Resistenza, oggi come ieri: Istruitevi, Agitatevi, Organizzatevi!

Di Raffaele Varvara, per ComeDonChisciotte.org

Siamo tutti inseriti in decine e decine di gruppi social, pieni zeppi di link, notizie, video, inoltrati quasi in maniera compulsiva dalle nostre dita, che ci perdiamo di vista il percorso in atto. Siamo così immersi in questa infosfera che è necessario fermarsi, fare il punto della situazione e capire dove stiamo andando.

Per fare ciò, mi servo dei 3 celebri comandamenti di Gramsci, declinati ad oggi.

Istruitevi: ci siamo istruiti grazie ai contributi di autorevoli specialisti del campo medico-sanitario e del campo giuridico-legale che si sono alternati sui palchi delle manifestazioni in quest’ anno. Abbiamo capito che l’emergenza sanitaria è solo la sovrastruttura che schiude all’inizio di un nuovo modello di società e che l’emergenza è un metodo di governo per bypassare l’unico ostacolo al reset: le democrazie e le Costituzioni.

Agitatevi: ci siamo agitati. La prima a scendere in piazza assiduamente tutti i sabati fu Milano, da gennaio. Poi le assemblee di piazza si sono moltiplicate in tutta Italia ed ora si stanno svegliando anche le contrade del sud. Pian piano, da poche centinaia siamo passati a tante migliaia di manifestanti. L’aumento dell’affluenza nelle piazze è stato direttamente proporzionale all’aumento delle misure restrittive introdotte dai nemici. L’obbligo vaccinale per i sanitari e l’obbligo dell’infame lasciapassare per lavorare hanno provocato un innalzamento del livello della rivendicazione. Di contro, i nemici, come in una partita a scacchi, hanno giocato la loro mossa. Il potere, di solito, non usa reprimere il dissenso, poichè lavora molto più subdolamente e perfidamente affinchè i pensieri di rovesciamento dell’ordine dominante, non accedano neanche alla nostra mente, che risulta quindi sedata dall’ opera manipolatrice e anestetizzante del “politicamente corretto” e sedotta dagli effimeri piaceri che lo stesso potere ti mette a disposizione (netflix, amazon). Tuttavia adesso si ritrovano un Paese in fibrillazione, sull’orlo di una povertà dilagante, con un ritrovato patto tra coloro che sono stati marchiati a fuoco sottopelle e coloro che non lo sono, uniti nell’ intento di schiacciare questi parassiti e di spazzar via la piaga del neoliberismo dalla storia. Evidentemente qualcosa è sfuggito ai loro algoritmi e i nemici hanno dovuto ricorrere alla strategia della tensione reale (attacco alla CGIL) o potenziale (rischio di infiltrazione black block) con il risultato che l’hanno vinta loro: le piazze sono state neutralizzate.

Organizzatevi: siamo in ritirata strategica; nelle piazze il clima è di oppressione totale. Adesso serve vedersi in contesti aggregativi intermedi, più protetti, tranquilli, al riparo dove potersi vedere, conoscersi, parlarsi viso a viso e non chini sulla tastiera di un terminale; contesti aggregativi carbonari, ai limiti della clandestinità dove lavorare per trasformare la moltitudine caotica, eterogenea, spontanea e improvvisata che si è formata in questo anno in un blocco sociale rivoluzionario. L’unione auspicata da più parti e da più nomi, purtroppo è facile a dirsi ma difficilissima a farsi, poichè il prevalere dell’io-egoico, individualista e materialista è la controindicazione più grande ai processi aggregativi. I tentativi di aggregazione di pezzi a loro volta disgregati al proprio interno, non funzionano se il terreno dell’unione rimane superficiale: restando in superficie prima o poi rigurgitano le vecchie divisioni ancestrali destra/sinistra, fascisti/antifascisti; poichè questo potere ha metastatizzato le nostre anime e le nostre menti, e se è vero che l’oppressione del potere si materializza su un piano spirituale, allora il terreno dell’ unione si deve esperire molto più in profondità. Questa sintesi, inoltre, non la faranno certamente uomini reciclati della politica, abituati a replicare schemi vecchi in contesti nuovi; ci vogliono uomini vergini della politica, lungimiranti, dotati di un animo cristallino e del coraggio necessario per rendere i nemici neoliberisti cenere della storia.

