Cellulari: L’elefante nella stanza

 

Edward Curtin – off-guardian.org – 13 giugno 2021

 

È difficile parlare ai tossicodipendenti delle dipendenze ed è ancora più difficile farlo quando la loro dipendenza dalla droga scelta ha conseguenze disastrose.

Una volta ho chiesto all’etere se Dio avesse un cellulare e, anche se Dio non ha risposto, era una domanda retorica, quindi non mi aspettavo una risposta dato che sapevo che Dio capiva la grammatica e la punteggiatura e aveva altri modi di comunicare.

Le élite che si considerano divinità, come quelle del Forum Economico Mondiale, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, della Fondazione Bill e Melinda Gates, di Google e dei loro simili in tutti i governi, aziende, media, ecc., sanno che i telefoni cellulari sono fondamentali per il loro piano di un mondo completamente digitalizzato. Li hanno propagandati per decenni.

Senza telefoni cellulari il loro piano non può funzionare, un piano il cui fine è un mondo trans-umano dove l’IA, i cyborg, la tecnologia e la biologia si fondono per il [fine ultimo del] loro controllo autoritario.

Anche i loro “vaccini” non vaccini sono necessari. Le celle/cellule penetranti di entrambi i tipi sono mezzi per i loro fini e le storie che ci vengono raccontate hanno lo scopo di infettare le nostre menti con un modo di pensare malato che permetterà loro di esercitare sempre più controllo.

Molte persone sono cadute a causa dei loro PD (personal devices, dispositivi personali). Si chiama la vita facile.  La vita “stai in contatto”. La vita “non essere mai fuori dal mondo”. La vita “ti perderai senza di esso”.  La vita intelligente. La vita libera.

In realtà è una vita da prigioniero. Il miracolo del telefono cellulare, il mistero di un virus e del suo “antidoto”, e l’autorità degli autoritari vengono usati per cercare di sedare lo spirito di ribellione con cui siamo nati – la promessa di libertà. Mistero, miracolo e autorità – “vaccini” contro la libertà.

Come il Grande Inquisitore nella leggenda di Dostoevskij, queste élite malate si basano sul presupposto che “l’uomo non è tormentato da un’ansia maggiore che quella di trovare rapidamente qualcuno a cui consegnare quel dono di libertà con cui la sfortunata creatura è nata“.

Potrebbero trovarsi di fronte a una grande sorpresa. La gente sta cominciando a svegliarsi di fronte all’attacco alle proprie libertà fondamentali.

Come i vaccini non vaccini che stanno promuovendo per esercitare più controllo con il loro piano di digitalizzazione dell’esistenza con il Grande Reset, quelli che attualmente controllano tanta parte del mondo che possiedono, sanno che i telefoni cellulari sono catene mobili. E sanno di aver creato miliardi di drogati che non possono farne a meno.

Gran parte del mondo è stato gettato con l’inganno in una trappola, una prigione. È stato un processo lento che si sta avvicinando al culmine.

Non ci sono cellule nei telefoni cellulari, ma le loro torri sono disposte in modo da formare celle, ognuna delle quali con una torre centrale nella sua zona geografica che tiene gli utenti prigionieri, come nelle prigioni rotonde Panopticon, con la loro torre di guardia centrale. Cellule nelle teste, teste nelle celle, celle ovunque. Gli Stati Uniti hanno anche più prigionieri in cella di qualsiasi altro paese del mondo.

 

Ci sono Torri di Babele su tutto il territorio, che ascoltano, guardano, registrano, mentre i prigionieri scorrono allegramente le loro magiche macchine nere che hanno incatenato la loro libertà. Macchine che probabilmente stanno rovinando anche la loro salute, ma questo non è il mio obiettivo principale qui.

A differenza dei quasi 2 milioni di persone nelle carceri americane, i prigionieri del telefono cellulare possono vagabondare, perché le loro celle sono mobili. Questa è la loro [funzione] chiave. I telefoni “intelligenti” per i creduloni, oppure gli androidi – “un robot mobile di solito con forma umana” – sono necessari, perché permettono alle autorità di seguire e tracciare ogni vostra mossa mentre pensate di andare allegramente a spasso per la strada portando l’equivalente di una cavigliera GPS come i prigionieri delle prigioni digitali. In questo caso, si tratta di incarcerazione volontaria. E c’è molto di più che il tracciamento [dei vostri movimenti e] della vostra posizione.

Forse è ingiusto dire che la scelta dei cellulari da parte della gente è un atto di libera rinuncia alle proprie libertà, perché il lavoro dei propagandisti ha da tempo convertito molte menti all’idea della salvezza attraverso la tecnologia. Come la tecnologia delle droghe farmaceutiche gestite dai criminali di Big Pharma, gli utenti dei telefoni cellulari sono stati indotti a dare più importanza alla convenienza piuttosto che alla coscienza ed alla “soluzione” rapida rispetto alla lenta ponderazione.

Sì, potete mandare messaggi ai vostri amici e persino chiamarli, ma i vostri nemici ora hanno il vostro numero. E quando vi chiedono i vostri documenti, i vostri vaccini per la libertà, tutto quello che dovete fare è far lampeggiare quello schermo che avete in mano. Avendo però prima ricevuto la vostra iniezione. Per parafrasare [il brano di] Kris Kristofferson: “Libertà è solo un’altra parola per tutto ciò che resta da perdere.” Ma pochi stanno contando.

Quello che abbiamo qui è una mancanza di comunicazione“, dice il Capitano al prigioniero Luke nel classico film Nick Manofredda. “Alcuni uomini non si possono raggiungere… ed è così che vuole lui“.

Temo che sia così per i possessori di telefoni cellulari. È molto difficile ammettere di essere stati ingannati. Le persone vogliono i propri cellulari ma non vogliono sentirsi dire che ne sono prigionieri. Ma dire telefono è troppo astratto. I telefoni non possono imprigionarti e manipolarti. Solo le persone possono. La verità è difficile da ingoiare. Il telefono cellulare è la chiave, e la maggior parte delle persone è in cella senza chiave o senza un’idea di come uscirne. Loro hanno il telefono ed il telefono ha loro.

Ma allora le celle non sono dentro di noi? Ho sentito dire che le proteine spike insegnano alle cellule a fare una proteina che scatena una risposta immunitaria all’interno del nostro corpo. Ma come fanno le celle ad entrare nel nostro corpo? Pensavo che fossero tenute in mano. Vedete, mi sto confondendo, perché questo tipo di linguaggio è al di là della mia conoscenza. Sto ancora cercando di capire come il mio computer possa avere un virus. Tutto è diventato virale. Cellule, virus – e poi che altro?

Sono uno di quegli idioti che pensa ancora che i Cat Scans (gioco di parole su CAT, alias TAC, N.d.T.) siano usati per vedere se ti piacciono i gatti. Beh, non so se sia tutto vero, “perché ha preso me e, baby, ha preso te”. Sonny e Cher hanno cantato queste parole più di cinquant’anni fa. Le parole rimangono. Le idee rimangono. Pensare e comportarsi in certi modi diventa un’abitudine. Il controllo linguistico della mente ha bisogno di ripetizioni – parole come celle/cellule e virus.

Il mezzo è il messaggio e il messaggero è la m nell’mRNA dei vaccini non vaccini sperimentali. È così semplice; tutto quello che dovete fare è ricevere il messaggio e fare l’iniezione sperimentale e aspettare le conseguenze, proprio come con i telefoni cellulari. Non preoccupatevi del prezzo da pagare in salute o libertà. Quelli sono accessori. Lasciate che i sistemi operativi facciano il loro lavoro invisibile.

Il modo in cui la storia viene inquadrata controlla la storia. Come per i telefoni cellulari e i vaccini, la maggior parte della gente non vede Donald Trump come uno pseudo-evento. Uno pseudo-evento è, come descritto da Daniel Boorstin nel suo classico libro, The Image: A Guide to Pseudo- Events in America, un’invenzione pianificata, drammatica e costosa di una storia contraffatta che viene ripetuta e pianificata per la sua intelligibilità e capacità di catturare l’attenzione del pubblico perché è conforme agli stereotipi.

In questo caso Trump, come un ragazzaccio dalla bocca larga e rozza che per caso è diventato il presidente americano. Come se io fossi un uomo per caso. Come se a voi capitasse di leggere questo. Solo accadimenti. Trump nel ruolo dell’outsider ignorante che può essere messo contro l’insider intelligente anche quando i fondamenti del sistema che li sostiene non cambiano di una virgola mentre il cattivo gestisce lo spettacolo. Direttamente dal Tubo al Tubo come parte dello Spettacolo. L’anti-doppelganger di Obama e Biden.

La storia è raccontata in modo tale che si perde l’ovvio: che Trump non è mai stato un outsider. È stato uno degli interpreti dell’establishment fin dall’inizio. Un perfetto prodotto del Tubo per apprendisti che imparano la realtà. Sapete, come dice il CDC: “I vaccini mRNA insegnano alle nostre cellule come fare una proteina – o anche solo un pezzo di una proteina – che scatena una risposta immunitaria all’interno del nostro corpo”. Molto semplice, maestro. Ora ho capito.

Siete immuni a Trump? Biden? Non sono la malattia. Sono i suoi sintomi. Sono le teste gemelle dell’Idra. Ora Trump è stato “licenziato” e il turno di Biden sta per arrivare. Tagliateli ed al mostro cresceranno altre teste, a meno che per miracolo non sorga un vero leader con il coraggio di JFK o RFK. Uno però che possa evitare i loro assassini.

Nel gennaio del 2021 l’outsider Trump, mentre era ancora presidente, l’anti-vaccino, l’anti-Fauci, l’anti-tutto ciò che è buono, l’anti-scienza, l’anti virus cinese del laboratorio Wuhan, ha tranquillamente fatto il suo vaccino Pfizer BioNTech, lo stesso che ha fatto Biden. Non l’ha annunciato, ma ha detto:

Ci siamo presi cura di un sacco di gente – incluso, credo… Joe Biden, perché ha fatto la sua iniezione, ha fatto il suo vaccino. Questo dimostra quanto poco doloroso sia il vaccino … Quindi, andate tutti a farvi la vostra iniezione.”

Naturalmente Trump è stato il tipo che ha accelerato i vaccini sperimentali attraverso un programma chiamato Operazione Warp Speed (equivalente, grosso modo, al nostro “Avanti a tutta forza”, N.d.T.) che ha incanalato miliardi di dollari verso i produttori di vaccini attraverso una terza parte non governativa, una società di gestione di contratti per la Difesa chiamata Advanced Technologies International, Inc. Questo ha evitato molta informazione pubblica.

Dico tutto questo su Trump per affermare un punto piuttosto semplice sui telefoni cellulari e su come l’ovvio ci guardi in faccia, se scegliamo di vederlo. Trump e i telefoni cellulari avrebbero dovuto essere ovvi da tempo. Sì, i cellulari sono comodi, ma questa è una parte minore della storia. Sono molto pericolosi per le nostre libertà e la nostra salute. Sì, è molto comodo vedere Trump come il cattivo, ma è molto più difficile vedere la storia più grande in cui Trump è un giocatore scelto sulla grande scacchiera creata dalle élite di potere interconnesse. Ma Trump e il cellulare hanno le loro funzioni. Non sono semplicemente capitati.

Abbandonare il cellulare o abbandonare la falsa narrazione che Trump sia stato un incidente di percorso è molto difficile. Ma questi sono tempi difficili.

Riuscite a vedere l’elefante nella stanza? Unitevi a quelli come Robert Kennedy Jr. e altri amanti della verità e della libertà e combattete ora. Ognuno deve afferrare la propria libertà ora, prima che sia troppo tardi. Mettete da parte la paura; è un altro dei loro strumenti chiave. La speranza sta nelle azioni di gruppo.

