ComeDonChisciotte

Categoria generica

ASSANGE: OGGI LA MIA VITA E' IN PERICOLO. LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA FRANCESE FRANCOIS HOLLANDE

DI JULIAN ASSANGE lemonde.fr Pubblichiamo integralmente la lettera nella quale Julian Assange, fondatore di Wikileaks chiede asilo politico alla Francia Signor Presidente della Repubblica, Ho l’onore di scriverle e, attraverso di lei, di rivolgermi al popolo francese. Mi chiamo Julian Paul Assange. Sono nato il 3 luglio 1971 a Townsville, in Australia. Sono un giornalista perseguitato e minacciato di morte dalle autorità statunitensi a causa della mia attività professionale. Non sono mai stato accusato formalmente di alcun delitto o crimine …

Leggi tutto »

LO SHOCK GRECO: TSIPRAS VOLEVA PERDERE, MA ORA E’ OSTAGGIO DEL SUCCESSO

FONTE: ZEROHEDGE Chiamatela la teoria dei giochi o anche, più prosaicamente, teoria del caos. Tutto è iniziato con una relazione da parte del giornalista del Telegraph, Ambrose Evans-Pritchard, che aveva catturato dei frammenti-audio (fatto di suo già sorprendente) in cui Varoufakis sosteneva che la Grecia stava contemplando una moneta parallela e valutava l’opzione di nazionalizzare le banche greche durante il fine settimana.

Leggi tutto »

LA DEFLAZIONE E VOI SAPETE CHI

DI PAUL KRUGMAN krugman.blogs.nytimes.com Eduardo Porter ha scritto un ottimo pezzo su un capitolo dimenticato della storia tedesca – la grande remissione del suo debito, nel 1953. Se la Grecia avesse ricevuto la stessa riduzione del debito, nel 2010, le cose potrebbero essere oggi molto diverse [http://www.nytimes.com/2015/07/08/business/economy/germanys-debt-history-echoed-in-greece.html?ref=business]. Ma la frase che segue – si sapeva che ci sarebbe stato un ma – se non è proprio un falso, perpetua comunque uno degli esasperanti equivoci della storia economica tedesca:

Leggi tutto »

RUSSIA: PAN PER FOCACCIA

DI ISRAEL SHAMIR veteransnewsnow.com Fuoco e fiamme ai confini, nuove sanzioni, carri armati statunitensi: la Russia prende le cose con calma Il Presidente Putin potrebbe adottare il motto di Guglielmo d’Orange: saevis tranquillus in undis, calma in mezzo alla tempesta. La tempesta è tutta intorno, i carri armati americani si sono trasferiti negli Stati Baltici. Le navi da guerra americane solcano il Mar Nero. Le sanzioni dell’Unione Europea contro la Russia sono state prorogate per altri sei mesi.

Leggi tutto »

IL SISTEMA INSINDACABILE DI OPPRESSIONE IN EUROPA

MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Una voce da Bruxelles, riportata da Dedefensa: “Fino a qualche anno fa, la consegna fra i funzionari dirigenziali era di essere più discreti possibile, specie nel caso delle auto di servizio ( …). Da qualche mese è un diluvio nell’altro senso: enormi 4×4, SUV, eccetera – si direbbe che i nostri famosi fabbricanti tedeschi non cessino di fabbricarne di sempre più grossi, più massicci, più blindati, specialmente concepiti per i funzionari – Juncker è un campione in …

Leggi tutto »

TSIPRAS STA DAVVERO CERCANDO DI RAGGIUNGERE UN ACCORDO CON L'UNIONE EUROPEA ?

