Home / ComeDonChisciotte / STANDARDPOOR'S LASCER STARE L’ITALIA?

STANDARDPOOR'S LASCER STARE L’ITALIA?

FONTE: Zero Hedge
Peter Tchir, TF Market Advisors

Se ho capito il processo in modo corretto,

S&P deve fornire un preavviso di 24 ore alle nazioni che subiranno

una modifica dei loro rating.

S&P ha l’Italia A1 con prospettiva negativa. Moody’s è A2 con

outlook negativo. Quindi S&P ha valutato più alto l’Italia,

e sarebbe strano se non decidesse di farle un downgrade. Ma

se dovessero abbassare il rating, informando l’Italia, venderanno

le obbligazioni al pubblico mentre stanno nascondendo le informazioni?Se l’Italia vende obbligazioni quando è in possesso di informazioni che la vedono in futuro con una valutazione più bassa, questi bond sono ancora validi? Credo che dipenda
da cosa accade al prezzo, ma se questo calasse e l’Italia subisse il downgrade, prevedo che ci siano dei compratori che cercheranno di disconoscere l’acquisto. Ci sarà a quel punto da attendere e penso che tutto ciò avrebbe un pessimo effetto per l’Italia proprio quando ha bisogno della fiducia e della confidenza dei mercati.

Può darsi che all’Italia non venga abbassato il rating, ma se così fosse credo che l’Italia avrebbe di fronte a sé un altro problema insormontabile, dimostrando tutta la sua disorganizzazione.

**********************************************

Fonte: Will S&P Leave Italy Alone?

13.01.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

  • borat

    figuriamoci se le agenzia di rating hanno ancora in pancia titoli di stato italiani di cui si vogliono disfare

  • anto74

    credo tu non abbia capito bene: il soggetto della frase in cui c’è il verbo “vende” non sono le agenzie di rating, ma lo stato italiano.
    Per un certo verso il discorso non fa una piega: tu stato italiano in data 12 gennaio sei stato informato che verrai declassato, ed in data 13 gennaio, quando ancora non è arrivato il downgrade, fai un’asta di btp a 5 anni ad un tasso più basso di quello che sarebbe stato a declassamento avvenuto.
    E’ anche vero, a discolpa dello stato italiano, che l’asta era programmata da chissà quanto tempo ed il downgrade (da quello che ho capito) lo decide l’agenzia di rating quando gli pare e piace.

  • albsorio

    Mi sembra che per la legge americana le agenzie di rating non sono responsabili di quello che succede ai mercati dopo la pubblicazione dei loro giudizi, dico questo perché come nel caso del declassamento dell’America, per altro ingiustificato, legato ad un errore nel conteggio del debito, non sono stati puniti. Personalmente penso che le agenzie di rating siano una mezza farsa. Perdurando lo stato attuale di moneta-debito una persona che compra debito italiano se gli va bene avra alla scadenza un’altro titolo di Stato.

  • Highlangher

    Tra i vantaggi del vivere a +5 ore GMT abbiamo quello di leggere le notizie mentre in Italia si dorme. Puntualmente stamattina leggo che s&p.ha fatto il downgrade non solo su italia ma su gran parte Dell Europa. Come sempre un plauso a zerohedge per le acute analisi e un grazie CDC che le traduce e le pubblica. Ieri sempre serpeggerà ha fatto una bella analisi del franco svizzero e degli sviluppi a breve dei cambi eur/fch. Ne vedremo delle belle, a breve penso che alle frontiere metteranno scanner dappertutto per tracciare i contanti. E poi i complottisti erano dei visionari, eh? Siamo solo all’inizio, la dittatura finanziaria ne ha ancora molte di armi da usare. Beati i contadini. Auguri.

  • MartinV

    basta fare una ricerchina google con i termini “declassamento usa dimissioni” per trovare che qualcuno ha pagato per la lesa maestà…

    un esempio;

    http://www.repubblica.it/economia/2011/08/23/news/standard_poor_s_cambio_ai_vertici-20769139/