Sydney, 24.000 adolescenti sottoposti a vaccinazione di massa sotto la sorveglianza della polizia

Se vi fate portare da mamma, da papà o da uno dei vostri familiari, assicuratevi che rimanga fuori dallo stadio," aveva detto il Ministro della Salute agli adolescenti australiani.

Ashley Sadler
lifesitenews.com

SYDNEY, Australia – Un piano per vaccinare 24.000 adolescenti australiani in un sito di vaccinazione di massa ha suscitato polemiche dopo che il Ministro della Salute del Nuovo Galles del Sud, Brad Hazzard, aveva consigliato ai genitori di “rimanere fuori dallo stadio,” mentre i loro figli venivano “accompagnati” all’interno da agenti di polizia e da infermieri.

In un video  postato sui social media, Hazzard aveva detto ai genitori degli adolescenti invitati a ricevere la loro prima vaccinazione alla Qudos Bank Arena di rimanere fuori, mentre ai loro figli veniva fatta l’iniezione sperimentale, che è stata collegata a probabili e gravi effetti collaterali per i giovani, tra cui la miocardite.

Il 6 agosto, durante la presentazione del progetto, Hazzard aveva paragonato l’opportunità di farsi vaccinare al Super Dome, nella capitale del NSW (New South Wales – Nuovo Galles del Sud), agli atleti olimpici “che lottano per la medaglia d’oro.”

Il Ministro della Salute aveva detto che i giovani avrebbero dovuto entrare nello stadio da soli, apparentemente per evitare l’affollamento.

“Se mamma, o papà, o uno della tua famiglia ti porta, assicurati che rimanga fuori dall’o stadio,” aveva detto Hazzard, “perché non vogliamo troppe persone, ovviamente, che gironzolano all’interno dell’arena.”

Dopo aver istruito i minori ad entrare nello stadio senza l’accompagnamento dei genitori, Hazzard aveva assicurato gli stessi genitori che i ragazzi sarebbero stati “accompagnati nel vero senso della parola” nello stadio da infermieri e da agenti delle forze dell’ordine, compresi gli agenti di polizia affiliati allo “Youth Command,” un servizio composto da 120 agenti delle forze dell’ordine dedicati alla “riduzione e prevenzione della criminalità giovanile e dei comportamenti antisociali.”

Una volta “accompagnati” da polizia e infermieri, gli adolescenti sarebbero “accuditi in ogni momento,” aveva continuato Hazzard.

Secondo il Guardian, la Qudos Bank Arena, precedentemente conosciuta come il Super Dome di Sydney e utilizzata per le Olimpiadi estive del 2000, era stata trasformata in un sito di vaccinazione di massa all’inizio di questo mese, con l’intenzione di offrire la vaccinazione Pfizer a 24.000 giovani che vivono in otto “aree governative locali problematiche” considerate punti caldi per la COVID-19.

I giovani coinvolti nell’iniziativa sono studenti del 12° anno (l’equivalente dell’ultimo anno delle scuole superiori negli Stati Uniti) che avevano avuto la priorità per ottenere la loro prima iniezione, al fine di frequentare le lezioni e sostenere gli esami HSC (Higher School Certificate) quest’autunno.

Il Dipartimento della Salute del Nuovo Galles del Sud ha aperto lo stadio a segmenti di popolazione più ampi, dopo aver completato la vaccinazione dei giovani.

Nonostante le apparenti preoccupazioni di Hazzard sul sovraffollamento che avrebbe potuto essere causato dai familiari durante le operazioni di vaccinazione dei ragazzi, nel sito era presente “un sacco di personale, compresa la polizia e la sicurezza,” ha detto un genitore al Guardian.

Durante l’annuncio del programma, il Ministro della Salute non ha parlato dei potenziali effetti collaterali del vaccino per i giovani, che sono statisticamente a basso rischio di complicazioni gravi o di morte da COVID-19.

A giugno, Pfizer aveva aggiunto una segnalazione di miocardite e pericardite alla scheda informativa per il suo vaccino COVID-19.

Negli Stati Uniti, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie stanno attualmente indagando sul caso di un ragazzo del Michigan di 13 anni, senza patologie preesistenti note,  morto nel sonno dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer.

A maggio, era uscita la notizia che 18 adolescenti del Connecticut avevano sviluppato un’infiammazione cardiaca dopo aver ricevuto il vaccino, con conseguente ricovero in ospedale.

I dati rilasciati il 6 agosto dal Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), il principale sistema finanziato dal governo degli Stati Uniti incaricato di segnalare le reazioni avverse ai vaccini, indicano che, tra il 14 dicembre 2020 e il 6 agosto 2021, si è verificato un totale di 571.831 eventi avversi, tra cui 12.871 morti e 51.807 ricoveri.

