Home / Archivi etichette: 5 stelle

Archivi etichette: 5 stelle

Spese militari, grillini distratti

DI ALESSANDRO GIGLIOLI Piovono rane Non so se lo avete notato, ma c’è un curioso assente nel balletto di cifre della legge di bilancio: la questione delle spese militari. Che per i 5 Stelle, quando stavano all’opposizione, era un tema centrale. Lo stesso Beppe Grillo ne aveva fatto una battaglia fondante del suo blog, suggerendo un taglio draconiano («almeno 10 miliardi») per finanziare il reddito di cittadinanza. Per non dire della campagna contro gli F35, a lungo cavallo di battaglia …

Leggi tutto »

Governo, tutto come previsto (buona catastrofe)

DI ANDREA SCANZI Ilfattoquotidiano.it Premessa. “Anche solo alludere a un contratto M5S + Pd è folle. M5S + Lega sarebbe il male minore, però un governo di scopo breve e poi al voto. Chi parla di Salvimaio, e ancor più di Grillusconi, è un disadattato neuronale perché non sa di cosa parla. Di Maio non sarà mai Premier di nulla. I 5 Stelle non andranno mai al Governo. Di Maio non ha nessun motivo di ridere, straparla di “cambiamento” e quando …

Leggi tutto »

Gli “strumenti di tortura” di Juncker e UE, spiegati da Ambrose Evans-Pritchard

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it (Anzitutto la traduzione dell’articolo  sul Telegraph di Ambrose Evans-Pritchard, “Juncker’s ‘torture tools’ are useless against Italy’s well  armed uprising”. In fondo, qualche riga di commento) Bruxelles si vanta di avere  ben oliati metodi per ridurre in ginocchio governi recalcitranti. “Abbiamo qualche strumento di tortura nelle cantine”, scherza Jean-Claude Juncker. Il faceto capo degli euro-sicari mette alla prova il nostro senso dell’umorismo. I metodi usati contro una lista di nazioni depresse  tra il 2010 e il 2014  …

Leggi tutto »

Il Decalogo “Orwell Associati”: il viatico per altri Mario Monti

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Il Decalogo consegnato dal Professor Della Cananea è un’opera di imprinting, un messaggio che chi controlla il 5 Stelle utilizza per riconsegnare ideologicamente i cervelli degli italiani ai tecnici (siano essi economisti, banchieri o giudici); si vuole riportare indietro le lancette al 2011 senza che nessuno se ne renda conto, una dinamica geniale ed orwelliana non c’è che dire, in pieno stile Grande Fratello e mascherata dal volto umano di Di Maio. Si vuole ricalcare almeno …

Leggi tutto »

Berlusconi il sabotatore anti-italiano. Via al Governo Lega-5s-FdI

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo Lega e 5 Stelle sono ad un bivio, serve un compromesso al rialzo. Di Maio e Salvini devono crederci, rischiare il tutto per tutto e con infinito coraggio accordarsi rinunciando ambedue a qualcosa di grosso: il primo alla poltrona più ambita, il secondo a Berlusconi. Credo che al popolo di centro destra poco importi ormai dei tatticismi, soprattutto se privatistici (cioè non funzionali al benessere italiano) di Silvio Berlusconi ed abbiano semmai …

Leggi tutto »

Elettori 5 Stelle, reddito di cittadinanza e l’assalto per le richieste dei moduli. Un caso esemplare di disinformazione

DI ANGELO ROMANO valigiablu.it “Hanno vinto i cinque stelle, adesso dateci i moduli per fare domanda per ottenere il reddito di cittadinanza”. Ha fatto “notizia”, diventando virale, un articolo pubblicato ieri da La Gazzetta del Mezzogiorno sul presunto “assalto” da parte di “raffiche” di cittadini della città di Giovinazzo (un Comune di poco più di 20mila abitanti dell’area metropolitana di Bari, in Puglia), che si sarebbero presentati a frotte per chiedere i moduli per l’immediato pagamento del reddito di cittadinanza …

Leggi tutto »

Steve Bannon in Italia

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Steve Bannon è un genio e lo ha dimostrato anche in Italia in una recente intervista non appena sbarcato. Bannon ha spiegato come le dinamiche di disinformazione di cui l’Italia è intrisa, tra cui la retorica su razzismo, su fascismo e comunismo (nel 2018), sul populismo, sul femminismo ecc siano un fenomeno conosciuto e digerito in USA e denuncia come esse rappresentino le stesse con cui Trump ebbe a che fare in campagna elettorale prima della …

Leggi tutto »

Sequestro Gatti-Montanari; campagna elettorale dello Stato di Polizia – VOTARE, OH OH… La domanda è: chi è il più detestato da quelli che io più detesto?

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it Votare nel paese venduto a papi, francesi, spagnoli, tedeschi, americani… Che questo fosse uno Stato in mano a briganti, ladri, corrotti, sociocidi, vendipatria, bari e tecno-bio-fascisti lo si sapeva. Lo si sapeva, misurando a spanne, più o meno da quando Togliatti, ministro della Giustizia, in perfetta sintonia con la pugnalata alle spalle di Yalta, decretò l’amnistia per tutto l’apparato amministrativo fascista. Ma lo si sospettava fin da quando, nel 1943, l’invasore Usa si accordò con la …

Leggi tutto »

Buffonate, furbizie da poco e tanta, tanta ignoranza

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it A sei settimane dal voto, tutto ciò che la classe politica vomita sono soltanto buffonate: questo è ciò che pensa la maggioranza degli italiani. Non si può dare loro torto, vista la “resurrezione” di un Berlusconi ad occhio e croce cinquantenne o quella di un Renzi che doveva andarsene il giorno dopo la batosta del referendum. Non scordiamo che il governo Gentiloni doveva solo traghettarci, il più velocemente possibile, verso le elezioni…e che Renzi sarebbe tornato …

Leggi tutto »

IL SUICIDIO POLITICO DEI 5 STELLE

FONTE: COMIDAD Mentre i “suicidi” delle persone sono troppo spesso la conclusione di indagini non svolte, i suicidi politici costituiscono un dato costante della Storia. Una discreta parte della classe dirigente della cosiddetta “Prima Repubblica” (i Cagliari, i Gardini, i Mensorio, i Bisaglia) fu “suicidata”, o “incidentata”, per favorire il passaggio di consegne, dato che le inchieste giudiziarie sembravano non bastare. Sta di fatto che quei “suicidi” di persone furono preceduti da un vero suicidio politico del regime di allora. …

Leggi tutto »

Soros a Roma: salvate l’operazione migranti ! – Siria, Non Nord Corea, delenda est

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane L’arma di migrazione di massa La preoccupazione deve essere tanto forte, rasentando il panico, quanto è sporca l’operazione, se George Soros, da mezzo secolo grande stragista sociale, si è precipitato da colui che falsamente presume nostro presidente del consiglio (ma avrà incontrato anche quello effettivo). In ballo era l’urgenza di applicare una sutura veloce e conclusiva allo squarcio aperto nel corpo del reato dal benemerito procuratore di Catania,  Zuccaro, dai suoi emuli a Trapani e …

Leggi tutto »

Usa-Bruxelles-Roma: colpo su colpo di stato

DI FULVIO GRIMALDI Mondo cane “Lo strumento più potente in mano all’oppressore è la mente dell’oppresso”. (Stephen Biko) Qualcuno, edulcorando, usa l’eufemismo “post-democrazia”. Per non ammettere che è post-nazismo. Nel senso di nazismo senza camicie brune e senza sostegno di masse consenzienti, ma con sostegno di masse abuliche. E’ il dato che emerge da tre capitali che, una volta di più, unisce in unico progetto globale il pianeta Usa al satellite UE e all’asteroide Italia. Colpi di mano antidemocratici avvolti …

Leggi tutto »

In galera anche Montecitorio. Per la sua accertata pericolosità sociale

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Vedo che hanno sbattuto in carcere preventivo il palazzinaro Sergio Scarpellini,  benché 80 enne, insieme a quel Marra-braccio-destro-della Raggi. Adducendo la “pericolosità sociale” dei due. Complimenti.  Si   poteva giungere  alla conclusione già otto anni fa.  La pericolosità sociale di Scarpellini  deriva dalla accertata  pericolosità sociale del Parlamento italiano, ben lieto di affittare a Scarpellini lussuosi immobili,  che avrebbe invece potuto comprare – risparmiando denaro dei contribuenti. Leggere lì articolo di Gian Antonio Stella a pagina 6 …

Leggi tutto »

Una volta tanto

DI GIANFRANCO LA GRASSA conflittiestrategie.it Questa volta devo esprimere solidarietà verso i pentastellati. Sono accusati per le firme false raccolte al fine di presentare le liste (mi pare sia così). Per quel che ho sempre saputo, tutti e reiteratamente hanno raccolto firme del genere, da che mondo è mondo. Il fatto è che, come sempre (anche questo da che mondo è mondo), la magistratura si muove non dico su comando, ma quando riceve il benestare di qualcuno. Così accadde nell’operazione …

Leggi tutto »