Home / ComeDonChisciotte / UNA CITT DEL MICHIGAN RIMUOVE L'ILLUMINAZIONE PUBBLICA

UNA CITT DEL MICHIGAN RIMUOVE L'ILLUMINAZIONE PUBBLICA

PER L’IMPOSSIBILITÀ DI PAGARE LA BOLLETTA ELETTRICA

DI ETHAN A. HUFF
Natural News

In risposta ai problemi

finanziari, alcune città degli Stati Uniti hanno scelto di tagliare

i servizi pubblici di base come la raccolta dei rifiuti, le forze di

polizia, i pompieri e le riparazioni delle strade per cercare di rimanere

a galla. Ma una delle città del Michigan ha deciso invece di tagliare

la corrente, lasciando più di 11.000 residenti senza illuminazione

pubblica.

La Associated Press

ha riferito che Highland Park, nel Michigan, una piccola città nel

cuore di Detroit, non è stata in grado di pagare circa 4 milioni di

dollari di bolletta elettrica dello scorso anno. Quindi, per eliminare

queste spese, la città non solo ha spento tutti i 1.000 punti luce

nelle strade, ma li ha anche completamente rimossi.
Collocato in una zona

già afflitta da un alto tasso di criminalità e da un diffuso degrado

urbano, Highland Park ha in pratica firmato un esemplare condanna a

morte per aver tagliato l’illuminazione pubblica. La città ha già

perso circa la metà dei suoi residenti negli ultimi decenni e si dice

che abbia 58 milioni di dollari di debiti, ma l’eliminazione delle

luci in strada garantisce solo la sua continua caduta verso il basso.

Come si può

spegnere una città?”, chiede Victoria Dowdell, una residente

di Highland Park che, come i suoi vicini, deve avere a che fare con

strade pubbliche buie come la pece dopo il tramonto; “Penso sia

una vergogna.”

Detroit ha inoltre

eliminato alcuni servizi nel corso degli anni e si avvia verso il fallimento.

Lo scorso dicembre Mike Shedlock di Business Insider

ha

scritto

che “Motor City” è sulla strada dell’insolvenza finanziaria

gia da molti anni. Un tentativo per scongiurare il collasso è stato

realizzato dai funzionari della città, che hanno tagliato i maggiori

servizi, come le riparazioni delle strade, la raccolta dei rifiuti e

le forze della polizia in alcune aree.

Altre città che

hanno tagliato servizi pubblici essenziali in risposta al debito ingestibile

e alla perdita di entrate fiscali sono New York City, Philadelphia e

Lago Elmo in Minnesota. Intanto, il Time Union ha riportato lo

scorso settembre che più della metà di tutte le città degli Stati

Uniti si

trovano a dover effettuare tagli significativi

in risposta ai problemi finanziari.

Alcuni vedono questa

eliminazione dei servizi pubblici essenziali come un segno del progressivo

declino della nazione, destinata a trasformarsi in una sorta di paese

del terzo mondo. Invece di migliorare la situazione, i tagli fatti a

servizi come la raccolta dei rifiuti e le luci nelle strade di fatto

trasforma le città in un focolaio della criminalità e del vagabondaggio,

da cui non ci può essere alcuna possibilità di riprendersi.

**********************************************

Fonte: Third-world America: Michigan city cuts power, removes street lights due to inability to pay electric bill

09.11.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di DANIELA CERBONE

______________________________________________________

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori e in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere ritenuto responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi.
La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

– messaggi non concernenti il tema dell’articolo
– messaggi offensivi nei confronti di chiunque
– messaggi con contenuto razzista o sessista
– messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Pubblicato da supervice

  • ericvonmaan

    “Il sogno americano”

  • paulo

    La logica della scarsità artificialmente creata per favorire il profitto porta a questo. Pensiamo bene: cosa manca alle persone per raccogliere la spazzatura, curare i parchi, produrre elettricità, fare il pane e tutto che serve? Credo la risposta sensata sarebbe una sola: LAVORO. La risposta che vogliano che si dia è un’altra: DENARO. Pensiamo un po’ ancora: un cinema pronto per esibire un film, persone in fila all’ingresso e nessuno può entrare perché mancano i BIGLIETTI. Sì, i pezzi di carta che vengono scambiati per altri pezzi di carta e dopo STRAPPATI quando le persone entrano in sala! Il sistema monetario è la stessa cosa, una illusione che causa milioni di MORTI ogni anno per causa della nostra stupida credenza nei pezzi di carta chiamati soldi. Per rompere tutto basta smettere di volerli questi soldi e scambiare il lavoro tra di noi. Semmai, facciamo un conteggio a livello locale di quanto lavoro abbiamo dato e di quanto abbiamo ricevuto SENZA dimenticare la solidarietà verso le persone che non possono lavorare (bambini, malati, anziani). Sto sognando? Non credo, penso che sia molto sveglio! Sapremmo presto.

  • fernet

    Si dice che abbiano 58 milioni di dollari di debito?? Che vuoi che sia!!!
    Parma-Italia ha un debito di 600 milioni di euro!!!!

  • DexterDrake

    considerando che gli Stati Uniti ci precedono solitamente di alcuni anni, non è presuntuoso aspettarsi un comportamento del genere anche da noi. un attimo, ma i tagli ai servizi pubblici già ci sono, alle forze dell’ordine anche, vuoi vedere che fra poco tolgono l’illuminazione pubblica?????

  • cavalea

    Nel mio comune hanno già cominciato, spegnendo un lampione ogni due. Talvolta gli sprechi sono eccessivi, ci sono luoghi illuminati bel oltre la reale necessità dettata dalla sicurezza stradale.

  • glab

    Quindi, per eliminare queste spese, la città non solo ha spento tutti i 1.000 punti luce nelle strade, ma li ha anche completamente rimossi.

    però i soldi per rimuoverli li hanno trovati, potevano usarli per pagare la bolletta.

  • Sancho2011

    Anche a Roma spengono a turno i lampioni in alcune zone

  • imsiddi

    probabilmente é stata una ditta privata a rimuoverli, poiché la città ha anche venduto i metalli contenuti nei lampioni.

  • glab

    quindi hanno pagato la rimozione con il materiale dei lampioni, pertanto:
    il materiale dei lampioni era proprietà pubblica, è stato prelevato e nulla è stato dato in cambio alla proprietà pubblica perciò hanno rubato alla comunità il materiale dei lampioni della illuminazione stradale!

  • imsiddi

    credo che NON abbiano pagato nessuno.
    per farla breve avranno concluso che:
    “venite pure a portare via i nostri lampioni e pagateci X a lampione”.

    gli avranno svenduti a prezzi stracciati 🙁