I russi vanno in Kazakistan ad aprire i conti

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Fatta la legge, trovato l’inganno.

I russi, come ogni popolo che è costretto a sopravvivere alle avversità, stanno trovando tutti i modi possibili per non farsi spezzare la schiena dalle sanzioni occidentali. Tra i tanti ostacoli che necessitano di essere aggirati, c’è il ritiro dei grandi sistemi di pagamento – VISA e Mastercard su tutti – dal mercato russo, ed ecco in che modo i cittadini russi si sono ingegnati.

Halyk Bank – una delle principali banche in Kazakistan, con filiali anche in Kirghizistan, Georgia, Russia, Tagikistan e Uzbekistan – ha ricevuto nell’ultimo mese il 100% in più di richieste di apertura di conti da parte di cittadini stranieri…ovviamente russi.

Il procedimento infatti, fin ora è risultato molto semplice, grazie appunto alle filiali presenti anche in territorio russo che fungono da intermediari. I cittadini stranieri devono infatti semplicemente inviare una copia del loro passaporto e una procura notarile a nome dell’intermediario, dopo di che, nel giro di una settimana la procedura si chiude e il conto bancario è pronto.

Certo, ora che l’inganno è stato scoperto, siamo sicuri che l’iter verrà sicuramente reso più gravoso, altrimenti il governo kazako rischia di subire le stesse sanzioni del suo vicino. Già da adesso altre banche si stanno attivando per verificare con maggiore attenzione quali stranieri aprono un conto e per quali motivazioni, mentre VISA e Mastercard spingono per tenere consultazioni con gli istituti di credito quando si tratta di richieste di carte rientranti nell’International Payment Systems.

La finanza occidentale tenta di gestire il mondo, ma qualcosa sfugge sempre al suo controllo.

Massimo A. Cascone, 02.04.2022

Fonte: https://ru.sputnik.kz/20220401/kazakhstantsy-otkryvayut-scheta-v-bankakh-dlya-rossiyan-kak-eto-rabotaet-23886503.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x