Home / Attualità / Commento finale su Las Vegas

Commento finale su Las Vegas

DI PAUL CRAIG ROBERTS

paulcraigroberts.org

Cari lettori, alcuni di voi continuano a chiedermi una spiegazione dell’evento di Las Vegas. Non ho contatti coi servizi. Non è che perché “sono stato con Reagan” io sappia tutto su quel che accade nel governo. Nessuno sa tutto.

Quelli di voi così interessati devono capirlo da soli. Tenete presente che anche in rete ci sono fake news, non è una prerogativa della CNN.

Io posso dire su cosa concentrarsi. A meno di casi strani, ci dovrebbero essere foto della scena del crimine che mostrino tracce di sangue. L’area della sparatoria dovrebbe essere coerente con la presunta posizione del tiratore. I proiettili che hanno penetrato il terreno dovrebbero mostrare le loro traiettorie e direzione.

Se nessuna di queste prove è disponibile, guardate le prove disponibili. I video delle persone che si rannicchiano e corrono mostrano qualche colpito? Sentite le grida: “Sono stato colpito, aiutatemi!?”. Se no, perché no? 573 vittime sono un gran numero.

Chiedete a dei medici come vengono trattati i feriti e confrontate la risposta con questo video, che all’apparenaza mostra dei feriti portati in un ospedale. https://www.youtube.com/watch?v=ki__BdeRIjc Notate l’assenza di personale medico. Notate i modi palesemente errati con cui i presunti feriti vengono trasportati da persone in abiti da strada, chiaramente dei non professionisti. Si noti l’assenza di sangue. Non c’è sulle barelle, sulle vittime, sulla gente che trasportava le vittime, sul pavimento dell’ospedale. Nessun segno di trauma.

Chiedetevi in che modo i feriti siano entrati nelle mani di chi era andato al concerto e che era fuggito dalla scena. I partecipanti al concerto sono tornati sulla scena per recuperare i feriti? Perché dovrebbero prendersi questo rischio e perché dovrebbe essere loro consentito? Era un’ora prima che la polizia raggiungesse la stanza d’albergo da cui si dice sia partita la sparatoria? Perché la polizia, le ambulanze ed il personale medico hanno consentito a persone non addestrate di gestire i feriti?

Ricordo anni fa che divenne una responsabilità penale l’aiutare un ferito senza averne le competenze. Ci sono stati casi in cui dei buoni samaritani hanno in realtà peggiorato le cose. I presunti corpi feriti nel video non sono ben trattati. Se ci fosse un proiettile vicino alla colonna vertebrale, ad esempio, la conseguenza potrebbe essere la paralisi. Non credo proprio che persone ordinarie avrebbero il permesso di portare i feriti in un ospedale. A me sembrano degli attori in un’esercitazione. Ci sono report di alcuni annunci per crisis actors a Las Vegas a ridosso dell’evento. E qui c’è un rapporto a quanto si dice del capo dell’ospedale che dice che dopo la sparatoria, o presunta tale, l’ospedale ha attivato un’esercitazione in caso di “disastro di massa”. https://www.intellihub.com/chief-m-d-vegas-hospital-says-mass-casualty-incident-disaster-drill-was-initiated-after-massacre-took-place/ Se è così, come ha fatto l’ospedale a riunire gli attori così rapidamente?

La dichiarazione del capo dell’ospedale è un modo per spiegare l’assenza di sangue e l’impropria gestione dei feriti, dichiarando che si trattava di un’esercitazione, non una prova della sparatoria? In caso affermativo, dov’è allora la prova di feriti portati in ospedale?

Le autorità pubbliche responsabili, consapevoli del crescente sospetto dei complottologi, farebbero di tutto per fornire elementi chiari che sostengano la versione ufficiale. Con 573 vittime, ci dovrebbe essere un’abbondanza di prove. Dove sono?

Non posso risolvervi questi problemi. Sono molto più preoccupato dal conflitto con Russia, Iran e Cina verso cui i neocon, il military/security complex e le presstitute ci stanno guidando. Se si arrivasse a tale conflitto, le vittime sarebbero un milione di volte più numerose dei presunti 573 di Las Vegas. Vorrei che gli americani si preoccupassero di questo come si preoccupano della sparatoria.

 

Paul Craig Roberts

Fonte: www.paulcraigroberts.org

Link: http://www.paulcraigroberts.org/2017/10/07/las-vegas-final-comment/

7.10.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org  a cura di HMG

Pubblicato da Davide

  • –<>– –<>–

    Questa volta, PCR mi ha stupito, non pensavo arrivasse a tanto, e invece?
    Finalmente un altro che apre (o chiude) gli occhi, e inizia a ragionare, e a realizzare che questi attentati sono colossali messe in scena.
    Se il nostro applicasse lo stesso metodo ai fatti degli ultimi venti anni, arriverebbe all11/9 se non addirittura a Columbine, probabile inizio degli attentati farsa.

  • Tonguessy

    “Sono molto più preoccupato dal conflitto con Russia, Iran e Cina verso
    cui i neocon, il military/security complex e le presstitute ci stanno
    guidando.”.
    Ma non era la Klinton a preoccupare maggiormente? Non doveva essere Trump a snocciolare una rinnovata amicizia verso la Russia? Credo che PCR sia in grado di fare un’analisi più accurata e meno di pancia di questa (solo per quanto riguarda neocon e Russia, per i morti di Las Vegas l’analisi c’è). Purtroppo non vedo analisi in grado di soddisfare i palati più esigenti, leggo solo le solite manfrine.

    • Gino2

      PCG non è mai stato in grado di fare analisi. Fa propaganda di bassissima lega. Purtroppo la televisione lo pompa e la gente gli da credito senza nemmeno considerare le fesserie che scrive molto spesso.

  • televisione falsa

    vogliono fare diventare un film di holliwood anche la realta’….ciak si gira

  • Mi dispiace, ma stavolta Paul Craig Roberts ha toppato di brutto, perché i morti purtroppo ci sono e sono tanti, basta cercare tra i siti d’informazione più divulgativi a livello fotografico, quindi il vero problema sono le motivazioni che hanno governato l’evento tragico, e soprattutto i mandanti del presunto (o presunti) killer, del resto è il problema di fondo di tutti gli attacchi terroristici odierni. Qui si trovano alcune immagini che mostrano sangue e morti.
    http://www.dailymail.co.uk/news/article-4939872/Active-shooter-reported-Las-Vegas-Mandalay-Bay-Resort.html

    • Niccolò Tacconi

      Vero, poche volte sono in accordo con te Rosanna, ma stavolta hai ragione te e il buon PCR ha preso una cantonata (? o semplicemente non vede qualcosa al di sopra?)..stavolta l’attentato c’è, ESISTE..e una buona prova è che al momento della sparatoria sono state chiuse tutte le uscite ammassando la gente e facilitandone il compito. False Flag? molto probabilmente si. Esercitazione? no, stavolta no. E ci sono motivi politici importanti (militarizzazione, leggi marziali, paura, controllo) volti a defenestrare definitivamente Trump (o magari più agevolmente) in modo da creargli una strategia della tensione. Vedremo.

    • Gino2

      nel link che hai postato non si vede niente.
      C’è addirittura un video (il primo) con gente che scappa……tranne chi sta girando il video! che riprende bello calmo mentre la gente gli scappa accanto.
      Boh.
      io non sono uno di quelli che crede ai morti finti.
      Però fino a ora non ho visto niente.

    • Rolmas

      Le immagini che hai postato tu non aiutano a capire. C’è gente che corre spaventata e basta. Non si vedono feriti da arma da fuoco. Una delle ragazze sedute ha una grattata nel ginocchio, dovuta ad una caduta. Nel video si vede una ragazza che cade (00:55) ma poi si rialza e corre. Non sembra ferita. Probabilmente era caduta perché spinta dalla folla. Tu dici “qui si trovano immagini che mostrano sangue e morti” e con questo togli anche tu credibilità a PCR. Per favore, specifica meglio dov’è il sangue e dove sono i morti. Altrimenti incomincio a dubitare seriamente non della credibilità di PCR, bensì della tua. Anche per altre affermazioni che stai facendo con molta leggerezza, da gatekeeper, più che da donna che ha il “pallino di cercare la verità”.

      • Purtroppo non posso postare le immagini ma ci sono due ragazze immobili riverse a terra (quindi probabilmente morte), mentre tutti gli altri sono già scappati, una delle quali ha una gamba ricoperta di sangue … poi c’è l’immagine di un uomo coricato, anche lui immobile, cui hanno coperto il volto (per la legge sulla privacy e per la tutela delle immagini delle vittime) … mi sembra che di vittime ne abbiamo viste poche anche per il 9/11, anche se erano circa 3mila … però se volete cedere alla sindrome da complottismo compulsivo … fate pure 🙂

        • Gino2

          il complottista compulsivo è un deficiente almeno quanto il credulone compulsivo.
          Io mi faccio domande e mi nutro di dubbi,
          Voi fare cio che volete.

          Vorrei capire come si giustifica un video in cui nella piu gossa strage di questo tipo in USA con quasi morti e feriti, uno gira sto benedetto video sotto le raffiche mentre la gente scappa e lui immobile calmo continua a riprendere.
          Se me o spieghi ti sono grato!

          • Le bateau Ivre

            che dici, saranno fantomatici anche i nomi e le foto postate cui si afferma che sono state uccise nella sparatoria?,,

          • Gino2

            no. Io sono molto scettico su questa possibilità (cioè che certe cose siano totalmente false). Però non posso fare a meno di notare che i video e le foto sono quantomeno dubbi se non certamente farlocchi.
            Per cui, da se, mi chiedo perché.

            Cioè se pur tendo a escludere una montatura totale questo non significa che devo prendere per buoni i video che sono palesemente falsi.

            Mentre vedo sempre troppo spesso gente che si rifiuta di accettare certe cose per una sorta di “principio di non esagerazione” per cui la montatura totale è esagerata da cui i video sono veri per forza.

          • –<>– –<>–

            Tra Cia, Fbi, Nsa e altre agenzie governative, sono centinaia di migliaia di persone che lavorano dietro segreto professionale.
            Inventare false identità è un gioco da ragazzi.

          • lusc sbar

            Amico mio, guardati in giro e vedrai che ci sono parecchi topi da rincorrere e prendere, non perdere tempo con complotti e complottini e inizia a darti da fare sul serio.