Nel frattempo, le precauzioni prese per tenere i familiari fuori dal sito di vaccinazione di Sydney non sono riuscite ad impedire che il virus della Covid facesse il suo ingresso nel centro di vaccinazione di massa.

Proprio la settimana scorsa, il Dipartimento della Salute del NSW ha diramato avvertimenti e consigli di isolamento per gli Australiani che si erano vaccinati nello stesso sito, dopo che una persona che aveva visitato il centro era risultata positiva al virus.

“Una persona che si era trovata al Qudos Bank Arena Vaccination Hub a Homebush il 10 agosto 2021 tra le 14.40 e le 16.20 è risultata positiva alla COVID-19,” si legge in un messaggio inviato dal Dipartimento della Salute.

A tutti vaccinati allo stadio è stato offerto un test di screening PCR COVID-19 subito dopo aver ricevuto l’iniezione, secondo un messaggio inviato da Graeme Loy, Capo Esecutivo del distretto sanitario locale di Western Sydney, ai genitori degli adolescenti appena vaccinati.

“Gli studenti non dovranno auto-isolarsi dopo aver fatto questo test,” aveva scritto Loy. “Nel caso in cui lo studente non desideri sottoporsi al test COVID, dovrà informare un membro del personale dell’NSW Health Pathology.”

Ciononostante, il Dipartimento della Salute del NSW ha avvisato gli Australiani nella comunicazione del 10 agosto che “si consiglia a tutte le persone presenti  [nello stadio] allo stesso momento di fare il test per la COVID-19 il più presto possibile e di auto-isolarsi fino a quando non si riceve un risultato negativo. Dovrete fare un altro test COVID-19 il 15 agosto 2021. Indossate una mascherina in presenza di altri e limitate i vostri movimenti fino a quando non otterrete il secondo risultato negativo. Monitorate i sintomi della COVID-19 e rifate  il test in caso di un qualsiasi sintomo.”

L’Australia ha fatto notizia fin dall’anno scorso per i suoi rigidi protocolli COVID-19, con severi coprifuoco, divieti di spostamento tranne che per gli acquisti “essenziali” e un duro trattamento dei manifestanti anti-lockdown da parte delle forze dell’ordine australiane.

Il mese scorso, il Capo della Sanità del NSW aveva detto agli Australiani che, per prevenire la diffusione della COVID-19, avrebbero dovuto evitare di parlare con i loro vicini, anche di sfuggita.

Più di 500 militari australiani sono stati inviati sul territorio nazionale per garantire il rispetto delle regole imposte dai funzionari del Dipartimento della Salute australiano.

La settimana scorsa, i media hanno riferito che altri 200 soldati disarmati sarebbero stati mandati a pattugliare le strade di Sydney per assicurare il rispetto degli Australiani al severo lockdown imposto ancora una volta ai residenti della capitale del Nuovo Galles del Sud.

Ad oggi, Sydney è sotto lockdown ormai da circa due mesi e la durata del confinamento è stata recentemente estesa fino a settembre.

Il Primo Ministro del Nuovo Galles del Sud, Gladys Berejiklian, ha espresso la sua frustrazione per lo scarso rispetto degli Australiani per i lockdown, dicendo ai giornalisti che era “un po’ stanca di sentire le persone dire che non sanno come dovrebbero comportarsi.”

Come riportato dalla CNN, la Berejiklian ha detto che lo sforzo per contenere la diffusione del virus “è letteralmente una guerra” e che il suo Stato stava “utilizzando tutte le risorse possibili,” annunciando allo stesso tempo un improvviso lockdown di sette giorni in tutto lo Stato del New South Wales, a partire dal 14 agosto.

Secondo la CNN, “gli ordini di rimanere in casa saranno applicati in tutto lo Stato più popoloso del Paese e le persone avranno il permesso di uscire solo per acquistare beni essenziali, ricevere cure mediche, fare esercizio all’aperto con un’altra persona e lavorare, se i residenti non possono lavorare da casa. Anche l’attività scolastica tornerà nuovamente online.”

Fonte: https://www.lifesitenews.com
Link:
https://www.lifesitenews.com/news/24000-australian-teens-jabbed-in-mass-vaccination-effort-at-stadium-while-police-not-parents-supervise/?utm_source=top_news&utm_campaign=usa
18.08.2021
Tradotto da NICKAL88 per comedonchisciotte.org

Notifica di
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
halak
Utente CDC
28 Agosto 2021 12:17

Be, direi che quel simpaticone di Brad Hazzard si ritrova un nome ben adeguato!

ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
28 Agosto 2021 13:02

forse meglio Bio Hazard?

gix
Utente CDC
28 Agosto 2021 12:41

A parte il grado di follia delle autorità australiane, sul quale si potrebbe aprire una discussione, questa notizia, che gira da un pò, è il tipico esempio di come una informazione, anche potenzialmente autentica, possa generare solo confusione e non portare alcuna utilità. Non risulta l’obbligatorietà del vaccino in Australia, e non risulta che le autorità siano andate a prelevare i ragazzi (evidentemente minori, ma non bambini) nelle case, portandoli con la forza a vaccinarsi. C’è evidentemente un preventivo accordo con i genitori, che si sono probabilmente prestati a questa operazione magari in cambio di chissà cosa (persino di denaro, se si tratta di famiglie residenti in zone disagiate). Di per se si tratta di una operazione che avrebbe potuto tranquillamente svolgersi anche qui da noi (visto lo stato ipnotico e la disinformazione di molti), se non fosse che là vi è stato forse un inutile sfoggio di autorità e divise, non sempre raccomandabile (d’altronde noi abbiamo un responsabile della campagna vaccinale che gira in divisa, per cui non possiamo dare lezioni a nessuno, anzi…). Se così non è e vi sono altri elementi non conosciuti, naturalmente quanto affermato può essere smentito senza problemi.

buddyboy
Utente CDC
Risposta al commento di  gix
28 Agosto 2021 13:45

Ritengo le tue considerazioni opportune e per quanto riguarda, come tu scrivi : il grado di follia…si potrebbe aprire una discussione…Penso che il punto sia proprio quello e non penso sia follia se non la più cieca adesione alle policies COVID 19 vigenti in tutto il mondo occidentale e propagandate dall’ OMS. Sinceramente non riesco in altro modo a spiegarmi come in un paese di 25 ML di abitanti che ha avuto da inizio “pandemia” circa 50K contagiati e meno di 1000 decessi (il più alto picco di contagio recente ad un media di 900 contagi GG), possa adottare misure così draconiane provocando una tale insofferenza verso le istituzioni di buona parte della popolazione. Sicuramente un mio limite ma non riesco a trovare altre motivazioni…

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  buddyboy
29 Agosto 2021 3:12

Trattandosi di paese remoto e poco abitato, potrebbe ben essere un esperimento: testano il grado di insofferenza/sottomissione a misure estreme che progettano di applicare in seguito da noi.

Ultimo aggiornamento 19 giorni fa effettuato da BrunoWald
IlContadino
Utente CDC
28 Agosto 2021 14:04

Un giorno torno a casa e trovo mia moglie in lacrime, per metà incazzata, l’altra metà non so, non ho indagato… ho avuto paura!
L’avevano chiamata dal centro di assistenza alle neo mamme, non si era presentata per una visita facoltativa al bambino, non le piaceva quel posto, non si sentiva trattata con rispetto. Insomma la tizia le dice: “Ci deve portare il bambino! Ho idea che teniamo più noi a suo figlio che lei.” Da qui le lacrime di nervoso (e non so che altro).
Dire quelle parole ad una neo mamma è qualcosa che non so descrivere, sono contento di non aver mai incontrato quella donna;) Poco dopo mi sono licenziato e abbiamo lasciato il paese, brutta vibra, molto brutta. Ogni tanto penso che se qui è una situazione di merda vuol dire che là è un inferno.
Saranno felici quei pochi aborigeni clandestini che ancora vivono da esseri umani. A dire il vero non so se ne esistono ancora, ma mi piace pensarlo

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
28 Agosto 2021 14:38

Fra un paio di settimane ne accoglierai un gruppetto di questi aborigeni clandestini, uno sicuramente :-))

ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
28 Agosto 2021 18:43

toh, io invece sono convinto che vostro figlio abbia una fortuna sfacciata ad avere voi come genitori. Dice ma come fai, non li conosci, non hai elementi per giudicare, ma neanche la zo**ola del centro di assistenza li aveva

IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  ducadiGrumello
28 Agosto 2021 19:43

