Home / ComeDonChisciotte / SIRIA, WACO, OCCUPY E LOS ANGELES

SIRIA, WACO, OCCUPY E LOS ANGELES

I COLLEGAMENTI CHE SPERANO VOI NON FACCIATE MAI

DI TONY CARTALUCCI

Prisonplanet.com

Mentre chiede alla Siria di ritirare le sue forze di sicurezza dalle città nelle quali bande erranti di terroristi stanno ufficialmente commettendo atrocità diffuse, quali rapimenti, torture e omicidi di civili, come testimoniato dal rapporto, elaborato nello stesso Occidente da Human Rights Watch “Syria: Armed Opposition Groups Committing Abuses“, l’Occidente ha negato ai propri cittadini il diritto di riunirsi seppur pacificamente nelle proteste di “Occupy”, nelle quali i manifestanti rivolgevano le proprie lamentele verso il loro paese. Il governo siriano viene continuamente minacciato dall’Occidente affinché inizi un processo di “transizione” politica o, più precisamente, si sottometta a un cambio di regime appoggiato dal mondo occidentale, a dispetto dei militanti armati, mentre l’Occidente stesso mantiene una rigida politica di non-negoziazione verso le richieste dei terroristi.

Foto: Mentre l’ONU chiede alla Siria non solo di permettere che terroristi armati circolino liberamente nelle sue città, ma anche di accogliere le loro richieste, l’Occidente ha cacciato dalle strade dei propri centri urbani , con la forza, i pacifici manifestanti del movimento “Occupy”. Ci si chiede cosa sarebbe successo se i protestanti attaccati con gli spray e picchiati in strada avessero tirato fuori delle pistole e sparato sulla polizia. Washington avrebbe ritirato le forze di sicurezza e accolto le loro richieste?

 
[Siria? No, questa è Waco, in Texas, dopo che un attacco congiunto delle forze di sicurezza militari e federali ha colpito, raso al suolo questo complesso tentacolare situato in proprietà privata e ucciso quasi tutti gli abitanti, uomini, donne e bambini. Gli Stati Uniti uccidono i propri cittadini usando armi di guerra solo per infrangere le proprie leggi, senza dir niente su cosa farebbero se gli americani dovessero scendere in piazza e condurre una campagna di terrore chiedendo che il governo faccia un passo indietro. ]

Mentre si inventa una montagna di scuse per spazzare via dalle strade delle sue maggiori città le proteste del movimento “Occupy”, l’Occidente insiste nel dire che i siriani dovrebbero non solo tollerare “un’occupazione” armata, ma anche accettarne le richieste. Ma qualcuno si potrebbe chiedere che cosa farebbe qualsiasi nazione occidentale se i manifestanti, con la violenza delle armi, chiedessero ai loro leader di farsi da parte.

 


[Video: Civili praticamente disarmati incontrano i ribelli siriani che nei loro carri armati, sparano e agitano i loro kalashnikov. Se i manifestanti di Los Angeles avessero attaccato gli arsenali e le forze armate del governo, catturando mezzi corazzati e lanciarazzi, o se la violenza fosse arrivata al punto in cui armi entravano attraverso il confine messicano, sicuramente Washington avrebbe mobilitato truppe armate e mezzi aerei di appoggio tattico per reprimerli e sarebbe stata considerata negligente nel caso non ci fosse riuscita.

 ]

In Europa ci sono i separatisti baschi spagnoli – considerati terroristi dall’intera Unione Europea, dall’Inghilterra e dagli USA. L’IRA (Esercito Repubblicano Irlandese), allo stesso modo, era considerata una pericolosa organizzazione terroristica che il Regno Unito ha cercato di annientare attraverso una brutale campagna militare indipendente, trasformando intere città in zone di guerra simili a quelle siriane.

