Sancho #6 – Fulvio Grimaldi: McKinsey(&Co.) e il Pentagono in Italia per l’assalto finale di PharMafia

Sesta puntata del nostro settimanale d’attualità. Perché Mario Draghi ha appaltato a McKinsey, PWC, Ernst & Young e Accenture, la gestione dell’emergenza perfetta? Fulvio Grimaldi ci fa capire come questo sia l’apice di un attacco speculativo iniziato anni fa, e come la militarizzazione, la sanificazione, la digitalizzazione, i tre capisaldi dell’Operazione Covid, sono i fronti su cui si muoverà il governo Draghi.

– Anteprima: Il silenzio di Francesco sul massacro dell’Iraq

– I legami tra gli speculatori che distrussero l’Italia e la mafia, ieri e oggi

– McKinsey (&Co.) e il Pentagono in Italia per l’assalto finale di Pharmafia

– Cingolani, Colao, Franco e Bianchi: i 4 dell’Apocalisse tecno-finanziaria

– Come la DAD mette fine alla scuola e inizia il transumanesimo

– La storia criminale delle Big Pharma in campo per il vaccino Covid

– 22 scienziati denunciano la farsa del test PCR

– Vaccinazioni di massa: sperimentazione o strage? Ecco i dati

Conduce Massimo Cascone. Produzione Bagony Snikett

Buona Visione!

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Annibal61
Annibal61
10 Marzo 2021 17:08

I signori americani non hanno nessun titolo per imporci il loro programma. Spegnete la TV e fate vita normale.

Dante Bertello
Dante Bertello
11 Marzo 2021 4:02

Anche l’ex deputato PD e consigliere economico di Renzi prima e di Gentiloni poi, Yoram Gutgeld, nato in Israele, aveva lavorato per la Mc Kinsey.

Ricordo che in un intervista a Matrix, Luca Telese gli domandò se sua moglie fosse contenta che lui avesse lasciato un lavoro da 3 milioni di dollari all’anno, per lo stipendio da deputato.

Brunetto Latini
Brunetto Latini
11 Marzo 2021 7:50

Fulvio, attento agli aggettivi. Qualcuno di quelli che tajano paro – come il Dante Bertelli del commento precedente – fanno presto a scorgere dietro le tue parole quello che cercano avidamente, cioè l’ebreo pantocratore cui dare la colpa di tutto. Ricordo con ribrezzo che qualcuno, tempo fa, andava scrutinando l’albero geneaologico di Draghi con l’acquolina in bocca, pregustando che prima o poi si sarebbe imbattuto, chessoio, almeno in un trisnonno giudìo da cui fare agevolmente procedere la nequizia del trisnipote. Uno intelligente come te – io ho avuto il piacere di conoscerti moltissimi anni fa alla fine di un “uno contro tutti” di Costanzo con protagonista Sgarbi – non può non prevedere questo e andarci cauto.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Brunetto Latini
11 Marzo 2021 8:37

Signor Brunetto Latini (anche se dubito fortemente che questo sia il suo vero nome), quanti sono in Israele i deputati e consiglieri economici del Primo Ministro, non israeliani?

Se per tajare paro significa dire la verità, lo prendo come un complimento.
Se invece ho scritto qualcosa di errato mi corregga.

Certamente mi sono posto la domanda: Come mai in Italia il Governo debba avere bisogno di un consigliere economico nato in Israele, che ha lavorato per una importante società americana, e che questi si licenzi per fare il deputato in Italia per la ventesima parte dello stipendio che riceveva prima?

Sono domande che un qualsiasi giornalista, che si reputi tale (che tajasse paro), si porrebbe.
A buon intenditor, poche parole…

Per quanto riguarda Draghi, è curiosa la somiglianza con il conte Richard Coudenhove Kalergi, ma è solo un caso…

Brunetto Latini
Brunetto Latini
Risposta al commento di  Dante Bertello
11 Marzo 2021 13:22

1. caspita che genio, ha intuito che Brunetto Latini non è il mio vero nome…magari, se per un po’ smette la sua lettura preferita (“i protocolli degli anziani di Sion, e non mi dica che non è così perchè non Le crederei) e prende in mano la Divina Commedia arriverà all’origine del mio nick –
2. La chiusura del suo commento di risposta illumina ciò che la precede. Non vale la pena risponderLe.
3. E comunque il mio commento era diretto a un vecchio amico, de che tte ‘mpicci te?

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Brunetto Latini
11 Marzo 2021 14:37

Può anche non crederci, ma è così.
Del resto neppure io crederò mai che Fulvio Grimaldi, possa essere amico di una persona così poco educata.

Mi sono “’mpicciato” perché Lei mi ha tirato in ballo citando il mio nome, storpiandolo, cosa che ancora di più mi convince che Lei sia uno di quei “giornalistoni” che tanto “amiamo” su questo forum.

Se non vuole che la gente si intrometta nelle Sue conversazioni, non lanci il sasso e nasconda la mano come fanno i pavidi, ma soprattutto prenda esempio da Fulvio Grimaldi (ma come faccio anch’ io del resto), abbia un po’ di coraggio e commenti con il suo vero nome e cognome; ne guadagnerà in dignità.

P.S. Sto leggendo “Giornalisti Comprati” di Udo Ulfkotte, Zambon Editore.

Helmholtz
Helmholtz
Risposta al commento di  Dante Bertello
15 Marzo 2021 9:54

Dante, mi permetto di segnalarti una massima di quelle classiche che girano in internet: non metterti mai a discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti demolisce con l’esperienza. Ciao.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Helmholtz
15 Marzo 2021 16:51

Grazie, era un consiglio che mi dava anche mio nonno, e solitamente cerco di seguirlo.
Quando però fanno asserzioni ridicole, non mi trattengo e gli rispondo, anche solo per metterli davanti al fatto compiuto.

christian
11 Marzo 2021 9:25

Domada cattiva, cosa intendi per ” vita normale”?