Infine, oltre l’organizzazione dei moti contestativi, urge organizzare “reti sociosolidali”, come denominati dal comitato “Di Sana e Robusta Costituzione”, per non cadere nel baratro quando la povertà dilagherà. Serve costruire le strutture di un nuovo mondo che andranno “a regime” quando il blocco sociale rivoluzionario avrà tradotto in volontà politica questo processo; ma nel frattempo bisogna operare su due livelli diversi di temporalità: il tempo di sopravvivenza contingente di chi lavora alla rivoluzione è diverso dal tempo che impiegheremo per diventare nuovo potere costituente.

Se sono vere le parole del motivetto che impazza in queste settimane, “La gente come noi non molla mai”, allora prepariamoci alle prossime mobilitazioni nazionali di sabato 13 e 20 novembre. Convergete a Roma per tenere sempre acceso il fuoco sovversivo dello spirito!

Vi aspettiamo nella capitale!

Raffaele Varvara per ComeDonChisciotte.org

(il mio canale: https://t.me/raffaelevarvara)

 

Notifica di
34 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
9 Novembre 2021 19:25

L’organizzazione questa bisogna disciplinarla. I primi due passi (istruitevi e agitatevi) sono raggiunti, direi. Comunicare in codice (nell’attacco alle Torri, per es. non hanno detto “attacchiamo l’11 SETTEMBRE”, ma dicevano “ho una Porsche 911”. Bisogna imparare dai propri nemici. (trasformare una parte del male, in tattica rivoluzionaria a favore del Popolo).

Holodoc
Holodoc(@holodoc)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
9 Novembre 2021 23:12

C’è un piccolo inconveniente… il nemico si può facilmente infiltrare ed anticipare le nostre mosse. Lo ha già fatto in più occasioni sorvegliando le chat

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Holodoc
10 Novembre 2021 11:14

Giusta osservazione. Anni fa ECHELON degli Stati Uniti controllava
l’occidente ……….. allora cosa si fece: quando si parlava al telefono
si intercalava “BOMBA”, per es. “Cara, prepara il pranzo, BOMBA!”.
“Hai visto la partita: BOMBA!”. ECHELON andò in tilt, poiché SATURATO DI BOMBE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! HA ha ha ha ha ha!!!!!!!!!!!!!!
Sono pochi, sia gli immondi che i loro lacché, non ce la fanno a controllare tutto!

Luca VFR
Luca VFR(@luca-vfr)
Utente CDC
9 Novembre 2021 19:46

Ci penseranno la fame, il freddo ed il buio a svegliare la gente. E non manca molto,ormai.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Luca VFR
10 Novembre 2021 11:16

Molto bene. Tutto fa brodo, tutto contribuisce alla GIUSTA LOTTA.

LuxIgnis
LuxIgnis(@luxignis)
Utente CDC
9 Novembre 2021 19:50

Giuste parole credo sia arrivato il momento di provare almeno ad organizzare una resistenza sempre pacifica ma attiva e determinata e soprattutto unita.
Si dovrebbe discutere anche di questo da ora in poi.
Anche perché io ho il sospetto che qualcosa di grosso bolle in pentola non solo a livello nazionale ma anche internazionale.
Per ora sembra solo un teatrino ma le tensioni internazionali sono ad un livello preoccupante.
Meglio trovarci preparati nell’eventualità.
Comunque non so se avete sentito le notizie ma pare che le manifestazioni siano state pressappoco tutte vietate.
Non c’è molto altro da dire.
Rileggere o leggere per chi non lo ha fatto Gramsci non sarebbe male. E’ molto d’attualità.

P.S. Mi è capitato di leggere or ora questo Tweet:
Attenzione “compagni” l’interesse generale è l’interesse del capitale – è il piano del capitale. La classe operaia deve organizzarsi come elemento irrazionale, antiscientifico.
Mario Tronti 1963.
Sostituite compagni e classe operaia con qualcosa di più attuale o quello che vi piace di più.