Negli USA, non ci sono state reali insurrezioni armate, eppure il governo ha mobilitato i propri militari per uccidere i propri cittadini, come si è visto nel 1993 durante l’assedio di Waco, in Texas. Le scene di carri armati ed elicotteri sullo sfondo del paesaggio texano e la seguente distruzione della proprietà Davidiana, sono allo stesso livello di tutto quanto sta presumibilmente avvenendo in Siria, inclusi gli omicidi di donne e bambini.

 Eppure, diversamente dalla Siria, dove i terroristi stanno attivamente e diffusamente utilizzando la violenza, attraverso azioni militari con bombe, assassini mirati e rapimenti, le persone di Waco erano nelle loro terre e cercavano di pensare alle loro faccende.

 

 

[Non sono carri armati diretti ad Hama, in Siria, ma invece carri che aspettano, in un parcheggio texano, l’occasione per travolgere uomini, donne e bambini barricati nelle loro proprie abitazioni. L’assedio di Waco, dimostra che l’autorità federale non verrà messa in discussione e che la punizione è la morte sicura – anche se una colonna di carri armati deve essere mobilitata. Il sottile strato di civiltà nella civilizzazione occidentale è messo a nudo in casi come questi così come lo è l’ipocrisia della loro internazionale “responsabilità di proteggere”. ]

Quando gruppi armati hanno invaso le strade, come durante i disordini del 1992 a Los Angeles, il governo neppure lontanamente pensò di ritirare le proprie forze di sicurezza dalla città e accoglierne le richieste. Oltre la polizia, che sparava sulla minaccia armata e sui saccheggiatori, migliaia di marines e di agenti della Guardia Nazionale furono mobilitati per riportare l’ordine. Diversamente dalla Siria, dove i ribelli vengono armati con granate a razzo, carri armati, missili francesi, fucili d’assalto, mitra, e mortai, i rivoltosi di Los Angeles erano armati di pistole, fucili, o semplicemente delle loro auto – eppure fu mobilitato l’esercito e furono uccisi americani nelle strade delle loro città.

 
 
[Non sono soldati siriani nelle periferie di Damasco, ma marines e soldati della Guardia Nazionale mobilitati a migliaia per ristabilire l’ordine nella città californiana di Los Angeles durante i disordini del 1992. Una tale mobilitazione di forza militare è di un’ipocrisia stupefacente, se consideriamo che al governo siriano è stato intimato il ritiro nonostante i ribelli stiano dichiarando guerra allo stesso governo e alle minoranze etniche. ]

È sensato che un governo ristabilisca l’ordine nel proprio territorio, preservando la vita e la liberta della vasta maggioranza dei cittadini di non vedere invase le proprie strade con saccheggi, violenze e confusione. Gli abitanti di Los Angeles, se il governo non avesse agito e se la violenza fosse continuata a crescere in una spirale incontrollabile, avrebbero pregato le forze di sicurezza di riportare l’ordine e avrebbe considerato il governo negligente se non ci fosse riuscito. Inoltre, avrebbero probabilmente cominciato a farsi giustizia da soli, proprio come stanno facendo le migliaia di siriani contro gli squadroni della morte appoggiati dalla NATO.

 
Allora, perche l’Occidente vuole che la Siria applichi questi standard mentre lo stesso Occidente li ha evidentemente rigettati? Va oltre l’ipocrisia – è dichiarare al mondo che la “regolamentazione internazionale della legge” esiste solo come mezzo di giustificare l’espansione dell’egemonia globale occidentale. Si tratta di una pura conquista militare nascosta dietro la foglia di fico della “missione umanitaria”. La Siria, come fa ogni nazione o ogni essere umano, ha il diritto di difendersi e ristabilire l’ordine nel proprio territorio.

 

Gli USA, l’Inghilterra e la Francia non ritirerebbero mai le proprie forze armate dalla loro città in cui militanti armati di razzi, carri armati e mitra uccidono forze armate e civili indifferentemente, e certamente non rinuncerebbero al potere, nonostante una tale minaccia armata.
Nei fatti, dopo aver invaso stati esteri con pretese palesemente false e sollevato e protetto resistenze armate, essi usano poi tale violenza per giustificare l’occupazione continua; prontamente chiamano queste persone “terroristi” e poi effettuano una sanguinosa campagna per eliminarli.

