Vinicio Nardo, unico Presidente degno di guidare un Ordine Forense.

Il Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Milano critica la scelte del Governo in merito all'estensione del Green Pass per i difensori.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Di fronte all’ennesimo ‘Decreto Legge Pandemico’, Il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Vinicio Nardo, non rimane in silenzio. La sua voce è l’unica ad essersi elevata a baluardo degli Avvocati italiani sprovvisti di Green Pass ed, insieme ad essi, dei loro assistiti.

Queste le sue parole su Facebook:

“Comunque la si pensi su vaccini, contagi, varianti e tamponi, non si può sentire una legge che sostanzialmente dice “il legittimo impedimento non vale come legittimo impedimento”. E’ successo in passato con una poco gloriosa sentenza della cassazione, ma lì il tema era l’abuso del diritto. Qui invece parliamo di “esercizio” di un diritto. Ed il problema non è come sostituire il difensore senza pass. Il problema (ben più grave perchè va alla radice dell’art. 24 della Costituzione) è privare il cittadino del diritto di scegliersi l’avvocato”.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix