Siete pronti per la nuova guerra (ideologica) totale?

C.J. Hopkins
unz.com

Quindi, benvenuti nel 2021! Se la scorsa settimana è stato l’assaggio, sarà un anno molto emozionante. Sarà l’anno in cui i GloboCap ricorderanno a tutti chi è che comanda davvero e ripristineranno la “normalità” in tutto il mondo, o almeno tenteranno di ripristinare la “normalità” o la “Nuova Normalità” o la “Grande Nuova Normalità” o la “Nuova Guerra Normale al Terrorismo Interno“… o comunque decidano di chiamarla.

In ogni caso, comunque la chiamino, i GloboCap hanno finito di cazzeggiare. Ne hanno abbastanza di tutte queste corbellerie “populiste” che vanno avanti da quattro anni. Proprio così, la festa è finita per voi terroristi della supremazia bianca sostenuti dai Russi! Per voi, trumpisti ammazza vecchiette senza mascherina! Per voi, anti-vax teorici della cospirazione e della frode elettorale! Per voi, devianti che vi rifiutate di eseguire gli ordini, di indossare le vostre dannate mascherine, di votare per chi vi dicono e di credere a qualsiasi propaganda ufficiale, per quanto assurda, che vorrebbero mettervi in testa!

Oh, sì, stavolta l’avete fatta davvero grossa! Avete preso d’assalto il dannato Campidoglio degli Stati Uniti. Voi e il vostro esercito razzista di attori seminudi con le corna da bisonte sostenuto dalla Russia avete interferito con forze primordiali dei GloboCap ed ora, per Dio, la pagherete! No, non cercate di minimizzare i vostri crimini. Siete entrati in un edificio senza permesso! Nell’edificio stesso dove l’America simula la democrazia! Avete camminato nei corridoi sventolando stupide bandiere! Siete entrati nella Camera, negli uffici dei rappresentanti del popolo! Uno di voi ha messo i suoi sporchi piedi populisti sulla scrivania di Nancy Pelosi... SULLA SUA SCRIVANIA! Questa aggressione non resterà impunita!

Ok, prima di andare avanti con questo articolo, devo spiegare ai miei abituali lettori (nel caso non fosse già chiaro) che ho deciso di ritrattare tutto quello che avevo scritto fino ad ora, rinunciare a tutti i miei principi e al mio buon senso e unirmi, insieme al resto dei miei vecchi amici liberali e di sinistra, all’orgia di odio e di indignazione online in cui attualmente stanno sguazzando.

Sì, mi rendo conto che questo è uno shock, ma ho capito l’antifona dei GloboCap e non vorrei … sapete, essere “rieducato” ideologicamente o accusato di “estremismo,” di “insurrezionalismo,” di “terrorismo interno“, di “populismo” o di qualsiasi altra cosa. Sono già abbastanza nei guai per non aver tenuto bordone alla loro “peste apocalittica” e, per tutto quello che posso essere, non sono certamente un martire e ho una carriera artistica a cui pensare, così ho deciso di dar retta al mio ego codardo e di unirmi alla mafia capitalista globale che avanza con il passo dell’oca, ed è per questo che l’articolo potrebbe sembrare leggermente inusuale.

Vedete, ai vecchi tempi, prima della conversione, mi sarei preso gioco degli amici liberali che avessero definito questo “assalto” al Campidoglio un “colpo di stato” o un'”insurrezione” e che avessero chiesto che i manifestanti fossero processati come “terroristi interni.” Probabilmente li avrei rimproverati per il fatto di essere andati su Internet e aver vomitato tutto il loro odio contro una donna disarmata uccisa dalla polizia, proprio come un branco di sciacalli totalitari senz’anima. Avrei potuto anche far riferimento a quella infame scena di Schindler’s List, in cui una folla di “normali” cittadini tedeschi ride e scherza mentre gli Ebrei vengono portati nel ghetto dagli sciacalli nazisti.

Ma, ora che ho visto la luce, mi rendo conto di quanto sarebbe stato orribile e sbagliato. È chiaro che entrare senza permesso in Campidoglio è un crimine che dovrebbe essere punito con la morte. E paragonare i liberali americani contemporanei ai “bravi Tedeschi” dell’era nazista è così scandaloso che… beh, probabilmente dovrebbe essere censurato. Quindi, meno male che ho deciso di non farlo! Inoltre, la donna era una “devota teorica della cospirazione,” quindi ha avuto quello che si meritava, giusto? (“Gioca a giochi stupidi, vincerai premi stupidi” era lo slogan ufficiale liberale, credo.)

Infatti (e spero che i miei amici liberali stiano ancora leggendo), la polizia avrebbe dovuto sparare a tutti! Tutti quei ribelli nazisti sostenuti dai Russi avrebbero dovuto essere fucilati sul posto, preferibilmente da muscolosi mercenari privati e da cecchini della CIA su elicotteri Black Hawk con il logo di Facebook e Twitter! In realtà, tutti quelli che si erano introdotti nel Campidoglio (che è come una cattedrale), o che si erano presentati alla manifestazione di protesta indossando il cappellino con la scritta MAGA, dovrebbe essere ricercati e arrestati dalle autorità federali, accusati di essere “terroristi interni suprematisti-bianchi,” portati in Piazza Black Lives Matter e fucilati in diretta TV, in modo che tutti possano guardare e ululare davanti ai teleschermi, come nei due minuti di odio di 1984. Questo sì che darebbe una lezione a questi “insurrezionisti“!

Oppure potrebbero giustiziarli in uno di quegli stadi sponsorizzati dalle grandi aziende! Potrebbero farne un evento televisivo settimanale. Non che ci sia carenza di “terroristi interni” che sostengono Trump. Ogni settimana potrebbero usare uno stadio diverso, decorarlo con grandi striscioni “Il Nuovo Normale,” organizzare concerti e tenere discorsi, uno spettacolo completo insomma. Naturalmente, tutti dovrebbero indossare la mascherina e rispettare rigorosamente il distanziamento sociale. La gente potrebbe portare i bambini e farlo diventare un giorno di festa.

Come sto andando finora, amici di sinistra e liberali? No? Non sono abbastanza fanatico e odioso?

Ok, allora cosa ci vuole per convincervi che ho cambiato idea, che ho messo la testa a posto e che sono assolutamente d’accordo con il totalitarismo del Nuovo Normale? Trump? Certo, posso parlare anche di Trump. Lo odio! È un Hitler! È un Hitler russo! È un Hitler suprematista bianco russo! Sì, so di aver passato gli ultimi quattro anni a far notare che, in realtà, non è Hitler, né un agente russo, e che è lo stesso ridicolo e narcisistico pagliaccio di sempre, ma mi sbagliavo. È sicuramente un Hitler, e un agente russo! Certamente non un patetico, vecchio imbroglione senza neanche uno straccio di alleato a Washington, che non sarebbe in grado di inscenare un golpe decente neanche se Putin gli bombardasse tutti gli stati democratici d’America.

No, di fronte al suo impressionante potere me la faccio addosso dalla paura. Non importa che sia stato appena bandito da Facebook, Twitter e da numerose altre piattaforme private e che, sin dal primo giorno della sua investitura, sia stato preso in giro dai media mainstream, dall’establishment politico internazionale, dalle agenzie di intelligence e dal resto dei GloboCap. Dimenticate il fatto che, sebbene tenga i codici di lancio dei missili atomici nelle sue minuscole manine e sia il Comandante in Capo delle forze armate statunitensi, il massimo che ha potuto fare per contestare la sua rimozione è stato intentare una marea di inutili cause legali e starsene seduto nello Studio Ovale a mangiare cheeseburger e a twittare fino a notte fonda. No, questo non significa nulla, non quando ha ancora il potere di “incoraggiare” qualche dozzina di Americani incazzati a prendere d’assalto il Campidoglio (o a entrarci con calma) e a farsi i selfie seduti alla scrivania della Presidentessa della Camera!

Sentite, il fatto è che lo odio. E odio i suoi sostenitori. Odio tutti quelli che non odiano lui e i suoi sostenitori. Odio tutti quelli che non vogliono indossare la mascherina. Odio i Repubblicani. Odio i Russi. Odio tutti quelli che non vogliono vaccinarsi. Mio Dio, come li odio! Sono talmente pieno di odio e di rabbia che sto diventando pazzo. Sono talmente consumato dall’odio moralista, dalla propaganda e dall’isteria prefabbricata che, se Rachel Maddow, Chris Hayes, o chiunque altro, mi dicesse che è arrivato il momento di radunare tutti questi “terroristi interni,” questi “insurrezionisti,” questi “teorici della cospirazione,” questi “estremisti anti-mascherina” (e chiunque non ci obbedisca), di metterli sui treni e spedirli nei campi di concentramento, probabilmente sarei d’accordo.

Come sto andando, liberali? Sono ritornato nel club? Perché, lo capisco. Lo giuro! Sono guarito! Lode a Dio! Sono pronto a dare il mio contributo e a fare la mia parte. Credo nella vittoria finale dei GloboCap! Sono disposto a lavorare, se i nostri leader me lo ordineranno, dieci, dodici o anche quattordici ore al giorno e a dare tutto quello che ho per la vittoria dei GloboCap! Sono pronto per la guerra ideologica totale… una guerra ideologica più totale e radicale di qualsiasi cosa possa solo anche immaginare!

Certo, i nostri nemici immaginari sono formidabili (e questa guerra probabilmente durerà per sempre… o almeno fino alla fine del capitalismo globale), ma, per dirla con le parole di uno dei nostri più grandi eroi liberali, George W. Bush, “fatevi sotto!

C.J.Hopkins

Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/chopkins/are-you-ready-for-total-ideological-war/
11.01.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Sonny Crockett
Sonny Crockett
16 Gennaio 2021 13:32

È Bellugi. Ora non so per cosa (appunto dicono il corona)ma le gambe gliele hanno tagliate.

Sonny Crockett
Sonny Crockett
16 Gennaio 2021 14:45

Però lo hanno usato come sponsor (ovvero spauracchio ) di sto virus.