Ignobili pressioni

di Valentina Bennati
comedonchisciotte.org

È molto grave la posizione assunta dall’Ordine dei Medici di Bologna che, lo scorso 3 febbraio, ha pubblicato sul suo sito un documento dal titolo ‘Il Medico di fronte alla vaccinazione anti Sars-Cov-2’ nel quale si legge che “non sarebbe deontologicamente corretto e né rispettoso delle vittime da Covid-19 che da parte anche solo di pochi medici provenissero voci contrarie alla vaccinazione”. Altrettanto discutibili e inquietanti appaiono le dichiarazioni di alcuni camici bianchi che invocano sanzioni contro i colleghi che osano manifestare perplessità verso questo vaccino che, per chi ancora non l’avesse capito, è SPERIMENTALE.

Infatti il farmaco a mRNA di Pfizer contro il Covid-19, Comirnaty, ha ottenuto da Ema “l’autorizzazione all’immissione in commercio subordinata a condizioni” e, ai sensi dell’articolo 14-a(4) del Regolamento 726/2004/CE e successive modifiche, l’azienda produttrice deve confermarne efficacia e sicurezza con una relazione finale sullo studio clinico entro dicembre 2023. Il che significa che se, a fine 2023 si saranno verificate troppe problematiche/reazioni avverse, l’Ema potrà anche revocare l’autorizzazione e il farmaco verrà ritirato.

Inoltre – come ha dichiarato la parlamentare Sara Cunial nella sua interrogazione di martedì 12 gennaio alla Camera – nel rapporto di Ema del 21 dicembre 2020, si evidenzia che due nuovi eccipienti sono inclusi nel prodotto finito, il lipide cationico ALC-0315 e il lipide PEGilato ALC-0159, per i quali vengono fornite informazioni limitate in quanto mai utilizzati in precedenza in un prodotto finito approvato all’interno dell’UE”.

Ora, fermandosi a riflettere su questi due dati e considerando anche altri aspetti che, indubbiamente, appaiono meritevoli di attenzione come, ad esempio, il fatto chenon sono stati effettuati studi di interazione con altri medicinali”, né condotti studi di genotossicità o sul potenziale cancerogeno”, né fatti studi in merito alle ricadute sulla fertilità umana” e infine che “non è possibile al momento prevedere danni a lunga distanza”, chiarito ciò – che è messo nero su bianco, basta prendersi la briga di leggere foglietto illustrativo e modulo del consenso – non pare difficile comprendere che un cittadino/un medico possa chiedersi se questo vaccino sia la cosa giusta da fare/consigliare o meno.

Non si può pretendere di somministrare un farmaco se prima non si danno alle persone informazioni essenziali e complete per apprezzarne al meglio le potenzialità e i rischi. Parrebbe una banalità ma, in questi tempi oscuri, è bene ribadirlo.

OGNUNO DI NOI deve poter prendere qualsiasi decisione in merito alla propria salute e a eventuali trattamenti sanitari in piena consapevolezza e totale libertà (vale a dire senza costrizioni). Così garantisce la Legge n. 219 del 2017 che disciplina il consenso informato in ambito terapeutico nel rispetto dei principi degli articoli 2, 13 e 32 della Costituzione e 1, 2 e 3 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea che tutelano il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona.

Allo stesso tempo UN MEDICO – che sia degno di svolgere questa professione e che rispetti davvero il Giuramento di Ippocrate – ha il diritto e il dovere di esercitare la Medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento” e, come si legge nell’art. 13 del Codice Deontologico, “è tenuto a una adeguata conoscenza della natura e degli effetti dei farmaci prescritti, delle loro indicazioni, controindicazioni, interazioni e delle reazioni individuali prevedibili e delle modalità di impiego appropriato, efficace e sicuro dei  mezzi diagnostico-terapeutici”. Sempre lo stesso articolo afferma che “il medico non adotta né diffonde pratiche diagnostiche o terapeutiche delle quali non è resa disponibile idonea documentazione scientifica e clinica valutabile dalla comunità professionale e dall’Autorità competente. Il medico non deve adottare né diffondere terapie segrete.

Senza indagare oltre nell’etica professionale, già da quanto sopra esposto appare chiaro che un medico può, e deve, perseguire esclusivamente l’INTERESSE DI OGNI SINGOLO PAZIENTE e consigliarlo in scienza e coscienza, senza essere obbligato ad assumere per forza una posizione a favore di un vaccino per il quale, al momento, non ci sono evidenze scientifiche su efficacia e sicurezza. A ora, infatti, non ci sono dati che dimostrino che il vaccino dia protezione al singolo, né c’è evidenza che interrompa il contagio ad altri soggetti (anzi continuano ogni giorno ad arrivare notizie di focolai di covid in RSA e ospedali dove sono state eseguite le vaccinazioni) e soprattutto rimane ancora un grande punto interrogativo sulle reazioni: al 6 febbraio 2021 le reazioni avverse al vaccino Comirnaty della Pfizer riportate dall’EMA (European Medicines Agency) sono state 41.142 (l’Italia è capofila in questa classifica) e, come sottolinea ASSIS, Associazione di Studi e  Informazione sulla Salute, rappresentano solo una parte delle reazioni che si sono manifestate dopo la somministrazione del vaccino.

QUINDI NON SOLO È MORALMENTE LECITA per un medico sia la decisione di vaccinarsi che di non vaccinarsi, sia la scelta di consigliare che di non consigliare la vaccinazione, MA ANCHE SUL PIANO GIURIDICO dovrebbe essere tutelata la libertà di curarsi e di curare. Anche perché:
1) il vaccino non è l’unica arma che abbiamo contro il Covid;
2) fa parte della professionalità medica anche porsi delle domande e capire cosa sia meglio per sé e per i propri pazienti.
Inoltre, dal punto di vista legale, NON ESISTE UN OBBLIGO DI VACCINARSI E DI VACCINARE e gli Ordini Professionali – o singoli personaggi – non sono al di sopra della legge. Il che significa che chiunque può liberamente decidere di farsi iniettare un farmaco sperimentale, ma nessun soggetto privato o pubblico, né ente e neppure alcuno Stato può obbligare qualcuno a farlo.

Non si può fare finta che la Costituzione, il Codice di Norimberga, la Convenzione di Helsinky e la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo non esistano. LE LIBERTA’ E I DIRITTI GARANTITI NON SONO CARTA STRACCIA.

Tra l’altro, lo scorso 27 gennaio, anche il Consiglio di Europa, in una risoluzione votata a larga maggioranza, pur riconoscendo il vaccino “un bene globale”, si è espresso per la NON IMPOSIZIONE dello stesso e ha ribadito CHE NESSUNO DOVRÀ ESSERE DISCRIMINATO se deciderà di non vaccinarsi. In particolare al punto 7 si legge che “l’Assemblea sollecita gli Stati membri e l’Unione europea a:
7.3.1 garantire che i cittadini siano informati che la vaccinazione NON è obbligatoria e che nessuno sia sottoposto a pressioni politiche, sociali o di altro tipo per essere vaccinato, se non desidera farlo personalmente;
7.3.2 garantire che nessuno sia discriminato per non essere stato vaccinato, a causa di potenziali rischi per la salute o per non voler essere vaccinato”.

Allora, se tutto questo è vero – e lo è – è inevitabile chiedersi, con notevole sgomento, che tipo di informazioni stiano divulgando stampa e TV, perché l’impressione è che il vaccino sia presentato come la salvezza e che nessuno si preoccupi di far sapere che non è obbligatorio né, tantomeno, di diffondere in modo trasparente le informazioni sulla sicurezza e sui possibili effetti negativi.

Tanto per farsi un’idea basta accendere RAI 1, l’ammiraglia della TV di Stato, e seguire TG e trasmissioni di approfondimento tipo “Oggi è un altro giorno” (condotta da Serena Bortone) o “La vita in diretta” (capitanata da Alberto Matano). Ma non sono da meno le altre reti o i principali giornali, la narrazione è sempre quella: il vaccino è la soluzione. Lo raccontano in modo furbo anche certi spot che, attraverso un clima emotivo, cercano di trasmettere un messaggio ben preciso (la necessità di vaccinarsi) senza riflettere completamente la realtà. QUI e QUI i link ai video.

Perciò, visto che queste sono le informazioni per nulla esaustive e obiettive che riceviamo, non rimane che un’unica cosa da fare: DOCUMENTARSI DA SOLI (nel caso qualcuno fosse in dubbio se fare questo vaccino).
Innanzitutto leggendo il più possibile, a cominciare dal foglietto illustrativo e dal consenso (che poi sarà quello che dovrete firmare nell’ipotesi che decidiate di procedere) e, prima di farlo, se c’è qualcosa che non vi è chiaro, non abbiate timore di fare domande (meglio se scritte) e pretendere delle risposte (sempre scritte) perché abbiamo il diritto di essere correttamente ed esaustivamente informati e anche di pensarci e poi chiarirci le idee consultandosi, se occorre, con il proprio medico di fiducia ed eventuali specialisti (sperando che la fiducia sia ben riposta e che si tratti di professionisti davvero liberi e coscienziosi).

DOPODICHE’ potremo scegliere di esprimere (o meno) il nostro consenso, agendo questa volta sì, in modo informato e libero, come prevede la Legge.

E chi si dovesse trovare a subire ignobili pressioni psicologiche da parte di direzioni aziendali, enti, soggetti pubblici o privati – come sta accadendo in questo periodo ad alcune categorie di lavoratori (e come, a partire dal 2017, è accaduto a molti genitori che hanno reputato opportuno approfondire la questione prima di aderire ad occhi chiusi all’offerta vaccinale per propri figli) – sappia che può rivolgersi a singoli avvocati ferrati in materia oppure a Associazioni che riuniscono al loro interno team di medici e legali.

Questi alcuni siti in cui potete trovare informazioni:
www.rinascimentoitalia.it
www.comicost.it
https://r2020.info/

Ed è nata anche ISOFIA, International Solidarity Of Free Information & Art, rete internazionale di medici, scienziati, accademici e avvocati di tutto il mondo che si propone l’obiettivo di fornire connessioni tra professionisti e scambi di informazioni.

La libertà l’abbiamo ricevuta dai nostri avi in eredità, ma non rimane tal quale per dono ricevuto: è necessario combattere ogni giorno per mantenerla e difenderla.

Gli strumenti ci sono, sono offerti dall’Informazione Indipendente e dal Diritto.

Dobbiamo essere svegli e organizzati, fare rete unendo le conoscenze e le competenze.

Miti e armati. E’ ora di smetterla di essere inconsapevoli e subire.


FONTE: https://valentinabennati.it/ignobili-pressioni/

63 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
MarioG
MarioG
9 Febbraio 2021 6:44

Invece è “deontologicamente corretto” e “rispettoso delle vittime del Covid” dare la mancia ai dottori, un tot per ogni vaccinato.
La prostituzione farmaceutica.

Quando sentite le gravi ammonizioni al “rispetto dei morti del covid” avete davanti un farabutto, precisamente uno sciacallo vero e proprio delle morti da Covid.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  MarioG
9 Febbraio 2021 7:35

La mancia per vaccinare è una vita che la ricevono…

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 9:48

fosse solo per i vaccini.

Gli informatori scientifici hanno disposizioni dalle case farmaceutiche di offrire premi e soldi ai medici che prescrivono un determinato farmaco.

Ed ecco che se non hai niente il medico fa la faccia preoccupata e ti prescrive due o tre “medicine” che poi vai a vedere il bugiardino e sono semplici ma costosissimi integratori (capitato varie volte personalmente)

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 9:48

fosse solo per i vaccini.