          • –<>– –<>–

            I topi del web arrivano da soli.
            Si riconoscono perchè non dicono nulla, spesso cercano di offendere …

          • Al Bataclan si è detto che non esistevano video, quindi era tutto un inganno, perché oggi tutti possiedono un cellulare e sono in grado di fare riprese video … qui invece esistono dei video e si dice che sono fasulli, perché durante un attentato non si possono girare video … mettetevi d’accordo 🙂

          • Gino2

            come ho appena scritto piu sotto, notare che un video è falso, o che mancano video espliciti non significa credere che la strage non sia avvenuta.
            Ma mi chiedo perchè sempre piu spesso in una epoca sempre piu “pornografica” e tecnologica, sempre piu eventi drammatici non sono adeguatamente documentati.
            Mi chiedo di chi sia la convenienza a fare girare video falsi o dove non si vede niente invece che fare scoop con immagini sensazionali.
            MI chiedo……….tante cose.

          • Gino2

            PS: non mi spieghi il video con la gente che scappa sotto raffiche di mitra mentre qualcuno riprende tranquillamente queste scene tra la folla che scappa.

          • Non mi sembra che siano riprese troppo tranquille, visto che durano solo pochi secondi e sono tutte molto malferme e oscillanti …

          • Gino2

            O_O ma ndo’? questo “scarrella” con mano fermissima!!! certo ognuno vede quello che vuole vedere.
            DOVREBBE SCAPPARE A GAMBE LEVATE, ROSANNA…perdinci!

        • Rolmas

          C’è una persona distesa a terra, è circondata dai rifiuti e non c’è sangue. I morti non hanno diritto alla tutela dell’immagine. Quindi quella persona è viva. Non si capisce nemmeno se è ferita. C’è un’immagine con due ragazze distese a terra. Una ha la gamba sporca di sangue. Sangue compatibile con una caduta. Poi più nulla di nulla. Sessanta morti e cinquecento feriti richiedono ben altre immagini. Vittime del 9/11 ne abbiamo viste poche perché le twin towers sono crollate e per settimane si sono sviluppati migliaia di gradi tra le macerie. Non sono rimaste nemmeno tracce del dna dei morti. Il paragone non ci sta proprio. E’ demenziale anche farlo.
          Per quanto riguarda le tue ultime considerazioni, è da stupidi “credere ad ogni complottismo” ma è anche da stupidi “negare ogni complottismo”. Occorre porsi domande, cercare risposte, guardare i fatti. Tu non sei tra gli stupidi che credono ad ogni complottismo e non hai il diritto di liquidare come complottista chiunque si ponga domande. Se fai questo, devi dare delle risposte convincenti. Non soltanto bla bla e immagini inconcludenti. Questo modo di fare ti colloca dall’altra parte della barricata. E quella non è una bella posizione. Se hai qualcosa da farci vedere, qualcosa che possa confutare la tesi di PCR, fatti avanti. Ma se non hai nulla in mano, è meglio che tu non denigri chi non la pensa come te. Non ti fa onore.
          Io sto dalla parte della verità. E sono disposto a prendere in considerazione qualsiasi prova che mi permetta di capire da che parte sta la verità.

          • Quindi durante un fantomatico allestimento cinematografico, se qualcuno sanguina è una cosa normale … una ragazza distesa a terra ha la gamba rigata di sangue, ma sarà salsa di pomodoro sparsa appositamente dal truccatore della troupe … di vittime del 9/11 nemmeno l’ombra, una gamba, un braccio, che attestasse che erano veramente morte 3mila persone ? … allora dato che non si è visto nulla, vuol dire che non è morto nessuno … crediamo davvero che il potere guerrafondaio USA abbia qualche remora nel massacrare 59 persone, quando ne ha massacrate milioni in giro per il mondo ??

          • Rolmas

            Prima di tutto, non ho parlato di allestimento cinematografico. Ho analizzato tutto il materiale disponibile in rete, ho visitato siti americani, inglesi, francesi, spagnoli, italiani e posso solo constatare che l’attentato non è ben documentato. Anzi, la documentazione disponibe è sempre la stessa ed è molto scarsa. Questo va contro il business delle tv che vanno sempre alla ricerca degli scoop per fare audience. Niente medici, infermieri, sale operatorie, parenti, amici, storie di vita, sogni troncati, donne incinte uccise, bambini orfani. Nulla di nulla. Negli Stati Uniti le tv non si sono avventate come avvoltoi sui fatti. Strano. O no?

            Tu parli di pomodoro. Ho parlato di pomodoro io? No, non mi era venuto neanche in mente. Tu parli di truccatori. Perché io ho parlato di truccatori? No, nemmeno di questo ho parlato. Ho detto che non è morto nessuno? No. Torni sul 9/11. Gran parte di New York è stata ricoperta da polvere di cemento per settimane. E tu pensi di ritrovare in mezzo una gamba? Millecinquento gradi e un piede intero? Forse una mano perfettamente integra in mezzo all’acciaio fuso?
            Un attentato come quello di Las Vewgas lascia dubbi anche in chi dubbi non ne aveva. Non solo per come è stato documentato dagli avvoltoi, ma anche per come si è svolto.

            Ma vedo che tu dubbi non ne hai. Eppure dovresti averne.

          • Scusa, ma allora non ci capiamo … tu difendi la tesi di PCR, che sostiene che è stato tutto un inganno mediatico, quindi sarebbe stato un allestimento star wars e nulla di più, nessuna vittima, nessun ferito, nessun morto … io dico che questo non può essere, perché nessun attentato degli ultimi anni è stato ben documentato, in nessun attentato si vedono le vittime, per motivi legali di privacy, ciò non toglie che le vittime ci siano state … ma questo non pregiudica la ricerca delle motivazioni delle stragi, motivazioni politiche, economiche, affaristiche, che non sono per nulla chiare … tranne che per il 9/11, che ha provocato ben due guerre sanguinarie, Iraq e Afghanistan, che in parte durano tuttora.

          • Rolmas

            Cito me stesso: “Non do credito alla versione di PCR, ma ci sono delle cose che non tornano. Non basta sputargli addosso, come fanno alcuni, per dimostrare che non ha ragione”.
            Rileggi tutti i miei interventi. Non ho mai appoggiato la tesi di PCR. Io dico che dovrebbero esserci prove documentate molto più incisive. Non basta denigrare PCR per smontare le sue tesi. Ed il materiale disponibile in rete o diffuso dalle TV non ci consente di smantellare le sue affermazioni.

            Io mi chiedo il perché. E tu non aiuti a trovare una risposta.

        • Trollerball

          Non sono un compottista e non mi convince la versione di Paul Craig Roberts, ma nelle immagini che hai postato non riesco a vedere nulla. Ho fatto vedere ad altre persone per capire se loro vedono e sono soltanto io quello che non vede. Ma purtroppo nessuno vede quello che vedi tu. Solo tu vedi. E allora mi chiedo perché dici “se volete cedere alla sindrome da complottismo compulsivo … fate pure”. Perché tu vedi ciò che gli altri non vedono? Perché dai del becero complottista a chi la pensa diversamente? Tutto sommato, questo forum ci permette di approfondire e cercare la verità. Tutti insieme è più facile. O no?

        • –<>– –<>–

          Non è complottismo compulsivo, come pcr, è solo questione di tempo, anche tu arriverai alle stesse conclusioni.
          Le esercitazioni sono realistiche, difficile, per un estraneo, capire cosa stia succedendo realmente.
          https://youtu.be/pC7q7h5_hjQ

          • Le bateau Ivre

            Se le esercitazioni sono realistiche, direi che queste sono più reali del reale.

            D’altronde, in una società malata e schizofrenica quale quella americana (i cui malefici effetti hanno incancrenito l’intera Europa) ben bloccata in una incurabile psicosi ossessiva-compulsiva; per Washington, una sorta di snuff movie su scala scala planetaria non è altro che un pretesto per giocare (e fomentare ancora un pò) alla guerra.

          • –<>– –<>–

            Per i militari è anche peggio.
            Creano scenari iperrealistici, con il deliberato scopo di traumatizzarli, come fossero davvero in guerra.
            Il crisis cast è un businness.
            https://youtu.be/dPC4dK3uFdE

        • Eric Maria Gerets

          Già, in realtà oltre ai corpi non si vede nulla nemmeno del resto del contenuto delle torri gemelle essendosi polverizzato tutto come se fossero passati i raggi gamma di mazinga zeta.
          La sindrome da boccalone invece colpisce e i corpi restano vivi, vegeti, parlanti e scriventi.

          • Infatti anche al Bataclan, dato che non si sono viste le vittime e per di più non c’erano video, è stato tutto un inganno …

    • robferranti

      Veramente non vedo nulla che possa indicare una strage, corpi a terra coperti di sangue, morti, feriti, solo gente con escoriazioni o che scappa…

      • Perché hai gli occhiali scuri, se li togli gli occhi della mente ti possono aiutare a capire … qualche spruzzo di sangue c’è ed anche tre probabili vittime, a meno che il truccatore di fiducia di Spielberg non abbia dato il meglio di sé.

    • Eric Maria Gerets

      Ottimo link, non si vede nulla e tu lo porti a sostegno della tua tesi, perfetto.

      • Leggi caro, leggi … più sotto lo spiego 🙂

      • Rolmas

        Leggi, caro, leggi. più sotto lei non ti spiega nulla, ma in compenso ti dà del complottista un po’ credulone.

        • Eric Maria Gerets

          Sì sì infatti. 😀

  • Zerco

    «Notate l’assenza di personale medico. Notate i modi palesemente errati con cui i presunti feriti vengono trasportati da persone in abiti da strada, chiaramente dei non professionisti». Che c’è di strano, caro Paul? Questo è il sistema sanitario USA, non siamo mica a Cuba o nella Libia di Gheddafi…

  • scimmia

    Uno come PCR dovrebbe essere informato bene, a quanto pare non lo è. Questa cosa mi fa dubitare parecchio sulla persona.
    Questo lo si trova su un sito italiano, youreprter.it. Sarebbe interessante analizzarlo.

    http://www.youreporter.it/video_Las_Vegas_video_inedito_alla_ricerca_dei_sopravvissuti

    • Rolmas

      Cioè, secondo te PCR dovrebbe sapere tutto quello che succede negli USA e nel mondo? Chi organizza, chi fa, chi manovra gli esecutori, chi li nasconde… Tutto? E se ammette candidamente di non sapere tutto, questo addirittura “ti fa dubitare parecchio della persona”? Forse ti aspetti troppo dal povero PCR. E’ un uomo, non è un dio. Oppure sono soltanto scuse per togliere credibilità ad una persona che tutto sommato non ti piace. Lui sta soltanto proponendo una sua chiave di lettura degli attentati. Null’altro.
      Il video che hai proposto tu mostra una persona che gira tra i feriti, li tocca con una mano perché nell’altra ha il telefonino e sta riprendendo, cerca di capire senza avere competenze se quelli a terra sono vivi o sono morti, parla un po’ a vanvera, dall’accento non mi sembra americano. Ai tuoi occhi questa sì è una persona seria e meritevole di fiducia? Le riprese sono in bassissima risoluzione, si vedono molte cose, ma nulla di trascendentale, nulla che possa sconfessare quanto sostenuto da PCR. Dopo un attentato di queste dimensioni ci si aspetta di vedere ben altro.

      • scimmia

        Più le persone rovistano nel torbido, più devono essere credibili.
        Per scrivere un articolo presumo che ci debba essere una documentazione seria e il più possibile ampia.
        Ma tu hai letto quello che scrive nell’articolo?
        Mancanza di sangue… io nel video che ho postato, e che mise ra autentico, ne vedo parecchio.
        PCR a me piace ma ora nutro dubbi.
        È lecito da parte mia?

        • Rolmas

          Tu hai il diritto di sputare su PCR. Tanto lui non ti vede e non ti sente. Ed è più o meno quello che hai fatto. Più sopra rispondo in modo più compiuto alle tue osservazioni.

        • –<>– –<>–

          Si riferisce ad un video (mi pare ora rimosso), dove in un ospedale, arrivavano presunti feriti portati come sacchi, e nonostante fossero feriti d’arma da fuoco, nessuno di loro sanguinava.
          Inoltre salta fuori che è in corso un esercitazione.
          Praticamente “l’attentato” è l’esercitazione.
          I morti e ii feriti sono finti

          • fastidioso

            come quelli di Londra…

    • Gino2

      mah. nel video linkato non si vede proprio niente di niente!

      • scimmia

        Morti, feriti, tanto sangue. E non mi sembrano attori.

        • Gino2

          manca il contesto.

        • –<>– –<>–

          Evidentemente non hai mai visto un esercitazione di crisis cast.
          Sono molto realistiche, uno che non è al corrente può essere anche tratto in inganno.

  • Rolmas

    Le televisioni americane e i mass media in genere hanno già spento i fari sull’attentato di Los Angeles. Non trovo interviste ai feriti o ai famigliari, prognosi, letti di ospedale, resoconti di medici e infermieri. Nulla, nemmeno subito dopo l’attentato. Questo non è normale. Le TV fanno ascolti che valgono miliardi, grazie alle storie umane che vanno a scovare dietro a queste tragedie. E la gente pagherebbe per apparire in TV. Invece qui niente, né da una parte né dall’altra. Anche la copertura mediatica in Occidente è stata molto scarsa. Qui ci occupiamo di Catalogna e basta. Ho visto dei video, ma sono insufficienti, non dimostrano nulla. Qui si sta parlando di cinquecento feriti e sessanta morti. In un video si vede sangue, ma non si capisce. Le persone scappavano in ogni direzione. Anche a Torino, durante la finale di champions c’era del sangue. Ma lì non aveva sparato nessuno.
    Non do credito alla versione di PCR, ma ci sono delle cose che non tornano. Non basta sputargli addosso, come fanno alcuni, per dimostrare che non ha ragione. Questo non è un comportamento di chi va alla ricerca della verità, ma di chi vuole imporre la propria verità agli altri, ad ogni costo e senza considerare le opinioni degli altri.

  • –<>– –<>–

    Comunque PCR non è impazzito.
    Ribadisce la sua ipotesi e denuncia la censura dei media.
    http://www.paulcraigroberts.org/2017/10/08/hard-censorship-hits-internet/

  • DesEsseintes

    C’è pure chi prende sul serio questo signore.
    È evidentemente uno ormai fuori dal giro, che quindi non ha più uno straccio di informazione di prima mano, che cerca di riciclarsi come blogger per rednecks in cerca di consolazione.
    Questo post è addirittura cinico e infatti si nota che prova un certo imbarazzo mentre si piega malvolentieri a vellicare i suoi coltissimi lettori e nella coclusione si vede che cerca un modo per evitare di doverne parlare altre volte.

    • –<>– –<>–

      Non avendo speso una parola per confutare le affermazioni di pcr, ed essendoti soltanto limitato ad attaccarlo personalmente (nota tecnica di trollaggio), possiamo aggiungere un punticino alla sua credibilità.
      Infatti ne ha riparlato nel suo post sucessivo, ribadendo la sua opinione e denunciando la censura.

