Privacy e vaccino anticovid in ambiente di lavoro: verità e inganni

di Valentina Bennati
comedonchisciotte.org

Il datore di lavoro NON PUO’ chiedere ai dipendenti di fornire informazioni sul proprio stato vaccinale e NON PUO’ chiedere al medico competente i nominativi dei dipendenti vaccinati. Tuttavia, in certi luoghi di lavoro, ad esempio in ambito sanitario, i non vaccinati possono essere esclusi da alcune mansioni su indicazione del medico competente. Lo ha chiarito il Garante della Privacy in alcune FAQ sulla vaccinazione dei lavoratori ponendo appunto un focus in particolare sul lavoro in sanità.

Per il Garante in attesa di un intervento del legislatore nazionale che valuti se porre la vaccinazione anti Covid-19 come requisito per lo svolgimento di determinate professioni, attività lavorative e mansioni, allo stato, nei casi di esposizione diretta ad “agenti biologici” durante il lavoro, come nel contesto sanitario che comporta livelli di rischio elevati per i lavoratori e per i pazienti, trovano applicazione le “misure speciali di protezione” previste per taluni ambienti lavorativi comprese l’inidoneità a svolgere alcune mansioni.

Ma vediamo nel dettaglio le FAQ:

1- Il datore di lavoro può chiedere conferma ai propri dipendenti dell’avvenuta vaccinazione?

“NO. Il datore di lavoro non può chiedere ai propri dipendenti di fornire informazioni sul proprio stato vaccinale o copia di documenti che comprovino l‘avvenuta vaccinazione anti Covid-19. Ciò non è consentito dalle disposizioni dell’emergenza e dalla disciplina in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

 Il datore di lavoro non può considerare lecito il trattamento dei dati relativi alla vaccinazione sulla base del consenso dei dipendenti, non potendo il consenso costituire in tal caso una valida condizione di liceità in ragione dello squilibrio del rapporto tra titolare e interessato nel contesto lavorativo (considerando 43 del Regolamento)”.

2- Il datore di lavoro può chiedere al medico competente i nominativi dei dipendenti vaccinati?

“NO. Il medico competente non può comunicare al datore di lavoro i nominativi dei dipendenti vaccinati. Solo il medico competente può infatti trattare i dati sanitari dei lavoratori e tra questi, se del caso, le informazioni relative alla vaccinazione, nell’ambito della sorveglianza sanitaria e in sede di verifica dell’idoneità alla mansione specifica (artt. 25, 39, comma 5, e 41, comma 4, d.lgs. n. 81/2008).

Il datore di lavoro può invece acquisire, in base al quadro normativo vigente, i soli giudizi di idoneità alla mansione specifica e le eventuali prescrizioni e/o limitazioni in essi riportati (es. art. 18 comma 1, lett. c), g) e bb) d.lgs. n. 81/2008)”.

3- La vaccinazione anti covid-19 dei dipendenti può essere richiesta come condizione per l’accesso ai luoghi di lavoro e per lo svolgimento di determinate mansioni (ad es. in ambito sanitario)?

“Nell’attesa di un intervento del legislatore nazionale che, nel quadro della situazione epidemiologica in atto e sulla base delle evidenze scientifiche, valuti se porre la vaccinazione anti Covid-19 come requisito per lo svolgimento di determinate professioni, attività lavorative e mansioni, allo stato, nei casi di esposizione diretta ad “agenti biologici” durante il lavoro, come nel contesto sanitario che comporta livelli di rischio elevati per i lavoratori e per i pazienti, trovano applicazione le “misure speciali di protezione” previste per taluni ambienti lavorativi (art. 279 nell’ambito del Titolo X del d.lgs. n. 81/2008).

In tale quadro solo il medico competente, nella sua funzione di raccordo tra il sistema sanitario nazionale/locale e lo specifico contesto lavorativo e nel rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie anche in merito all’efficacia e all’affidabilità medico-scientifica del vaccino, può trattare i dati personali relativi alla vaccinazione dei dipendenti e, se del caso, tenerne conto in sede di valutazione dell’idoneità alla mansione specifica.

 Il datore di lavoro dovrà invece limitarsi ad attuare le misure indicate dal medico competente nei casi di giudizio di parziale o temporanea inidoneità alla mansione cui è adibito il lavoratore (art. 279, 41 e 42 del d.lgs. n.81/2008).”

IN SINTESI solo il medico competente, cioè il medico del lavoro, può trattare i dati sanitari dei lavoratori e tra questi, se del caso, le informazioni relative alla vaccinazione e ne terrà di conto in sede di valutazione dell’idoneità alla mansione specifica. Di conseguenza il datore di lavoro si ritroverà davanti una relazione del medico del lavoro che riporta un giudizio di idoneità o inidoneità alla mansione. E’ dunque facile capire che alla fine, chi lavora in determinati contesti, ad esempio l’ambito sanitario, sarà di fatto comunque penalizzabile con un cambio di mansioni nel momento in cui non si vaccina.

A ciò fa pensare “l’appiglio” agli articoli citati del Testo Unico sulla sicurezza del lavoro (Decreto Legislativo 81/2008), in particolare l’art.279 e l’art.42.

Ma cosa dicono questi articoli?

ART 279 d.lgs. n.81/2008 – Prevenzione e controllo:

“1. I lavoratori addetti alle attività per le quali la valutazione dei rischi ha evidenziato un rischio per la salute sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria. 

2. Il datore di lavoro, su conforme parere del medico competente, adotta misure protettive particolari per quei lavoratori per i quali, anche per motivi sanitari individuali, si richiedono misure speciali di protezione, fra le quali:

a) la messa a disposizione di vaccini efficaci per quei lavoratori che non sono già immuni all’agente biologico presente nella lavorazione, da somministrare a cura del medico competente; 

b) l’allontanamento temporaneo del lavoratore secondo le procedure dell’articolo 42. 

3. Ove gli accertamenti sanitari abbiano evidenziato, nei lavoratori esposti in modo analogo ad uno stesso agente, l’esistenza di anomalia imputabile a tale esposizione, il medico competente ne informa il datore di lavoro.

4. A seguito dell’informazione di cui al comma 3 il datore di lavoro effettua una nuova valutazione del rischio in conformità all’articolo 271.

 5. Il medico competente fornisce ai lavoratori adeguate informazioni sul controllo sanitario cui sono sottoposti e sulla necessità di sottoporsi ad accertamenti sanitari anche dopo la cessazione dell’attività che comporta rischio di esposizione a particolari agenti biologici individuati nell’allegato XLVI nonchè sui vantaggi ed inconvenienti della vaccinazione e della non vaccinazione”.

ART 42 d.lgs. n.81/2008 – Provvedimenti in caso di inidoneità alla mansione specifica:

1. Il datore di lavoro, anche in considerazione di quanto disposto dalla legge 12 marzo 1999, n. 68, in relazione ai giudizi di cui all’articolo 41, comma 6, attua le misure indicate dal medico competente e qualora le stesse prevedano un’inidoneità alla mansione specifica adibisce il lavoratore, ove possibile, ad altra mansione compatibile con il suo stato di salute.

 2. Il lavoratore di cui al comma 1 che viene adibito a mansioni inferiori conserva la retribuzione corrispondente alle mansioni precedentemente svolte, nonchè la qualifica originaria. Qualora il lavoratore venga adibito a mansioni equivalenti o superiori si applicano le norme di cui all’articolo 2103 del codice civile, fermo restando quanto previsto dall’articolo 52 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”.

E’ soprattutto il comma 2 dell’articolo 279 che deve richiamare l’attenzione, ma già alcuni legali sono pronti a dare battaglia. C’è chi, infatti, come l’avvocato Polacco, ha subito rilevato che l’art. 279 parla di “messa a disposizione dei vaccini” e non di “obbligo” (QUI il video, dal min 13).

Inoltre lo scorso 27 gennaio, il Consiglio di Europa, in una risoluzione votata a larga maggioranza, pur riconoscendo il vaccino “un bene globale”, si è espresso per la NON IMPOSIZIONE dello stesso e ha ribadito CHE NESSUNO DOVRÀ ESSERE DISCRIMINATO se deciderà di non vaccinarsi. In particolare al punto 7 si legge che “l’Assemblea sollecita gli Stati membri e l’Unione europea a:

– 7.3.1 garantire che i cittadini siano informati che la vaccinazione NON è obbligatoria e che nessuno sia sottoposto a pressioni politiche, sociali o di altro tipo per essere vaccinato, se non desidera farlo personalmente;

– 7.3.2 garantire che nessuno sia discriminato per non essere stato vaccinato, a causa di potenziali rischi per la salute o per non voler essere vaccinato”.

NONOSTANTE questa recente importante pronuncia (alla quale stampa e TV non hanno dato il dovuto rilievo) E NONOSTANTE tutti i principi a tutela della vita, della salute, della dignità e dell’autodeterminazione della persona espressi nel corso degli anni da varie norme sia a livello nazionale che internazionale, TUTTAVIA nulla è (e sarà) facile e ignobili pressioni ci sono e continueranno ad esserci.

Eppure stimati uomini di scienza, come il prof Paolo Bellavite, hanno dichiarato (anche di recente) chenon c’è alcuna prova PROPRIO ALCUNA PROVA che la ‘vaccinazione’ di massa sia un vantaggio per la collettività, né alcuna prova PROPRIO ALCUNA PROVA che chi sceglie di non farsi inoculare il prodotto danneggi chi sceglie di farlo, ogni pressione o ricatto o obbligo di inoculo di questi prodotti è contrario alla scienza, immorale, illegale, incostituzionale (art. 32).”

E anche qualora fosse dimostrata l’efficacia e la sicurezza del vaccino – aggiungo io – sarebbe lo stesso. E’ una questione di libertà. Che un ente pubblico o privato, uno stato o un unione di Stati debbano decidere cosa le persone debbano mettere nel loro corpo non è accettabile.

Nessuno può decidere dei nostri corpi. TUTTAVIA così sarà, se non ci diamo una svegliata perché il genere umano sta attraversando una fase estremamente drammatica, credo la più buia della storia, e molti ancora non l’hanno capito.

Invito ad ascoltare la testimonianza dell’artista e attivista Dea raccolta da Vox Italia TV che descrive quanto in Israele la situazione sia critica. Qui le misure restrittive continuano anche per chi si è già vaccinato due volte e la criminalizzazione di chi rifiuta il vaccino anticovid ha raggiunto livelli impensabili: in certi comuni si sta parlando di costringere i non vaccinati a vestirsi in maniera tale da risultare riconoscibili, un marchio distintivo di hitleriana memoria.

Chi crede che ciò non ci riguardi, non ha capito che la discriminazione incalzante arriverà anche da noi. E’ giunto il momento di uscire dal proprio piccolo e illusorio orticello e comprendere che nulla è separato da nulla.

Non è più possibile fare finta di niente e tacere. Sapere e far finta di niente è un crimine. Le cose terribili accadono perché qualcuno lo consente con il proprio silenzio e con il proprio sostegno e appoggio criminale. Sì, criminale. Perché ci sono menti malvagie che partoriscono pensieri malvagi, ma ci sono anche esecutori malvagi che eseguono. E chi esegue ordini malvagi non è esente da responsabilità, è egli stesso un criminale. Norimberga docet.

Abbiamo il DOVERE MORALE di attivarci e difendere tutto ciò che è vita. VITA, non morte! E abbiamo il DOVERE MORALE di muoverci affinché la salute e i diritti democratici e costituzionali non vengano più calpestati.

Ciò significa svegliare e incoraggiare quante più persone possibili, molti infatti non agiscono perché non hanno ancora ricevuto informazioni vere e complete, molti perché pur avendole ricevute hanno paura. Ma, se ognuno di noi riuscisse a rendere consapevole anche una sola persona, ci moltiplicheremmo in breve tempo.

E dopo la consapevolezza viene l’azione. Che significa usare gli strumenti che la legge prevede e reagire a qualsiasi disposizione liberticida, a qualsiasi misura restrittiva illegittima e illegale.

