Categoria

Armi nucleari

La cosa più stupida che l’Ucraina possa fare…

Theodore Postol – Responsible Statecraft - 05 giugno 2024 Per un momento fugace, il 22 maggio, il mondo potrebbe essersi avvicinato a un incidente nucleare catastrofico a causa di uno sconsiderato attacco di droni ucraini a due radar russi di preallarme nucleare strategico ad Armavir (si veda anche ComeDonChisciotte qui). Fortunatamente, un successivo attacco di droni ucraini a una terza stazione radar a Orsk, in Russia, il 26 maggio, è fallito. Questi “incidenti”…

Cambiamenti nel paradigma geopolitico e come gestire gli psicopatici: intervista al professor Sergei A. Karaganov

english.almayadeen.net È chiaro che il complesso industriale-militare-mediatico anglosassone, con l'aiuto dei suoi vassalli, intende preservare a tutti i costi la sua egemonia globale e le sue conquiste coloniali. L'egemone non può accettare il cambiamento di paradigma di un mondo multipolare emergente. Qualsiasi discussione sulla pace, sulla diplomazia o sui negoziati relativi alle guerre che ha scatenato è fuori discussione. Le popolazioni occidentali, le cui menti sono contaminate dal…

Tensioni altissime nella penisola coreana: un nuovo fronte di conflitto?

Il 15 gennaio 2024, il leader supremo della Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC), Kim Jong-un, ha tenuto un durissimo discorso alla 10° sessione dell'Assemblea Suprema Popolare (APS) nord coreana. Nel suo discorso Kim Jong-un, stante le politiche ostili e le provocazioni avvenute negli ultimi mesi da parte della Corea del sud, su direttive statunitensi, ha ribadito che eventuali aggressioni troveranno una risposta durissima e che le forze popolari militari del Paese sono già pronte…

Verso il Mondo Multipolare: la sfida del 2024

“Il mondo multipolare è una alternativa radicale al mondo unipolare.” Aleksandr Gel'evič Dugin Il 2023 “geopolitico” sarà certamente ricordato, in primo luogo, per il prosieguo delle ostilità nell’Est Europa e per la recrudescenza dello scontro in Medio Oriente. Due situazioni da un lato potenzialmente sempre più esplosive e dall’altro che certificano un cambio significativo dello scacchiere geopolitico internazionale. Un cambio che il 2024 continuerà sicuramente a…

La fine della superiorità nucleare degli Stati Uniti

Scott Ritter consortiumnews.com Lo scorso 1° novembre, l’aeronautica americana è stata costretta a porre termine al test di volo di un missile balistico intercontinentale (ICBM) Minuteman III, inducendone l’autodistruzione. Il che significa che è stato fatto esplodere in volo dopo che aveva segnalato generiche anomalie agli ingegneri che ne monitoravano l’andamento. Il test, condotto dal Global Strike Command dell'aeronautica americana è, secondo l'Air Force, "parte delle attività…

La soluzione a due Stati e l’opzione nucleare di Israele

Scott Ritter consortiumnews.com Il 25 ottobre, il giorno prima dell’attacco a sorpresa di Hamas contro Israele e la successiva rappresaglia israeliana su Gaza, il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva dichiarato in un discorso televisivo che, per quanto riguarda le relazioni tra Palestina e Israele, "non si può tornare allo status quo del 6 ottobre". Le parole di Biden avevano fatto eco a quelle del segretario di Stato, Antony Blinken, che, il giorno prima, aveva dichiarato al…

La superiorità militare russa

Julian Macfarlane – News Forensics - 23 ottobre 2023 Come ho scritto in precedenza, la Russia non è così tanto preoccupata delle armi nucleari americane dislocate nelle basi NATO. Putin vede il conflitto come una questione di civiltà piuttosto che militare, e quindi la guerra nucleare non può essere in cima alla sua lista di preoccupazioni. Dopo tutto, si dice MAD (Mutually Assured Destruction) per un motivo: con una capacità di primo attacco, tutti muoiono. A Biden…

Danni collaterali: i civili americani sopravvissuti al test nucleare Trinity del 1945

16 luglio 1945: Alamogordo, deserto del Nuovo Messico (Usa) - Esplode la prima bomba atomica durante quello che fu chiamato Test Trinity, ed ebbe effetti devastanti. Questo articolo di Lesley Blume ci racconta dei sopravvissuti di quel giorno, destinato a cambiare le sorti della Seconda Guerra Mondiale e del mondo: era appena iniziata la nostra era, quella delle armi nucleari.

Mostri marini minacciano il mondo con i loro “tridenti”

Edward Curtin – edwardcurtin.com - 27 giugno 2023 A volte ci si sveglia da un sogno per rendersi conto che ci sta dicendo di prestare molta attenzione alla profondità del suo messaggio, soprattutto quando è legato a ciò a cui si sta pensando da giorni. Sono appena uscito da un sogno in cui scendevo nella cantina della casa della mia infanzia perché la luce del seminterrato era accesa e la porta della cantina sul retro era stata aperta da un uomo misterioso che stava fuori.…

Sergey Karaganov: usando le armi nucleari la Russia potrebbe salvare l’umanità da una catastrofe globale

Sergey Karaganov rt.com Questo articolo ha suscitato un acceso dibattito tra gli esperti russi sulle armi nucleari, sul loro ruolo e sulle condizioni del loro utilizzo. Questo è particolarmente significativo se si considera che Sergey Karaganov è un ex consigliere presidenziale sia di Boris Eltsin che di Vladimir Putin e che è a capo del Consiglio per la politica estera e di difesa, un noto think tank di Mosca. Alcune figure di spicco hanno reagito con sgomento, mentre altre sono state…

