dispositivi di comunicazione, mezzi di trasporto, vestiti caldi e reti mimetiche, per citarne alcuni – tutto ciò che aiuta a proteggere le vite dei nostri combattenti.

Leggo le lettere di conforto che i bambini e i ragazzi delle scuole inviano ai nostri soldati al fronte. Le portano in battaglia come un bene prezioso, perché la sincerità e la purezza dei desideri dei bambini fanno venire le lacrime agli occhi. Sentono con più forza per chi stanno combattendo e per chi stanno difendendo.

I combattenti, le loro famiglie e i civili apprezzano molto la cura con cui i volontari li circondano. Hanno agito con coraggio e decisione fin dall’inizio dell’operazione militare speciale. Sotto il fuoco e i bombardamenti stanno portando fuori dagli scantinati i bambini, gli anziani e tutti coloro che sono in difficoltà; hanno portato e continuano a portare cibo, acqua e vestiti nelle zone calde; stanno allestendo centri di assistenza umanitaria per i rifugiati e aiutano i medici negli ospedali da campo e sulla linea di contatto dei combattimenti; continuano a rischiare la vita per salvare gli altri.

Il solo Fronte Popolare Russo ha raccolto oltre cinque miliardi di rubli nell’ambito dell’iniziativa Tutti per la Vittoria. Il flusso di donazioni non si ferma. Ogni contributo è importante e questo vale anche per quelli delle grandi aziende e degli uomini d’affari. Ma particolarmente toccanti e stimolanti sono le donazioni di persone con redditi modesti, che contribuiscono con parte dei loro risparmi, stipendi e pensioni. Questo unirsi per aiutare i nostri guerrieri, i civili nelle zone di ostilità e i rifugiati ha un grande valore.

Grazie per questo sincero sostegno, coesione e aiuto reciproco. È impossibile sopravvalutare la loro importanza.

La Russia affronterà qualsiasi sfida perché siamo tutti un unico Paese, una nazione grande e unita. Siamo fiduciosi in noi stessi e nella nostra forza. La verità è dalla nostra parte.

(Applausi.)

Grazie.

(Viene eseguito l’Inno nazionale russo)

 

Link: http://en.kremlin.ru/events/president/transcripts/70565

Traduzione (IMC) di CptHook per ComeDonChisciotte

 

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
È il momento di condividere le tue opinionix