Gli informatori scientifici hanno disposizioni dalle case farmaceutiche di offrire premi e soldi ai medici che prescrivono un determinato farmaco.

Ed ecco che se non hai niente il medico fa la faccia preoccupata e ti prescrive due o tre “medicine” che poi vai a vedere il bugiardino e sono semplici ma costosissimi integratori (capitato varie volte personalmente)

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Violetta
9 Febbraio 2021 10:12

Ti posso dire che ai tempi d’oggi non è proprio così. – Il comparaggio, ossia il corrispondere denaro o premi ai medici che prescrivono più farmaci è un reato. – Anche fare regali ai medici che non sia un gadget di pochi euro è oggi proibito. Questo vale anche per viaggi e congressi (a meno che uno non sia relatore e che presenti uno studio scientifico). – Le aziende farmaceutiche possono pagare ai medici i corsi di formazione obbligatori (crediti formativi). Ovviamente c’è chi ancora è disposto a rischiare il carcere per compiacere la ditta ma ricavando un sempre meno lauto premio di produzione (gli informatori non percepiscono provvigioni sulle vendite). E viceversa sono sempre meno i medici (a meno che non siano i direttori sanitari che hanno il potere di muovere milioni e che se sono lì è perché già confratelli di qualche loggia e quindi con le spalle ben coperte) disposti a starci: perché rischiare quando ci sono già le ASL a dare mazzette per fornire prestazioni “oneste” e che, al contrario della tangente privata, migliorano la propria reputazione nei confronti del datore di lavoro? Perché sputare sui premi che le ASL forniscono ai medici per rientrare nel… Leggi tutto »

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 10:21

ah be se c’è la legge allora…..

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 10:23

ps: gli integratori sono esclusi dalla fattispecie

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Violetta
9 Febbraio 2021 11:24

Certo.

1) li deve PAGARE L’ASSISTITO di tasca sua, e si sa che se un paziente spende lo fa solo il minimo indispensabile.
2) sono di libera vendita, quindi puoi trovarli dappertutto, supermercati ed Internet compresi… e a prezzi MOLTO inferiori che in farmacia. Inoltre le vendite da canali “alternativi” alla farmacia non figurano nelle statistiche secondo cui gli informatori sono (comunque ilegalmente) valutati dalla loro azienda.

In altre parole, l’idea di rischiare il carcere per spingere un integratore è veramente assurda.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 12:21

ma dipende dall’integratore.
Alcuni hanno tutto l’aspetto di veri e propri farmaci e non li trovi al supermercato.

Questi sono esclusi dalle legge che tu citavi .

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Violetta
9 Febbraio 2021 17:39

Quello che dici è assolutamente falso.
L’azienda della mia parente informatrice produce integratori con lo stesso livello di qualità dei farmaci e il design del packaging è assolutamente identico a quello dei medicinali veri e propri, eppure li trovi tranquillamente alla Coop e su Amazon.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Holodoc
10 Febbraio 2021 1:22

dipende dagli integratori, HOlodoc!e probabilmente dipende pure dal supermercato. Su Amazon non so non ho mai provato

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Violetta
10 Febbraio 2021 3:20

Ovvio che non tutti i supermercati li vendono, solo quelli che hanno all’interno una corsia apposita di parafarmacia con la presenza fissa un farmacista. Molte delle Coop ce l’hanno, ci ha lavorato una mia amica.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 11:15

Non solo mance ma vacanze e viaggi premio con putt…

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Astrolabio
9 Febbraio 2021 11:29

Non è più così. I viaggi premio per i medici sono proibiti da anni. Non esiste più il bengodi di una volta quando venivano organizzati congressi a Sharm El Sheik con famiglia (o amante) a seguito.