    • Rolmas

      Da wikipedia: “Il termine redneck viene utilizzato in modo dispregiativo, volto ad indicare numerose caratteristiche a sfondo razzista di un abitante di etnia caucasica degli stati meridionali degli Stati Uniti d’America, appartenente alla fascia economica medio-bassa della società. …Càspita DesEssenites, una critica piena di contenuti, ben motivata e condivisibile. Bravo, è con la forza della ragione che dobbiamo controbattere gli avversari. Guai a insultarli e basta, perché in quel caso diamo più credibilità a loro e la perdiamo noi. Bella mossa DesEsseintes, molto intelligente. Ti fa onore.

    • Cataldo

      Mi sembra troppo ingeneroso e tranchant, su tanti argomenti gli anni gli hanno dato ragione, sulla involuzione del sistema di potere in USA è stato attendibile nel tempo; ora forse ha una preso una piega millenaristica, ma su tante cose ha dimostrato di essere utile, questo di Las Vegas è un caso molto particolare, che esula dalle sue competenze dirette, e quindi la fonte non è di grande utilità in ogni caso, ma sui temi di cui è esperto può essere molto utile.

      • DesEsseintes

        Volevo chiarire meglio ma rischio di dilungarmi, ti dico dopo eventualmente.
        Dici che PCR ha parlato delle derive del potere USA.
        Mi pare che ci siano stati molti contributi di ben altro valore negli anni passati.

        Forse conoscerai Giorgio Gomel, un (ex?) analista di Bankitalia, ebreo dissidente che si è ritrovato con le scritte di odio sui muri del ghetto di Roma, che più di dieci anni fa aveva scritto questo.

        Se vuoi puoi leggerlo che non è lunghissimo e mi interesserebbe molto un tuo parere sulla validità dell’analisi e soprattutto dell’impostazione ideologica.
        Sarebbe interessante vedere cosa scriveva PCR all’epoca “al di là” degli smadonnamenti da bar finalizzati alla captatio benevolentiae dei suoi rednecks della mi

        http://www.hakeillah.com/3_03_04.htm

      • DesEsseintes

        Non ho ho detto che è un incompetente ma credo che tu non abbia valutato bene quel post.

        • Cataldo

          Si, in effetti è un post anomalo, per iniziare a parlare in certi termini servono pezze di appoggio di calibro adeguato, che qui mancano. Ad ogni modo cerco sempre di inquadrare la fonte nel suo contesto, e di utilizzarla solo quando si esprime nel suo campo specifico di competenza acclarata, purtroppo in troppi inziano a commentare ad minchiama su argomenti che non padroneggiano e si sputtanano poi anche sul resto , speriamo per PCR che non finisca cosi.

  • gix

    Si può anche provare con una ipotesi di buon senso. Forse si deve partire da un punto fondamentale. Ci si dimentica che immagini, testimonianze e tutto quanto riguarda questi avvenimenti ci viene proposto da centri di informazione di cui non sappiamo nulla, o se media ufficiali, ormai sappiamo che veicolano solo le informazioni che fanno comodo a loro. Nulla impedisce di predisporre video, testimonianze ed altro, materiale comunque preconfezionato ad uso di chi lo dovrà distribuire. Questo non esclude che poi il fatto sia accaduto veramente, che ci siano morti veri ecc. Magari la realtà non risulterebbe così scenografica come se fosse predisposta in anticipo con attori, sangue più o meno finto e altri artifici. Soprattutto, la realtà di un testimone che dichiara apertamente che hanno sparato molte persone da più piani di un edificio è per forza di cose in contrasto con dichiarazioni ufficiali che prevedono un solo colpevole. In teoria ci dovremmo fidare solo di chi conosciamo ed era presente al fatto, ed anche in questo caso non è detto che faremmo bene.

  • –<>– –<>–

    L’approccio a queste vicende ė soprattutto emotivo, non razionale, ci si inchina totalmente ai media ufficiali, e di conseguenza, si crede anche a ciò che non si vede.
    I più arditi poi, sfottono pure.

  • –<>– –<>–

    Sulla scena dl delitto dovrebbero esserci migliaia di proiettili, ma nessuno che di degna di raccoglierli o filmarli, giusto per dimostrare che qualcuno ha sparato.
    Idem, nella stanza dello sparatore dovrebbero esserci migliaia di bossoli sparsi per la stanza, ma dalle foto non se ne vede uno.
    E noi dovremo credere ciecamente a quello che ci stanno raccontando, senza porci un minimo dubbio?

    • Capitano Argo

      In realtà in rete ho visto (se riesco recupero link e contenuto) la foto della (presunta) stanza d’albergo da dove ha sparato: in terra ci sono molte armi automatiche e parecchi bossoli..

      • –<>– –<>–

        Dovrebbero essercene, come minimo, 600, ammettendo che non abbia sbagliato un colpo.
        E sul prato?

        • Cataldo

          No, in teoria un colpo di calibro adeguato puo fare danni multipli di entità diversa con una sola traiettoria di partenza, poi c’è una componente di ferite da “panico” etc etc, i numeri vanno visti con criterio, già poche ore dopo i “feriti” erano diventanti molti di meno.

