navigazione Tag

Cultura

Il gender è «un crimine contro l’umanità».

www.renovatio21.com Il presidente russo Vladimir Putin ha nuovamente attaccato la cultura dell’Occidente decadente in un discorso infuocato giovedì, sottolineando la malvagità della cosiddetta «cancel culture» e criticando l’ossessione per i diritti di gay e transgender. Parlando all’incontro annuale del Valdai Club a Sochi, Putin ha sottolineato che il suo Paese dovrebbe aderire ai propri «valori spirituali e tradizioni storiche», evitando al contempo i «disturbi socioculturali» promanati…

Sarà mai in grado di rispondermi l’Altro? (“After hours” di Martin Scorsese)

Di Jacopo D'Alessio, ComeDonChisciotte.org “After hours” (1985 - “Fuori orario”), di Martin Scorsese, si apre con la scena in cui un impiegato, appena assunto presso un’agenzia stampa di New York, racconta la propria ambizione di aprire una casa editrice creativa e indipendente al collega più anziano, Paul Hackett (Griffin Dunne), mentre quest'ultimo lo sta istruendo su delle banali mansioni giornaliere da svolgere al computer. Poi, con una lenta panoramica in soggettiva che getta lo sguardo…

Il volto e la morte

Di Giorgio Agamben, Quodlibet Sembra che nel nuovo ordine planetario che si va delineando due cose, apparentemente senza rapporto fra loro, siano destinate a essere integralmente rimosse: il volto e la morte. Cercheremo di indagare se esse non siano invece in qualche modo connesse e quale sia il senso della loro rimozione. Che la visione del proprio volto e del volto degli altri sia per l’uomo un’esperienza decisiva era già noto agli antichi: «Ciò che si chiama “volto” – scrive Cicerone –…

La cultura è patrimonio di tutti

comitatoliberipensatori.com di Patrizia Ligabò La biblioteca di Concorezzo, un luogo di cultura pubblico, e la cultura è patrimonio comune ricordiamocelo bene, è negata a chi non ha Green pass, e non solo, e tutto ciò è vergognoso ed inaccettabile. Nell’articolo di giornale uscito il sindaco Capitanio Mauro , sottolinea l’ingenuità dei suoi collaboratori della biblioteca a suo dire, fregati o raggirati dall’astuzia degli utenti; ma qui non si tratta di ingenuità ; ma bensì di legalità!…

Green pass, lettera di Costantino Ceoldo al Rettore Università di Padova

di Costantino Ceoldo Chiarissimo Professor Rizzuto, mi rivolgo a Lei, nella sua qualità di Magnifico Rettore ma anche alla Chiarissima Professoressa Mapelli che a breve le succederà nell’incarico che Lei si appresta a portare a termine. Ho appreso dai media su Internet che il Professor Andrea Camperio Ciani, ordinario presso il nostro amato Ateneo e che ci legge in copia, Le ha scritto ufficialmente palesando fermamente il suo rifiuto nei confronti del cosìdetto “Green Pass”. Ho letto…

Memorial Oriana Fallaci XV edizione

Riceviamo e pubblichiamo, di Armando Manocchia *** L’Evento – dice Armando Manocchia presidente dell’Associazione Una Via Per Oriana, che da 15 anni promuove e organizza il Memorial – è l’omaggio alla memoria, per dirlo con le parole di un altro grande fiorentino, Franco Zeffirelli, “della donna più importante che Firenze ha avuto nel secolo scorso, la giornalista più amata, la più conosciuta e la più odiata dagli inutili idioti. Lo scrittore che ha fatto paura al mondo, che ha fatto chiasso…

Napoli, il direttore del Museo Cappella Sansevero si dimette per protesta contro Green Pass

finestresullarte.info Clamoroso a Napoli: Fabrizio Masucci, presidente e direttore del Museo Cappella Sansevero, uno dei monumenti più famosi e visitati della città, scrigno di arte tardobarocca dove s’ammira il famosissimo Cristo velato di Giuseppe Sammartino, ha deciso di dimettersi dalla carica in segno di protesta contro l’applicazione del Green Pass nei musei. Com’è noto, infatti, dal prossimo 6 agosto il certificato verde, che si ottiene solo se si è vaccinati, guariti dal Covid o…

La chiusura del tempo

Di  Pier Paolo Dal Monte, Frontiere.me Dove si nasconde il tempo? Lo percepiamo perché lo concepiamo: la materia della quale è fatto, la continuità che ci appare, è un costrutto mentale nel quale il presente, attimo fugace e privo di essenza, incalza il futuro mentre si trasforma in passato. In effetti una parte di esso è stata e non è, una parte sarà e non è ancora Ma che cosa sia il tempo e quale la sua natura, dalle dottrine tramandate, è oscuro, similmente a come sono oscure le…

Come Alberi, di Monica Bisi.

Nella poesia "Come alberi" furono d'ispirazione due alberi intrecciati, scorti sul cammino dell'autrice durante una 'immersione' nella natura. Questa ultima è da sempre musa delle parole, generatrice di poemi, e prose. Nel testo dell'opera di Monica Bisi si evince, al centro del componimento il nostro destino umano legato agli altri esseri umani. Tuttavia, il coraggio e la capacità di saper star da soli, divengono elementi fondamentali per conoscere sè stessi, e di conseguenza per trovare un…

Tracce di sciamanesimo arcaico nelle nostre lingue e culture

di Francesco Benozzo Dal momento che, storicamente e geograficamente, lo sciamanesimo – inteso come dispositivo di funzionamento sociale e culturale di una comunità – è attestato e riconosciuto in alcune aree, siamo erroneamente portati a credere che esso abbia vissuto e si sia sviluppato esclusivamente in quei luoghi. Da un punto di vista cognitivo ed evolutivo, al contrario, come dimostrano i più recenti studi (1), si tratta di un fenomeno che è giusto interpretare come pertinente a tutta…

Green Pass – Francesco Benozzo & Fabio Bonvicini

Registrato in presa diretta a Pazzano di Serramazzoni (Appennino modenese) il 12 maggio 2021 Francesco Benozzo: voce e arpa bardica Fabio Bonvicini: voce e ocarina Francesco Benozzo, professore di filologia all’Università di Bologna e candidato al premio Nobel per la Letteratura dal 2015, ha pubblicato in questi mesi, anche su ComeDonChisciotte, diversi interventi critici e polemici sulla situazione emergenziale in atto, confluiti nei suoi recenti libri Poesia, scienza e dissidenza…

Dalla recinzione delle terre alla recinzione della vita – 2a Parte

Donne e Natura sono accomunate dall’oppressione e dallo sfruttamento che le società patriarcali hanno esercitato ed esercitano tuttora su di esse. Molte studiose femministe, ciascuna nel proprio campo di competenza, hanno messo in luce questi aspetti e hanno proposto nuovi modelli di conoscenza che possono rappresentare delle alternative al pensiero unico del capitalismo globale.

Dalla recinzione delle terre alla recinzione della vita – 1a Parte

Donne e Natura sono accomunate dall’oppressione e dallo sfruttamento che le società patriarcali hanno esercitato ed esercitano tuttora su di esse. Molte studiose femministe, ciascuna nel proprio campo di competenza, hanno messo in luce questi aspetti e hanno proposto nuovi modelli di conoscenza che possono rappresentare delle alternative al pensiero unico del capitalismo globale.

Nichilismo e Post-umano: due facce della stessa medaglia

lafionda.org di Davide Sabatino Se volessimo inquadrare la posizione psicologica ed esistenziale dell’uomo del XXI secolo, senza nasconderci dietro la maschera di una idealizzazione del tutto soggettiva, potremmo definirla una posizione traballante, instabile, priva di punti d’ancoraggio permanenti. L’uomo e la donna di oggi, come profetizzava già nel secolo scorso Simone Weil, sono esseri sospesi sul baratro della storia, dove da una parte agisce sempre più ostinatamente il lato…

Insegnanti “woke” vogliono cancellare Shakespeare

neovitruvian.com C’è una crescente spinta da parte degli insegnanti per eliminare Shakespeare e altra letteratura occidentale dalle classi. Un gruppo, #DisruptTexts, insiste: “Si tratta di supremazia e colonizzazione dei bianchi”. Lorena German, presidente del National Council of Teachers of English Anti-Racism Committee e co-fondatrice del forum Disrupt Texts, ha insistito che “tutto ciò che riguarda il fatto che era un uomo del suo tempo è problematico nelle sue opere. Non possiamo…

Cancellare Aristotele e Platone! Dopo le statue la folla woke se la prende con i fondatori della filosofia occidendale

neovitruvian.com Un accademico ha affermato che i classici dovrebbero essere eliminati dai programmi universitari perché sono così “invischiati nella supremazia bianca da essere inseparabili da essa”. Ma privare le generazioni future della saggezza del passato porta all’ignoranza e alla divisione. Dan-el Padilla Peralta, un accademico di colore, afferma che la civiltà occidentale si basa su concezioni di “bianchezza” che derivano dalle interpretazioni degli autori antichi. Recentemente,…

Moni Ovadia furioso: “Teatri e cinema chiusi ma si dà priorità a Sanremo, siamo un paese miserabile”

fonte globalist.it L'attore e regista Moni Ovadia si è scagliato pesantemente sulla questione Sanremo, affermando che è "inspiegabile" che cinema e teatri siano chiusi ma per Sanremo si stia pensando al pubblico: "Per Sanremo il discorso della sanità non conta niente? Se Sanremo è più importante della cultura allora vuol dire che questo paese è perso per sempre". "Se non si capisce quale è il valore prioritario della cultura e si favoriscono le kermesse mediatiche - spiega - vuol dire che…