Bisogna avere contezza dei propri diritti e farli valere nelle opportune sedi fino anche ad arrivare alle denunce, quando necessario.

La giustizia amministrativa ha già cominciato a dare alcune risposte. Altre ne arriveranno, ma dobbiamo essere attivi.

Ci sono avvocati e i giudici pronti a interagire per la tutela dei diritti fondamentali.

Solo unendo forze e competenze si possono ottenere risultati concreti.

 

0 0 voti
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
87 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
lady Dodi
lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 2:12 2:12

Importantissimo. Grazie.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 3:46 3:46

“…Nessuno può decidere dei nostri corpi. TUTTAVIA così sarà, se non ci diamo una svegliata perché il genere umano sta attraversando una fase estremamente drammatica, credo la più buia della storia, e molti ancora non l’hanno capito…” Meno male… che qualcuno sta incominciando a realizzare la situazione, cioè che la finta pandemia nasconda qualcosa di più tragico e non mi riferisco al “Great Reset” solamente. Non tutti hanno realizzato (dire capito mi sembra offensivo) che questa farsa nasconde il fallimento del sistema e la conseguente dittatura “sanitaria” serve a [tentare di] rigenerarlo sotto altra “forma”. Prima quando il sistema capitalista andava in crisi generava cruenti conflitti come quello che seguì la crisi del ’29, ovvero la seconda guerra mondiale. Ma ora una guerra su scala globale, con le armi atomiche che ci sono in giro, non è possibile poichè non ci sarebbero ne vinti ne vincitori (o, soprattutto, popoli da sottomettere e sfruttare, poichè lo scopo delle guerre capitalistiche è proprio questo: sfruttare i territori sottomessi e spegnere il dissenso “interno”). Dunque e in conclusione, invece di una guerra con le armi (che oltretutto il “gregge” rifiuta) si sono inventati una pandemia “globale” che a quanto pare e rimasta relegata… Leggi tutto »

anonimo veneziano
anonimo veneziano
Reply to  VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 4:38 4:38

Concordo con l’analisi. Aggiungo che, essendo ingestibile un’escalation nucleare, dato che rovinerebbe anche il “giardino” dell’elite, è assai più verosimile la diffusione di un ulteriore virus più mortifero del covid-19, così da dare il colpo di grazia a popoli già resi ebeti dalla disinformazione e dalla paura.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Reply to  anonimo veneziano
24 Febbraio 2021 , 4:43 4:43

Il virus “ancor più mortifero” lo stanno già diffondendo (o generando) con i vaccini…

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 5:46 5:46

Quel che sia, è chiaro che c’è una guerra in corso e , se guerra dev’essere, che sia convenzionale perché almeno avremmo una possibilità.
Spero che Putin ci stia riflettendo.

Holodoc
Holodoc
Reply to  VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 11:35 11:35

Questa te la sottoscrivo al 100%. Il “vecchio” Covid non si è dimostrato abbastanza mortifero e deve essere potenziato.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  anonimo veneziano
24 Febbraio 2021 , 5:52 5:52

È gestibile è gestibile, basta sparare per primi.

Bertozzi
Bertozzi
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 6:35 6:35

Eh che ci vuole, Lei la gestisce direttamente dal tinello.

giovanni
giovanni
Reply to  anonimo veneziano
24 Febbraio 2021 , 6:21 6:21

Le elite comunque sono pronte ad una eventuale deriva nucleare…

CptHook
CptHook
Reply to  anonimo veneziano
24 Febbraio 2021 , 11:30 11:30

Bastano le mascherine da sole a far ammalare la gente, e questi imbecilli non lo capiscono, mancano anche di quel minimo indispensabile di istinto di conservazione, o meglio, credono che istinto di conservazione sia mettere la mascherina…, certo che è stato fatto un bel lavaggio del cervello ad una massa di “minus habens”…

Annalisa Rossi
Annalisa Rossi
Reply to  VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 12:54 12:54

Non credo che l’Occidente abbia escluso l’idea di una guerra convenzionale/nucleare. Ai fini del de-popolamento e di un completo reset economico-tecnologico è comunque la maniera più spiccia e veloce. Non esiste più solo l’opzione atomica, ormai hanno armi che lascerebbero intatte le infrastrutture, volendo. Iniziando da quelle chimiche (e chi ci dice che il covid non sia la prima di prova?), così come quella cibernetica, che può bloccare impianti energetici e far morire le persone (Texas insegna…) o quella climatica. Sarebbe una guerra a più livelli, compresa anche l’opzione nucleare, ovviamente, soprattutto se tra gli attori coinvolti dovessero esserci nazioni che non hanno armi più sofisticate (penso all’Iran oppure alla Corea del Nord). L’ex generale NATO Mini ne parlò pochissimo tempo fa in un libro “La guerra che sarà”. Non c’è alcun dubbio, a suo parere, che una guerra sarebbe scoppiata entro e non oltre il 2030. Ormai hanno così tanti armamenti che non sanno più dove metterli… Il punto è che i “buoni” non possono iniziarla, devono trovare chi casca nel tranello di cominciarla. Sarebbe già accaduto, se nel 2016 avesse vinto la Clinton. Ci penserà il duo Biden-Harris. Con Putin stanno tirando la corda pesantemente, sperando si spezzi.… Leggi tutto »

gix
gix
24 Febbraio 2021 , 3:51 3:51

Nonostante l’apparentemente inevitabile epilogo, ovvero, dell’inevitabilità del vaccino almeno per certe categorie professionali, continuo a pensare che non ci siano i presupposti giuridici per imporre obblighi di alcun tipo al riguardo. La motivazione è semplice, al di là di tutte le considerazioni sull’opportunità o meno di vaccinarsi, o sulle questioni relative allo svolgimento di certe mansioni piuttosto che altre: i vaccini non sono stati approvati in via definitiva e non si avrà alcuna certezza al riguardo prima del 2023, laddove si sa invece che l’attuale campagna di vaccinazione, almeno in Europa, è sottoposta a condizione dell’esito positivo della sperimentazione che avrà termine appunto in quella data. Qualunque certificazione fornita da un medico competente si basa quindi, anche dal punto di vista formale, su affermazioni scientificamente discutibili e non provate con certezza, posto che l’esito condizionato della sperimentazione in atto potrebbe ribaltare il valore della stessa certificazione precedentemente prodotta. Inoltre il datore di lavoro potrebbe al massimo spostare il personale, per esempio negli ospedali, da reparti covid a reparti non covid, o eventualmente mansioni ospedaliere di altro tipo. Una legislazione che volesse prevedere l’obbligatorietà per fini di pubblico interesse, almeno per ora, sarebbe attaccabile da molti punti di vista e sotto… Leggi tutto »

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 4:29 4:29

O anche trovare un giudice che ti dia ragione.

gix
gix
Reply to  Nicola Morgantini
24 Febbraio 2021 , 6:27 6:27

Un giudice prima o poi si trova, capita già ora e con meno difficoltà di quanto si pensi (vedi obbligatorietà vaccino influenzale, mascherine ai bambini a scuola, inchieste varie contro il commissario, esposti contro il gallo nazionale, ora persino accuse al ministro sul piano pandemico ecc.)

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 6:35 6:35

Mah, ho qualche dubbio.

gix
gix
Reply to  Nicola Morgantini
24 Febbraio 2021 , 6:37 6:37

E’ giusto avere dubbi, ci mancherebbe, anche perchè sennò uno non avrebbe nemmeno lo stimolo a combattere le ingiustizie. Staremmo tutti tranquilli ad aspettare che lo Stato o le entità che ci governano facciano tutto ciò che è giusto per noi, perchè ovviamente si presume che lavorino per il nostro bene

fuffolo
fuffolo
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 9:30 9:30

Il tribunale di Messina ha accolto il ricorso di una iscritta al Nursind avverso il decreto dell’assessore alla Sanità che prevede l’obbligo della vaccinazione antinfluenzale per medici e operatori sanitari in Sicilia.
Messina, infermiera vince ricorso contro la vaccinazione antinfluenzale obbligatoria
https://www.insanitas.it/messina-infermiera-vince-il-ricorso-contro-la-vaccinazione-antinfluenzale-obbligatoria/

Annibal61
Annibal61
24 Febbraio 2021 , 4:50 4:50

Per fermare la pandemia si deve prima di tutto spegnere la TV. Così facendo il virus si ferma! Poi uscire e fare vita normale. Ho notato che dopo la mezzanotte non c’ è nessuno in giro, nemmeno i carabinieri.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Reply to  Annibal61
24 Febbraio 2021 , 5:04 5:04

Quale pandemia? Ce n’è una sola: quella del terrore generato atraverso i media mainstream!

IlContadino
IlContadino
Reply to  VincenzoS1955
24 Febbraio 2021 , 5:36 5:36

Appunto. Tutto ciò che avviene in TV è finzione, eppure viene preso per vero, ed ecco che diventa reale. È la percezione che abbiamo delle cose che dà il senso alla realtà, non il contrario; in questo mondo di illusione per lo meno.
Come si può affermare che non esiste pandemia? Guardati attorno. O c’è una pandemia o sono tutti impazziti, oppure il pazzo sei tu, o magari sei uno dei pochi schietti;)

gix
gix
Reply to  IlContadino
24 Febbraio 2021 , 6:19 6:19

Che la tv (ma non solo), sia un carrozzone surreale e falso, ce lo hanno detto già un bel pò di tempo fa. La massa della gente, in cuor suo lo sa, o lo intuisce, che vede solo uno schermo con delle figure che si agitano dentro e niente più. Ma il fatto che non abbia nulla a che vedere con la realtà è forse proprio la chiave del suo successo. Ovvero bisogna prendere atto che più la realtà è dura e triste e più la gente è disposta ad illudersi con le falsità della TV (e tutto il resto) irreale. Forse è di questo che occorre prendere coscienza. Il film quinto potere è del ’76…
https://it.wikipedia.org/wiki/Quinto_potere

giovanni
giovanni
Reply to  Annibal61
24 Febbraio 2021 , 6:22 6:22

Quelli non si vedevano neanche prima….

CptHook
CptHook
Reply to  Annibal61
24 Febbraio 2021 , 11:32 11:32

Io spegnerei certe emittenti…

danone
danone
24 Febbraio 2021 , 6:31 6:31

Non vedo come si possa fare una battaglia per la libertà, per la tutela dei nostri diritti, se prima non vediamo che oggi le minacce alla libertà non provengono da poteri dittatoriali liberticidi, evidenti e manifesti, ma da una falsa narrazione emergenziale, che convince i più ad accettare la legittimità di una momentanea sospensione dello stato di diritto, sospensione che riesce a sottrarre la nostra libertà, proprio perchè è già riuscita a sottrarci la verità, essendo legittimata solo sulle menzogne. Non riusciremo a difendere i nostri diritti di libertà, senza riuscire a convincere i più, che la narrazione pandemica è falsa. Inutile rivendicare diritti fino a quando la maggioranza è convinta che c’è una peste mortale in circolazione. E’ come ululare alla Luna. Ti direbbero..si certo hai ragione, diritti giustissimi, peccato che, quì e adesso, se non ci organizziamo in un certo modo (come dicono le autorità sanitarie-Dio), ci moriamo tutti. Purtroppo in questa situazione l’onere della prova è a carico nostro. O riusciamo a dimostrare che la narrazione ufficiale è falsa, o non riusciremo a difendere i nostri sacrosanti diritti, causa stato di emergenza sanitaria indotto. Se le evidenze fin quì emerse, sui tamponi farlocchi, sui vaccini ancora sperimentali,… Leggi tutto »

Maurizio
Maurizio
Reply to  danone
24 Febbraio 2021 , 7:25 7:25

legittimità di una momentanea sospensione dello stato di diritto

Uno dei problemi è proprio questo… sono tutti convinti che sia temporanea, la loro mente non riesce ad accettare il fatto che si possa continuare così all’infinito, perché si basano sul dogma dell’istituzione-amica che opera per il tuo bene… e di conseguenza la loro mente si rifiuta anche al solo pensiero che tutto sia basato sulla menzogna.

IlContadino
IlContadino
Reply to  danone
24 Febbraio 2021 , 7:33 7:33

Lasciamo che la Disney ci venga in aiuto. Qui un video musicale in inglese. Secondo me il testo è di Sri Nisargadatta Maharaji… ahahahah
https://youtu.be/L0MK7qz13bU
Ora vado a far legna, insegno ai bimbi a ringraziare l’albero prima di accendere la motosega;)

CptHook
CptHook
Reply to  IlContadino
24 Febbraio 2021 , 11:47 11:47

Mi ricordi una battuta del film visto ieri sera, quando il chef chiede all’assistente di scusarsi col rombo per averlo cucinato così male…

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Reply to  danone
24 Febbraio 2021 , 6:48 6:48

Ma ormai è solo una questione di fede. E contro la fede non c’è nulla da fare. Possiamo discutere sui motivi che hanno indotto milioni di persone ad abbracciare il culto covidiano, ma non possiamo sperare di dissuaderli con l’uso della ragione. Per questa gente, come per i fedeli di qualunque credo, l’uso della ragione si arresta di fronte appunto all’oggetto della fede.

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
Reply to  Nicola Morgantini
24 Febbraio 2021 , 10:13 10:13

questa e´ l´unica conclusione che conta

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  danone
24 Febbraio 2021 , 16:11 16:11

Resta ancora da giocare la carta “class action” del dott. Fuellmich e dei suoi amici avvocati.
O pensiamo possa accadere che non si possa dimostrare che il test PCR è farlocco?

danone
danone
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 19:38 19:38

Purtroppo Pfef non credo che il test PCR venga smascherato. Tutto l’impianto della diffusione dei contagi è basato su quello, verrebbe giù l’intera narrazione e non è il momento che avvenga.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  danone
24 Febbraio 2021 , 20:15 20:15

Il Prof. Drosten, l’inventore del test PCR per il Covid, è stato chiamato a rispondere come perito in un processo in Germania. L’avvocatessa della difesa che ha chiesto il suo intervento è Beate Bahner, agguerritissima , quella che nell’aprile 2020 fu portata per due notti in un reparto di psichiatria ad Heidelberg. Come perito in un processo, il Prof. Drosten è tenuto a dire la verità, con pene molto pesanti se non lo fa.
Questo potrà essere un primo indizio di come andranno le cose.

lady Dodi
lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 5:43 5:43

Messa a disposizione e non di obbligo dei vaccini. ( Per i cret..)
Dove sta questo avvocato Polacco?

CptHook
CptHook
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 11:34 11:34

Qui a Roma…

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 12:55 12:55

Ok. Queste sono le informazioni importanti.

emilyever
emilyever
24 Febbraio 2021 , 6:09 6:09

Come fanno a dimostrare “la messa a disposizione di vaccini efficaci” se , per esempio per il Pfizer questa fase della sperimentazione finisce nel 2023 e non si conoscono gli effetti a medio e lungo termine e neppure se eviterà l’infezione?

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 6:14 6:14

Perché non hanno più nemmeno vergogna e la prossima sarà che gli asini volano. La buona notizia: i medici non insistono. Solo forse a chi “chiede loro un consiglio”, ma se dici no è no.

emilyever
emilyever
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 6:32 6:32

In ospedale a Milano insistono eccome: ho l’esempio di due operatori sanitari a cui è stato proprio detto che se non si fossero vaccinati avrebbero potuto pure non presentarsi al lavoro all’indomani, e una di loro si era negativizzata da una settimana, e quindi avrà avuto anticorpi naturali. L’altro ha cercato invano solidarietà fra i colleghi, dopo di che si è vaccinato, e speriamo in bene

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 9:50 9:50

Li stanno intimidendo ma l intimidazione è resto.

CptHook
CptHook
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 11:45 11:45

Bastava rivolgersi all’avvocato giusto…

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 12:25 12:25

Esatto. Quell’operatore sanitario non doveva cedere, la posta in gioco, la salute, è troppo importante.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 9:56 9:56

Il piano è che dobbiamo diventare deficenti.

Maurizio
Maurizio
24 Febbraio 2021 , 7:22 7:22

pare che l’epidemiologa Francesca Levi Schaffer a proposito di Israele abbia affermato che “per convincere i no-vax a vaccinarsi sono stati anche istituiti dei premi: per esempio nei quartieri ultraortodossi pizza familiare per tutti, mentre per i giovani un thermos in omaggio. Ha funzionato“. (fonte qui: https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/coronavirus-epidemiologa-israele-abbiamo-convinto-i-no-vax-a-vaccinarsi-anche-grazie-allistituzione-di-premi_29080909-202102k.shtml).

State passando davvero il limite dell’insulto all’intelligenza umana, raccontando str0nzate del genere.
Se davvero esiste qualcuno riluttante al vaccino che è stato convinto con una pizza, voglio vedere in faccia questa sotto-specie di ominide… dico davvero, mi incuriosisce sapere come è fatto.

Sentite poi che altro dice la nostra: “Siamo riusciti ad aprire palestre, teatri e concerti. Sempre con distanziamento e mascherina.”