DI DANIEL HOWDEN theguardian.com Nonostante la retorica sulla giustizia sociale il primo ministro greco sembra più interessato a consolidare il suo potere che a risolvere la crisi. “Dimmi se esiste un altro Paese europeo dove chiudono le banche per una settimana e la gente vota comunque al 61% per il NO”. Questa è la domanda posta con immenso orgoglio da una insegnante mentre passeggiava al centro di Atene fra la folla esultante nelle prime ore della mattina di lunedì. Stanca …

Leggi tutto »

GRECIA: L’EUROPA SI FA DA PARTE …E NIENTE POTRA’ PIU’ FERMARLA

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk Il Primo Ministro Alexis Tsipras non si aspettava di vincere il referendum di Domenica scorsa. Ora è intrappolato nel suo stesso successo e si dirige rapidamente verso il Grexit. Il popolo ha finalmente emesso un urlo primordiale, dipingendosi con i colori di guerra e formando di nuovo la falange oplita. Tuttavia, se la Grecia è in subbuglio, lo è anche l’Europa. I tedeschi sono già andati oltre il Grexit, e stanno discutendo i piani per gli …

Leggi tutto »

IL GRANDE VINCITORE USCITO DALLA TRAGEDIA GRECA

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Molto dopo che la Grecia sarà uscita dall’Eurozona e che la Germania avrà nuovamente utilizzato il marco come valuta, i popoli delle due nazioni, messi contro a livelli non più visti dai tempi della seconda guerra mondiale, si accuseranno di aver tratto il maggior beneficio dal breve ma tumultuoso periodo di valuta comune. In realtà nessuno aveva puntato una pistola alla tempia delle classi dirigenti greche imponendo loro di sfruttare le leve finanziarie, arricchendo gli oligarchi …

Leggi tutto »

DA LEONIDA A PIRRO IL PASSO E' BREVE

DI ALBERTO BAGNAI ilfattoquotidiano.it La vicenda greca ha esasperato i paradossi del progetto europeo. L’europeista praticante, quello col santino di Spinelli sul cruscotto, ce l’ha menata per anni con la storia che l’euro serviva a superare i nazionalismi, che sono tanto brutti (signora mia!) perché portano le guerre. In effetti ci sono anche le guerre civili, che con gli aborriti confini nazionali poco hanno a che vedere. Ma al di là di questo dettaglio, è stato esilarante vedere ovunque questi …

Leggi tutto »

INIZIA LA FASE DELLA SESTA GRANDE ESTINZIONE DI MASSA. IL 2015 SI AVVIA A DIVENTARE L'ANNO PIU' CALDO DELLA STORIA

DI DAHR JAMAIL truth-out.org Alla fine di maggio, io e alcuni miei amici abbiamo deciso di scalare un paio di vulcani tra i più grandi nello Stato di Washington. Abbiamo iniziato col Monte Adams, picco di 3743 m. nella parte meridionale dello Stato. Siamo stati in grado di raggiungere coi mezzi l’accampamento di Cold Springs a 1707 m., da dove sarebbe iniziata la salita. Già questa era un’anomalia per fine maggio, periodo in cui la strada sterrata tendeva ad essere …

Leggi tutto »

OXI ! (NO)

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org La vittoria del NO al referendum è un evento storico. Farà da spartiacque. A dispetto delle numerose pressioni per il SI, da parte dei media greci come da parte dei dirigenti dell’Unione Europea, a dispetto del clima da panico bancario organizzato dalla BCE, il popolo greco ha fatto sentire la sua voce. Ha fatto sentire la propria voce contro le menzogne sulla situazione della Grecia, profusamente diffuse in queste ultime settimane. Dedichiamo un pensiero a quegli …

Leggi tutto »

LA GRECIA PRENDE IN CONSIDERAZIONE OPZIONI ESPLOSIVE: STAMPARE EURO, VARARE UNA VALUTA PARALLELA, NAZIONALIZZARE LE BANCHE. (E’ PER QUESTO CHE VAROUFAKIS SI E’ DIMESSO” ?)

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Come detto prima, a seguire l’importantissimo referendum di oggi i Greci potrebbero rendersi conto di aver bruciato tutti i ponti che li collegano con l’Eurozona. Comunque, c’è sempre un collegamento fondamentale: le insolventi banche greche fanno affidamento sulla buona volontà della BCE riguardo l’ELA. Abbiamo spiegato molte volte che anche solo una riduzione collaterale dell’ELA porterebbe immediatamente a un prelievo forzoso ai danni dei correntisti, ecco che dalla Deutsche Bank George Saravelos dà una versione semplificata …

Leggi tutto »

LA STRATEGIA 2015 DEL PENTAGONO PER GOVERNARE IL MONDO

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org Mercoledì scorso, il Pentagono ha pubblicato il suo annuale 2015 NMS (National Military Strategy) di strategia militare nazionale, un progetto di 24 pagine per governare il mondo con la forza militare. Mentre la lingua nel rapporto è più sottile e meno incendiaria di documenti simili emessi in passato, la determinazione a perseguire unilateralmente gli interessi degli Stati Uniti con la violenza estrema resta la pietra angolare della nuova strategia. I lettori non troveranno neppure un accenno …

Leggi tutto »

I GRECI RESPINGONO LE RICHIESTE DELL’UNIONE EUROPEA – SYRIZA PREPARA UNA VALUTA PARALLELA

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD telegraph.co.uk La travolgente rivolta greca causa all’Europa la più grande ferita a partire dal fallito referendum francese e olandese di una decina di anni fa. I falchi di Syriza vogliono installare un nuovo team presso la Banca Centrale Greca, disposto a ricorrere alle riserve segrete della Banca Centrale, per fare in extremis il passo provocatorio di stampare euro. In questo momento c’è una chiara spaccatura fra la Germania e la Francia, forse sufficientemente grave da causare …

Leggi tutto »

NO

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Sette giorni che hanno scosso il loro mondo. L’ampia vittoria del NO, attorno al 60%, è offerta su un piatto agli altri popoli europei, e non solo. Ad Atene i partiti del sistema, ovviamente europeisti, si perdono nel bicchier d’acqua delle loro televisioni… salvo poi complottare come possono, adesso come prima. Per noi invece una battaglia è vinta, e la guerra sarà lunga. “Le generazioni future non si vergogneranno di noi”, si sente dire sulla radio …

Leggi tutto »

GRECIA COME CAPRO ESPIATORIO

DI GIULIETTO CHIESA facebook.com (Sintesi – mia – dell’articolo del professor Michael Hudson, Presidente di ISLET Istituto per lo studio delle tendenze economiche di lungo termine, Forest Hill, Ny) Il debito greco risale al 2010. Già allora la Grecia non poteva pagarlo. Perché? Quando entrò nella zona euro le cifre del suo debito furono falsificate. Da chi? Da Lucas Papademos, allora capo della Banca Centrale Greca, che lavorò con la consulenza, anzi agli ordini, di Goldman Sachs.

Leggi tutto »

PICCOLA CORAGGIOSA NAZIONE (NON SIAMO NOI)

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Ero in Grecia in questi giorni e benché lontano dalla capitale (stavo alle pendici dell’Athos, il Monte Santo) ho potuto vedere il progressivo indurimento delle persone. Spero che i nostri media abbiano dato notizia delle enormi, continue ed infami minacce, umiliazioni, delle grossolane ingerenze e notizie false, degli sporchi trucchi che l’Eurogruppo, Merkel, e il Rettile della BCE hanno messo in atto per far sentire impotente, spaventare, far paura ai cittadini della piccola nazione e indurli …

Leggi tutto »

CHE GRANDE LEZIONE DAI GRECI: E ORA VEDRETE COS'E' DAVVERO L'EUROPA

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Quando circa il 60% di un popolo vota no, sono superflue le solite interpretazioni. E’ un voto forte, conclamato e, a mio giudizio, colmo di speranza. Ma non del tutto sorprendente. Il popolo greco – che molti in questi anni hanno deriso – è un popolo coriaceo, orgoglioso, profondamente consapevole della propria identità. E’ un popolo che ha resistito a secoli di dominazione ottomana, che nella Seconda Guerra Mondiale ha combattuto a viso …

Leggi tutto »

SINGULAR LOGIC

DI GIULIETTO CHIESA facebook.com Sarà questa impresa, privata, multinazionale, a contare i voti greci. Sarà utile non dimenticare gli utili avvertimenti di Snowden e di Assange. La commistione tra NSA e Goldman Sachs è un preparato esplosivo più potente della thermite.