 
I livelli di depravazione, l’ipocrisia, l’illegittimità spudoratamente dimostrate dalle Nazioni Unite e gli interessi occidentali che ne muovono i fili, pretendendo il ritiro delle truppe siriane dalle città infestate dai terroristi, senza neppur menzionare la presenza di tali terroristi o la propria continua violazione del ‘piano di pace’, neppure quando guidano un carro armato di fronte alle telecamere sotto gli occhi di tutto il mondo, rendono definitivamente impossibile questo ultimo tentativo di sostenere il “primato del diritto internazionale” su quello dello stato-nazione.

 
Ciò che fanno Wall Street e Londra attraverso le loro “istituzioni internazionali” d’ora in poi è una forma a malapena nascosta di imperialismo, con i loro “motivi umanitari” che costituiscono la più debole forma di retorica nella lunga storia di debole retorica usata per spingere gli interessi dell’impero.

 

Titolo originale: “Syria, Waco, Occupy, and Los Angeles

Fonte: http://www.prisonplanet.com
Link
27.04.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di VINICIO CORRIAS

Pubblicato da Das schloss

  • albsorio

    Ma qualcuno pensa ancora che il problema della Siria sia la mancanza di democrazia e che questo abbia spinto i buoni ad andare ad aiutare i siriani? Ci dobbiamo invece chiedere chi sono i dementi dietro queste scelte, l’umanita non ha bisogno di personaggi come quelli che decidono queste azioni. Ancora, dopo Libia e Siria quali saranno i paesi pacificati? Forse Iran e Russia? Capisco che dopo 11 settembre ci sia un delirio di onnipotenza, inoltre hanno capito che si possono raccontare bugie enormi facendole diventare verita usando i servi del mainstream, per gli europei che cercano veritá in casa d’altri perchè non si chiedono quale sia la veritá sulla tragedia che ha eliminato il governo polacco, la piattaforma BP, Fukuscima… e quante altre atrocita per difendere chi o che cosa? La storia la scrivono i vincitori… col sangue.

  • RicBo

    Numerose statistiche indicano che 2/3 dei cittadini americani sono impregnati dell’deologia cristianista, secondo la quale gli USA è il Paese che ha la missione si purificare il mondo dal “male” attraverso una lotta epica. Dopo l’Armageddon, i “buoni” domineranno il mondo con l’uso di “verghe infuocate”. Se non si capisce che l’ideologia di base del potere dominante laggiù è quella, non si riescono a mettere a fuoco gli ultimi 80 anni di storia del nostro pianeta.

  • sandrolibertini

    Wako… Se vi ricordate bene l’esercito ha piu’ volte chiesto la resa pacifica a queste persone che hanno sempre risposto con il fuoco delle armi. Ad un certo punto la legge interviene di conseguenza. Questi okkupanti a Waco non avevano solo pistole e fucili per difendersi ma anche armi anticarro e che le conseguenze come da immagine sopra è una cosa che rientra nelle regole. Gli americani, i talebani ecc fanno ordine subito, altre nazioni NO e l si vede dal caos che vi regna in queste nazioni, senza uscire dall’europa, vero?

  • ProjectCivilization

    Intanto va considerato che il regime attuale in Siria , e’ di gran lunga il migliore possibile….e le alternative sono tragiche . Apprezzare questo fatto e’ la premessa per giudicare tutto ….la diffamazione di Bashar , le truppe inglesui , francesi e USA sui confini , o infiltrate con i terroristi , ll’incivilta’ del governo turco etc .
    Una volta messo a fuoco il fatto che siamo esposti ad una canaglia che uccide , ruba , e poi si maschera attraverso l’uso dei media , occore realizzare di essere in pericolo e difendersi in modo adeguato .

