Home / Archivi etichette: Vladimir Putin

Archivi etichette: Vladimir Putin

Cittadinanza russa, l’Ucraina e un solo popolo

DI ANTON KANEVSKIY fondsk.ru Nuove prospettive  Lo scambio di repliche a distanza tra il Presidente eletto dell’Ucraina V. Zelenskij e l’attuale Presidente della Russia V. Putin si è concluso con la vittoria senza condizioni di quest’ultimo. Il Presidente russo ha osservato: “Ho detto molte volte che Ucraini e Russi sono popoli fraterni e anche molto di più. In realtà, credo che questo sia un solo popolo… e se avremo la cittadinanza comune, sia Russi che Ucraini ne beneficeranno”. Le parole di …

Leggi tutto »

Cittadinanza russa per i residenti del Donbass: nervosismo in Occidente e a Kiev

DI ALEXANDER MEZYAEV fondsk.ru Zelenskij non è a conoscenza delle norme del diritto internazionale che disciplinano la concessione della cittadinanza Il 24 aprile, il Presidente della Federazione Russa [Putin] ha firmato un decreto “Sulla definizione per scopi umanitari delle categorie di persone che hanno il diritto di chiedere l’ammissione alla cittadinanza russa secondo una procedura semplificata”. Secondo questo decreto, i cittadini ucraini che risiedono permanentemente nei territori di determinati distretti delle regioni di Donetsk e Lugansk hanno il diritto di acquisire …

Leggi tutto »

Putin concede la cittadinanza russa agli abitanti del Donbass, in Ucraina accusano Zelenskij

fondsk.ru Il 24 aprile, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sulla concessione della cittadinanza con procedura semplificata ai residenti delle Repubbliche del Donbass (DNR – Repubblica Popolare di Donetsk e LNR – Repubblica Popolare di Lugansk ndr.). Nel Decreto pubblicato sul sito ufficiale del Presidente della Federazione Russa si legge: “Si stabilisce che le persone che risiedono permanentemente nei territori dei distretti separati delle regioni di Donetsk e Lugansk in Ucraina, hanno il diritto d’inoltrare domanda per l’acquisizione …

Leggi tutto »

La partita della Russia in Libia – Ecco il piano di Vladimir Putin

  LORENZO VITA occhidellaguerra.it Non si può avere un ruolo di primo piano in Libia, senza passare per la Russia. È questa una delle poche certezze che si hanno nel caos che pervade il paese nordafricano. La strategia di Vladimir Putin, nel difficile scacchiere libico, è sempre stata particolarmente silente. Il Cremlino, dopo la caduta di Muhammar Gheddafi, si è mosso con prudenza, consapevole che la fine del colonnello ha avuto un effetto disastroso sulla costruzione della strategia russa nel …

Leggi tutto »

L’Artico russo come alternativa al Canale di Suez

DI NATALIA YANKOVA fondsk.ru Una nuova pagina nella storia della navigazione mercantile Il 27 settembre 2018 la nave porta container Venta Maersk, di proprietà della più grande holding dei container danese Maersk, deve completare la sua rotta a San Pietroburgo, percorrendo il passaggio a nord-est. Questa è la prima spedizione al mondo di container refrigerati che percorre il passaggio a nord-est. La società statale russa [Rosatomflot] supporta la perforazione, a bordo della nave danese ci sono specialisti russi con esperienza nella …

Leggi tutto »

La Russia si è arresa all’Occidente?