Buon compleanno a ÉTIENNE DE LA BOÉTIE! (anni 490)

Di Patrizia Cecconi, ComeDonChisciotte.org COMPLEANNI. Si chiamava ÉTIENNE DE LA BOÉTIE e il 1° novembre compirebbe 490 anni! Nacque infatti nel 1530. Fu filosofo, giurista e politico. Incantò Michel de Montaigne che lo portò nei suoi pensieri fino alla morte e lo amò di quell'amore particolare e unico che è l'amicizia pura, quella per cui si darebbe la vita. Il suo "Discorso sulla servitù volontaria", sicuramente il più celebre tra i suoi scritti, ancora oggi, a quasi mezzo…

CDC ARTE/ Turner il Rivoluzionario

Di Claudio Vitagliano, Comedonchisciotte.org Ad un certo punto della sua vita, sembra che Turner si rammaricasse di non aver scelto la professione dell’architetto invece che quella del pittore. Due secoli dopo, possiamo affermare che ciò fu una fortuna, per noi e per la storia dell’arte. Nessun artista come lui si è addentrato nei meandri che regolano il rapporto dell’uomo con la natura, il carattere imponderabile del destino e il trascendente. Per mettere in scena ciò, Turner raccontò la…

Etichette globali. Ha vinto la società di superficie?

Di Jacopo Brogi, ComeDonChisciotte.org Possibile che nell'era della comunicazione e della interconnessione globale, dove una buona parte dell'umanità, specialmente in Occidente, è altamente scolarizzata e specializzata, troppo spesso vinca il pregiudizio e la moderna superstizione? A quanto pare, al bar o alle Poste, in un'aula universitaria così come in tv, più che dialogo e scambio reciproco di opinioni e punti di vista, ci sentiamo continuamente appiccicare addosso marchi, sigle,…

Ho visto Favolacce dei fratelli D’Innocenzo

Riflessioni sull'opera cinematografica dei fratelli D'Innocenzo di Claudio Vitagliano Comedonchisciotte.org Ho visto Favolacce dei fratelli D'Innocenzo. Avrei detto che è un bel film, se non fosse che l’opera si presenta come un incubo afasico che non riesce neanche ad urlare il proprio orrore. Esso è uno sguardo allucinato su un nostro possibile destino in cui non c’è più memoria di una comune felicità. I modelli umani che il film mette in campo sono prototipi di una umanità…

Non vogliamo trasformarci in una Disneyland mediterranea, o in una Florida per pensionati tedeschi e scandinavi

DI GUIDO SALERNO ALETTA teleborsa.it Lo smart working è una trappola per topi. Servono capitale umano ed infrastrutture collettive Basta stare con il naso per aria, a cercare una ispirazione sul da farsi. Non è dalle audizioni degli Stati Generali di Villa Pamphili che si troverà il bandolo della matassa. Non è così che si nobilita l'Italia: si trasforma la Storia in cartapesta. Bisogna guardare indietro, per capire il futuro dell'Italia. Il nostro destino non è quello di…

Il popolo coglione

DI MINCUO comedonchisciotte.org Il popolo è fatto di coglioni. Il suo ruolo da sempre è di essere un coglione. E’ allevato ed educato per essere un coglione. In migliaia di anni quello è sempre stato il suo ruolo. E’ un coglione anche perché non può essere altro. - La cultura e l’informazione che ha sono completamente fasulle, ma non se ne rende conto, perché è un coglione e la cultura e gli strumenti che ha sono appositamente fatti perché non lo capisca. La cultura e l’informazione…

Un presepe napoletano

DI SANDRO MOISO carmillaonline.com Basterebbe osservare il fatto che la biografia di Michelle Obama è salita al primo posto delle classifiche dei libri più venduti in Italia per comprendere quanto sia di corto respiro e di vedute ristrette la cultura mainstream spacciata in Italia. Soprattutto quella che si pensa democratica e di sinistra; quella, insomma, che appartiene a quell’intellighentsia scadente, tramortita e sonnolenta che ancora non si è ripresa dal fatto che una buona…

I Tre Pilastri che crollano

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Ho capito la vanità dei nove decimi delle discussioni politiche che sento in giro, il giorno che Costanzo Preve mi fece leggere un suo saggio, dove spiegò che il sistema  (parliamo di una decina di anni fa) si fondava su tre pilastri (enfatizzo con la maiuscola i concetti chiave): Una CULTURA di SINISTRA Un’AMMINISTRAZIONE di CENTRO Un’ECONOMIA di DESTRA So che ogni termine può essere interpretato in mille modi, ma l’importante è che ci…