Home / ComeDonChisciotte / ATTACCO TERRORISTICO A OSLO: CHI STATO?

ATTACCO TERRORISTICO A OSLO: CHI STATO?

FONTE: WASHINGTON’S BLOG

Come tutti sanno, c’è stato un orribile attentato nel centro di Oslo in Norvegia e una sparatoria in un campo estivo norvegese.

Il nostro pensiero
e le nostre preghiere vanno alle vittime.

La Norvegia è una strana scelta per essere un obbiettivo terroristico per i musulmani:

La Norvegia ha appoggiato la sovranità palestinese. Vedi questo, questo e questo
La Norvegia ha allontanato gli investimenti israeliani. Come Haaretz ha riportato lo scorso anno:

Il fondo norvegese da 450 miliardi ricco di petrolio ha escluso due aziende israeliane nelle operazioni di sviluppo […] per motivazioni etiche, come ha detto lunedì il ministro della Finanze norvegese.

Successivamente, il senatore Lieberman ha accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo.

La Norvegia ha anche annunciato il suo progetto per ritirarsi dalla guerra in Libia

Nel campo estivo dove la sparatoria ha avuto luogo si era appena concluso il giorno precedente un raduno a favore dei Palestinesi.

Si tratta difficilmente di un normale obbiettivo di un attacco terroristico da parte dei musulmani. Per questo, molti stanno ipotizzando che sia un altro attacco terroristico false flag.

Inoltre, come suggerisce

Business Insider:

L’altra grande possibilità, pubblicizzata da qualcuno su Twitter, è che l’attacco possa essere arrivato dalla destra norvegese. L’estrema
destra norvegese
una volta era temuta, ma si è relativamente ammorbidita negli ultimi anni per via del successo populista del Partito del Progresso.

BBC nota:

Nel frattempo un uomo

armato vestito da poliziotto ha iniziato a sparare al campo giovanile

dei Laburisti sull’isola di Utoeya.

Resoconti non confermati

dicono che sono state uccise molte persone. L’uomo armato

è stato arrestato.

Il Telegraph riporta:

Qualche ora più

tardi si sarebbe tenuta una conferenza in un campeggio estivo del Partito

Laburista al governo, a cui avrebbe dovuto partecipare il Primo Ministro

Jens Stoltenberg. La conferenza ha avuto luogo nell’isola di Utøya.

L’uomo è riuscito a infiltrarsi nella conferenza col pretesto che

era stato inviato dalla polizia come misura di sicurezza dopo le esplosioni

avvenute a Oslo. Per questo, è molto probabile che sia

un norvegese. Questo potrebbe indicare il coinvolgimento

di un gruppo di estrema destra piuttosto che un

gruppo islamista.

MSNBC nota:

La polizia ha riferito che l’uomo armato è un norvegese di 32 anni.

I testimoni hanno descritto il sospettato come “biondo” e di “aspetto nordico”. Lo scorso venerdì. Knut Storberegt, il ministro reale della Giustizia norvegese,
e la polizia hanno confermato che si tratta di un norvegese;
la BBC, citando la polizia, ha detto che era di Utoya. La polizia ha anche riferito che crede che sia coinvolto nell’attentato che aveva ucciso nel corso della giornata sette persone a Oslo, a circa 40 chilometri di distanza.

Magnus Ranstorp, un esperto di movimenti islamici militanti e direttore alla ricerca al Centro per le Minacce Asimmetriche allo Swedish National Defense College, ha ammonito che le informazioni che si sono diffuse secondo cui gli attacchi sono collegati al terrorismo internazionale potrebbero essere sbagliate.

La descrizione del sospettato e il suo possibile coinvolgimento nell’attentato agli uffici del governo nazionale “indicano l’estremismo interno, più che quello internazionale“, Ranstorp ha riferito a Nettavisen.

Ma devi vedere questo e questo.

***************************************

Fonte: http://www.washingtonsblog.com/2011/07/terrorist-bomb-attack-in-oslo-norway.html

22.07.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

  • rick87

    ho una rabbia … ma una rabbia … ma una rabbia … ma una rabbia … che ****** ********* ***** ***** !!!! grrr!

    ps:
    l’america non vuole accettare l’inevitabile ed è disposta a tutto pur di continuare a illudersi, anche a scatenare la terza guerra mondiale, che perderanno. non ci sono più vittorie, ma solo gradazioni di sconfitte. per tutti. al potere c’è gente mentalmente degenerata. pazzi completi. da ricovero coatto.

  • cardisem

    Se qualcuno mi verrà a dire che sono stai “terroristi palestinesi”, sono disposto a crederci quanto credo che Vittorio Arrigoni sia stato ucciso dai salafiti. La notizia è certamente tragica ed il primo pensiero deve essere di rispetto per i morti. Non ho voluto scrivere nulla sul mio blog ed aspetto che siano gli altri a scriverne ed a far sapere. Non ho fretta di pronunciarmi. Aprirò comunque sul mio blog un post dove seguirò in modo critico gli svolgimenti dell’informazione che verrà data. I fatti sono per loro natura “separati” perché hanno una loro autonomia spesso impenetrabile anche a distanza di secoli e millenni. Ciò che può essere invece utile è l’analisi delle opinioni e delle tesi dei cosiddetti “analisti”: per chi vuol capire occorre per prima cosa analizzare gli analisti. Aspetto anche io di avere notizie certe e plausibili sulla terribile tragedia, ma mi ha impressionato negativamente un taglio che viene dato all’informazione: ecco, la Norvegia non ne ha voluto sapere delle misure di sicurezza, che noi (Usa, Gran Bretagna…), stiamo invece adottando… ben vi stà! Allo stesso modo in cui un propagandista professionale sionista irride sulla rete ai partecipanti alla Flotilla II, dicendo che se fossero giunti a Gaza, li avrebbe attesi la stessa fine di Vittorio Arrigoni, secondo lui ucciso da quelle stesse persone alle quali Vittorio aveva donato se stesso… Un’altra cosa che penso è ad un libro che sto leggendo, di Naomi Klein, un libro non recente, “Economia dello shock”, dove è illustrata la tesi di come ci si serva di eventi tragici come quello di cui parliamo per produrre svolte in campo politico ed economico. Che con questo shock si voglia ottenere qualcosa? Ad incominciare da Obama mi sembra di vedere tanti avvoltoi volare sui cieli di Norvegia….

  • Tao

    …e lo so io che è stato.

    – Russia e Norvegia, accordo per il petrolio dell’Artico Lunedì 28 Marzo 2011, 13:10 La Duma russa ha approvato la divisione del mar Artico con la Norvegia, ponendo fine a una lunga disputa (dal 1970) sui confini marini, tanto più importanti riguardo al petrolio dell’Artico…

    La disputa aveva bloccato le esplorazioni nella zona contesa del mare di Barents. Dopo una visita a Oslo di Medvedev, si è arrivati all’accordo, in base al quale la Russia ottiene 860.000 kmq, mentre la Norvegia ne ha 510.000. I norvegesi si sono mantenuti un’area per la pesca, ma il calo di oggi sul prezzo del petrolio dipende anche da questo accordo, giunto alla fase finale con l’approvazione dei parlamentari russi.

    La Norvegia e’ tra i maggiori produttori di petrolio, partecipa allo sfruttamento dell’Artico ed ha una storia diplomatica importante (non solo il Nobel, ma anche l’aver organizzato meeting di pace e trattative tra gruppi terroristi e i rispettivi paesi). L’attentato di oggi sembra che sia stato realizzato da norvegesi: sarà stata una finzione non compiuta come si deve? Ci sono buoni motivi per ritenere che ci sia il petrolio di mezzo:

    1) la russa Gazprom le riserve del Paese…. che ha in cantiere un corposo progetto di estrazione di gas dalle acque di Barents.

    2) Nel corso dell’asta per l’assegnazione di appalti ventennali sui pozzi iracheni, che si è svolta a Baghdad, la compagnia russa Lukoil e la norvegese Statoil hanno ottenuto la concessione per uno dei maggiori giacimenti petroliferi, nel Sud dell’Iraq. Lo ha annunciato il ministro del petrolio iracheno. Si tratta di uno dei giacimenti più grandi finora mai sfruttati, con delle riserve di quasi 13 miliardi di barili.

    La coppia Lukoil-Statoil ha strappato il contratto grazie a un’offerta che prevede di accrescere la produzione di 1,8 milioni di barili al giorno. Infatti…

    L’obiettivo..poteva essere: Oslo/ Giornale norvegese: Obiettivo bomba era ministero Petrolio Roma, 22 lug. (TMNews) – L’obiettivo dell’attentato era la sede del ministero del Petrolio e dell’Energia. A dirlo è il quotidiano Dagsbladet, citato dal Guardian. Alcune voci, riferite dai media norvegesi, parlano di almeno altre due bombe a Oslo. La tv di Stato, Nrk, ha reso noto che per la polizia, invece, non ci sono altri ordigni. la Norvegia è uno dei maggiori produttori di petrolio su scala internazionale, si veda anche: http://www.norvegia.cc/il-fondo-petrolifero-della-norvegia.html La francese Total, guarda con interesse alle nuove opportunità di sfruttamento del petrolio nordico…

    Fra il 2013 e il 2014 Oslo inviterà gli operatori a formulare le loro offerte… Total, insieme alla norvegese Statoil…

    e a noi vogliono farci credere che dietro l’attentato ci sono quegli sfigati di jihafisti o neonazi, ma la matrice e sempre la stessa…..Usrael…..

    marita91

  • Xeno
  • Xeno
  • marita91

    per chi pensa che La strage di Viareggio sia stato un incidente…….

    L’incidente ferroviario di Viareggio è del 29 giugno 2009 è si è verificato in seguito al deragliamento del treno merci 50325 Trecate-Gricignano per una fuoriuscita di gas da una cisterna contenente GPL perforatasi nell’urto si è subito innescato un incendio di vastissime proporzioni…………

    Le commissioni hanno attribuirono le cause dell’incidente:

    1) al cedimento strutturale di un asse del carrello del primo carro-cisterna deragliato?
    L’incidente sarebbe stato provocato dalla rottura dell’asse nella zona d’intaglio, ma la sezione resistente si era ridotta solo del 90% circa…..Allora?

    2) Il surriscaldamento delle boccole dei treni è sempre stato un problema di esercizio, ma non ha mai causato incidente o deragliamenti.

    La strage di Viareggio è del 29 giugno 2009, segue di un mese e mezzo l’accordo siglato il 15 maggio 2009, tra il Presidente di Gazprom, Alexey Miller e l’Amministratore Delegato di Eni, Paolo Scaroni, alla presenza dei premier russo e italiano, Vladimir Putin e Silvio Berlusconi per la realizzazione del South Stream, con la cessione a Gazprom del 51% di SeverEnergia e lo sviluppo degli importanti giacimenti in Siberia. A conclusione dell’operazione, la partecipazione indirettamente detenuta da Eni si ridurra dal 60% al 29,4% e quella di Enel dal 40% al 19,6%.

    Dietrologia o semplici coincidenze?………..

  • buran

    Paradossale come i “pacifici” norvegesi abbiano bombardato e bombardino la Libia e intervengano in Afghanistan, paesi che non gli hanno fatto assolutamente nulla, con la scusa di “contribuire alla sicurezza” e/o di “proteggere civili innocenti” e poi quando subiscono davvero un attacco che uccide civili innocenti il “nemico” ce l’hanno in casa, è uno di loro, anzi è un arci-norvegese. Una curiosa legge del contrappasso, una lezione da manuale. Dio, a volte, è grande.