DI PAT BUCHANAN original.antiwar.com Alla fine del suo secondo mandato il presidente Ronald Reagan, che aveva definito l’Unione Sovietica “l’impero del male”, passeggiava per la Piazza Rossa con i russi che gli davano pacche sulle spalle. Era meraviglioso vivere quell’alba. E con quale saggezza abbiamo gestito i frutti del nostro trionfo nella Guerra Fredda? Questo mese, Xi Jinping, leader a vita della Cina, era accanto a Vladimir Putin quando 3.000 militari cinesi hanno partecipato alle manovre con 300.000 russi, 1.000 …

Leggi tutto »

Quell’ultimo autobus per Idlib – L’ultimo rifugio dei terroristi siriani sta per essere spazzato via

STEVEN SAHIOUNIE mintpressnews.com Gli autobus verdi hanno scaricato i loro ultimi passeggeri ad Idlib. In quello che ormai è diventato uno schema ricorrente in tutta la Siria, dopo ogni battaglia in cui il governo siriano riconquista una parte del suo territorio, il Centro Russo per la Riconciliazione raggiunge un accordo con i combattenti: arrendersi e ritornare alla vita civile o farsi una corsa gratis in autobus fino ad Idlib. La polizia militare russa garantisce la sicurezza dei combattenti, famiglie comprese, …

Leggi tutto »

L’intervista di Paul Craig Roberts all’American Herald Tribune

  PAUL CRAIG ROBERTS ahtribune.com AHT: Lei crede che nessun accordo con Washington possa essere ritenuto degno di fiducia; che cosa ci insegna la storia a questo proposito? PCR: C’è una maglietta con la scritta: “Certo che puoi fidarti del governo, chiedi agli Indiani.” Alcuni governi sono più degni di fiducia di altri. Reagan, per esempio, aveva detto che avrebbe posto termine alla stagflazione e lo ha fatto. Reagan avevava detto che avrebbe terminato la guerra fredda e lo abbiamo …

Leggi tutto »

Trump, Putin e i Caschi Bianchi

GORDON DUFF veteranstoday.com Siamo a fine luglio 2018. In Medio Oriente, 800 uomini e le loro famiglie sono pronti ad essere trasferiti in Europa Occidentale, Canada e Stati Uniti per esservi reinseriti con lo status di rifugiati. La vera storia della loro evacuazione per opera di Israele e del tentativo di riqualificarli come eroi è uno dei racconti più subdoli e terrificanti dei nostri tempi. Le nostre fonti di informazione ci dicono che fra questi 800 uomini vi sono anche …

Leggi tutto »

L’intelligence degli Stati Uniti è un fattore scatenante del collasso

  DMITRY ORLOV http://cluborlov.blogspot.com Negli Stati Uniti odierni, il termine “spionaggio,” al di fuori di alcuni specifici contesti, non viene di solito molto utilizzato. Si parla sporadicamente di spionaggio industriale ma, quando si fa riferimento agli sforzi che l’America compie per capire ciò che accade nel mondo, oltre i propri confini, si preferisce usare il termine “intelligence.” Questa potrebbe essere una scelta intelligente, oppure no, dipende da come si vedono le cose. Per prima cosa, l’”intelligence” degli Stati Uniti è …

Leggi tutto »

Trump è un traditore perché vuole la pace con la Russia?

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Il Partito Democratico americano preferisce portare il mondo verso una guerra termo-nucleare piuttosto che ammettere che Hillary Clinton ha perso le elezioni in maniera equa. Il PD è stato completamente corrotto dal regime dei Clinton, ed ora è totalmente impazzito. I leader del partito, come Nancy Pelosi e Chuck Schumer, mio ex co-autore al New York Times, hanno risposto in modo non democratico al primo passo che Trump ha intrapreso per ridurre le tensioni con …

Leggi tutto »

I colloqui di Helsinki – Trump sta cercando di riequilibrare il Triangolo Globale

  FONTE: MOON OF ALABAMA Le reazioni dei commentatori politici statunitensi alla conferenza stampa di ieri del Presidente Trump e del Presidente Putin sono molto divertenti. I media stanno perdendo la testa. Sembra che ci sia stato Pearl Harbor, il Golfo del Tonkino e l’11 settembre, tutto in un solo giorno. La guerra inizierà domani. Ma contro chi? Il panico nasconde le visioni contrastanti sulla Grande Strategia. La rilettura della trascrizione dei 45 minuti di quella conferenza stampa l’ho trovata …