Su questa ogni commento è superfluo

lady Dodi
lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 9:41 9:41

Suggerimento mio.
Visto che la Pfiter e affini hanno ottenuto di non rispondere legalmente di eventuali danni e conseguenze dei “vaccini” e lo Stato italiano chissà dove sarebbe all’occorrenza, ESIGERE le generalità di chi materialmente t’infila l’ago nel braccio. E, prima di lasciarglielo fare, dire: ” Nella malaugurata eventualità, vengo a cercare lei e non mi interessa da chi prende ordini”.
Ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Mi raccomando il tono. Se si configura minaccia, mi denunci. E intanto vadano dal prossimo.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 9:50 9:50

Dimentichi il consenso informato che ti fanno firmare prima della vaccinazione.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 9:52 9:52

Aggiungere alla firma c.f.
È un’antica formula medioevale, coactus feci.
Quando uno era contrario ma ……gli si estorceva qualcosa.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 9:53 9:53

Bisogna vedere chi lo firma il consenso informato.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Astrolabio
24 Febbraio 2021 , 10:12 10:12

Perché, non ne danno una copia a chi si fa vaccinare? Qualcuno ne sa qualcosa?

gix
gix
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 11:25 11:25

Ti ripropongo in parte quanto avevo già affermato in precedente occasione, visto che ho la possibilità di avere qualche riscontro da ambienti ospedalieri. Chiunque si vaccina deve essere in grado di aderire al consenso informato, ne ho visto uno ed ovviamente c’è la possibilità di rifiutare il vaccino, oltre ad una serie di domande che prevedono risposte tutt’altro che semplici e scontate da parte di colui che riceve il vaccino, anche riguardo alle proprie attuali condizioni di salute, che andrebbero verificate con esami specifici (es. allergie). Inoltre si deve sottoscrivere che si è stati chiaramente informati, si sono compresi i rischi e i benefici della vaccinazione, si è stati informati riguardo alle modalità e le alternative terapeutiche ecc, e sono anche previste modalità di comportamento in caso di effetti collaterali. Quindi, di fronte a pressioni indebite, anche solo per prendere tempo, è sufficente porre alcune semplici domande interlocutorie riguardo agli effetti del vaccino stesso, oltre a dichiarare di non poter rispondere in maniera adeguata ed in tempi brevi alle richieste ricevute, eventualmente chiedendo alla controparte (di fronte ad eventuali insistenze) di assumersi la responsabilità di procedere senza aver acquisito tali risposte.

CptHook
CptHook
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 11:51 11:51

E’ l’italico concetto di “fammi causa”…, alla burocrazia è sempre buona norma opporre ancor più burocrazia.
Cominciare a chiedere, con raccomandata a.r., copia autentica del bugiardino.
Continuare chiedendo delucidazioni sugli effetti collaterali e su chi è il responsabile in sede civile e penale di eventuali patologie connesse a detti effetti…
vedrai che a questo punto già si calmano…

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 12:38 12:38

Mi hai fatto venire in mente quello che ha escogitato un’avvocatessa tedesca per far desistere il datore di lavoro dal pretendere la vaccinazione del dipendente. Un documento che il datore di lavoro deve firmare in cui dichiara di versare una certa somma al dipendente se si verificano effetti collaterali dopo la vaccinazione. Risarcimento moderato in caso di reazioni avverse lievi fino a somme importanti per effetti collaterali gravi negli anni a venire. Assicurare un rischio di tale portata verrebbe a costare circa 2.000 euro all’anno, se non ricordo male, importo che probabilmente farebbe desistere il datore di lavoro.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 12:50 12:50

Fantastico CpHook! Io ho lavorato quasi quarant’anni nella burocrazia e so che l’ unico modo è davvero opporre burocrazia a burocrazia.

Elric
Elric
Reply to  CptHook
24 Febbraio 2021 , 14:08 14:08

Mi hai fatto venire in mente Le 12 fatiche di Asterix…

Scherzi a parte, ho detto ai miei, sempre se verranno “obbligati” a farselo, di insistere sulle loro allergie ad alcuni medicinali. Non esistendo da nessuna parte una lista dei componenti di questo intruglio, non c’è nessun motivo per rischiare la vita come con la roulette russa.

Insieme con quello che hai scritto potrebbe bastare per fermarli un attimo…

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 12:14 12:14

Grazie gix della dettagliata descrizione del consenso informato. Naturalmente è il modo in cui avviene il colloquio preliminare ad essere decisivo. Io ad esempio ho sempre notato una certa insofferenza in colui che mi porge qualcosa da firmare, quando avverte la mia risolutezza a voler leggere tutto il testo. Viene interpretato come mancanza di fiducia.
All’atto pratico, per quel che ne sappiamo, le spiegazioni di colui che fa la vaccinazione potrebbe ridursi a un “firmi qui”.
Mi interesserebbe sapere se il vaccinato riceve una copia del documento da lui firmato, dal quale risulti anche la copia della sua firma.

Una persona affetta da malattie croniche o da allergie, in teoria, dovrebbe consultare il proprio medico, prima di vaccinarsi. O meglio, bisognerebbe pretendere il nulla osta del medico di base, prima di vaccinare, per chi è affetto da malattie croniche o allergie.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 12:52 12:52

E il nulla- osta coinvolge anche il medico di base fra chi poi deve eventualmente rispondere.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 16:24 16:24

Nel momento in cui il paziente ha delle malattie croniche o delle allergie, il medico di base, secondo me, dovrebbe sconsigliare la vaccinazione, perché le 40.000 persone delle sperimentazioni della Biontech erano sane. Non c’è stata sperimentazione con persone malate croniche.

gix
gix
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 14:13 14:13

La questione relativa alle pressioni psicologiche in questo caso è particolare, poichè se arrivi alla fase della valutazione del consenso informato ed è notorio che tu non vuoi vaccinarti, o almeno non vuoi farlo a cuor leggero, vuol dire che hai già subito ricatti e altro, per cui siamo già alle potenziali schermaglie legali. A quel punto meglio far valere i propri diritti. Non è certo una situazione simpatica, ma uno se la puo giocare, se le leggi rimangono queste.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 16:28 16:28

Secondo me, se un lavoratore dipendente non vuole farsi vaccinare, sottoposto a pressioni o no, dovrebbe rivolgersi ad un avvocato, senza neanche presentarsi al colloquio per il consenso informato.

emilyever
emilyever
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 14:37 14:37

Per eventuali effetti collaterali consigliano la tachipirina 1000, e il cerchio si chiude

emilyever
emilyever
Reply to  gix
24 Febbraio 2021 , 14:37 14:37

Per eventuali effetti collaterali consigliano la tachipirina 1000, e il cerchio si chiude

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  emilyever
24 Febbraio 2021 , 16:33 16:33

Gli effetti collaterali più comuni del vaccino Pfizer sono uguali ai sintomi iniziali del Covid. E il cerchio si riapre.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 13:48 13:48

Sarebbe obbligatorio. Pet
Perlomeno io in ospedale ecc l’ho sempre chiesto e me l’han sempre dato.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 16:35 16:35

Non tutti sono così avveduti.

