Home / ComeDonChisciotte / UNGHERIA NEL MIRINO

UNGHERIA NEL MIRINO

DI UMBERTO MAZZEI
Página 12

Le banche centrali si definiscono indipendenti

se obbediscono ai dettami della banca internazionale. Il caso dell’Ungheria

è rivelatore. Nel nuovo parlamento, hanno approvato modifiche alla

costituzione ungherese con una maggioranza qualificata. Il cambiamento

rilevante è la composizione della Banca Centrale dell’Ungheria, che

migliora la supervisione del governo sulla propria moneta, il fiorino.

È scoppiato il pandemonio nell’Unione

Europea. Il Primo Ministro, Victor Orban, è stato chiamato despota

nazionalista e antidemocratico, tra altri epiteti peggiori. Washington

ha parlato di “inquietudine” per la riforma. Parigi, del

problema con l’Ungheria” per la “deriva nazionalista

e autoritaria” del governo. I media, del “grande debito

pubblico dell’Ungheria” (Le Figaro), che è dell’80

per cento del PIL, come in Germania. Il FMI, la Banca Mondiale e l’UE

hanno congelato i prestiti all’Ungheria. Il fiorino è crollato. Tutta la sera del 18 gennaio l’Ungheria

è stata sul banco degli imputati davanti al Parlamento Europeo. È

criticata perché menziona Dio nella sua costituzione, come se altri

paesi europei, come la Gran Bretagna (Dieu et mon droit, Dio

è il mio diritto, ndt) o extraeuropei come gli Stati Uniti (In God

we Trust, Crediamo in Dio, ndt) o musulmani (in nome di Allah) non

lo menzionassero. È per pura ipocrisia. Quello che dà fastidio è

che sia l’Ungheria a controllare la sua Banca Centrale.

In sintesi, si esige che il popolo

ungherese, pur non utilizzando l’euro, rinunci a esercitare controlli,

attraverso le autorità che ha eletto, sulla sua banca centrale. È

stata commovente l’unanimità dei parlamentari della sinistra europea

per difendere l’indipendenza delle banche centrali, per dare libertà

ai “tecnocrati” imposti dal settore finanziario privato. Nel suo

discorso, Daniel Cohn Bendit, è arrivato ad avvertire di possibili

derive autoritarie stile Chàvez.

Si è anche sentito l’antico

maoista, riciclatosi in liberista atlantista e attuale presidente dell’Unione

Europea, Manuel Barroso, spiegando cosa significa rispettare la democrazia,

punire con sanzioni finanziarie e altre ancora uno Stato membro dell’UE

per una Costituzione votata nel suo Parlamento.

La Commissione Europea ha dato all’Ungheria

un mese di tempo per emendare la sua Costituzione. I burocrati di Bruxelles

– che nessuno ha eletto – vogliono annullare le riforme approvate

da una maggioranza travolgente in un Parlamento eletto con un voto popolare.

Il partito Jobbik già prepara un referendum popolare per uscire dall’UE.

In America latina ci sono stati episodi

recenti che hanno a che fare con l’indipendenza delle banche centrali.

Due anni fa l’Argentina voleva usare le sue riserve per pagare il

debito, ma il presidente della Banca Centrale, Martin Redrado, preferì

pagare gli interessi alle banche creditrici. Alla fine, nonostante l’appoggio

internazionale, dovette rinunciare.

Questi fatti obbligano a ricordare

la storia delle banche centrali e della loro funzione. L’emissione

del denaro è una prerogativa dello Stato, che si fa secondo le necessità

del paese. Parallelamente c’è stata l’attività dei cambiavalute,

dai mercanti di shekel per il culto a Gerusalemme (moneta utilizzata

dagli ebrei per pagare i sacrifici pubblici, ndt) fino ai banchieri

italiani del Medioevo. Questi ultimi diedero alla banca privata la sua

prima forma: custodire il denaro altrui ed emettere certificati di un

valore riconosciuto, che circolavano a livello internazionale dietro

la riscossione di una commissione.