Ormai la corruzione è a livelli più alti, forniture ospedaliere o simili. Ancora qualcuno che fa comparaggio esiste ma non può essere più nascosto tramite sgami burocratici. E’ sempre più difficile per un’azienda nascondere spese non documentate e rimborsare i dipendenti per queste. I dipendenti che lo fanno quindi non ci guadagnano niente se non qualche mila euro a fine anno di premio produzione, e chi rischia il penale per una miseria? I tempi sono cambiati: 40 anni fa gli informatori in 10 anni si facevano la villa, ora è già tanto se forniscono loro l’auto in leasing e il carburante.

Ripeto, è come per l’evasione fiscale: vengono tartassati i piccoli mentre si chiude un occhio per i grandi.

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 13:00

Quindi quei convegni scientifici pieni di mignotte sono stati proibiti?

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  giovanni
9 Febbraio 2021 17:34

Esattamente.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Risposta al commento di  MarioG
9 Febbraio 2021 13:04

“Lo vada a dire a quelli di Bergamo!” (cit.)

Simsim
Simsim
9 Febbraio 2021 6:55

Scrivete i nomi di chi fa pressione. E quando questo scandalo esploderá, perché esploderá prima o poi, quelli sono i nomi di chi non dovrá mai piú avvicinarsi neanche alla compilazione di un bugiardino di un´aspirina. Per quello che sta accadendo, dovranno pagare tutti quelli che hanno preso posizione a favore di questa sperimentazione di massa. Nessuno escluso. Sará altrettanto sbagliato quanto quello che propugnano loro oggi sui medici “eretici”, ma va ridato un senso a ció che é giusto, e non va provata nessuna pena per questa gente. Andassero a zappare quel giorno.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Simsim
9 Febbraio 2021 7:04

Burioni e Fazio, l’ho detto ieri.
Vogliono una Legge, che quindi oggi non c’è, per licenziare i Medici che non vogliono vaccinarsi.
Sottolineato : che oggi non c’è.

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  lady Dodi
9 Febbraio 2021 7:14

Non mi riferivo solo ai famosi. Mi riferivo anche e soprattutto a chi all´interno delle istituzioni mediche sta rendendo di fatto impossibile il dibattito. Perché quella é la gente di cui a bocce ferme nessuno si ricorderá, ed invece sono i primissimi che stanno remando contro. Via.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Simsim
9 Febbraio 2021 7:20

Io parlo di medici normali, di base. Il mio, per dirne uno, è andato in pensione anticipatamente dicendo: ” Qui rischiavo una denuncia al giorno’, riferito ai pazienti.
Secondo me, se posso aggiungere, ormai le voci contrarie sono circolate , e chi vuol vaccinarsi ancora, faccia la cavia, che lo ringrazio.
Io non ho la velleità di istruire nessuno, perché non sono comunista.
A me basta il sospetto per fermarmi sulle cose mediche.
Facciano come me se no ..vaffa.
A proposito, i 5 Stelle , col mio plauso, non sono “incantati” dall’alto profilo.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  lady Dodi
9 Febbraio 2021 11:31

Oggi non c’è.
Ma da domani, quando il Governo sarà presieduto dal Drago, con chissà quale nuovo ministro della salute, forse qualcosa cambierà…

Si potrebbe pubblicare qualcosa sul nuovo Governo in embrione, anche questa è una notizia che forse merita visibilità.

Papaconscio
Risposta al commento di  Simsim
9 Febbraio 2021 8:23

Sono d’accordo. Intanto grazie alla redazione per questo articolo molto chiaro. Suggerirei la creazione di un vero e proprio database con nome e cognome di chi ha contribuito a questa infame campagna terroristica, sullo stile di quanto ha fatto il sito Scenari Economici quando ha pubblicato la lista dei nomi di chi ha votato si al Mes lo scorso dicembre.

danone
danone
Risposta al commento di  Papaconscio
9 Febbraio 2021 8:39

C’è già, basta stornare i nomi dei 4 medici seri, conosciuti in questi mesi, dall’albo professionale, e quelli rimasti sono la lista degli infami.

Papaconscio
Risposta al commento di  danone
9 Febbraio 2021 8:43

E in Parlamento, i nomi da stornare sono ancora meno.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Papaconscio
10 Febbraio 2021 10:29

Molti sono ben noti, per mesi li abbiamo visti e sentiti in TV e in tutte le salse. Politici e tecnici (che non meritano il titolo di medici e scienziati)

AlbertoConti
AlbertoConti
9 Febbraio 2021 7:19

“… che invocano sanzioni contro i colleghi che osano manifestare perplessità verso questo vaccino”

Diciamolo chiaramente, noi “pazienti” invochiamo sanzioni esemplari contro questi imbecilli e/o ipocriti, che non esitano a sacrificarci per salvarsi le chiappe dal mainstream che in tal modo li protegge, sacrificando anche i pochi di loro con la coscienza a posto.
Quanto prima gli presenteremo il conto, e sarà altrettanto salato.

Cruciverba
Cruciverba
9 Febbraio 2021 7:55

Quelli che propongono il vaccino non sono medici .
Un vero medico sarebbe fedele al principio base della medicina : ” Primum non nocere ” .
Nessun vero medico proporrebbe una sperimentazione dagli esiti incerti sui propri pazienti .

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Cruciverba
9 Febbraio 2021 11:13

Ma gli stessi medici non dicono ai pazienti che loro non volevano il vaccino e che il vaccino lo vogliono “altri”. Forse non sanno chi sono gli “altri”?

lady Dodi
lady Dodi
9 Febbraio 2021 7:02

Film horror o il mio sogno che si avvera, cioè l’eliminazione degli imbecilli tramite “vaccinazione”?
Speriamo la seconda.
Comunque, che si voglia crederlo o meno, stamattina parlando con molta gente, ho trovato una marea di contrari.
Solo in tivù fanno vedere la vecchietta contenta e della massa di Medici contrari, ho parlato ieri.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  lady Dodi
9 Febbraio 2021 7:04

Io invece trovo sempre più gente che conosce e utilizza gli integratori come prevenzione: ormai lattoferrina e vitamina D sono sulla bocca di tutti!!!

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Holodoc
9 Febbraio 2021 7:06

Sciocchezze, qui c’è da far fronte ad un crimine contro l’umanità, altro che vitamine!
Alle vitamine penserò dopo.
Io l’ho avuto e non mi ha ammazzato, la vitamina sono io.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Holodoc
10 Febbraio 2021 10:27

A buona ragione, pero’. Un forte sistema immunitario protegge sia dal virus che dal suo cosiddetto antidoto (sempre che lo sia). E da molto altro.

lady Dodi
lady Dodi
9 Febbraio 2021 7:16

Io indago ma non voglio convincere. Chi vuol vaccinarsi …cavoli suoi. Ma devo dire che prima o poi tutti arrivano alle mie conclusioni, perché sanno che sono disinteressata.

lady Dodi
lady Dodi
9 Febbraio 2021 7:24

Vado e dove vado c’è molto da sapere e indagare.

Annibal61
Annibal61
9 Febbraio 2021 8:38

Nulla di strano, nell’ ideologia comunista questo ed altro. Da quelle parti c’ è il partito di Bibbiano a prelevare i figli a genitore 1 e genitore 2 per darli alle lesbiche e quando serve al partito anche a farli morire di fame … o di vaccino “per il bene comune”! Sempre da quelle parti vi è il paese dei balocchi dove tutti possono vivere felici e contenti naturalmente in sottomissione ai Filantropi alla Soros, laurea honoris causa, maestri e sacerdoti. La realtà è che sono MALATI ! Utili idioti diceva Lenin. Sono il 10% della popolazione, più o meno come gli asini a scuola, ed è per questo che dico di fare una bella guerra (politica) interna ed eliminarli tutti.

Annibal61
Annibal61
9 Febbraio 2021 8:52

Oltre che malati, secondo me, sono anche pervertiti ma non stupidi del tutto. Sanno benissimo di essersi macchiati di migliaia di OMICIDI negando le autopsie, negando i farmaci meno costosi come la clorochina, imponendo ai medici di base i loro protocolli di cura demenziali al semplice fine di creare morte e terrore perchè così imponevano i loro padroni.

Annibal61
Annibal61
9 Febbraio 2021 8:52

Oltre che malati, secondo me, sono anche pervertiti ma non stupidi del tutto. Sanno benissimo di essersi macchiati di migliaia di OMICIDI negando le autopsie, negando i farmaci meno costosi come la clorochina, imponendo ai medici di base i loro protocolli di cura demenziali al semplice fine di creare morte e terrore perchè così imponevano i loro padroni.

danone
danone
9 Febbraio 2021 9:01

“Ed è nata anche ISOFIA, International Solidarity Of Free Information & Art, rete internazionale di medici, scienziati, accademici e avvocati di tutto il mondo che si propone l’obiettivo di fornire connessioni tra professionisti e scambi di informazioni.”

Non basta, bisogna anche creare VAROLIO un’agenzia-ponte, rete internazionale di medici, scienziati, accademici e avvocati di tutto il mondo, con l’obiettivo di fornire maggior connessioni cerebrali ai professionisti, per facilitare lo scambio di informazioni coi loro stessi neuroni, favorendo così l’esercizio dello spirito critico, perchè si è visto in particolar modo con questa pandemia, che non serve che i neuroni si scambino informazioni fra loro, se poi il professionista non ne beneficia in ambito lavorativo, eh!.

IlContadino
IlContadino
9 Febbraio 2021 9:42

Ma de che, ma davero davero!
Siamo ancora qui a fare i finti meravigliati? Gli ingenui che si stupiscono? Che altro dovrebbe fare un medico se non minacciare ad ogni respiro la salute del suo assistito?!! Che è poi quello che più o meno è chiamato a fare anche il pediatra, giusto? Un medico che agisce nell’interesse dell’equilibrio psicofisico del paziente…ma quando mai!! Millenni fa, forse. È come chiedere ad un pensionato di rimanere a bordo cantiere senza cingere le mani dietro la schiena e scuotere la testa, inammissibile!
A ognuno il suo mestiere. Il pensionato fa il pensionato e il medico fa il medico, casomai sta a noi non assumere il ruolo di pazienti!

Enrico Re
Enrico Re
9 Febbraio 2021 12:05

Al 29/1 501 morti e oltre 10700 reazioni avverse ai vaccini (rif childrenshealthdefense.org). E questi sono vaccini solo di nome, perché non contengono nessun virus attenuato o meno. È una terapia sperimentale che modifica, come caro ai suoi transumanisti fautori, benefattori e Interessenti, tramite input mRNA Tutte le cellule del corpo umano, con effetti ignoti, fino alla loro autorizzazione d’emergenza, e che ora vengono minacciosamente alla luce

WM
Risposta al commento di  Enrico Re
9 Febbraio 2021 17:23

@enricore:disqus Leggi bene le regole e modifica il commento in accordo, per favore, te l’ho scritto in altri due commenti.

Grazie.

Pfefferminz
Pfefferminz
9 Febbraio 2021 12:17

https://2020news.de/gefaehrlich-und-unwirksam-indien-laesst-biontech-impfstoff-nicht-zu/
(articolo in tedesco)

Intanto l’India ha negato l’autorizzazione del vaccino della Biontech/Pfizer per problemi di sicurezza e efficacia.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Pfefferminz
9 Febbraio 2021 12:29

Io la sapevo così, che l’India ha richiesto alla casa farmaceutica ulteriori documenti di verifica, e a quel punto la Pfizer ha preferito ritirare la domanda di autorizzazione: sarei così curiosa di sapere di che cosa si trattasse.
https://it.sputniknews.com/mondo/2021020510092857-india-pfizer-ritira-la-domanda-per-lapprovazione-di-emergenza-del-suo-vaccino/