Astrolabio
Astrolabio
24 Febbraio 2021 , 9:44 9:44

Chi non vuole vaccinarsi non si vaccina.La vaccinazione non è obbligatoria.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Astrolabio
24 Febbraio 2021 , 10:06 10:06

Peggio, è sotto ricatto. Altrimenti non lavori….non puoi prendere mezzi pubblici….non puoi accedere ad un ufficio pubblico….
Speriamo che questi “effetti collaterali” si manifestino in fretta e in modo da non poterli più nascondere.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 10:46 10:46

Allora se la vaccinazione non e’ obbligatoria nessuno puo volere nulla altrimenti va sul penale.
Temo che ci siamo intimidazioni non vere di quello che fanno in Israele.
Con lo scopo di spargere paura perche tutti in fila si vaccinino i prepotenti dominano.

Astrolabio
Astrolabio
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 10:46 10:46

Allora se la vaccinazione non e’ obbligatoria nessuno puo volere nulla altrimenti va sul penale.
Temo che ci siamo intimidazioni non vere di quello che fanno in Israele.
Con lo scopo di spargere paura perche tutti in fila si vaccinino i prepotenti dominano.

Pfefferminz
Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 10:15 10:15

https://t.me/markus_lowien/8323

Video: supermercato in Israele.
All’ingresso del supermercato viene controllato lo stato vaccinale.
No vax = no food

Non illudiamoci che da noi cose simili non accadranno mai. In Israele stanno solo facendo le prove generali.

A meno che qui in Europa non ci si svegli davvero.

Io speravo che la pericolosità del vaccino avrebbe fatto rinsavire coloro che si rifiutavano di parlare della falsa pandemia. Questo NON è avvenuto, adesso sono tutti in fila per farsi vaccinare. Dicono che in Israele il vaccino ha funzionato, perché sui media mainstream le notizie vere non arrivano, ad esempio il fatto che il numero dei decessi in seguito a vaccino, ad un certo punto è stato omesso nelle statistiche, come riferisce Dea nell’intervista rilasciata a Byoblu.

MarioG
MarioG
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 10:37 10:37

Dappertutto, non solo in Israele, “nei media mainstream le notizie vere non arrivano”. A proposito di Byoblu: è stata appena fatta fuori da Youtube, che ha tolto pubblicità e abbonamenti; si può leggere sul sito di Blondet. Sempre sul sito di Blondet, è riportato il tweet del premier canadese. Contro le varianti, ingiunge: “se i vostri test saranno negativi, farete la quarantena a casa. Questa quarantena è obbligatoria e sarà fatta rispettare. Se i vostri test saranno positivi, vi sarà richiesto di fare una quarantena immediata nelle strutture designate dal governo.” Originale in inglese qui: Gli eventi galoppano. Una misura del genere non era ipotizzabile nell’ora dell’esordio del “virus sconosciuto”, in teoria il momento di massima paura di fronte all’ignoto. Col tempo non ci si è ripresi dalla scossa iniziale, al contrario è cominciata una marcia a piccoli passi, ma inesorabile, verso forme sempre più estreme di “nuova normalità”. Il processo è pervasivo. Anche i recalcitranti, coloro che hanno tutto da perdere, tendono fatalmente ad allinearsi con l’indirizzo voluto, e a rafforzarlo di fatto: mi ha colpito (negativamente) il caso dei ristoratori: “fateci rimanere aperti: applichiamo le misure più rigorose…”; alcuni ristoratori hanno provato a inventarsi i tamponi all’ingresso! Cadono… Leggi tutto »

Holodoc
Holodoc
Reply to  MarioG
24 Febbraio 2021 , 11:41 11:41

E di cosa ti meravigli? Nel nuovo mondo transumanista l’essere umano “basic”, ossia come natura lo ha fatto, non potenziato dapprima con vaccini e trattamenti genetici vari, poi con innesti cyborg, sarà considerato inferiore, fragile, inadeguato e pericoloso per la comunità.

lady Dodi
lady Dodi
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 12:54 12:54

Comincio a capire quello ( Catilina?), Dell’oderint dum metuant.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  MarioG
24 Febbraio 2021 , 16:45 16:45

Stanno combattendo apertamente la logica e il buon senso, sicuri del fatto che solo una minoranza se ne accorge.
Di fronte all’annuncio che è obbligatoria la quarantena in caso di test negativo (sequestro di persona!) , ci dovrebbe essere una sollevazione popolare di massa. Lo stesso discorso si può fare ovviamente per la reclusione (!) di persone asintomatiche con test PCR positivi.

Holodoc
Holodoc
24 Febbraio 2021 , 11:22 11:22

Il problema su obbligo vaccinale ed ambiente di lavoro è una questione secondo me non chiarissima e non scontata. Uno può dire: cosa frega al datore di lavoro se mi espongo ad un rischio volontariamente? Frega eccome, dato che legalmente è lui responsabile per la tua sicurezza! Ad esempio, se in un certo ambiente di lavoro è PER LEGGE obbligatorio l’uso dei DPI (dispositivi di protezione individuale), il lavoratore non può rifiutare di indossarli e se lo fa il responsabile ha l’obbligo di allontanarlo e comminargli sanzioni disciplinari. I DPI possono anche dare fastidio o provacare dei danni, ma lo fanno nella prospettiva di impedire un danno peggiore. Ad esempio, le scarpe mi possono far venire dei calli, ma mi salvaguardano dai traumi. Il vaccino differisce in qualcosa? In cosa? Perché mi può provocare dei danni? Anche le scarpe antinfortunistiche possono provocarmeli, ma se sono di tipo omologato le devo indossare e zitto, a meno che non abbia un certificato medico che imponga il contrario. Quindi, se il vaccino verrà imposto PER LEGGE la vedo dura poterlo evitare a meno che non ci sia un medico del lavoro che ti esoneri. Tra l’altro, non sarebbe neanche la prima volta che… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Holodoc
24 Febbraio 2021 , 12:44 12:44

Non hai considerato il fatto che questo vaccino è pericoloso e che l’autorizzazione è provvisoria.
Il tuo discorso è valido se fai riferimento ad un vaccino convenzionale immesso sul mercato dopo anni di studio e sperimentazione adeguati.