  • Zret

    22 luglio, 22 +7 uguale undici, undici e multipli di undici, ma è solo una concidenza…

  • Eshin
  • maristaurru

    Il ragazzo arrestato risulta essere un cristiano integralista, uno che ce l’ha con i mussulmani, e ammazza i giovani laburisti norvegesi.. poco comprensibile una strage a freddo di questi ragazzi.

    Una cosa mi è dolorosamente chiara: c’è chi in Occidente sta giocando sulla nostra pelle e su quella dei mussulmani , gentaglia potente che alla fine il terrorismo riuscirà a svegliarlo e poi non lo potrà guidare come crede, spero di sbagliare, ma temo di non sbagliare nemmeno un po’, noi siamo solo carne da macello. I nostri stramaledetti politici dovrebbero saperne di più.. e che aspettano?

  • Tonguessy

    Anders Behring Breivik è alto, biondo e con gli occhi azzurri ed impersonifica l’archetipo dell’ariano cristiano di razza pura che ha in odio la società mutirazziale. E’ lui il portavoce delle radici cristiane dell’Europa così come le destre (di cui fa parte) ed il Vaticano si affannano a sottolineare ad ogni minuto?

  • Eshin

    Anders Behring, il biondo- nordico pare che sia un blogger con il Nickname Fjordman

    http://chromatism.net/fjordman/fjordmanfiles.htm

  • Allarmerosso

    ho pensato subito alla numerologia della data … ma non capisco perchè dici
    22 + 7 = 11 … ????!””

    io ho subito pensato che i numeri importanti ci siano gia senza dover fare conti particolari … il 22 il 7 l’ 11

  • zufus

    22+7=29.

    Ma non è matematica, è solo una coincidenza.
  • alverman

    Mi sembra che il biondo nella foto indossi il” grembiulino”…
    Coincidenza?

  • marita91

    Non importa che sia Nordico o Arabo.
    che sia un cattolico integralista………neonazista (certo e strano essere cattolici e massoni!)

    Ricordate che qui in Italia, i servizi segreti americani e sionisti non si sono fatti sconti nell’utilizzare sia la destra neofascista (Ordine Nuovo) che la sinistra extraparlamentare (Brigate Rosse)………

    Quello che hanno combinato i servizi segreti atlantici e americani solo Iddio lo sa…..paghiamo 60 di sudditanza a Sion America……

    la Norvegia sta mettendo in crisi la coalizione dei paesi che partecipano alle operazioni militari in Libia ….la prima defezione è quella della Norvegia.

    Dichiarazione della Norvegia, per bocca del suo Primo Ministro, Grete Faremo: “Finché non sarà chiarita la questione del comando, annunciamo la sospensione della partecipazione all’operazione Odyssey Dawn con i nostri sei caccia F-16 dispiegati nel Mediterraneo“.

  • marita91

    Non importa che sia Nordico o Arabo. che sia un cattolico integralista………neonazista (certo e strano essere cattolici e massoni!)

    Ricordate che qui in Italia, i servizi segreti americani e sionisti non si sono fatti sconti nell’utilizzare sia la destra neofascista (Ordine Nuovo) che la sinistra extraparlamentare (Brigate Rosse)………

    Quello che hanno combinato i servizi segreti atlantici e americani solo Iddio lo sa…..paghiamo 60 di sudditanza a Sion America……

    la Norvegia sta mettendo in crisi la coalizione dei paesi che partecipano alle operazioni militari in Libia ….la prima defezione è quella della Norvegia.

    Dichiarazione della Norvegia, per bocca del suo Primo Ministro, Grete Faremo: “Finché non sarà chiarita la questione del comando, annunciamo la sospensione della partecipazione all’operazione Odyssey Dawn con i nostri sei caccia F-16 dispiegati nel Mediterraneo“.

  • Eshin

    utilizzare?….be,probabilissimo

  • cardisem

    Io non so nulla e non voglio qui sostenere nulla, ma la mia memoria va a un passo di Machiavelli che non sono sicuro di saper rintracciare esattamente, un passo che da solo vale tutti i nostri analisti messi insieme. Si poneva a suo modo, nel suo tempo e nel luogo in cui viveva, il problema della sicurezza personale del Principe. E faceva tutti i casi possibili. Ed includeva anche il caso del “folle” che non aveva in nessun conto la sua stessa vita. Da un uomo determinato a perdere la sua stessa vita non vi è difesa che tenga e qualsiasi costosa misura di sicurezza dei nostri tempi è del tutto inutile. È una totale bugia ciò che la propaganda israeliana va dicendo sulla “Barriera di sicurezza”, cioè il Muro. Si tratta in realtà di un espediente per sottrarre altre terre ai palestinesi e continuare la “pulizia etnica”. Interessante la tesi di Menargue che al Muro annette anche un significato razzista di separazione dalla “impurità” del contatto con gli arabi palestinesi. Tornando alla Norvegia se si tratta semplicemente del gesto tragico di un “folle” non vi che da prendere atto che di “follia” si tratta, contro la quale non vi è nessuna misura possibile che si debba prendere. Ma è l’opera di un “folle”? Attendiamo nuove notizie in grado di farci comprendere e sapere qualcosa di più.

  • Zret

    Ci vedrei lo zampino del S.I.V. e del Mossad.

  • Affus
  • Affus

    ma questo è un seguace della destra filoamericana e israeliana non mi pare che in italia e in europa le destre siano filoamericane e sostenitrici di israele. Sulla banconota americana da un dollaro compare la scritta: in God we trust (in Dio noi crediamo).Questo è un seguace di Russel Kirk e Micheal Novak . Questi erano sempre più assurdamente convinti che gli Usa, con l’avamposto mediorientale di Israele, siano il nuovo impero romano, che la Chiesa dovrebbe battezzare come suo “braccio secolare”. Gli Stati Uniti sarebbero, in tale prospettiva, il nuovo Cesare provvidenzialmente suscitato da Dio per il trionfo del Cristianesimo nel mondo. Ora, per Divina Rivelazione (Mt. 24, 11-12).
    La destra euopea è all’opposto di questo pensiero.

  • fusillo

    ….il 2 agosto ne sapremo di più….
    però i segnali sono chiari.

  • Pellegrino

    “cristiano”. Non “cattolico” (come ha detto la fantoccia del tg3)…

  • misunderestimated

    No, se nel tempo libero indossa un “grembiulino”.

  • cardisem

    Se qualcuno ritiene degni di attenzione le analisi e i commenti che si fanno da parte sionista indico questo link:

    http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=999920&sez=120&id=40692

    che mi astengo dal commentare, ubbidendo al comando dantesco: “guarda e passa e non ti curar di loro”.

  • backtime

    scusa la mia ignoranza, che intendi dire con – no, se nel tempo libero indossa un grembiulino?

  • Affus

    se israele è la guardiana della democrazia in medio oriente e questo era un neocon di destra , beh la vera destra non è mai stata democratica !

  • MicheleMorini
  • MicheleMorini
  • MicheleMorini

    si direbbe un maniaco filo-israeliano..

  • sandrez

    2+2+7=11

  • sandrez

    aggiungo un quote da un testo sull’argomento…”In un antico rituale massonico si legge:
    “Userete il grembiule per tutta la vita e, alla vostra morte, esso sarà deposto sulla
    bara destinata a conservare i vostri resti e con essi rimarrà sotto le immote zolle della
    terra. Fate che il suo candore vi esorti sempre a quella purezza di costumi e a quella
    rettitudine morale che ispirano nobili azioni, alti pensieri e grandi realizzazioni” .”

  • sandrez

    aggiungo anche qualche dubbio però…la foto è originale al 100%?!…e la mancanza del compasso e della squadra?!

  • Eshin