          • –<>– –<>–

            Aò! Lo hanno detto i media che sono stati sparati migliaia di colpi, e, dato che credete alla versione ufficiale, se ne sentono tantissimi nei video.
            Se io ti dicessi ” Fino a un minuto fa pioveva a dirotto” e tu non vedi nè una pozzanghera, nè la strada bagnata nè una qualsiasi goccia che dimostri che fino al minuto prima stesse piovendo, mi crederesti?
            Qui, dopo una pioggia di proiettili non si vede neanche un bossolo, si crede ciecamente.
            E il “credulone” diventa chi non ci crede.
            Mi sa di dissonanza cognitiva.

          • Capitano Argo

            http://cdn.images.dailystar.co.uk/dynamic/204/photos/291000/Las-Vegas-Shooting-Pictures-Stephen-Paddock-Body-Motive-Note-Gun-Hotel-Room-Mandalay-Bay-1095291.jpg

            Ecco una delle foto dove si vedono anche i bossoli..
            Per carità, io non credo ciecamente a nulla: né alla versione ufficiale né alla false flag, mi faccio delle domande e cerco delle risposte oggettive.
            Poi vedo quello che ne rimane e ne ricavo una mia personale opinione.
            Da questa mia posizione neutrale e da quel (poco) che ho scavato/scovato in rete, quello che mi pare strano è l’assenza totale (almeno ai miei occhi) di prove video/fotografiche di un’effettiva sassaiola di proiettili e delle sue sanguinose conseguenze.
            Poi però vedo la “prova fotografica” di una stanza adibita a postazione da cecchino e aggrotto le sopracciglia..
            I flash a ripetizione che si notano in alcuni video e che provengono dai piani inferiori dell’ hotel sono stati giustificati come lampade o luci stroboscopiche, quindi direi che almeno la teoria di più sniper possa essere archiviata..

          • Cataldo

            Non sto credendo a nulla, dicevo la mia su un fatto specifico, a mio avviso non c’è bisogno di 600 bossoli per giustificare i numeri in gioco, ne bastano molti meno. Sul credere o meno a quanto è stato riferito sull’accaduto … se segui i commenti da qualche tempo sai perfettamente come la penso sui media mainstream 😉

          • –<>– –<>–

            A quella distanza mi pare poco probabile che un solo proiettile trapassi più persone.

          • Cataldo

            Ma non deve trapassare nessuno, basta che impatti su qualcosa che si scheggia e ferisce 5 o 6 persone in un amen, se sono vicine.
            Il calibro utilizzato è molto importante, sembra che abbia utilizzato alcune armi con palla da 7.65 che sono abbastanza letali anche a quella distanza, ripeto non è che stia credendo alla Narrazione Ufficiale, solo riportare una considerazione sulla base del poco che so su questa tipologia di armi. A breve incontrerò una persona che ne capisce per davvero, se mi dice cose interessanti sul caso riferirò.

  • Rolmas

    Subito dopo l’attentato si è parlato di 59 morti e 500 feriti. A distanza di una settimana, si parla ancora di 59 morti e 500 feriti. Ma nei giorni successivi non è morto nemmeno uno di quei 500 feriti? Nemmeno uno di loro è stato colpito alla testa o in organi vitali? Nessuna morte cerebrale? Qualcuno di voi ha visto delle cifre aggiornate? Io non ho visto nulla. E non è strano anche questo?

  • Pyter

    Invece di litigare tra “complottisti” di prima, seconda e terza credulona fascia, perché non se ne approfitta a fare una domanda intelligente ai debunkers che per anni hanno negato che non si potesse riempire di esplosivo le torri gemelle senza che nessuno se ne accorgesse mentre ora sono loro a dirci che Paddock da solo è riuscito a portare un arsenale al 32° piano?

  • TdP

    Non capisco perché le forze oscure dovrebbero fingere un attentato falso quando potrebbero farlo vero..sono forse umanitarie..?

    • Cataldo

      Non entro nel caso specifico, per il quale non ho avuto modo di approfondire il poco che è sulle fonti attendibili, parlo quindi in generale.
      Le “forze oscure” lavorano di solito in modo del tutto controintuitivo, questo è un insegnamento storico, che ci viene dai decenni passati, pertanto non è utile ragionare per assiomi, c’è bisogno di una visione olistica, che richiede del tempo per essere elaborata. Nel tempo ho visto che i risultati attesi e le conseguenze sulla realtà di tanti avvenimenti non sono mai stati intellegibili nemmeno in filigrana, alle prime letture.

    • –<>– –<>–

      Perchè ammazzare 50 persone quando hai tutti i mezzi per ingannarne milioni?

  • Io non ho offeso nessuno, mi sembra … ragazzo mio.

  • giulio pelernei

    Il complottismo ha fatto un salto di paradigma.
    Siamo passati dalle false-flag alle false-false-flag.
    Dal mio punto di vista, l’unica verità che io posseggo è che quella notte non ero a Las Vegas.
    E dunque, non so assolutamente un C***O.
    Ma anche se lo sapessi, cosa cambierebbe nella mia AZIONE?
    Sarei più forte o più debole nell’opporre resistenza al NWO?
    Io credo che sarei più debole…

  • disqus_iUEFcL1eJR

    Secondo me ha ragione PCR … si è trattato di una grossa montatura…chi l’ha organizzata evidentemente l’ha fatto per compiacere Obama e la sua battaglia contro l’uso delle armi…però questa volta ha cercato di raggiungere lo scopo senza necessariamente versare ettolitri di sangue.

    • lusc sbar

      Saranno felici i parenti delle vittime sapendo che in realtà sono tutti vivi.
      Ribadisco ancora una volta il mio consiglio ai “postatori” della rete: ci sono un mucchio di ratti da acchiappare in giro, datevi da fare!

      • disqus_iUEFcL1eJR

        Lei ha parlato con qualche parente delle vittime?
        Poi, perché definire “idiota” chi fa solo qualche ipotesi diversa dalle sue convinzioni?

        • lusc sbar

          PCR? Un gran idiota, ma più facile in completa malafede.
          Un giorno parlai con un tale che né aveva viste tante da raccontar, ma mai gli elefanti volar…

          • Gino2

            a volte è davvero difficile capire che si è tra quelli che stanno vedendo gli elefanti volare.

  • lusc sbar

    Questo è un idiota

  • lusc sbar

    Ma l’hai mai visto uno colpito da un arma da fuoco o ti basi sui film splatter?

  • raffaello nencioli

    Pienamente d’accordo. 59 morti e 573 feriti da arma da fuoco, avrebbero inondato lo spazio del concerto di sangue. Quanti ospedali sono stati mobilitati per accogliere 573 feriti, sempre da arma da fuoco? E quanti parenti amici dei 573 feriti sarebbero accorsi agli ospedali? Perché? PCR non espone nessuna tesi, invita semplicemente a porsi queste e tante altre domande che non trovano risposta nei media, anzi, pare che l’evento stesso sia scomparso dai media, almeno quelli italiani. Non ha senso trasformare l’articolo in una partita fra tifoserie pro o contro PCR. Il cervello reclama risposte, non emozioni.

  • Sandrokan

    Sembra che in molti qua abbiamo visto qualche video di Las Vegas e credano di aver effettuato una ricerca soddisfacente, perché se avessero guardato con attenzione e senso critico/logico tutti i video e le foto, compresi quelli rimossi nel frattempo, e non si fossero resi conto che in nessuno di questi si vede nulla di compatibile con una pioggia di proiettili sulla folla, sarebbe davvero preoccupante.

    • Trollerball

      Non usare il condizionale. Non “sembra che non abbiano visto”, ma piuttosto “non hanno visto”. Non “sarebbe davvero preoccupante”, bensì “è davvero preoccupante”. E purtroppo non c’è nulla da fare. Nemmeno le evidenze aiutano ad aprire la mente. Anzi, alcuni ti diranno che sei solo un complottista che vede cose che non esistono. Preparati.

  • TdP

    Va però detto che i media ufficiali non mostrano quasi mai scene eccessivamente disturbanti..truculente e splatter..
    La ragione è che il pubblico va informato e condizionato ma mai sconvolto..che altrimenti ..oltre a fioccare denunce per insensibilità si rischia l’annichilimento mentale di chi si vorrebbe solo ammaestrare…

    • giuseppe glavina

      Ma quanto vai di sottile come se avvenimenti di questa portata si potrebbero controllare a piacimento. Non siamo come nel caso delle torri dove tutto è andato un fumo e cenere. Questa è stata sicuramente una false-flag.Ne hanno ormai in riserva pronte all’uso nel caso si deve sormontare con clamore mediatico qualcosa di sgradito. In questo caso si doveva smorzare l’enorme eco mondiale dei fatti catalani. Un altro esempio sono i falsi allarmi boma sugli aerei allorché era giunto il momento di distrarre l’opinione pubblica mondiale dallo sterminio in corso a Gaza per mano sionista(senza contare gli altri oltre 600 bambini massacrati) e si potrebbe continuare…..

  • Lupis Tana

    noi discutiamo, leggiamo, eccetera eccetera ma è tutto falso, tutto, gli amerikani falsificano tutto anche le cose vere. t l

  • a tenti

    Di foto “graphic” della scena del massacro ce ne sono, certo, a ragione o torto subiscono una censura quando magari in caso di altri eventi vengono generosamente fatte filtrare alla stampa(a volte costruite ad arte o prese da archivi) o trasmesse ai tg se sono utili alla propaganda, quindi mi chiedo Paul che diavolo si è scolato prima di mettersi al pc per scrivere questa roba.

    • DesEsseintes

      I vini californiani per dargli il sapore di barrique ci mettono i trucioli di legno…i trogloditi…poi per forza che uno alla lunga parte per la tangente…

  • –<>– –<>–
  • Su LC c’è stato un dibattito interessante, e vedo con piacere che Massimo Mazzucco sta dalla mia parte, infatti i mandanti di questi attentati non avrebbero nessuna remora morale a fare morti veri invece che utilizzare manichini, per di più con photoshop oggi si possono fare delle sovrapposizioni di foto e immagini che sembrano tranquillamente veritiere per i non addetti ai lavori, così come per i video, gli esperti riescono a taroccare tutto ciò che vogliono
    https://www.luogocomune.net/LC/index.php/15-terrorismo/4754-la-teoria-dei-manikini

    • Gino2

      nnon riesci a comprendere che forse c’è la possibilità che i morti siano veri e i video falsi allo stesso tempo. troppo arzigogolato?
      e vabè……….