Nel 1694 i due ruoli si fusero con

la creazione della Banca d’Inghilterra. Fu una società privata, con

azionisti segreti, che utilizzò in grande scala la riserva frazionaria,

ossia emettere certificati di credito su un denaro che non si ha e incassare

interessi su questi prestiti. È il modello della Federal Reserve

degli Stati Uniti, un gruppo di banche private finanzia il governo statunitense

con denaro inventato in cambio di Buoni del Tesoro che pagano interessi.

Guadagnare denaro con l’emissione

non ha senso: si crea molto denaro per fare bolle e si vende; si ritira

denaro perché si abbassino i prezzi e si compra. È il meccanismo attuale

della finanza internazionale. I banchieri lucrano con il debito pubblico

e la speculazione, a spese della gente.

Il debito pubblico dell’Eurozona,

degli Stati Uniti e della Gran Bretagna (al 2011) vale già 32 trilioni,

la metà del Prodotto Mondiale (65 trilioni) e la causa è un aumento

repentino provocato dal salvataggio delle banche private, rovinate nelle

loro speculazioni, con denaro pubblico.

La causa non è la spesa sociale

o il welfare europeo, come sostengono alcuni interessati a demolirlo

per precarizzare ancora di più il lavoro e aumentare i profitti con

salari bassi. La frode finanziaria continua con l’inflazione di attivi

in bolle speculative per migliorare i bilanci. Il traffico con i famosi

derivati non diminuisce anzi aumenta: da 601 miliardi nel 2010 a 707

miliardi nel 2011, secondo la Banca dei Regolamenti Internazionali di

Basilea. È facile pronosticare che il 2012 vedrà crescere l’indignazione

insieme agli indegni.

* Umberto Mazzei

è Professore di Scienze Politiche dell’Università

di Firenze e direttore dell’Istituto di Relazioni Economiche Internazionali

a Ginevra.

**********************************************

Fonte: Hungría, en la mira

14.02.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di LUDO

Pubblicato da supervice

  • albsorio

    Dobbiamo capire che da sempre gli strozzini vogliono la loro libbra di carne, che sia umana non importa. Dobbiamo esercitare il nostro diritto di esseri umani liberi per difenderci dal FMI, il metodo migliore è togliere il signoraggio dall’Euro e “nazionalizzando” la BCE, il passo successivo ridimensionare i “tecnocrati” riportandoli al loro ruolo di subordinati ai politici eletti, nonostante tutto questo sarebbe il male minore.

  • ericvonmaan

    Spero che il referendum per uscire dall’UE riescano a farlo, e che aprano la strada per demolire QUESTA UE che non serve a migliorare la vita delle popolazioni ma solo ad assogettarle e renderle schiave. Non è di questa Europa che abbiamo bisogno. FORZA UNGHERIA!!!

  • chieppelab

    No non abbiamo bisogno di un’europa che ammazzi la gente.
    I banchieri sono lo strumento di satana per produrre il male.
    Sin dalla fondazione della banca d’inghilterra questo potere malvagio di poter governare e assogettare tutti i popoli ha dato i suoi risultati nefasti. Ora stiamo all’apice. Spero vivamente che l’ungheria possa staccarsi da questo buco nero europeo.

  • RicBo

    Il cambiamento rilevante è la composizione della Banca Centrale dell’Ungheria, che migliora la supervisione del governo sulla propria moneta

    BALLE. Mazzei vive in sudamerica e non sa un tubo dell’Europa, non può osservarla con le lenti del bolivarismo d’accatto che rappresenta.
    Intanto Mazzei mente: non risulta che il motto della casa regnante inglese e la frase sul dollaro siano inclusi nelle costituzioni dei rispettivi paesi, mentre nella nuova costituzione ungherese si inizia con la frase ‘Dio benedica gli ungheresi’. Quella degli USA inizia con il famoso ‘Noi, il Popolo’. Non mi sembra la stessa cosa.
    Sicuramente il controllo della Banca Centrale che presuppone la costituzione ungherese dà fastidio, ma non si possono mascherare le ingerenze inaccettabili nella sfera privata delle persone sancite con il ‘diritto alla vita dell’embrione’ o del considerare gli ex dirigenti ante-1989 dei criminali, o nell’applicare un’aliquota di imposta unica per l’IRPEF (puro liberismo reganiano)
    E l’IVA al 27% ? Non è neoliberismo questo?
    Nn sopporto questi maestrini dell’anti-sistema che dimenticano uno dei problemi fondamentali dell’Europa: è stata la culla dell’autoritarismo e del fascismo.

  • AlbertoConti

    “Il debito pubblico dell’Eurozona, degli Stati Uniti e della Gran Bretagna (al 2011) vale già 32 trilioni, la metà del Prodotto Mondiale (65 trilioni) e la causa è un aumento repentino provocato dal salvataggio delle banche private, rovinate nelle loro speculazioni, con denaro pubblico.” == Poichè l’eurozona più gli anglosassoni fanno metà del PIL mondiale, questo significa che il loro debito pubblico è uguale al loro PIL, ovvero è in media del 100%. Questa è la riprova che il debito pubblico è moneta emessa dagli Stati, e non c’è alcuna differenza qualitativa con quella detta “ad alto potenziale” emessa dalle BC, in forma sia di banconote che di credito a basso interesse al sistema bancario privatizzato, come il QE in salsa europea praticato dalla “nuova” BCE di Mario Draghi. Già questa osservazione, se ben compresa, dovrebbe portare ogni cittadino pensante a indignarsi per il fatto che la moneta di Stato, indispensabile come l’aria che respiriamo, debba costare interessi passivi alla comunità, estorti tramite imposte, a prescindere da quanto mal distribuiti siano i prelievi fiscali. Ma ancor peggio l’indecente questione dello spread, la “sovratassa” nazionale sul debito pubblico in un eurozona che emette moneta unica di Stato ma non ha uno Stato corrispondente che emetta eurobond, bensì tante regioni disomogenee che “competono” tra loro, ed emettono bond “regionali” invece di contrastare le disparità interne. Assurdo dentro l’assurdo, iniquità dentro l’iniquità. Questo articolo è tutto incentrato sulla “indipendenza” delle BC dall’istituzione pubblica corrispondente, il che significa totale dipendenza delle BC dal sistema bancario privatizzato (il caso italiano è emblematico: Bankitalia interamente posseduta dalle banche interamente privatizzate), il quale sistema bancario privatizzato rappresenta il vero potere, quello finanziario controllato da elite mooolto elitarie, anche se distribuiscono parte del bottino alla loro base esecutiva allargata, detta “classe dirigente”. Il tutto si fonda sull’ideologia talebana ben interpretata dai bocconiani e loro compagni di culto sparsi nelle “accademie”, che sarebbe meglio chiamare seminari, o comunque luoghi d’indrottinamento “religioso”, dove al posto di Dio c’è il liberismo privatistico (libertà di rubare, apologia del privilegio e della competizione per ottenerlo). A questo punto è vero, meglio uno Stato d’ispirazione religiosa, perchè qualunque Dio, financo il Dio razzista degli ebrei, è sempre meglio del dio denaro.

  • AlbertoConti

    E io non sopporto i maestrucoli pro-sistema che fiancheggiano il finto bipolarismo autoreferenziale, o meglio il nulla che si prostituisce al vero potere nascosto (ma sempre meno nascosto, grazie anche a Mazzei).

  • wilcoyote

    Non ho trovato nessun riferimento ad un “Umberto Mazzei” professore di Scienze Politiche all’Università di Firenze, né tantomeno ho trovato informazioni sull’Istituto di Relazioni Economiche Internazionali di Ginevra.

    Se l’autore dell’articolo è un docente universitario avrà almeno una pubblicazione in una rivista del settore, no? Altrimenti come ha fatto a diventare docente universitario?

  • nuvolenelcielo

    ho guardato anch’io che mi hai incuriosito… Infatti non è professore a Firenze, ha un dottorato in scienze politiche preso all’università di Firenze, ed è direttore dell’istituto di cui sopra ** http://www.ventanaglobal.info/ ** o cerca su google: institute economic relations geneve umberto mazzei

  • house

    Voglio sperare che uno del genere non insegni all’università di firenze, mio fratello studia là a scienze politiche, non vorrei che i miei genitori stiano buttando via i soldi..

