Russia addio: Citigroup annuncia la chiusura

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Citigroup, gigante bancario statunitense, ha annunciato la chiusura delle sue attività retail in Russia.
Secondo un comunicato, si prevede la liquidazione di 15 filiali e il licenziamento o il trasferimento di 2.300 dipendenti.

 Titi Cole, dirigente di Citi, ha commentato:

Negli ultimi mesi abbiamo esplorato diverse opzioni strategiche per la vendita di queste attività.
È chiaro che il percorso di liquidazione è il più sensato alla luce dei numerosi fattori di complicazione del contesto. Siamo impegnati a sostenere i nostri colleghi, clienti e partner durante questo periodo di transizione.

Proprio Cole è stata incaricata di far uscire la banca da un gruppo di attività al consumo situate all’estero che la banca chiama “legacy franchise”.

L’uscita di Citi dalla Russia è iniziata ancor prima della guerra in Ucraina; la banca dichiarò che si sarebbe ritirata dalle attività bancarie al dettaglio in 14 Paesi, tra cui il Messico e varie località in Europa, Asia, Medio Oriente e Africa.

Però, con lo scoppio del conflitto e le successive sanzioni internazionali che hanno così separato l’economia nazionale dal sistema finanziario occidentale, la banca ha intensificato gli sforzi per sciogliere i suoi legami con la Russia.

Il CEO della banca, David Livingtone, ha infatti dichiarato:

La decisione odierna fa parte dei nostri continui sforzi per ridurre le nostre attività in Russia. È in linea con altre azioni, tra cui la limitazione della nostra offerta di servizi, la riduzione delle nostre esposizioni e la rinuncia a sollecitare nuove attività o clienti.

Citi ha affermato inoltre che la chiusura “interesserà” i depositi bancari, gli investimenti e le carte di credito che l’attività locale ha fornito ai clienti, ma non ha spiegato esattamente cosa ne sarà di loro; e purtroppo non è neanche molto chiaro quale sarà la soluzione per tutti quei dipendenti che non lavoreranno più per la filiale.

Tale annuncio infatti, essendo stato scioccante soprattutto per i lavoratori che dipendono da questa banca, ha voluto comunque rassicurare: “La liquidazione avverrà nel rispetto delle normative vigenti e Citi onorerà i propri obblighi nei confronti di clienti, dipendenti e partner

Al momento, quindi, la grande banca statunitense in Russia si è soffermata alle dichiarazioni, certamente seguiranno aggiornamenti su come si evolverà la vicenda.

Intanto, dopo Mac Donalds ecco Citigroup, oltre l’economia contano i simboli. E la globalizzazione sembra, giorno dopo giorno, sempre piu’ distante.

 

FONTI:

Sara Iannaccone, 26.08.2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix