VIVERE NEL QUARTO REICH

Di Gary Steven Corseri

Nel Terzo Reich dicevamo
Che stavamo solo eseguendo degli ordini.
Oggi diciamo
Che stiamo solo facendo il nostro lavoro.

Nel Terzo Reich
Eravamo antisemiti.
(Odiavamo gli ebrei).
Nel Quarto Reich
Siamo antisemiti.
(Odiamo gli Arabi) Nel Terzo Reich
Avevamo il nostro Ministro dell’Informazione.
Goebbels diceva
Che se racconti una bugia grande abbastanza
E spesso abbastanza
La gente ci crede.

Nel Quarto Reich
Abbiamo la corporazione dei media.
Abbiamo continue bugie televisive
Con intermezzi pubblicitari.

Nel Terzo Reich
Avevamo tempesta e impeto (1).
Nel Quarto Reich
Abbiamo attacco e terrore.

Nel Terzo Reich
Dicevamo che la Polonia era una minaccia
Così ci alleammo
Con quel comunista di Stalin.
Nel Quarto Reich
Diciamo che l’Iran è una minaccia
E ci alleiamo con quel terrorista in Uzbekistan.

Nel Terzo Reich
Avevamo la “democrazia”,
Eleggevamo il nostro leader nazionale.
Nel Quarto Reich
Abbiamo la “democrazia”
Eleggiamo il nostro leader nazionale.

Nel Terzo Reich
Disprezzavamo la Francia.
Nel Quarto Reich
Mangiamo le patatine fritte della libertà.

Nel Terzo Reich
I bravi tedeschi non sapevano
Che cosa stesse succedendo in fondo alla strada
In quel campo di concentramento.
Nel quarto Reich
Ai bravi americani non importa nulla
Delle torture a Guantanamo.

Il Terzo Reich avvolse se stesso
In una sorta di oscuro simbolismo religioso.
Incidevamo “Dio è con noi” sulle nostre fibbie delle SS.
Nel Quarto Reich avvolgiamo noi stessi
In un oscuro simbolismo religioso.
I nostri generali dicono uccidine uno per Gesù.

Nel Terzo Reich
Abbiamo incenerito il corpo del Fuhrer.
Nel Quarto Reich
Il Fuehrer è rinato dalle ceneri.

I drammi di Gary Steven Corseri sono stati pubblicati e diffusi attraverso la PBS-Atlanta; la sua prosa e i suoi poemi sono apparsi su Axis of Logic, The New York Times, Village Voice, Redbook, Sky, Georgia Review, CommonDreams, CounterPunch, DissidentVoice e più di cento altri periodici ed e-zines. Ha pubblicato due raccolte di poesie e due romanzi, ha insegnato in scuole private e prigioni negli Stati Uniti e in alcune università negli Stati Uniti e in Giappone. Ha redatto l’antologia delle manifestazioni nel 2004, che è stata un mio compagno di banco e un ospite abituale del mio rifugio nel New Hampshire fin dalla sua prima edizione.

Puoi comprarne una copia scrivendo una email a: [email protected]
Puoi raggiungere il Sig. Corseri all’indirizzo: [email protected]

(1) NdT. L’autore si riferisce al movimento letterario tedesco dello Sturm und Drang

Fonte: http://www.axisoflogic.com/artman/publish/article_18457.shtml

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di DROP

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
GRENADIER
GRENADIER
1 Luglio 2005 16:25

Carino e piuttosto attinente ai tempi, però andrebbe precisato che l’economia della Germani nazionalsocialista aveva un occhio di riguardo per il lato sociale.Era una economia assai tendente al reale, lo Stato non si indebitava e la moneta era correlata al lavoro concreto , non all’oro o al nulla come avviene oggi.
Qualcunoi sostiene addirittura che la II Guerra Mondiale sia stata combattuta perchè faceva rabbia ai capitalisti di mezzo mondo che la Germania stesse sperimentando con successo un nuovo modello economico e che questo riscuotesse fiducia.Certo mancavano le libertà , ma i progressi economici sembrano esserci stati sul serio.

Per notizie sull’argomento cfr. “Schiavi delle banche” di M.Blondet, Effedieffe edizioni.

Stopgun
Stopgun
2 Luglio 2005 3:42

E’ tuuto finto.
E’ finto il terzo Riech, creato dagli uomini di Wall Street;
e’ finto il quarto Reich creato dagli uomini di Wall Street;
è quasi finto il bombardamneto di Guernica, l’ha incominciato un mio vicino di casa;
è finto Picasso che ha modificato il quadro dipinto per la morte di un suo amico torero.
Amanti della libertà, non fidatevi di nessuno ed in particolar modo di coloro i quali vi raccontano la verità.
Avete un cervello personale, allora usatelo!!!!

Stopgun
Stopgun
2 Luglio 2005 3:45

E’ tutto finto.
E’ finto il terzo Riech, creato dagli uomini di Wall Street;
e’ finto il quarto Reich creato dagli uomini di Wall Street;
è quasi finto il bombardamneto di Guernica, l’ha incominciato un mio vicino di casa;
è finto Picasso che ha modificato il quadro dipinto per la morte di un suo amico torero.
Amanti della libertà, non fidatevi di nessuno ed in particolar modo di coloro i quali vi raccontano la verità.
Avete un cervello personale, allora usatelo!!!!

Franz
Franz
3 Luglio 2005 14:03

Voi due siete malati. Quello che glorifica l’economia hitleriana (Hitler è un tabù, non ci possono essere opinioni positive, in nessun senso, su Hitler) e quell’altro che dice che è tutto finto (non ho nemmeno capito bene cosa volesse dire, guernica è finto? Peccato era un bel quadro…). Sono d’accordo sull’usare la propria mente ma voi è meglio che non la usiate…..

Franz
Franz
3 Luglio 2005 14:03

Voi due siete malati. Quello che glorifica l’economia hitleriana (Hitler è un tabù, non ci possono essere opinioni positive, in nessun senso, su Hitler) e quell’altro che dice che è tutto finto (non ho nemmeno capito bene cosa volesse dire, guernica è finto? Peccato era un bel quadro…). Sono d’accordo sull’usare la propria mente ma voi è meglio che non la usiate…..

Stopgun
Stopgun
4 Luglio 2005 9:08

La crisi del 1929 è artefatta; nonostante quello che sia il pensiero economico corrente suffragato da keynesiani o monetaristi, penso che un gruppo di Robber Barons abbia creato una crisi per impadronirsi del mercato azionario a poco prezzo sulle spalle di cittadini riparmiatori e lavoratori. Con l’acquisito eccesso di liquidità, negli anni trenta, i Robber Barons USA hanno finanziato i partiti europei (Hitler,Stalin), ai quali hanno dato, assieme ai soldi delle raccomandazioni politico militari molto precise. Per quanto riguarda Guernica, il bombardamento del 27 Aprile 1936 (cito a memoria) è stato iniziato da un gruppo di SM79 italiani, che avrebbero dovuto colpire il ponte della Renteria. L’ufficiale al puntamento, S.Ten Paolo Moci, divenuto in seguito Generale di Squadra, non riuscì nell’intento e mancò l’obiettivo. I tedeschi della Legione Condor, comandati da Wolfram Von Richtofen, in due ondate successive colpirono la città nel tardo pomeriggio, usando anche spezzoni incendiari. I morti furono 300 circa. La propaganda italiana, americana, inglese, tedesca, spagnola di sinistra e spagnola di destra diffuse un sacco di notizie inesatte, parlando di migliaia di morti. I Primi di maggio 1936 Picasso ricevette l’ordine di preparare un quadro per la mostra mondiale di Giugno, mettendo in evidenza il mercato… Leggi tutto »

consulfin
consulfin
6 Luglio 2005 7:51

Sei una forza Franz! sei passato come un’onda anomala.
Secondo me rimane però il fatto che la guerra non è stata certo fatta per salvare gli ebrei dai campi di concentramento. La storia dei marpioni che ci vogliono vendere l’acqua per vino è vecchia quanto la storia dell’uomo.

luigi54
luigi54
29 Aprile 2007 6:35

“Stiamo solo facendo il nostro lavoro”, ciò che ci hanno ordinato i beneficiari della sentenza 309/04 Tribunale di Napoli… Questa è la frase con la quale I carabinieri di Casalnuovo di Napoli hanno consentito che si realizzasse una “Estorsione” ai danni della mia famiglia, che è ancora in corso e contro la quale sto ancora combattendo… I fatti sono pubblicati sul sito http://www.luigiiovino.it “Stamo solo facendo il nostro lavoro”, (ovvero rispettando degli ordini…) è una frase che hanno usato come scusante i membri delle S.S., gli squadroni della morte, e tanti altri criminali…. Nessuno si è fermato a ragionare, per valutare, di fronte a documenti eclatanti, la ingiustizia insita nella sentenza citata… Io adesso sono costretto a mendicare giustizia da un “Sistema” giustizia che dovrebbe sconfessare l’operato di un suo dipendente (anzi di più operatori di giustizia…); Il giorno 10 giugno 2007 alle ore 10.30, dopo avere atteso per altri 40 giorni che alcuni giudici facciano il proprio dovere…, comincerò uno sciopero della fame e della sete, ad oltranza sotto la Prefettura di Napoli, che è da troppo tempo inadempiente per avere lasciato la mia famiglia alla merce di una banda di criminali, di cui tanti di loro con la… Leggi tutto »