Ultimo aggiornamento 27 giorni fa effettuato da LuxIgnis
Holodoc
Holodoc(@holodoc)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
9 Novembre 2021 23:36

Bolle in pentola quello che bolliva nel 2001, quando gli USA erano guidati da un altro presidente ridicolo che salvò il suo mandato con l’entrata in stato di guerra.

oriundo2006
oriundo2006(@oriundo2006)
Utente CDC
Risposta al commento di  Holodoc
10 Novembre 2021 10:43

Si, è indubbia la preparazione su tutti i piani di un confronto militare, con stati d’animo extra-indotti che incitano all’ obbedienza pronta cieca ed assoluta verso il Potere. Prescindiamo dall’ esistenza o meno della pandemia, prescindiamo dalle centinaia di laboratori militari dell’ occidente che sono volti a questo, prescindiamo da tutto, pensiamo anche che Draghi sia il Ritorno del Figlio ma non possiamo non sentire i tamburi di guerra. Tutto è pronto per un conflitto finale. Cosa sarà di noi è un dettaglio su cui non dobbiamo troppo pensare nè fare affidamento per trovare una via di fuga. Che non ci sarà.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
9 Novembre 2021 20:46

Questa non è una rivolta di una minoranza, è una autentica Rivolta Popolare.
Parte alla grande, molto bene. I cuori e le menti sono conquistati.
L’inizio è il difficile, ed è andato bene!!!!!!!!!!!!
Il nemico blasfemo, reso più insicuro, può starnazzare e squittire, ma aspetto il canto del cigno! Ha ha ha ha ha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Poche migliaia di poliziotti e carabineros ……………… non so fino a quando difenderanno gli ignobili facce di zombi, immondi infami, jellati all’ennesima potenza.

R66
R66(@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
9 Novembre 2021 20:56

Mi insegni a scrivere nelle realtà parallele?

Ultimo aggiornamento 27 giorni fa effettuato da R66
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
9 Novembre 2021 21:07

La Realtà! E’ tremenda per i blasfemi. Hai mai visto prima in Italia tanti manifestanti? Pare di no. Collègati a Local Team! Vediti pure i filmati!

XaMAS
XaMAS(@xamas)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
10 Novembre 2021 2:04

se fosse vissuto negli anni 70 non direbbe che ora ci sono “tanti manifestanti”
e a quei tempi quando si manifestava si finiva sempre per combattere, o con l’avversario politico o con la polizia, o con entrambi
oggi invece ci si limita a cantare, prima sui balconi ora per strada
bello il coro da stadio “la gente come noi non molla mai” ma alla polizia, abituata appunto agli stadi, dei coretti se ne fotte altamente conscia e memore di quello che succedeva per strada 40 anni fa.
non e’ piu’ tempo di parlare, ma di agire
e non “gandhianamente”

danone
danone(@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  XaMAS
10 Novembre 2021 8:05

I manifestanti sono tanti in rapporto all’inizio delle manifestazioni, 1 o 2 mesi fa.
Non mi sembra che negli anni 70 combattendo non gandianamente, hanno risolto molto, se oggi ci troviamo qui.

XaMAS
XaMAS(@xamas)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
10 Novembre 2021 11:15

ah non hanno ottenuto nulla?
strano perche i padroni si stanno appunto riprendendo quello che avevano perso in quegli anni, licenziamento facile, riduzione degli stipendi e tante altre cose che lei dimentica, fa finta di dimenticare o ha solo 18 anni

danone
danone(@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  XaMAS
10 Novembre 2021 14:00

Magari avessi ancora 18 anni, con la mia maturazione però, sarei un arma letale a piede libero :-))
Fidati, se siamo dove siamo ho ragione.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  XaMAS
10 Novembre 2021 11:20

Molto bene. Tutto contribuisce alla Giusta Causa.
In Vietnam la maggioranza del Popolo era contro la demcrazia delle baionette……………….. e il Risultato è evidente: sconfitta, rovina e cacciata dei liberatori fasulli
e fine dei vendipatria ignobili.

