Browsing Tag

MEF

Autunno caldo: il governo ha scelto di rimanere senza soldi?

L’analisi sull’andamento delle emissioni dei titoli di Stato italiani: che cosa cela il braccino corto del Tesoro nelle aste. di Giuseppe Liturri “Cash is king”. Questa frase, che non richiede traduzione, è utilizzata nel mondo degli affari per affermare che ciò che conta sono i flussi di cassa. Il resto sono chiacchiere. E, purtroppo per l’Italia, il confronto con le altre maggiori economie della Ue, basato sui dati al 30 giugno, rivela che il ministro Roberto Gualtieri continua ad…

Cronaca di una crisi annunciata

DI ALBERTO BAGNAI goofynomics.blogspot.com Pur essendo il primo partito della coalizione uscita vincente dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018, la Lega non ha ricevuto l'incarico di tentare di formare un Governo. Questo diniego, indipendentemente dalle sue motivazioni e dal loro fondamento, ha dato luogo alla crisi più lunga nella storia della Repubblica: 88 giorni. Durante tutta questa crisi la Lega ha mantenuto un profilo costruttivo e leale, rinunciando a propri candidati alla…

Governo di Imbecilli ?

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Tutti gli organi di informazione descrivono l’azione di Governo come fallimentare, da una parte facendo leva sul discorso spread che nei fatti rappresenta un misuratore non economico ma della speculazione finanziaria sul nostro debito (permessa da una inefficace azione della BCE, ne avete mai sentito parlare ai tempi della Lira?) e dall’altra scaricando lo smottamento industriale sul governo gialloverde che è in carica dai primi di giugno. Quando…

Economia o finanza?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com In tempi di Legge Finanziaria, ogni arma è valida – verrebbe da dire – perché lì si decide chi vivrà meglio nel prossimo anno e chi pagherà. E chi raccoglierà consensi: tutto qui. Casalino ha lanciato un segnale pesante come un macigno, ma vero fino al midollo: il MEF è infarcito di Troll delle lobby economiche, di uomini che sono lì soltanto per controllare che i soldi vadano da una certa parte e non dall’altra, di certo non verso il RdC del M5S.…

Fino all’altro giorno, metà governo Conte avrebbe sottoscritto le parole di Juncker. E adesso, auguri

DI MAURO BOTTATRELLI rischiocalcolato.it E’ nato il governo Mattarella, evviva! No, non mi sono sbagliato. E nemmeno ho bevuto. Semplicemente, osservo i fatti. Chi ha spinto più di tutti perché nascesse l’esecutivo Conte, fresco di accettazione al Quirinale e in attesa del giuramento di domani, vigilia del giorno in cui i due vice-premier avevano chiamato a raccolta nelle piazze i loro militanti contro il “golpe” del Quirinale e per sostenere l’impeachment? Sergio Mattarella. Prima…