Green Pass: ecco la tabella della vergogna

Palazzo Chigi ha pubblicato lo schema ufficiale di cosa possiamo e non possiamo fare: un'aberrazione democratica ad opera di criminali

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Palazzo Chigi ha pubblicato lo schema ufficiale di cosa possiamo e non possiamo fare: un’aberrazione democratica ad opera di criminali. L’ultimo decreto del governo Draghi ha fatto sudare parecchio il nostro burattino dei poteri forti. In effetti, c’è stato un vero e proprio guazzabuglio tra dicembre e gennaio, come riporta Rec News:

Il documento è aggiornato all’11 gennaio, dati che appaiono in contrasto con quanto stabilito nel decreto del 7 gennaio, ma nemmeno poi tanto se si pensa che il Senato solo il 13 gennaio – pochi giorni fa – ha dato il via libera al decreto del 27 novembre, che è quello che prevede l’obbligo per le professioni sanitarie. Il decreto sarà ora sottoposto all’esame della Camera per la (possibile) approvazione. Che significa? Che l’obbligo per medici e infermieri è stato più sbandierato che approvato, perché il governo si è guardato bene dal suggellare come da prassi il provvedimento draconiano. Visti i tempi tecnici, il decreto che dal primo febbraio potrebbe estendere il green pass anche ad attività basilari come gli uffici postali e i servizi bancari, potrebbe non vedere mai la conversione in legge, tanto più che il 31 marzo si avvicina, il CTS è al lavoro sulla più rilassata conta settimanale e il generale Figliuolo è già pronto a levare le tende. La disinformazione mainstream, tuttavia, ha già ottenuto l’effetto sperato, cioè la corsa (immotivata) all’Hub vaccinale degli over 50 e di chi a torto teme di non poter più accedere a determinati servizi.

Ma, va detto per i puri di cuore che non arrivano a concepire certe porcate, lo hanno fatto apposta. Un vero e proprio capolavoro della strategia del caos di marca neocon, quella che mira alla disgregazione psicofisica dell’individuo, alla capitolazione assoluta dei diritti di fronte a un marasma di regole assurde, alla “distruzione creativa” dell’economia invischiata nel marasma. Decreti fasulli, bugie consapevoli, annunci minacciosi, brusche marce indietro e fughe in avanti, il tutto per prostrare il popolo e costringerlo a piegarsi ai piani dei loro padroni: è chiaro che siamo governati da veri e propri delinquenti. Ma il non-eletto ha pensato anche a questo: per farci orientare nel labirinto inestricabile in cui è stata trasformata la nostra libertà, Palazzo Chigi ha pubblicato una tabella di nove pagine in cui ci ha riassunto cosa possiamo e cosa non possiamo fare. E noi, come Ugo Fantozzi, altro non possiam fare che prostrarci al padrone e dirgli: “Grazie. Vedo che le manca la triglia, posso avere l’onore?”.

Qui la tabella in pdf:

Tabella delle attività consentite con/senza green pass “base”/”rafforzato”

MDM 16/01/2022

Fonte https://www.recnews.it/2022/01/16/rec-news-dir-zaira-bartucca-niente-green-pass-per-i-negozi-per-laccesso-ai-servizi-alla-persona-e-per-i-pubblici-uffici-la-tabella-riassuntiva-di-palazzo-chigi/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x