Pentagono: il gioco dei sette errori

Come tutti sanno, l’11 settembre, meno di un’ora dopo l’attacco al World Trade Center, un aereo precipitava sul Pentagono. Un primo dispaccio della Associated Press aveva parlato di un camion bomba. Questa notizia era stata rapidamente smentita dal Pentagono e la versione ufficiale dei fatti non è ancora stata contestata. Adesso una piccola sfida: trovate nelle immagini che seguono elementi che possano confermare la tesi ufficiale! DOMANDA NUMERO 1:

blank


La prima immagine da satellite qui sopra mostra la parte
dell’edificio danneggiata dal Boeing. L’immagine in basso
mostra il secondo anello dell’edificio. Si vede chiaramente
che solo il primo anello è stato toccato dall’aereo. I quattro
anelli più interni sono intatti e sono stati danneggiati
soltanto dall’incendo che si è sviluppato dopo l’esplosione.





Riuscite
a spiegare come un Boeing 757-200, del peso di circa 100
tonnellate che si schianta ad almeno 400km/h* possa aver
danneggiato soltanto la facciata del Pentagono ?
*400
km/h all’atterragio, 900km/h in volo.


DOMANDA NUMERO 2:





Le
due foto qui sopra mostrano l’edificio subito dopo
l’attacco. Si può notare che solo il piano terra è stato
toccato dall’aereo. I quattro piani superiori sono crollati
alle 10:10 circa. L’altezza dell’edificio è di 24m.


Riuscite a spiegare come un Boeing alto 13,6m,
lungo 47,3 m, apertura alare di 47,32m ed una cabina larga
3,5m possa aver toccato soltanto il piano terra dell’edificio
?



DOMANDA NUMERO 3:




La
foto in alto mostra il prato davanti all’edificio.


Domanda: sapendo che il Boeing 757-200 ha penetrato l’edificio all’altezza del piano terra, trovate nell’immagine qualche rottame dell’aereo.


DOMANDA NUMERO 4:




La
foto mostra un camion che deposita sabbia sul prato. Più
lontano una ruspa sta distribuendo ghiaia sul
prato.

Potete spiegare perchè il Segretario alla
Difesa ha ritenuto necessario coprire il prato di sabbia e
sassi nonostante esso non sia stato danneggiato dall’attentato
?



DOMANDA NUMERO 5:






Le
foto della domanda 5 mostrano il Boeing 757-200 sovrapposto
alla parte di edificio che è stata colpita.

Riuscite
a spiegare cosa sia accaduto alle ali dell’aereo e perchè
queste non abbiano causato alcun danno ?



DOMANDA NUMERO 6:

Domanda di un giornalista: “Cosa è
rimasto dell’aereo ?”
Chef Plaugher: “In primo luogo, la
domanda sull’aereo, vi erano alcuni frammenti di aereo
visibili dall’interno durante le operazioni di spegnimento
dell’incendio di cui parlavo, ma non si trattava di rottami di
grosse dimensioni. Non ci sono pezzi di fusoliera o cose
simili.” (…) “Sapete, preferirei non fare commenti in merito
a questo. Abbiamo numerosi testimoni oculari che sono grado di
darvi maggiori informazioni su cosa è accaduto quando l’aereo
è arrivato. Noi non sappiamo, io non so nulla.”


Domanda di un giornalista: “Dov’è il carburante?”

“Pensiamo di avere trovato un pozza nel punto in cui
pensiamo sia il muso dell’aereo”.


Il testo di sopra
è stato tratto dalle dichiarazioni di Ed Plaugher, capitano
dei pompieri, durante una conferenza stampa presieduta al
Pentagono il 12 settembre 2001 da Victoria Clarke, segretario
aggiunto alla Difesa.

Riuscite a spiegare perchè il
comandante dei pompieri non riesce a dire dove si trovano i
resti dell’aereo ?



DOMANDA NUMERO 7:






Queste
due foto sono state scattate poco dopo l’attentato. Mostrano
il punto preciso dell’anello esterno colpito dal
Boeing.

Riuscite a trovare il punto d’impatto
dell’aereo ?



Come è andata ?

Siete riusciti a trovare il
Boeing, avete confermato la tesi ufficiale….

> Ben
fatto ! Potreste mettervi in contatto con l’illusionista David
Copperfield.

Non siete riusciti a sostenere la tesi
ufficiale (vi manca forse un Boeing?)

> Se pensate
che non è possibile che un Boeing sia precipitato sul
Pentagono, allora vi chiedete che cosa ne è stato dell’aereo
scomparso… State anche cercando di capire perchè il governo
americano vi ha raccontato questa storia. E le domande non
sono che all’inizio…



Fonte: http://www.reseauvoltaire.net/ – Le
fotografie sono immagini ufficiali disponibili sui server
dell’esercito degli Stati Uniti, per altre immagini
consultate”Pièces à conviction” – Traduzione: F.
Massini – NB: è in uscita, l’inchiesta del presidente del
Reseau Voltaire sugli attentati dell’11 settembre, che studia
il network di Bin Laden ed il coinvolgimento dei servizi
segreti americani [consultate”L’Effroyable imposture“]. “L’affaire du Pentagone“.

Reportage
di reseauvoltaire.net tradotto e curato da Asile.org






Questo Articolo proviene da
Comedonchisciotte

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x