Leggi tutto »

Trump a Helsinki: Russia First?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Non dovremmo farci condizionare dalla propaganda mediatica hollywoodista, il ‘Deep State’ è un potere concreto, è profondo e potente e non una semplice teoria cospirativa. Inoltre non ha paura di funzionare allo scoperto ed è tutt’altro che tetragono e univoco. Lo stato profondo è semplicemente il governo permanente non eletto, che continua ad applicare il proprio potere indipendentemente dal voto degli americani. Il presidente Trump rappresenta solo alcune fazioni dello stato profondo, altre fazioni sono determinate a …

Leggi tutto »

Le elites globaliste temono la pace, vogliono la guerra

  DI FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org Talvolta, la realtà è più strana della fantasia. Quello che segue è talmente sbalorditivo che, per dargli credibilità, è necessario citare le fonti e riportare le frasi esattamente così come sono. Un tipico esempio è questo titolo: “Cresce la paura per un possibile accordo di pace fra Trump e Putin”. Il Times, evidentemente, non teme una escalation militare in Ucraina, uno scontro armato in Siria, un finto avvelenamento in Inghilterra o una nuova Guerra Fredda. …

Leggi tutto »

Ora vogliono etnicizzare anche la Coppa del Mondo

  FRANK FUREDI spiked-online.com In questi giorni, la politica identitaria sembra essere dappertutto. Dal punto di vista di questi novelli identitari, la cosa più importante di una persona è se essa appartiene al giusto gender, al giusto colore o alla giusta etnia. Perciò, quando un giornalista del Guardian guarda la squadra di calcio inglese, non vede undici esseri umani. Al contrario, valuta la squadra in base alle sue caratteristiche politiche, razziali e culturali. “Se questa squadra rappresenta qualcuno, allora rappresenta …

Leggi tutto »

Quegli invasati assurdi populisti che cercano la pace

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Come mai persone di sinistra abbiano cominciato da alcuni anni a votare M5S o Lega non è difficile capirlo, anzi chi voleva capire lo ha fatto diversi anni fa. La questione migranti e la chiusura dei porti italiani alle ONG lo dimostra ampiamente. Provate a chiedere agli USA se per caso i servizi segreti francesi e tedeschi abbiano provato a destabilizzare il governo italiano. Dietro le ONG che traghettavano i migranti sembra ci fossero proprio Francia …

Leggi tutto »

Putin: “Un eventuale attacco ucraino porterà gravi conseguenze all’Ucraina”

FONTE: YOUTUBE.COM Il 7 giugno 2018 si è svolto il programma televisivo “Linea diretta” con Vladimir Putin. Il presidente russo per la sedicesima volta ha parlato in diretta con i russi sui principali canali televisivi e stazioni radio. Tra le numerose domande, al presidente russo, è giunta anche una domanda da parte di un abitante della Repubblica Popolare di Donetsk (DNR) riguardo alla situazione del Donbass, e, in particolare, sulla possibilità che con l’inizio del campionato mondiale di calcio (che …

Leggi tutto »

Non sarà che Alexander Dugin è in segreto un sostenitore della Teoria Queer?

DI JOSEPH GELFER counterpunch.org Alexander Dugin è un filosofo e un analista politico russo noto per essere, secondo quanto scrive Foreign Affairs, “la mente di Putin.” Un recente articolo di ThinkProgress descrive l’ascesa di Dugin e il suo allineamento con l’estrema destra americana e con i suprematisti bianchi, come Richard Spencer, che gli ha offerto una piattaforma mediatica al di fuori della Russia (si dà il caso che la moglie di Spencer, Nina Kouprianova abbia tradotto in inglese alcuni degli …

Leggi tutto »