Leggi tutto »

IL SENSO DEL NO

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La storia avanza, l’isteria avanza ancor di più. La propaganda, il terrore esercitato dal sistema e dai suoi sgherri, la lotta di classe e le rotture hanno ormai raggiunto il parossismo. Una simile divisione era ormai sconosciuta alla società greca dai tempi del Colpo di stato para-parlamentare, iniziato dal Re nel 1965, dopo gli anni di guerra civile (1944-1949). In questa settimana dell’Apocalisse (che in greco moderno significa anche «scoperta») sono cadute le ultime maschere.

Leggi tutto »

VAROUFAKIS E IL MINOTAURO GLOBALE

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org “Yanis Varoufakis è balzato definitivamente alla ribalta dopo la vittoria di Syriza in Grecia. L’arrivo di Varoufakis nei labirinti del potere UE – come ministro delle finanze del governo Tsipras – può essere considerato come uno degli effetti più rilevanti del ciclo di lotte anti-austerity che è andato sviluppandosi nell’Europa meridiana, ma non solo, negli ultimi anni. La vittoria di Syriza pone l’UE come mai prima di fronte a un bivio: perseverare in modo diabolico nel …

Leggi tutto »

MENTRE IL MONDO GUARDA ALLA GRECIA, QUALCOSA DI GROSSO SI MUOVE IN CINA

FONTE: ZEROHEDGE.COM Guardare il dispiegarsi degli eventi nella saga greca potrebbe indurre anche lo spettatore più allenato a fare una smorfia di noia. I controlli sui capitali, che potrebbero ora scendere in pista con la stessa celerità di un treno merci, sono null’altro che l’ennesima tacca di un disastro chiamato Unione Monetaria Europea. Ormai parlare di negoziati sul debito greco è il colmo dell’assurdo. E’ simile a discutere su quanto spazio di un’area grande come il deserto dovrebbe essere dedicato …

Leggi tutto »

PERCHE' HO SCELTO CHARLESTON. (IL MANIFESTO DI DYLANN ROOF)

DI DYLANN ROOF informationclearinghouse.info Io non sono cresciuto in una casa né in un ambiente razzista. Vivendo al Sud, quasi ogni persona Bianca ha una piccola dose di consapevolezza razziale, semplicemente a causa del numero di negri in questa parte del paese. Ma è una consapevolezza superficiale. Crescendo, a scuola, il Bianco e i ragazzi neri facevano volentieri dileggi razziali l’uno verso l’altro, ma tutti erano solo scherzi. Io e gli amici Bianchi a volte avremmo giudicato che le cose …

Leggi tutto »

I TANTI DISASTRI DELL’UNIONE EUROPEA

DI PAUL KRUGMAN nytimes.com C’è molto di più in gioco, nel referendum di Domenica, di quanto la maggior parte degli osservatori si stia rendendo conto. E’ ragionevole temere le conseguenze di un “no”, perché nessuno sa cosa verrà dopo. Ma si dovrebbe aver ancor più paura delle conseguenze di un “sì”, perché in questo caso sappiamo benissimo cosa verrà, dopo. Se la Grecia dovesse lasciare l’euro avrebbe la possibilità di una vera guarigione, e sarebbe anche uno shock salutare per …

Leggi tutto »

COSA STA SUCCEDENDO VERAMENTE A FUKUSHIMA ?