 

Link: https://off-guardian.org/2021/06/13/cell-phones-the-elephant-in-the-room/

Traduzione di Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Notifica di
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Violetto
Utente CDC
16 Giugno 2021 12:24

la schiavitù è della mente.
Puoi essere schiavo con un cellulare, con una automobile ma anche con un libro o una carrozza o una penna.

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
16 Giugno 2021 13:03

Sottoscrivo ampiamente quello che dici, ma un cellulare ha un potere molto maggiore di un libro, penna o carrozza.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
16 Giugno 2021 14:50

una volta vedevano male la scrittura perché dicevano avrebbe fiaccato la memoria visto che il sapere si tramandava per via orale e i libri essendo un sapere “statico” che non si poteva adattare al singolo lettore.

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
16 Giugno 2021 15:12

Si, si, ma vedo che non hai inteso bene. Un cellulare è molto di più di una penna o la scrittura che ne segue. E’ come paragonare una fionda con un bazooka ultima generazione, o meglio un missile terra aria. C’è una bella differenza. Ed è quindi molto più pericoloso.
E’ un piccolo computer, tanto potente da mandare in orbita e controllare un satellite.
Niente in contrario a prescindere, ma se la tecnologia è al servizio dell’uomo è bene, ma se è l’uomo ad essere al servizio della tecnologia, credo che non sia tanto bene. Ed il cellulare si presta a questo. A me, per fare un esempio, vedere tutti o quasi nei treni e nella metro a capo chino su un cellulare mi disturba e non poco. E’ rumore fastidioso, anche se non si sente nulla.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
16 Giugno 2021 15:19

e io credo tu non capisca il concetto.

Se ci sono miliardi di individui al servizio del loro telefono invece di usarlo al loro servizio è per un “problema” insito nel loro modo di essere.

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
16 Giugno 2021 16:12

L’ho capito eccome ed ho anche detto che sono d’accordo. Ma l'”essere” di cui parli è plasmato in buona parte dall’esterno e non dall’interno come dovrebbe. A me personalmente non me ne frega niente di questo, affari loro, non sanno cosa si perdono. Ma se una tecnologia ha il suo utilizzo massimo nel plasmare gli “esseri” qualche dubbio me lo pongo.
E’ come internet, abbiamo visto come Facebook e simili controllano le persone. E potremmo anche essere d’accordo che sono affari loro, di coloro che si fanno controllare per due foto di micetti spelacchiati, o per ostentare il loro narcisismo, ma sono dell’idea che vadano regolamentati. O anche bisognerebbe educare le persone ad usare le tecnologie, e non dargliele come giocattolini per adulti mai cresciuti. Ma c’è il profitto, quindi…chissene!

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
16 Giugno 2021 16:20

io sono perfettamente d’accordo che certe tecnologia sono “studiate” per dare dipendenza e per “controllare”

IlContadino
Utente CDC
16 Giugno 2021 13:16

Spesso quando andiamo ad arrampicare e trascorriamo l’intera giornata in falesia, capita di essere in posti dove il cellulare non prende. Siamo sempre in gruppo e di frequente, dopo la falesia, si passa al bar per una birretta in compagnia. È, anzi era, quasi imbarazzante vedere gli amici, appena seduti, immergersi nello schermo del cellulare, dopo una intera giornata senza poterlo usare sembrava davvero fossero dei tossici che ritrovano la roba. Con un po’ di coraggio e pazienza sono riuscito a vietare l’uso del cellulare durante la birretta post falesia (quasi sempre almeno)…non oso immaginare cosa facciano una volta tornati a casa…ahaha
Sì sì, i social ci hanno rubato l’anima, credo lo si possa dire

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da IlContadino
uparishutrachoal
Utente CDC
16 Giugno 2021 16:50

