QUATTRO BANCHE HANNO IL 95,9% DEI DERIVATI USA

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

UNA BOMBA A OROLOGERIA DA 600 TRILIONI DI DOLLARI PRONTA A ESPLODERE

DI KEITH FITZ-GERALD
Global Research

Volete sapere le vere ragioni per cui

le banche non stanno prestando e per cui i PIIGS hanno ancora il controllo

della situazione?

Perché il rischio del mercato

dei derivati da 600 trilioni di dollari di derivati non si è ancora

materializzato. Al contrario, si sta sempre più concentrando in

una serie di banche selezionati, specialmente qui negli Stati Uniti.Nel 2009 cinque banche detenevano
l’80% dei derivati dell’America. Ora, solo quattro ne hanno uno

sbalorditivo 95,9 per cento, secondo un

recente resoconto dell’ Office of the Currency Comptroller.

Le quattro banche in questione sono:

JPMorgan Chase & Co. (NYSE: JPM), Citigroup Inc. (NYSE: C),

Bank of America Corp. (NYSE: BAC) e Goldman Sachs Group Inc. (NYSE: GS).

I derivati hanno giovato un ruolo cruciale

nell’affossare l’economia globale, quindi si potrebbe pensare che

i più importanti decisori mondiali abbiano imbrigliato tutto ciò,

ma non lo hanno fatto.

Invece di attaccare il problema, i

controllori lo hanno lasciato andare fuori controllo e il risultato

è una bomba a orologeria da 600 trilioni di dollari, chiamata il mercato

dei derivati.

Pensate che io stia esagerando?

Si stima che il valore di facciata

dei derivati mondiali sia superiore ai 600 trilioni di dollari. Il valore

di facciata, naturalmente, è il valore totale degli asset scambiati

con la leva

finanziaria. Questa distinzione

è necessaria, perché quando si parla di asset in leverage come

le opzioni e i derivati, una piccola somma di denaro può controllare

una posizione spropositatamente larga che può essere 5, 10, 30, o in

qualche caso estremo 100 volte maggiore dell’investimento che potrebbe

essere utilizzato in strumenti a pronti.

Il PIL mondiale è circa 65 trilioni

di dollari, o circa il 10,83% del valore globale del mercato dei derivati,

in base all’Economist. E quindi non ci sono in pratica abbastanza

soldi sul pianeta per fermare gli scambi tra le banche di questi strumenti

se dovessero finire nei guai.

**********************************************

Fonte: Four US banks hold a staggering 95.9% of U.S. derivatives: The $600 Trillion Time Bomb That’s Set to Explode

18.10.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
È il momento di condividere le tue opinionix