Holodoc
Holodoc
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 12:51 12:51

Questo sicuramente.

Elric
Elric
Reply to  Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 14:05 14:05

E’ vero, logicamente inattaccabile.
MA… a questi non gliene frega niente delle leggi, dell’etica o della morale. Faranno un decreto legge, e lo inseriranno nel 1000 pvrovroghe. Fagli causa… nel frattempo se non te lo fai, non lavori. L’ esempio più eclatante è stato un parlamento eletto con una legge anticostituzionale. Fu sciolto dal presidentissimo?
Non mi pare…

Scusa il pessimismo.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Elric
24 Febbraio 2021 , 16:54 16:54

Purtroppo sei realista. La mia paura più grande è che giungano a mettere l’obbligo vaccinale in Costituzione. C’è da aspettarsi di tutto.

lady Dodi
lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 14:05 14:05

Vorrei precisare per Dodo chi sono.
Sono adulta, soltanto diplomata, godo del diritto di voto,e cioè non interdetta, e seguo pure la tivù.
Quindi posso prendermi a cuore solo chi è indifeso tipo i minori, che sono figli di tutti noi e chi al contrario, è troppo in là con gli anni per difendersi da solo. Ma, adulti, normali , come me, se davvero vogliono “vaccinarsi” perché l’ha detto la Rai….confermo e ribadisco: facciano come credono, o meglio in vulgata volgare, vadano al diavolo.
Ecco, se proprio, mi interessa questo articolo perché se ricattano sul lavoro, e in definitiva se puoi mangiare o meno, ho il vantaggio di essere in pensione e quindi capisco la gravità della cosa, ma se qualcuno, sempre nella mia condizione, vuole sto “vaccino” ………. Punto . Per non trascendere.

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  lady Dodi
24 Febbraio 2021 , 17:06 17:06

Questa riluttanza a farsi carico di informare in modo capillare i drogati dalla TV che ci stanno intorno (parlo in generale, perché tu dopotutto hai riferito di aver fatto cadere qua e là qualche critica sul vaccino) si ritorcerà su quelli che rifiutano la vaccinazione, che dovranno portare abiti di un certo colore, “di hitleriana memoria”, come scrive l’autrice, per farsi riconoscere. Non è un futuro roseo. E più l’incubo prende forma, più ci si accorge che il piano è stato studiato nei minimi particolari.

Pfefferminz
Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 17:11 17:11

Vorrei chiedere a chi legge la stampa mainstream. È stata diffusa la notizia riguardante l’avvocatessa di Bolzano, dott.ssa Renate Holzeisen, che ha intentato un’azione legale nei confronti della Commissione Europea, in nome di lavoratori dipendenti altoatesini che avevano ricevuto pressioni circa la vaccinazione Covid?

Elric
Elric
Reply to  Pfefferminz
25 Febbraio 2021 , 12:31 12:31

Su quella carta da macero chiamata Alto Adige non compare tale notizia. E vorrei vedere il contrario…

Pfefferminz
Pfefferminz
Reply to  Elric
25 Febbraio 2021 , 12:45 12:45

Grazie dell’informazione. Probabilmente l’avvocatessa Renate Holzeisen è più conosciuta in Germania, dopo che ha partecipato diverse volte al Comitato d’inchiesta sul coronavirus “Corona Ausschuss” del dott. Reiner Fuellmich.. Meno male che almeno ComeDonChisciotte le ha dedicato un articolo, perché ha fatto veramente un ottimo lavoro.

Elric
Elric
Reply to  Pfefferminz
25 Febbraio 2021 , 13:17 13:17

L’unica notizia non troppo datata è questa: https://www.altoadige.it/cronaca/bolzano/parole-no-vax-burioni-contro-renate-holzeisen-1.2622272
Definirla corraggiosa è un eufemismo.

WM
Reply to  Elric
25 Febbraio 2021 , 13:52 13:52

Veramente c’è qualcosa di più fresco https://comedonchisciotte.org/accolta-richiesta-di-annullamento-contro-vaccino-biontech/ l’abbiamo ripubblicata ieri da nogeoingegneria.com che l’ha tradotta dal tedesco.
Accolta la richiesta di annullamento contro la decisione di adottare il vaccino Pfizer-Biontech

Elric
Elric
Reply to  WM
25 Febbraio 2021 , 14:00 14:00

Hai ragione, l’ho visto solo dopo aver postato.
Ho voluto inserire il link per mostrare quanta informazione riceviamo qui in Alto Adige dai locali “professionisti dell’informazione”. 😉

Pfefferminz
Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 17:15 17:15

“Non è più possibile fare finta di niente e tacere. Sapere e far finta di niente è un crimine”

Sono d’accordo con l’autrice. Senza se e senza ma.

Pfefferminz
Pfefferminz
24 Febbraio 2021 , 19:34 19:34

Ipotesi del Prof. Bhakdi sui danni provocati dai vaccini Covid su base mRNA: questi avverrebbero lungo le pareti dei vasi sanguigni, là dove il flusso è più lento, vale a dire nei capillari, nei quali si verificherebbe una coagulazione. Consiglia di fare l’esame dei “fattori di coagulazione” in quei pazienti con reazioni avverse molto gravi in seguito della vaccinazione.
Per chi desidera approfondire: sul sito della casa editrice (Goldegg Verlag) del Prof. Bhakdi sono disponibili due capitoli del suo libro sull’argomento, anche in inglese come PDF, gratuitamente.
https://youtu.be/r_cuA1cqQkM
(video in cui il Prof. Bhakdi spiega quanto sopra, in tedesco, al minuto 18:50)

87
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x