  • RicBo

    Alberto, ti reputo una persona sensata, invece di parlare per frasi fatte vai a vederti le proposte economiche di Orbán: è roba che neanche la Thatcher e Reagan messi insieme. Il nazionalismo patriottico di cui ha ammantato le sue politiche (e di cui molti come voi vi fate accecare) nasconde il desiderio di egemonia della borghesia fascistoide ungherese che rappresenta, in contrasto con il finazismo della UE e del FMI. Cosa cambia per il popolo ungherese? Nulla. Cosa ricorda questa politica e questa retorica (fatte salve le debite differenze)? Un certo austriaco coi baffetti..

  • RicBo

    A questo punto è vero, meglio uno Stato d’ispirazione religiosa, perchè qualunque Dio, financo il Dio razzista degli ebrei, è sempre meglio del dio denaro.

    E perchè non mandare a fanculo religione e denaro e pensare a nuove relazioni sociali? Socialismo libertario ad esempio no?

  • dana74

    e tu tuttologo ricbo SANTIFICATORE DELLA CARNEFICINA DELLA UE, contento dello sterminio dei libici e tifi per quello siriano dove vivi?
    Su marte? Non c’è bisogno che ci racconti la realtà dalle pagine de El Pais.
    Ridicolo, non hai capito una mazza di come funzionano i poteri forti, giudichi in base agli schemettini che ti forniscono i media mainstream.

  • dana74

    Il diritto umanista RICBO mi può spiegare questa foglia di fico invocata da amnesty
    http://www.amnesty.it/unione-europea-deve-fare-pressione-su-ungheria-affinche-rispetti-diritti-umani

    E LA REALTA’ DEI FATTI perché UE che sta assassinando i greci di cui ai diritto umanisti poco importa da bravi razzisti a corrente alternata-
    LA UE ha messo l’ungheria sul banco degli imputati per queste ragioni CHE NON HANNO niente a che vedere con i diritti umani a meno che NON SI RITENGA LA BANCA CENTRALE soggetto DI DIRITTO UMANO.

    Ma per i massoni il cui unico Dio è il denaro non mi stupisce.
    Ecco qua:
    http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=160755#

  • dana74
  • RicBo

    cioè fammi capire dana, quindi i diritti umani sono una foglia di fico?

    qui non si tratta di difendere Orbán o chi per lui, si tratta di difendere il popolo ungherese, che è costretto a scegliere tra il fascio-nazionalismo del Fidesz o il finazismo della UE. non esistono alternative?

  • RicBo

    da dove assumi che io tiferei per lo sterminio di libici o siriani? i prigionieri degli schemi siete voi, voi tifate per lo sterminio dei libici chiamando ratti altri esseri umani, appoggiando la “resistenza”, soffiando sulla guerra civile e mostrandovi contro ogni disarmo pacifico. voi sulla siria dimostrate di non capire un tubo di quello che sta succedendo lì, dove la maggior parte delle violenze sono causate dagli alawiti e la polizia di Asad, che questo è un burattino della Russia come il CNT è pieno di burattini dell’occidente, che il popolo siriano (fondamentalmente pacifico) ha il diritto di potersi liberare di una dinastia di assassini senza ingerenze esterne e si trova tra 1000 fuochi. ma no, secondo i vostri schemi preconfezionati Asad è un giusto laico e comprensivo, magari ha la mano un po’ dura ogni tanto ma rispetto all’orco USraeliano non è nulla vero? guarda, magari avessi io tutte le tue certezze, sarebbe rassicurante vedere sempre i buoni da una parte e i cattivi dall’altra, i buoni sempre trasparenti e sinceri, i cattivi sempre occulti e subdoli, se avessi questa visione dell’umanità, sicuramente vivrei meglio

  • RicBo

    cara (o caro?) dana, da dove assumi che io tiferei per lo sterminio di libici o siriani?
    con tutto rispetto, ma i prigionieri degli schemi siete voi.
    voi considerate più importante che un governo controlli una banca centrale piuttosto che rispetti i diritti umani.
    voi tifate per lo sterminio dei libici chiamando ratti altri esseri umani, appoggiando la “resistenza”, soffiando sulla guerra civile e mostrandovi contro ogni disarmo pacifico.
    voi sulla siria dimostrate di non capire un tubo di quello che sta succedendo lì, dove la maggior parte delle violenze sono causate dagli alawiti e la polizia di Asad, che questo è un burattino della Russia come il CNT è pieno di burattini dell’occidente, che il popolo siriano (fondamentalmente pacifico) ha il diritto di potersi liberare di una dinastia di assassini senza ingerenze esterne e si trova tra 1000 fuochi. ma no, secondo i vostri schemi preconfezionati Asad è un giusto laico e comprensivo, magari ha la mano un po’ dura ogni tanto ma rispetto all’orco USraeliano non è nulla vero?
    guarda, magari avessi io tutte le tue certezze, sarebbe rassicurante vedere sempre i buoni da una parte e i cattivi dall’altra, i buoni sempre trasparenti e sinceri, i cattivi sempre occulti e subdoli, se avessi questa visione dell’umanità, sicuramente vivrei meglio

  • RicBo

    e comunque ripeto: andatevi a leggere le proposte del Fidesz di Orbán. Troverete la seguente politica economica: sfruttamento brutale della classe operaia per ingrassare la borghesia fascistoide che controlla lo Stato + neoliberismo mercatista perchè c’è vivaddio la comprensione che rivolgersi solo al mercato interno è suicida oltre che anacronistico. Non si insinua nelle vostre testoline il dubbio che la chiave non sta solo nel controllo della banca centrale e della moneta?

  • AlbertoConti

    Stai pensando a Craxi?

  • nuvolenelcielo

    Ottima battuta. Tranquillo…, tuo fratello sarà esposto al dogma ipnotico mainstream per anni, è un po’ come se guardasse Porta a Porta e leggesse Repubblica, solo a un livello “premium”, quindi i soldi sono spesi bene…

  • nuvolenelcielo

    ricbo, chi vince le elezioni vince le elezioni. Capisco che sia un concetto troppo avanzato per te da capire, ma il tuo solito intellettualismo buonista e il tuo uso di vecchie etichette politiche è una tua interpretazione, e vale come carta straccia. Non hai diritto di salvare gli ungheresi dal programma che hanno scelto di votare (buono o cattivo che sia) , mi sembri un burocrate della commissione europea per il rispetto che hai della DEMOCRAZIA… E poi di quali violazioni dei diritti umani in Ungheria stai parlando? Ma che diavolo stai dicendo? “Dio benedica l’Ungheria” è una violazione dei diritti umani? E se loro vogliono essere contrari all’aborto, l’hanno votato, peggio per loro (secondo me), ma cosa ci vogliamo fare, vuoi un colpo di stato dei buoni della UE? Ci saranno sicuramente dei problemi, non dico che sia rose e fiori, ma ti sembra che questi siano i problemi veri dell’Europa…, fermare l’Ungheria per violazione dei diritti umani? Ma ci sei o ci fai?

  • RicBo

    No penso a Proudhon, Bakunin e Malatesta

  • RicBo

    ah certo, chi vince le elezioni ha il diritto di fare quello che gli pare, facendo strame di uno stato di diritto perchè “legittimato dal voto popolare”. è il concetto della democrazia che ha la destra populista, berlusconi stesso lo ripete sempre. d’altronde se pensi che iniziare una costituzione con un “Dio benedica chissachì” non sia pericoloso, dimostra la considerazione che avete di parole come tolleranza e rispetto delle minoranze, e ti dico che io come ateo sarei incazzato nero se vivessi in ungheria.

  • Fedeledellacroce

    “e ti dico che io come ateo sarei incazzato nero se vivessi in ungheria”
    ah si!? e dove vivi, sulla luna?
    non mi sembra che in italia state messi meglio quanto a appecorinamento alla kiesa, dio e religioni.
    vedi crocefisso nelle aule e uffici pubblici, oppure in tribunale…..
    e visto che sai cosí tante cose, illuminaci anche a noi poveracci sulle nefande malvagitá di questo presidente eletto.
    perché se la sua colpa piú grave é che ha menzionato dio, beh, sei un po’ a corto di argomenti.

  • house

    Già, molto meglio sono le bugie di uno che si finge prof all’unifi no?