diamanteperdente
diamanteperdente(@diamanteperdente)
Utente CDC
9 Novembre 2021 21:28

Probabilmente molti di voi lo sapranno già ma sabato 13 novembre in piazza Duomo a Milano ci sarà un comizio con presente tra gli altri anche il Grande Robert Kennedy, figlio di quel Robert che fu ucciso da Sheran Sheran due anni dopo Jfk. Più in generale purtroppo siamo stati presi alla sprovvista e abbiamo lasciato che imponessero l’obbligo ai sanitari prima e addirittura, unico Paese in Europa, al personale scolastico poi. Ora però bisogna essere tutti uniti e fare muro anche qualora prendano di mira una singola categoria, il giochino lo sappiamo oramai.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  diamanteperdente
9 Novembre 2021 21:37

Bravo! Grazie della notizia. Ognuno deve dare il suo contributo, come può, a questa Giusta Causa del Popolo. Un’azione, uno slogan, diffondere le idee, comunicare, sostenere, partecipare, informare, tutto contribuisce alla Lotta.
I giochini di questi blasfemi hanno scocciato. E’ ora di dire basta al male.

diamanteperdente
diamanteperdente(@diamanteperdente)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
9 Novembre 2021 22:11

E’ importante testimoniare con la propria presenza perché la storia ufficiale oggi come ieri è molto differente dalla realtà. Come l’omicidio di Robert Kennedy, episodio davvero vergognoso (dopo quello di Jfk 4 o 5 anni prima) per la mistificazione che se ne fece (robe tipo la pistola di Sheran aveva un caricatore da sei colpi e ne vennero esplosi otto, alcuni colpi furono sparati a una distanza di 0,003 secondi quando il massimo per quel tipo di arma era 0,3 e tante altre baggianate). Gli autori di quei regicidi, e della “sfortunata” saga dei Kennedy, sono i padri dei poteri ombra di oggi, il cosiddetto deep state. Anche domenica scorsa per esempio: tg dell’una, con tutti i casini nella piazze del giorno prima, apre con la notizia di Mattarella che porta un fiore sulla tomba di Enrico Mattei, fatto risalente a 48 anni prima e peraltro ribadendo in maniera implicita la grande balla della sciagura aerea. Insomma c’è una Storia ufficiale che passa per tutti questi fatti e arriva fino al miracoloso vaccino da imporre in tutti i modi e poi c’è la realtà che siamo chiamati noi, sfigati come siamo e destinati alla sconfitta sempre e comunque, a non… Leggi tutto »

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  diamanteperdente
10 Novembre 2021 11:42

I Kennedy sono stati uccisi appunto come dici dal gruppo di capitalisti del deep state, ovvero i banchieri usurai. L’evento, secondo me, che ha determinato la condanna a morte di John Kennedy è che aveva
ripreso la sovranità monetaria, la Federal Reserve (era in mano a ai blasfemi, e creava il debito fasullo).
Ho una banconota di Kennedy, di 2 dollari: al posto di “Federal Reserve” c’è scritto “United States of America”.
Enrico Mattei era un grande. Purtroppo gli immondi lo hanno ucciso. Gli rimprovero che aveva una scorta minima, ed utilizzava per viaggiare due piccoli aeroplani francesi.
Ma adesso la arroganza degli ignobili è molto meno effettiva
di allora. Ripeto, dopo tutta una serie di sconfitte militari ultra catastrofiche, la jella li perseguita.
Ogni contributo alla Giusta Lotta è importante, piccolo o grande,
il numero è già a ns. favore. VIVA IL POPOLO ITALIANO!