  • ProjectCivilization

    Mi offende personallmente la sua ricostruzione capovolta della aggressione di Waco . Perche’ mi trovavo nei pressi , e segui tutti dettagli della aggressione dei bulli a quelli squinternati, che volevano solo essere lasciati in pace come tantissime altre comunita’ simili , in quel paese pieno di religiosi ingenui .il BFT voleva compiere un atto di forza e Koresh ne fu la vittima , non la causa .La societa’ civile , anche li , non ebbe la forza di opporsi al ferale bullismo del governo .

  • Allarmerosso

    purtroppo si , ce ne sono e anche tanti.

  • ProjectCivilization

    Concordo . Per lunga esperienza diretta .

  • ProjectCivilization

    Per lunga esperienza con gli USA , riconobbi immediatamente che si trattava di un agguato assassino da parte del governo . Cioe’ di un atto intimidatorio che prevede l’assassinio nel suo copione . Quello che non capii era perche’ volessero intimidire una comunita’ religiosa , in un paese in cui l’ingenuita’ religiosa e’ considerata alla radice dei valori nazionali . L’ipotesi che feci allora e’ che si trattasse di una prova di forza tra diverse parti del governo , e che il bersaglio dell’intimidazione non fosse Koresh ma il presidente degli USA .

  • RicBo

    Intanto va considerato che il regime attuale in Siria , e’ di gran lunga il migliore possibile

    Prima di fare un’affermazione del genere, chiederei a qualche siriano cosa ne pensa..

  • BIGIGO

    difatti gli è stato chiesto, i cittadini Siriani hanno appena votato ed hanno espresso una maggioranza schiacciante a favore dell’attuale sistema di governo, che in quanto votato non è più un regime. Le elezioni si sono svolte con più di 300 osservatori internazionali a controllo. Ora che cosa vogliamo… dire ai Siriani che si sono sbagliati e che sappiamo noi cosa è meglio per loro ? Qualcuno di voi ha per caso votato il governo Monti ? Credete di vivere in una nazione DEMOCRATICA ma mentre ai Siriani è concesso di eleggere il proprio governo agli Italiani NO !

  • ProjectCivilization

    Regime , non e’ un termine spregiativo …anche se alcuni lo intendono in quel modo….
    Riesco a vedere chi e’ Bashar a prescindere dal voto dei Siriani .
    Lo sosterrei anche se ivotassero un altrio .La rispettabilita’ di un essere umano , e il voto non vanno sempre d’accordo .
    Ma il voto aiuta a chiarire le cose all’opinione pubblica internazionale .
    Che non e’ in grado di fermare i servizi Nato , o gli wahabiti .

  • ProjectCivilization

    Usi la sua testa . Consideri chi sono i predatori , le altre forze locali , e i confinanti della Siria . Consideri chi era Hafez. Approfondisca Bashar .
    La Siria esiste perche’ ci sono stati 2 uomini di quella levatura ( che non centra niente con il favore della stampa massonico sionista ) .
    Le probabilita’ che possa esistere una Siria abitabile ….con uno a caso degli altri…sono praticamente zero . E i bombardamenti non portano buon governo .

  • RicBo

    Conosco bene la situazione siriana. La mia compagna ha lavorato lì per anni. Si informi lei, piuttosto, perchè definire Hafez e suo figlio “uomini di quella levatura” offende il popolo siriano, oltre che la decenza.

  • RicBo

    I wahabiti sarebbero sicuramente peggio, ma questo discorso sottintende che il popolo siriano non sarebbe capace di scegliere un’alternativa, o perchè incapaci, o perchè Asad gli sta bene, o perchè circondato da forze troppo potenti. Credo che la situazione sia più complessa di così. Molto di più di quella libica, comunque.

  • RicBo

    E comunque non so perchè infilarci l’episodio di Waco nel discorso. I davidiani erano una setta violenta di pazzi furiosi che decisero di morire armi in pugno, mica si parla dell’esercito della salvezza..

  • Pellegrino

    hai fatto a bene a dire “cristianista”, trattasi infatti di un cristianesimo geneticamente modificato tramite l’innesto di tensioni messianiche deviate di matrice sionista. (cristiano+sionista= cristianista)

  • X

    perchè non chiamiamo questi yankee con il loro vero nome :Nazisti!

  • antiUsrael

    perchè non chiamiamo questi yankee con il loro vero nome: sionisti!
    o popolo eletto per bombardare con nomi tanto di nomi in codice biblici tutti coloro che non si piegano ai loro padroni banchieri kazari..

  • terzaposizione

    RicBo sai indicare alla platea di CDC non neofascista quali crimini sanguinari abbiano commesso i Davidiani?
    A me risulta che i Davidiani considerassero gli USA come la nuova Babilonia e pregavano pe la sua caduta, uno psicoreato quindi.
    Tu affermi che si divesero armi in pugno.
    A me risulta che nei primi giorni d’assedio addirittura Koresh andasse a fare la spesa e jogging senza essere catturato, inoltre per 2 mesi le seguenti unità umanitarie BATF ( Bureau alchol tobacco & firearms, creata durante il Proibizionismo) e l’FBI presente con la Rescue Hostage Team ( sai dire quali ostaggi erano segregati dai Davidiani?) rifiutarono ogni negoziato.
    Quindi usarono gas urticanti ( che eliminarono mezza dozzina di neonati che avevano giurato morte a Big satana) poi passarono a proiettili incendiari e raffiche da elicotteri per combattere questi irriducibili Davidiani che nonostante avessero una 30ina di minorenni tra le loro fila,giammai avrebbero deposto le armi.
    Mi risulta che anche il tuo eroe Chuck Norris fosse della partita,insieme ad osservatori della Delta Force ( i medesimi di Osama), cavoletti di Bruxelles dovevano essere peggio di AlQaeda stì Davidiani, ma a me non risultano attentati davidiani alle Twin.
    Lo sai che alludeva Project quando parlava di Presidente?
    A BlowJob Clinton che istigato dal sottosegretario Janet Reno ( si la stessa anima pia che per rispedire un minorenne a Cuba ha usato i Corp Speciali contro zie,nonni,cuginetti del pericoloso clandestino) perchè la sbirreria intervenuta a Waco temeva tagli di Clinton al budget e serviva un’azione di marketing.
    Potresti chiedere alla tua dolce metà se un simile intervento di Polizia con 70vittime CIVILI ,30 MINORENNI contro dei sanguinosi ed irriducibili alieni sociali sia condannabile ( e bombardabile) solo se compiuto da un regime ( meglio che t’informi sul significato REGIME,dottorando) mediorientale oppure vale anche per il civile e democratico Clinton.
    Siccome su Waco non hai nulla da dire e ti sei già ben qualificato con ” sanguinari davidiani kamikaze ” si capisce quale filantropo abbia pagato 5anni di volontariato ONG alla tua bella, siete una coppia sicuramente credibile, sul genere Santadechè-Sallusti.
    Casaleggio e Soros bell’accoppiata di datori di lavoro; e t’arroghi pure il dogma della verità ( la mia compagna sa ) che vale quanto le “paranoie ” ( personalmente li vedo spesso ) sugli aerei che irrorarono, gente che non si capisce come si mantiene ( si capirebbe benissimo entrando in una sede del PD) che passa le giornate a postare “veline” che gli passano i datori di lavoro, che erano a Genova nel 2011 ( o sei un bambino prodigio o il tuo percorso universitario è piuttosto lasco, tipico di erasmus), ma vai afffffa..rti un giro negli USA in campo FEMA.

  • geopardy

    Dal momento che il passo per le elezioni è stato fatto, opterei per lasciare sl popolo siriano disarmato in mano il proprio destino, come sta succedendo in Egitto.

    Nessuna svolta autentica si può fare armando ed infiltrando una parte che si oppone, se poi è guidata da gente del calibro dei vari emiri, allora non ho dubbi in merito al fatto che non si tratti di un’operazione volta all’instaurazione di una democrazia.

    Ciao

    Geo