navigazione Tag

kazakistan

Dopo il Kazakistan, l’era delle rivoluzioni colorate è finita

Di Pepe Escobar, thecradle.co L'anno 2022 è iniziato con il Kazakistan in fiamme , un grave attacco contro uno degli hub chiave dell'integrazione eurasiatica. Stiamo solo iniziando a capire cosa e come sia successo. Lunedì mattina, i leader dell'Organizzazione del Trattato per la sicurezza collettiva (CSTO) hanno tenuto una sessione straordinaria per discutere del Kazakistan. Il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev lo ha inquadrato in modo succinto. Le rivolte erano “nascoste dietro…

Analisi militare degli attacchi contro il Kazakistan

L’attacco subìto dal Kazakistan il 2 gennaio 2022 ha coinvolto due principali gruppi indipendenti, collegati però al medesimo comando straniero: circa 20 mila combattenti, stranieri e kazaki, formati alla jihad in Siria o in Afghanistan. Gli eserciti kazako e russo sono stati colti di sorpresa, ma in una settimana sono riusciti a riprendere il controllo della situazione.

Tokayev: il contingente russo domani lascerà il Kazakistan

Da Sicurezza Internazionale:  Il contingente del blocco militare guidato da Mosca inizierà a lasciare il Paese Centro-Asiatico a partire dal 13 gennaio. Il ritiro sarà completato nell’arco di 10 giorni. L’annuncio di Tokaev è stato rilasciato nel corso di una riunione della Camera Bassa del Parlamento kazako, altresì nota come Màjilis. Nonostante i “militanti” abbiano tentato di prendere il potere, ha spiegato il capo di Stato, la situazione è tornata stabile, grazie anche alla missione della…

Kazakistan: per la Cina è rivoluzione colorata

Cresce la tensione tra i grandi blocchi geopolitici. Mentre la Russia tratta con la NATO per evitare un'escalation nella regione ucraina del Dombass, la Cina accusa le potenze occidentali di star interferendo ancora una volta con le politiche di Stati Sovrani. Secondo l’esperto cinese Yang Jin infatti, in Kazakistan "a giudicare da come si stanno sviluppando gli eventi, se teniamo conto della presenza di manifestanti ben armati, allora possiamo dire che le proteste sono state pianificate e…

In Kazakistan il tentato golpe orchestrato dagli USA potrà rafforzare la Russia

Moon of Alabama La rivolta diretta dagli Stati Uniti in Kazakistan potrebbe rafforzare la Russia. All'inizio del 2019, il think tank RAND finanziato dal Pentagono aveva pubblicato un elaborato piano per attacchi soft alla Russia. Esporre la Russia: competere da un terreno vantaggioso. Il rapporto di 350 pagine raccomandava alcune misure che gli Stati Uniti avrebbero dovuto adottare per contenere la Russia. Come dice il suo riassunto: Riconoscendo che un certo livello di concorrenza con…

Steppe in fiamme: la rivoluzione colorata del Kazakistan

Quindi tanta paura e odio solo per il gas? Non proprio. Il Kazakistan è stato gettato nel caos praticamente da un giorno all'altro, in linea di principio, a causa del raddoppio dei prezzi del gas liquefatto, che ha raggiunto l'equivalente (russo) di 20 rubli al litro (confrontandolo con una media di 30 rubli nella stessa Russia). Questa è stata la scintilla per le proteste a livello nazionale che abbracciano ogni latitudine, dal principale snodo commerciale di Almaty ai porti del Mar…

Le proteste del Gas scuotono il Kazakistan

Di Alessandro Fanetti, opiniojuris.it Violente proteste sono scoppiate nell’ex repubblica sovietica a causa dell’aumento del costo del gas e al grido “Old Man Out”. Il 2 gennaio, la folla è scesa in piazza nelle città di Zhanaozen e Aktau nella regione di Mangistau (una delle zone più ricche di petrolio e gas dell’intero paese), per manifestare contro gli alti prezzi del carburante. Il costo per litro di gas liquefatto è aumentato a 120 tenge ($ 0,27) dal 1 gennaio, quindi i manifestanti…

Benzina amara: l’aumento dei prezzi dei carburanti

scenarieconomici.it di Giuseppina Perlasca Gli aumenti dei prezzi energetici e dei carburanti non portano solo a mugugni, come in Italia, In Kazakistan ha portato ad una vera e propria rivolta popolare che ha costretto il governo alle dimissioni e che rischia di non fermarsi ancora. Gli aumenti dei carburanti, soprattutto della benzina, hanno condotto a violente proteste di dimensioni mai viste prima nella repubblica centro asiatica: https://youtu.be/Qv08kNB_9S8 Le proteste sono…