TAR Lazio garantisce il sostentamento al poliziotto sospeso per inottemperanza all’obbligo vaccinale.

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Il TAR del Lazio, Sez. V, presieduto dal Dott. Leonardo Spagnoletti, ha adottato un’Ordinanza Cautelare con la quale, in attesa della decisione di merito, riconosce ad un dipendente del Ministero della Giustizia non vaccinato – e pertanto sospeso dal servizio – il diritto a percepire metà della retribuzione a lui spettante.

Il ricorrente, appartenente alle Forze dell’Ordine, è soggetto all’obbligo vaccinale previsto dalla Legge sin dal 15 dicembre 2021, con conseguente sospensione dallo stipendio per l’inottemperanza all’obbligo stesso.

Di fronte alla decisione del Giudice Amministrativo, il Sindacato ANIEF ha rivendicato lo stesso trattamento per i lavoratori sospesi del comparto Istruzione annunciando un ricorso straordinario al quale è possibile aderire entro il 15 marzo.

https://www.byoblu.com/2022/02/26/meta-stipendio-al-dipendente-sospeso-e-non-vaccinato-la-pronuncia-del-tar-lazio/ 

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x