DI ROBERT HUNZIKER counterpunch.org Fukushima sta ancora emettendo radiazioni, che si autogenerano, incommensurabili, senza limiti, come un incorreggibile mostro Doctor Who incontrato nello spazio profondo. Fukushima passerà molto probabilmente alla storia come la più grande “copertura” del XXI secolo. Governi e grandi aziende non si stanno allineando con i cittadini su rischi e pericoli; allo stesso modo, la verità intrinseca, come uno standard etico, comporta un rischio pari a quello della colla che tiene insieme la verità e la fiducia …

Leggi tutto »

PERCHE' LA STAMPA ITALIANA RACCONTA LA GRECIA IN MODO APOCALITTICO ?

DI MATTEO NUCCI minimamoralia.it Atene. Federico Fubini è il vicedirettore del Corriere della Sera. Non lo conosco e non l’ho mai incontrato. La prima volta che ho letto e riletto la sua firma è stato pochi mesi fa quando scriveva per Repubblica. Il suo era un pezzo di apertura su Cernobbio e Varoufakis e le sue parole marcavano la prima pagina del quotidiano. Si apriva così: “Yanis Varoufakis usa meno cravatte ma più profumo della media dei ministri finanziari dell’area …

Leggi tutto »

PER LA REPUTAZIONE EUROPEA LA GRECIA E’ STATA UNA CATASTROFE

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk L’Eurozona si è dimostrata incapace di gestire le proprie responsabilità morali. Incolpare la Grecia da sola non serve a togliersi lo sporco di dosso. Il Sig. Tsipras ha cercato di attirare i dirigenti ed i funzionari europei in una trappola di tipo legale, ed essi hanno abboccato. L’”Oxi day” ha un significato totemico per la Grecia. Si commemora la resistenza greca a Mussolini, il “no” al suo ultimatum e l’eroica accettazione della guerra contro una macchina …

Leggi tutto »

I GRECI POSSONO SALVARE DI NUOVO L’OCCIDENTE

DI PAUL CRAIG ROBERTS countercurrents.org Come Maratona, le Termopili, l’Altopiano e Micale circa 2.500 anni fa, la libertà dell’occidente dipende ancora dalla Grecia. Oggi Washington ed il suo impero di stati vassalli europei fanno la parte dell’impero Persiano e all’ultimo momento i Greci hanno formato un governo, Syriza, che si rifiuta di essere sottomesso all’impero di Washington. Pochi comprendono che il destino della libertà occidentale, ciò che rimane di essa, è la posta in gioco del conflitto e, sicuramente, il …

Leggi tutto »

COME CURARE E NUTRIRE UN BUCO NERO FINANZIARIO

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.it Qualche tempo fa ho avuto il piacere di sentire Sergey Glazyev-economista, politico, membro dell’Accademia delle Scienze, consigliere del Presidente Putin, dire qualcosa che ha molto confermato il mio pensiero. Ha detto che chiunque conosca la matematica può capire che gli Stati Uniti sono sull’orlo del collasso, poiché il loro debito ha ormai raggiunto livelli esponenziali. Queste cose un politico americano o europeo non può certo dirle in pubblico, e forse neanche sussurrarle al proprio alter ego …

Leggi tutto »

L’ATTACCO EUROPEO ALLA DEMOCRAZIA GRECA. IO SAPREI BENISSIMO COSA VOTARE

DI JOSEPH STIGLITZ project-syndicate.org E’ una questione di potere e di democrazia, piuttosto che di denaro e di economia. La legittimazione popolare è incompatibile con la politica dell’Eurozona, la Grecia deve sottomettersi ed accettare l’inaccettabile. Votando “no”, i greci diventerebbero artefici del proprio destino, senz’altro migliore dell’irragionevole tortura del presente. (NdT) I crescenti litigi in Europa potrebbero sembrare, agli estranei, l’inevitabile risultato della partita che si sta giocando fra la Grecia e i suoi creditori.

Leggi tutto »