Tolti i sigilli alla Torteria di Chivasso.

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Da ieri, 22 novembre, la Torteria di Chivasso non è più sotto sequestro.

Rosanna Spatari, la commerciante che aveva osato disobbedire alle norme anticontagio, potrà, pertanto, riaprire il suo locale.

L’apposizione dei sigilli era stata disposta, il 6 maggio scorso, dalla Procura di Ivrea e le operazioni di sequestro erano balzate, per giorni, all’attenzione delle cronache nazionali.

Dopo circa sette mesi, la Corte di Cassazione ha dato ragione alla titolare della Torteria ribelle accogliendo il ricorso del suo difensore, Avv. Alessandro Fusillo, il quale ha commentato in questi termini il dispositivo della Corte Suprema:

“La Cassazione ha ordinato la restituzione della Tortiera a Rosanna di Chivasso. Perché il fatto contestato non costituisce reato. Una vittoria per la disobbedienza civile, per lo stato di diritto e un importante segno di vitalità dei nostri magistrati.”

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
È il momento di condividere le tue opinionix