Home / ComeDonChisciotte / UN CONFLITTO NUCLEARE RIDOTTO CAUSEREBBE UNA CATASTROFE AMBIENTALE GLOBALE

UN CONFLITTO NUCLEARE RIDOTTO CAUSEREBBE UNA CATASTROFE AMBIENTALE GLOBALE

DI JEANNA BRYNER
LiveScience

Un conflitto nucleare regionale a scala ridotta potrebbe sconvolgere il clima globale per un decennio o più, con effetti ambientali devastanti per chiunque sulla Terra , hanno concluso i ricercatori.

Gli scienziati hanno detto che circa 40 Paesi posseggono abbastanza plutonio e uranio per costruire arsenali nucleari significativi. L’esplosione di un’arma delle dimensioni di quella di Hiroshima, causerebbe tante vittime dirette quanto tutta la Seconda Guerra Mondiale .

“In considerazione del numero e delle dimensioni relativamente ridotte delle armi, gli effetti sono sorprendentemente vasti,” ha detto uno dei ricercatori, Richard Turco dell’ Università della California, Los Angeles. “La devastazione potenziale sarebbe catastrofica e di lunga durata.” Gli effetti persistenti modificherebbero l’ ambiente in modi inimmaginabili. In termini climatici , un’esplosione nucleare farebbe precipitare le temperature su ampie aree del globo. “Sarebbe il più vasto cambiamento climatico che la storia umana ricordi,” ha dichiarato Alan Robock, associate director del Centro di Previsione Ambientale al Rutgers’ Cook College e altro membro del team di ricerca.

I risultati saranno presentati qui oggi [11 dicembre 2006, ndt] nel corso del meeting annuale dell’ American Geophysical Union.

Vittime dell’esplosione

In uno studio, gli scienziati guidati da Owen “Brian” Toon dell’Università del Colorado, Boulder, hanno analizzato le vittime potenziali basandosi sulla lista delle armi nucleari attuali e sulle densità di popolazione in grandi città del mondo.

Il suo team si è concentrato sul fumo nero prodotto da un’ esplosione nucleare e sui firestorms,— fiamme intense e di lunga durata che generano e mantengono un proprio sistema di venti.

In un conflitto regionale, le vittime varierebbero da 2.6 milioni a 16.7 milioni per stato. “E’ probabile che un piccolo stato usi le armi contro centri abitati per portare al massimo i danni e ottenere il maggior vantaggio,” ha detto Toon.

Raffreddamento climatico

Attraverso le informazioni, Robock e i suoi colleghi hanno generato una serie di simulazioni al computer sulle possibili anomalie climatiche provocate da un conflitto nucleare in piccola scala.

“Abbiamo guardato ad uno scenario di conflitto nucleare regionale, ad esempio tra l’India e il Pakistan, dove ognuno di essi abbia usato 50 bombe sulle città dell’altro che genererebbero una gran quantità di fumo,” ha detto Robock a LiveScience.

Hanno scoperto che le emissioni di fumo farebbero precipitare le temperature di circa 2 gradi Fahrenheit (1.25 gradi Celsius) su vaste aree del Nord America e dell’ Eurasia— aree molto lontane dai paesi coinvolti nel conflitto.

Normalmente quando la luce del sole attraversa l’atmosfera, alcuni raggi vengono assorbiti dalle particelle dell’aria prima di raggiungere la superficie terrestre. Dopo un’esplosione nucleare, pertanto, cumuli di fumo nero si fermerebbero nella parte alta dell’atmosfera e assorbirebbero la luce solare prima che raggiunga la superficie del pianeta. Come una cortina oscura tirata su ampie parti del globo, il fumo causerebbe basse temperature, oscurità, diminuzione delle precipitazioni e anche la riduzione dell’ozono.

Al termine dei 10 anni, il clima simulato non si sarebbe ancora normalizzato.

Risultato globale

Lo studio ha dimostrato che non occorre una grande energia nucleare per produrre risultati paragonabili a quelli di un meteorite. Gli scenari hanno ipotizzato che i paesi coinvolti utilizzino tutto il loro arsenale nucleare, ma esso sarebbe solo il 3% dell’ arsenale globale.

Tali conclusioni produrranno dei cambiamenti a livello mondiale? “Ovviamente speriamo che ci sia una risposta politica perché le armi nucleari sono il pericolo ambientale potenziale più grave per il pianeta. Sono molto più pericolose del riscaldamento globale,” ha detto Robock.

Jeanna Bryner
Fonte: http://www.livescience.com/
Link: http://www.livescience.com/forcesofnature/061211_nuclear_climate.html
11.12.2006

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di FILIPPO MARIA FATIGA

Pubblicato da Das schloss

  • marko

    Non capisco questa frase:

    "L’esplosione di un’arma delle dimensioni di quella di Hiroshima, causerebbe tante vittime dirette quanto tutta la Seconda Guerra Mondiale [www.livescience.com]."

    E’ un’affermazione errata. Una esplosione come quella di Hiroshima *è*
    già avvenuta, ed ha causato solo *una parte* delle morti della seconda
    guerra mondiale. E’ un errore di traduzione?

  • marzian

    L’orginale dice:

    Setting off a Hiroshima-size weapon could cause as many direct fatalities as all of World War II [www.livescience.com].

    Quindi non mi sembra che ci sia un errore di traduzione. Il fatto è che – anche se le dimensioni fisiche sono le stesse – la potenza distruttiva è progredita nel corso degli anni.

  • marko

    Mah, sono perplesso: la seconda guerra mondiale ha causato 60 milioni
    di morti (wikipedia), una bomba da 14 kTn come Hiroshima provoca
    100-200 mila morti. Forse la frase è più complessa, nel
    senso:"lanciando una bomba atomica come hiroshima, si scatenerebbe una serie di eventi che porterebbe a tanti morti come la WWII.