Le “armi nucleari utilizzabili” di Brandon sono la scorciatoia per l’Apocalisse

Mike Whitney unz.com "La revisione della politica nucleare da parte dell'amministrazione Biden è, in fondo, un documento terrificante. Non solo mantiene il mondo in un percorso di crescente rischio nucleare, ma, per molti versi, lo aumenta. Citando le crescenti minacce di Russia e Cina, sostiene che l'unica risposta possibile per gli Stati Uniti è quella di ricostruire l'intero arsenale nucleare americano, mantenere una serie di pericolose politiche nucleari dell'era della Guerra Fredda e…

Con la minaccia di usare la bomba atomica contro il Cremlino la Polonia inasprisce la guerra in Europa

John Elmer johnhelmer.net Dopo l'attacco militare congiunto USA-Polonia ai gasdotti Nord Stream al largo dell'isola di Bornholm nel Baltico, la Polonia ha annunciato un'escalation della guerra in Europa con un annuncio del presidente Andrzej Duda. In un'intervista alla stampa di Varsavia sotto una bandiera della NATO, Duda ha annunciato che: "il problema è che non abbiamo armi nucleari. Non c'è alcuna indicazione che nel prossimo futuro, come Polonia, le avremo sotto la nostra…

Una resa dei conti nucleare tra USA e Russia? Improbabile, ecco perchè

Scott Ritter rt.com I timori che il conflitto ucraino sia ora impantanato in una sorta di stallo che rischia di escalare pericolosamente sono fuori luogo. C'è un solo vincitore nel conflitto ucraino, ed è la Russia. Niente può cambiare questa realtà. Il famoso intellettuale americano John Mearsheimer ha scritto un importante articolo sul conflitto, intitolato: "Playing with Fire in Ukraine: The Underappreciated Risks of Catastrophic Escalation." L'articolo dipinge un quadro a tinte fosche…

Saremo noi le prossime ‘patatine fritte della libertà’? (*)

(*) Nel testo gioco di parole tra “freedom fries” e “french fries” (patatine fritte) Ray McGovern – AntiWar.con – 24 marzo 2022 Gli opinionisti e gli esperti strategici statunitensi sembrano beatamente inconsapevoli di quanto siamo vicini ad essere fritti in un attacco nucleare da parte della Russia (avvertenza: se state semplicemente cercando un altro motivo per demonizzare Putin, piuttosto che capire da dove viene, risparmiate tempo e non leggete oltre).…

La Pax Americana è un morto che cammina

Pepe Escobar strategic-culture.org La Pax Americana è sempre stata un personaggio minore in un film sull'apocalisse zombie. La Pax Americana è, in realtà, l'eterno ritorno dei morti viventi. La "Pax" non è mai stato il vero obiettivo; chi domina è la War Inc. La fine della Seconda Guerra Mondiale aveva portato direttamente alla Guerra Fredda. Il momento unipolare si era risolto in un arco temporale dalla Prima Guerra del Golfo al bombardamento della Jugoslavia. L'11 settembre aveva…

Ecco perché i missili ipersonici sono una vera e propria rivoluzione

Gordog moonofalabama.org Gli Americani quando parlano delle armi ipersoniche della Russia ormai gridano 'mi arrendo.' Dopo il recente test di volo del missile da crociera Zircon, con propulsione a scramjet, il Washington Post dell'11 luglio aveva riportato una dichiarazione della NATO: "I nuovi missili ipersonici della Russia sono altamente destabilizzanti e pongono rischi significativi per la sicurezza e la stabilità in tutta l'area euro-atlantica," affermava il comunicato. Allo stesso…

Parliamo di missili

Dmitry Orlov cluborlov.com I missili sono importanti. Sono simbolicamente importanti, come la manifestazione più virile, maschile e fallica nel concorso per la miglior superpotenza. Per citare l'inno nazionale americano: "Il bagliore rosso dei razzi... ha dimostrato nella notte... che la nostra bandiera era ancora lì." Niente missili - niente bandiera - niente "casa dei coraggiosi." I missili sono strategicamente importanti: se i missili dell'avversario hanno la possibilità di distruggere…

Avrei potuto…

Andrei Martyanov smoothiex12.blogspot.com Discutere del perchè la Fox abbia licenziato Lou Dobbs, o dirvi cosa ne penso di quel manicomio che è attualmente il Regno Unito, dove si vuole vietare la vendita degli alcolici nei pub. Avrei potuto, ma non l'ho fatto perché questi sono tutti segni del completo crollo della salute mentale dell'Occidente in generale e, purtroppo, non c'è modo di sfuggire a questo triste fatto. Altre follie sono in arrivo e non saranno certo migliori. No,…

Come rendere obsolete 11 portaerei in un colpo solo

Valery Panov stalkerzone.org La Russia ha portato a termine con successo un altro test del programma per il missile da crociera ipersonico "Zirkon." Il lancio è stato effettuato per la prima volta dalla fregata "Ammiraglio della flotta dell'Unione Sovietica Gorshkov" contro un bersaglio galleggiante situato a 450 km di distanza. La velocità media di volo del missile è stata di 1,6 km al secondo e la quota massima raggiunta di 28.000 m. Ci sono voluti circa 4,5 minuti per centrare il…

È in arrivo un’altra Hiroshima… se non la fermiamo in tempo

John Pilger johnpilger.com Quando mi ero recato per la prima volta ad Hiroshima, nel 1967, l'ombra sui gradini era ancora lì. Era l’immagine quasi perfetta di un essere umano a proprio agio: gambe divaricate, schiena piegata, una mano sul fianco mentre sedeva in attesa dell’apertura della banca. Alle otto e un quarto della mattina del 6 agosto 1945, lei e la sua sagoma erano state impresse a fuoco nel granito. Avevo guardato quell’ombra per un'ora o anche più, poi ero sceso in riva al…