Una Rivoluzione Colorata in un bicchier d’acqua

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.it Il concetto di successo cambia con l’età. Quando si è giovani, ma non abbastanza maturi, ci si può impegnare in ogni sorta di ridicola impresa. Dopo, quando non si è più tanto giovani, una passeggiatina fruttifera fino alla latrina è già più che sufficiente per brindare al successo. La stessa cosa succede agli imperi che invecchiano. In gioventù distruggono nazioni grandi ed importanti, ma poi le aiutano nella ricostruzione. In seguito, si limitano solo a distruggerle. …

Leggi tutto »

Un ponte troppo lontano: il Washington Examiner chiede che l’infrastruttura russa venga bombardata

Di NEIL CLARK rt.com Immaginate soltanto se un quotidiano russo avesse chiesto all’aviazione canadese di bombardare il ponte di Brooklyn. Sarebbe scoppiato un putiferio, e giustamente. Ma dov’è la condanna dell’Occidente per l’articolo pubblicato dal Washington Examiner, in cui si auspica il bombardamento del nuovo ponte della Crimea inaugurato questa settimana? E’ stato definito una delle più grandi imprese dell’ingegneria moderna. Questo ponte a doppia sezione, che collega la Penisola di Taman, nella regione di Krasnodar Krai, con la Penisola …

Leggi tutto »

La strategia di Putin sta finalmente iniziando a funzionare?

  DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Ho già avuto modo di spiegare che l’atteggiamento, tipicamente cristiano, del Presidente Russo Vladimir Putin di offrire l’altra guancia alle provocazioni dell’Occidente è una strategia intesa a convincere l’Europa che la Russia è ragionevole mentre Washington non lo è, e che la Russia non è una minaccia per gli interessi e la sovranità dell’Europa, mentre Washington lo è. Compiacendo Israele e ritirandosi dall’accordo multinazionale iraniano per la non-proliferazione nucleare, il Presidente americano Donald Trump …

Leggi tutto »

Soldi sporchi o politica sporca? L’ipocrisia del Regno Unito sugli “oligarchi russi”

DI NEIL CLARK rt.com Secondo il procuratore generale della Russia, 61 criminali, colpevoli di aver indebitamente accumulato in Russia almeno 10 miliardi di dollari, stanno facendo la bella vita nel Regno Unito. La Gran Bretagna asserisce di essere preoccupata per i “soldi sporchi”, ma ha rigettato le richieste di estradizione da parte di Mosca. Era stata la truffa finanziaria del secolo. Il saccheggio delle ricchezze della Russia sovietica da parte di un gruppo di oligarchi molto ben ammanigliati aveva, nei …

Leggi tutto »

Documento dell’esercito: la strategia statunitense per ‘detronizzare’ Putin in rapporto agli oleodotti potrebbe provocare la Terza Guerra Mondiale

DI NAFEEZ AHMED medium.com Funzionari senior della DIA (n.d.T. Defense Intelligence Agency), dell’Aeronautica Militare e dell’Esercito ammettono che l’espansionismo della NATO e le interferenze occulte degli Stati Uniti nella politica interna russa possono innescare il “prossimo conflitto globale” Un documento dell’esercito americano riconosce i veri interessi che determinano la strategia militare statunitense nei confronti della Russia: dominare i tracciati degli oleodotti, accedere alle vaste risorse naturali dell’Asia centrale e rafforzare l’espansione del capitalismo americano in tutto il mondo. [….] Mentre …

Leggi tutto »

La guerra tiepida: la russomania al punto di ebollizione

DI JIM KAVANAGH counterpunch.org E’ già guerra? Per troppi aspetti, sì. E’ una instancabile guerra economica, diplomatica ed ideologica, insaporita solo con un pochino (per ora) di attività militare, e con un forte odore di peggioramento. Parlo della guerra con la Russia, naturalmente, perché la Russia è il bersaglio principale di tutta una costellazione di nuovi avversari che gli Stati Uniti stanno disperatamente cercando di sottomettere, prima che uno di essi, o una loro combinazione, divenga troppo forte per essere …

Leggi tutto »