A prescindere dai vari usi spionistici..politici e polizieschi del cellulare..ma anche del computer..resta un dato di fatto: I social virtuali ci liberano dalla necessità di frequentare persone in carne ed ossa per avere nutrimento emotivo.. E’ un bene ? E’ un male..? E’ un bene per un eremita che può “dominare” il mondo senza uscire di casa..ed è un male per l’uomo carnale..diminuito nei suoi fisici rapporti mondani..comunque li si intendano.. In realtà ogni oggetto del progresso ha una doppia faccia..aiuta chi lo sa gestire e danneggia chi ne abusa.. Il controllo poi si può esercitare in due modi..: quello soft tramite facebook..e quello hard tramite Codice di Hammurabi.. In tutti i casi la massa va educata e dominata….prescindendo da chi la educa e la guida..che può essere più o meno benigno.. Chi cerca la vera libertà è refrattario a ogni legge..e si adeguerà per quanto è possibile senza rischiare la vita nell’ubbidire o nel negare..sapendo in anticipo che il problema è dentro di noi e non fuori.. Chi invece è escluso dalle comprensioni più spirituali e radicali..può aspirare a leggi meno oppressive..e lottare di conseguenza.. Esistono sempre tre tendenze..nell’agire.. C’è chi afferma la bontà delle leggi..chi le nega..e chi… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da uparishutrachoal
danone
Utente CDC
16 Giugno 2021 16:55

Analisi coi contro cogl..mi fermo se no vado in aspettativa.
Se non ci avesse messo dentro Trump non ci avrei capito un caz..mi fermo per il solito problema..
to post or not to post? this is the question.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
fuffolo
Utente CDC
16 Giugno 2021 18:15

Il braccialetto di controllo per stare ai domiciliari.

XaMAS
Utente CDC
16 Giugno 2021 18:20

non è la tecnologia in sè ad essere pericolosa, ma dell’uso che se ne fa.
è come per la dinamite, senza di essa non avremmo il tunnel del Monte Bianco, per dire, ma senza di essa forse avremmo avuto per molto più tempo 2 validi magistrati

Holodoc
16 Giugno 2021 18:57

Il cellulare è un ottimo strumento di controllo, lo sa bene chi in Unione Europea ha deciso che debba essere indispensabile per fornire l’identità digitale, ad esempio per accedere ai servizi bancari o della pubblica amministrazione.

Ma a quanto pare non è uno strumento sufficiente a soggiogare, altrimenti perché inscenare questa pandemia con annessa vaccinazione forzata?

Simsim
Utente CDC
17 Giugno 2021 12:11

Mi rendo conto perfettamente del discorso e del problema. Ma questo continua ad essere un tema su cui fondamentalmente non trovo pace con la semplice constatazione dei fatti. Il problema per me continua ad essere l´utilizzo per scopi maligni e non la tecnologia in sé. Peró é un discorso molto complesso e molto sottile, e non siamo neanche lontanamente vicini al tipo di societá che presupporrebbe un utilizzo corretto dello strumento.

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Simsim
17 Giugno 2021 12:36

Sim hai mai visto il film Pianeta Verde?
Quella è la società, secondo me ovviamente, più vicina ad una società “sana, giusta, equilibrata”, per capirci fatta di uomini sani e svegli, che l’uomo possa formare.
Mi viene da chiederti se hai mai ipotizzato che la società, dalla quale tu stesso dici che non siamo neanche lontanamente vicini, non abbia bisogno nemmeno di presupporre un utilizzo corretto dello strumento “tecnologia”?
E’ possibile presumere che la presenza massiccia nella nostra società, di tecnologia, sia già il segno di un decadimento evolutivo, invece di vederla come segno di progresso evolutivo?

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
Bertozzi
Utente CDC
18 Giugno 2021 0:30

“Una volta ho chiesto all’etere se Dio avesse un cellulare e, anche se Dio non ha risposto,…” Sarà stato in “silenzioso” e non avrà la segreteria, o forse semplicemente dove stava in quel momento non prendeva.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Bertozzi
danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
18 Giugno 2021 6:39

Scusa ma hai fatto il numero giusto?
Di solito se non è momentaneamente occupato risponde subito :-))

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
17
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x