Tar Umbria: agente di polizia non vaccinato torna al lavoro

Il poliziotto aveva presentato la documentazione per l’esenzione ma era arrivato comunque lo stop. Accolta la sua richiesta

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Con un decreto cautelare il presidente del Tar Umbria, Raffaele Potenza, ha accolto ieri 31 gennaio 2022 l’istanza di sospensiva di un assistente capo della polizia che il 28 gennaio scorso aveva fatto ricorso contro la sospensione scattata a suo danno per non aver effettuato la vaccinazione.

L’uomo aveva presentato una documentazione medica per dimostrare “la pericolosità della vaccinazione per la sua salute, quindi una fattispecie di esenzione dall’obbligo”.

Documenti che però non erano stati regolarmente esaminati, con l’agente che era stato invece sospeso dal servizio.

L’uomo, a quel punto, aveva deciso di rivolgersi al Tar, assistito dall’avvocato Luigi Doria. Alla fine il tribunale amministrativo ha finito per dargli ragione, permettendogli così di tornare in servizio.

Qui il testo integrale del Decreto n.14 del 31 gennaio 2022

Filippo Della Santa, 01.02.2022

Fonte: https://www.umbriaon.it/agente-di-polizia-non-si-vaccina-il-tar-umbria-stoppa-il-questore-che-lo-aveva-sospeso/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x