La schiacciante Vittoria di Orban in Ungheria dà una spinta ai Populisti europei

 DI ZOLTAN SIMON E MARTON EDER   Bloomberg.com Il Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha ottenuto una schiacciante vittoria elettorale conquistando un quarto mandato, grazie alla spinta delle forze populiste che stanno sfidando i valori multiculturali e democratici dell’Unione Europea. Fidesz , il partito di Orban, si era presentato con le carte buone per  ottenere di nuovo la maggioranza dei due terzi, conquistata nelle due precedenti elezioni, cosa che gli concede un potere illimitato e la facoltà di cambiare le leggi. …

Leggi tutto »

Il New York Times pubblica un articolo in cui ci si domanda: “Putin è un agente della Cia?”

DI ALEX CHRISTOFOROU theduran.com Thomas Friedman, del NYT , pone questa ridicola domanda: “Putin è un agente della CIA?” Secondo la logica di Thomas Friedman, se la Russia ha interferito nelle elezioni americane e se Putin è un agente della CIA, allora la CIA ha interferito nelle elezioni americane. “Putin è un agente della CIA?” potrebbe essere il più stupido articolo di fake news di tutta la storia del New York Times. Scrive Russia Today… Da un quotidiano che vi ha …

Leggi tutto »

L’ MI5 avvelena un altro asset russo per infangare Putin nella guerra di propaganda in corso

DI JOE QUINN alethonews.wordpress.com Come avrete notato dal titolo, vado subito al punto. Contestualizzare è fondamentale di questi tempi, quando si tenta di comprendere importanti eventi geopolitici. Sergei Skripal è un ex colonnello dell’esercito russo che ha lavorato per l’intelligence militare sovietica durante la Guerra Fredda. A fine anni ’90 venne reclutato dall’MI6 come doppio agente. Nel dicembre 2004, Skripal è stato arrestato ed accusato di “alto tradimento sotto forma di spionaggio”, dichiarato colpevole e condannato a 13 anni di …

Leggi tutto »

La legge sulla “deoccupazione del Donbass”. Reazione in Ucraina, Russia ed Europa

DI НОВОСТИ. СОБЫТИЯ fondsk.ru Il 18 gennaio, la Verchovna Rada ha adottato a maggioranza dei voti la cosiddetta legge sulla «deoccupazione del Donbass», che è stata immediatamente soprannominata «legge sulla guerra» e i deputati che hanno votato a favore, «coalizione di guerra». L’Ucraina, secondo il documento, intende riprendersi solo con la forza i territori della DNR e dell’LNR, dichiarati «occupati dalla Russia». Questa legge già ora «legalizza» la futura aggressione contro il Donbass. Ucraina. Opinioni e commenti  «Continuiamo a spianare …

Leggi tutto »

Previsioni 2018 – Che cosa potrebbe andare storto?

DI JAMES HOWARD KUNSTLER russia-insider.com “…avanti tutta verso una lunga fase di emergenza” Se voi prendete i vostri riferimenti a partire dal “Consenso disinformato”(1)  (“Consensus Trance Central” nell’originale -N.d.T.), dalle reti di informazione cablate, dal New York Times, dal Washington Post, e dall’ Huffington Post, Trump  è responsabile di tutto ciò che affligge questo Impero che sprofonda. E anche si possono associare Trump e la Russia, perché il Golem d’Oro della grandeur ha fatto comunella con Vladimir Putin per saccheggiare …

Leggi tutto »

Russiagate è in realtà Israelgate, Trump è un agente di Israele, non della Russia

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Quando il Congresso autorizzò Robert Mueller e il suo team di avvocati a indagare su rapporti tra il governo russo e la squadra elettorale di Trump, gli avversari del presidente sperarono che prima o poi sarebbero emerse delle prove concrete sulla collusione di Trump con il governo russo. Alla fine però la prova principale del Consigliere speciale Robert Mueller, sostenuta nella sua indagine «Russiagate», non ha rivelato la possibile collusione russa, ma un’altra collusione, quella fra  …

Leggi tutto »