Eugiorso
Eugiorso(@eugiorso)
Utente CDC
9 Novembre 2021 22:23

Gramsci viveva in un periodo storico e sociale molto diverso dal nostro, dove il conflitto verticale fra dominanti e dominati non solo era possibile, ma ha avuto la sua massima espressione nella Rivoluzione d’Ottobre del ’17. In Italia, fra il 1919 e il 1920 abbiamo avuto il cosiddetto biennio rosso, di agitazioni e grandi sciperi, poi, a stretto giro di posta l’affermazione del fascismo, a partire dalla marcia su Roma di fine ottobre 1922. In Germania la Repubblica di Weimar nel novembre del 1989. Eccetera eccetera. Era più facile dire Istruitevi, Agitatevi, Organizzati e, infatti, le popolazioni europee colpite e impoverite dalla prima guerra mondiale lo fecero, ciascuna a modo suo, ma con delle tendenze di fondo che riportavano allo scontro verticale nella società. Oggi l’élite finanz-globalista-giudaica sembra avere con mezzi nuovi e più potenti (che il kaiser e lo zar potevano solo sognarsi!) il pieno controllo della maggioranza delle popolazioni, almeno di quelle tenute in cattività nel cosiddetto occidente e settentrione del mondo … Fra queste quella italiana, che pare una delle più sottomesse al “nuovo ordine mondiale” e che forse sarà una delle più colpite dal “grande reset” funzionale all’ordine elitista-giudaico. Infinite sono le possibilità di repressione da… Leggi tutto »

Eugiorso
Eugiorso(@eugiorso)
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
9 Novembre 2021 22:29

In Germania la Repubblica di Weimar nel novembre del 1918.

Mi suco per il refuso, ma vado di fretta

danone
danone(@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
9 Novembre 2021 23:52

Bel commento, ma non concordo col tuo quadro di aspettative geo-politiche.

XaMAS
XaMAS(@xamas)
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
10 Novembre 2021 2:07

auspicarsi di vedere trionfare la cina, patria del credito sociale, vuol dire aver capito ben poco di come le cose stanno andando
quando si capira’ che la cina fa parte del meccanismo non sara’ mai troppo tardi

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
10 Novembre 2021 11:50

Se mi permetti, gli ignobili sono potenti, ma non tanto come credono. I fatti:
una serie infinita si sconfitte tremende e devastanti militarmente, politicamente, moralmente, di immagine, di propaganda, di finanze. Dopo tutte queste Batoste, il Sistema non è più lo stesso, vacilla. E si sfogano contro i propri Popoli! Vogliono morire.

Ghisa
Ghisa(@ghisa)
Utente CDC
10 Novembre 2021 8:32

Mi permetto di fornire un contributo che spero sia utile.

Durante una conferenza tenuta su invito di un sindacato dei lavoratori, Rudolf Steiner dichiarò che era fondamentale che il proletariato non fruisse della cultura generata dalla borghesia poiché essa veicola idee che possono essere fatali al proletariato stesso.

oriundo2006
oriundo2006(@oriundo2006)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ghisa
10 Novembre 2021 10:47

Dunque, NO al cristianesimo in tutte le sue salse, avariato giudaismo in formato export.
E’ un falso storico totale.

Bertozzi
Bertozzi(@bertozzi)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ghisa
10 Novembre 2021 12:27

Eh, vaglielo a dire all’esercito di yes man in colletto bianco che da proletari sono arrivati all’aristocrazia senza passare per la borghesia, che hanno plasmato a loro immagine questo schifo di stato servile e laido nutrendosi di retorica ladronaggio televideo e merendine del mulino bianco, quelli che alcuni temerari qui dentro additano come i rivoluzionari degli anni ’70 che hanno ottenuto i diritti per i lavoratori (mi vien da ridere…) che oggi qualche super cattivone caduto dal cielo toglie loro senza colpo ferire, quei rivoltosi da sportello bancario e rappresentanza sindacale che oggi ben pasciuti passano questo momento infausto nella terza casa al mare. Diglielo a loro, che mi sa che qui nessuno ha ancora capito che gli unici col culo coperto e che mai vedrete alle manifestazioni son proprio loro, i nostri padri della patria portatori ‘non sani’ della steineriana ‘cultura generata dalla borghesia’. Buongiorno.

gix
gix(@gix)
Utente CDC
10 Novembre 2021 9:20

Manca una opzione fondamentale, ovvero unitevi, nel senso di farlo a prescindere, anche se Varvara, sulla scia di Gramsci declina il concetto sul piano dell’organizzazione. Non c’è dubbio che l’organizzazione è fondamentale, a questo punto, ma presuppone una unità di intenti basata sulle idee comuni e facilmente riconoscibili, a prescindere dalle provenienze, dalle bandiere, e dalla storia di chi le propone. Fra tutti gli intendimenti, l’unione è la più importante, fatta quella, o meglio abbattuti i pregiudizi e gli egoismi che la impediscono, siamo a metà dell’opera. Certo che è difficile, è il passaggio più importante e complesso, ma è quello che il potere teme di più, anche perchè dopo non sarà semplice dividere. E ricordiamoci, non è tanto un problema sapere se coloro che sono schierati insieme sono ex fascisti, ex comunisti, ex di qualcosa che nella storia ha avuto o meno la sua ragione di esistere, conta molto di più, in questo momento, sapere chi è che unisce e chi è che tende a dividere, anche con affermazioni di impotenza e disfattismo.

Rama
Rama(@rama)
Utente CDC
10 Novembre 2021 12:48

Non credo tanto nei protesti dell sabato o della domenica. Quelli che devono sentire stanno acasa davanti a un buon bicchiere di vino e una bella bistecca. Questi protesti sempre secondo me sono indotti a refulare la rabia dei cittadini, tipo; hai visto c’è ancora gente che combatte per noi, a si, ma non concludono niente …. Siamo manipolati al massimo. Sono ormai 10 anni da quando dico di restare in casa quando hanno “bisogno” di noi, elezioni, sciopero, protesta anti CF, per tutto. Stare acasa e meglio.

oriundo2006
oriundo2006(@oriundo2006)
Utente CDC
10 Novembre 2021 16:27

Tutto questo richiede una proposta politica accettabile anche da quella parte del mainstream che può esser attratto in un discorso ‘libertario’: perchè in definitiva lo scontro prende una delle ragioni principali dell’ avversario ( la libertà, tra cui quella di disporre di sè ) come bandiera delle proprie rivendicazioni: una bandiera assai malconcia a dir il vero.
Questo elemento è una caratteristica che spiega bene la nostra epoca, una volta tramontato il richiamo al ‘socialismo’ ( su cui consiglio questo articolo, sempre attuale per capire l’abisso folle in cui siamo sprofondati oggi: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-honecker_e_la_difesa_della_ddr_il_socialismo__lunica_alternativa_per_una_societ_umana/82_43826/ ).
Dunque, l’elemento ‘liberista-libertario’ è un elemento che da solo non può reggere il peso della contestazione, anche se i provvedimenti anti-manif della Lamorgese fanno di tutto per rinforzarlo, nonostante la veste formalmente ‘democratica’ in cui sono paludati.
Occorre altro, una idea, una parola d’ordine che indichi la nostra direzione di marcia.
Quale potrebbe essere ?

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  oriundo2006
10 Novembre 2021 19:49

DIO E’ COL POPOLO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

danone
danone(@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
10 Novembre 2021 19:59

La declinerei così affinchè sia maggiormente condivisa..
La Verità è col popolo.

danone
danone(@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  oriundo2006
10 Novembre 2021 20:09

Oriundo questo è un altro limite, l’aver bisogno di una parola d’ordine che ti/ci faccia muovere.
Se ti dicessi che quella parola è Consapevolezza, o Libertà, o Uomo conosci te stesso, o quel che vuoi tu o chiunque altro, va bene uguale, non ti direi nulla di nuovo, ne a te, che lo sei già un uomo consapevole, ne a chi non lo è, che se la magna e digerisce come fosse un fonzie.
E’ la coscienza etica che senti dentro che ti fa muovere verso la necessità dell’espletamento dei tuoi doveri esserici verso te stesso e il tuo prossimo, non una parola d’ordine.
Anzi, basta parole d’ordine, seguirle in passato ha contribuito allo stato di ipnosi in cui ci ritroviamo.
La propaganda usa slogan e parole d’ordine, non la consapevolezza.

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da danone
34
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x