Ahahaha troppo buono Duca; al grande (che poi è il piccolo del messaggio sopra) ho appena dato un cicchetto che l’ho spettinato, mi ha rotto il muro col pallone, maledetto;) Sai in quanti ci rompono le palle perchè abitiamo in campagna, o perchè non li mandiamo a scuola, o perchè li portiamo ogni settimana ad arrampicare, o perchè sono vegani, o perchè non sono vaccinati, o perchè non abbiamo la TV, o perchè cazzo volete dalla mia vita?!!! Solidarietà a tutti i genitori che hanno deciso di essere genitori, e non dei passacarte, ai giorni nostri è davvero un bel daffare! Ho appena letto che una dirigente scolastica pretenderebbe il green pass per gli alunni del suo istituto, da scorticare viva! Eppure sappiamo già che a breve sarà cosa ufficiale e normale. Vedi che le istituzioni australiane dicono che non vogliono i genitori all’interno della struttura…ci pensiamo noi ai vostri figli, lasciateli a noi. Col cazzo! Non fidiamoci delle istituzioni, mai, teniamole lontane dai nostri figli. E’ brutto da dire, diobono se è brutto, ma siamo arrivati a questo punto. Mi sa che mi sono un po’ sfogato…non so se per l’articolo o per il muro;) Dai, lo avevo appena… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 19 giorni fa effettuato da IlContadino
danone
Utente CDC
28 Agosto 2021 14:31

Il covid ha fatto qualche milione di morti nel mondo, decine di milioni di ricoverati e moltitudini di asintomatici, sani. I suoi indici di mortalità sono comunque modesti, paragonabili ad una brutta influenza (0,1-0,5% sto largo), in rapporto a chi manifesta sintomi, non in rapporto a chi risulta positivo ad un tampone farlocco, e i decessi sono sostanzialmente confinati fra gli anziani già parecchio indeboliti da altre patologie. Se guardiamo ai dati ufficiali del vaers sui danni da vaccino, ricoveri e decessi, quelli ufficiali dell’articolo, non i miei, o quelli reali, che sono molto maggiori come è ovvio, abbiamo 571.831 eventi avversi-sintomatici ai vaccini, tra cui 12.871 morti e 51.807 ricoveri. Quindi in base ai dati ufficiali-vaers abbiamo a che fare con una “malattia” che tralasciando i positivi-asintomatici (tutti i vaccinati), su un tot di sintomatici dichiarati ufficialmente, abbiamo che i ricoverati sono circa il 10% e i decessi sono quasi 1/3 dei ricoverati, quindi il 3% dei sintomatici, non lo 0,5 del covid. Senza considerare che i decessi di questa malattia avvengono in classi di età più basse e in individui sani, molto più del covid. Quale patologia è più grave per i numeri ufficiali santo cielo? Correggetemi se sbaglio ma davanti a… Leggi tutto »

VincenzoS1955
Utente CDC
28 Agosto 2021 16:36

Il primo settembre sarebbe prevista una manifestazione nelle stazioni ferroviarie contro l’obbligo del green pass che entrerà in vigore proprio in quella data per chi viaggia sui treni a lunga percorrenza. Lo dice l’Ansa. L’incontro, organizzato on line, è previsto alle 14:30 davanti alle stazioni di 54 città. “Non ci fanno partire con il treno senza il green pass illegittimo? Allora non partirà nessuno”, dice l’agenzia. 
Comunque a prescindere da quello che riporta l’Ansa, non si deve mancare assolutamente a questa e ad altre manifestazioni per ribadire che i diritti costituzionali e la libertà non si toccano. Dunque: occhio al web per tenersi informati e per ulteriori iniziative.

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da VincenzoS1955
clausneghe
Utente CDC
28 Agosto 2021 17:00

Lì in Australia al potere ci sono gli esseri più schifosi del pianeta, eredi della genia inglese di pirati e assassini colonialisti.
Basti dire che per evitare probabili contagi dovuti ai movimenti dei volontari animalisti che raccolgono cani randagi, fanno ammazzare dai loro robocop tutti i cani sciolti che incontrano.
Lì la follia dei covidioti raggiunge cime eccelse.

halak
Utente CDC
28 Agosto 2021 19:46

In effetti sono sempre rimasto colpito dal fanatismo ipocrita e bigotto che si ritrova così spesso nella cultura anglosassone. Quella roba che fa suicidare il massimo scienziato inglese del XX secolo (A.Turing), accusato dell’innominabile reato di pederastia negli anni 50 e pochi decenni dopo, con la stessa arroganza da maestrina, vuole insegnare al mondo che il nuovo reato si chiama omofobia, ed è altrettanto infamante. Per me si tratta della stessa gente, non fisicamente, ma idealmente, Gli stessi bigotti, allora come oggi, gli stessi ipocriti moralisti incapaci di equilibrio e tolleranza. Del resto, fino agli anni 60, in Australia lo stato rapiva i bambini agli aborigeni con lo scopo dichiarato di distruggere quella cultura inferiore,

Bertozzi
Utente CDC
30 Agosto 2021 0:50

Basta che i genitori invece di portarli e stare fuori, diligenti, stiano a casina e li tengano ben protetti. Fine della storia. Se alla gente piace vendersi i figli cosa le puoi dire.

14
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x