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  emilyever
9 Febbraio 2021 12:30

La Pfizer avrebbe ritirato la domanda, dopo che l’autorità indiana ha rifiutato l’autorizzazione, secondo 2020news.
L’autorità indiana avrebbe riscontrato che in altri Paesi le vaccinazioni Pfizer/Biontech avrebbero dato luogo a effetti collaterali, paralisi e shock anafilattici. Secondo informazioni della Deutsche Welle, sarebbero mancati studi sulla capacità del vaccino di stimolare una reazione del sistema immunitario.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  emilyever
9 Febbraio 2021 13:40

E il Popolo Pakistano il cui Governo aveva comprato quello cinese, si rifiuta in massa alla vaccinazione.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  lady Dodi
9 Febbraio 2021 13:44

civiltà superiore

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  emilyever
10 Febbraio 2021 10:23

Beh…

giovanni
giovanni
9 Febbraio 2021 13:25

Chissà se allo stesso ordine sono iscritti quei medici che non si preoccupano minimamente di rilasciare certificati di idoneità alla guida o all’uso delle armi a persone che oltre non averne requisiti oggettivi sono pure rincoglioniti. D’altronde 30 km contromano in autostrada, chidendosi perché fossero gli altri contromano, è certamente sinonimo di ottime condizioni psicofisiche….

lady Dodi
lady Dodi
9 Febbraio 2021 13:45

Io Voglio ringraziare pubblicamente , qui, tutti quei medici che rifiutano il cosiddetto vaccino e rifiutano di somministrarlo ad altri.
Voglio anche dir loro che fra poco salterà in aria tutto e una conseguenza sicura è che sarà onorato chi usa scienza e coscienza.
Tutti avremo bisogno di voi. Grazie

Maurizio
Maurizio
9 Febbraio 2021 14:29

Nulla da commentare.. l’articolo si commenta da sé.
Solo un grazie alla Bennati e a tutte quelle realtà da lei citate che si stanno mobilitando

Mary Jones
Mary Jones
9 Febbraio 2021 15:32

Traduco un articolo da Welt, un quotidiano tedesco.. Naturalmente quello che è trapelato in Germania, è sicuramente accaduto anche da noi e in altri stati, ma gli avvocati tedeschi hanno sostenuto per mesi una strenua battaglia per renderlo pubblico. ”Il ministero dell’Interno ha assunto scienziati per giustificare le misure da prendere per affrontare il coronavirus Un’ampia corrispondenza, di cui è in possesso WELT AM SONNTAG, mostra che: Nella prima fase alta della pandemia, il ministro degli interni Horst Seehofer ha fatto pressione sui ricercatori. In seguito a ciò sono stati prodotti risultati per un drammatico “documento segreto” del ministero. Nella prima ondata della pandemia del coronavirus nel marzo 2020, il Ministero federale degli interni ha fatto pressione sugli scienziati di diversi istituti di ricerca e università per scopi politici. Ha incaricato i ricercatori dell’Istituto Robert Koch e di altre istituzioni di creare un modello di calcolo sulla base del quale il Ministero dell’Interno, Horst Seehofer (CSU), avrebbe potuto giustificare le dure misure messe in atto per il coronavirus. Questo emerge da più di 200 pagine di corrispondenza interna tra il livello dirigenziale del Ministero dell’Interno e i ricercatori, che WELT AM SONNTAG ha ricevuto. Un gruppo di avvocati ha combattuto… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Mary Jones
9 Febbraio 2021 18:02

Quello che indigna profondamente è che gli scienziati, ad esempio quelli del Robert Koch Institut, si siano piegati ai voleri dei politici. E che i politici abbiano ideato un piano così diabolico, senza curarsi del malessere che avrebbero provocato nella popolazione. Su tutto questo bisognerà far luce un giorno.

Mary Jones
Mary Jones
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Febbraio 2021 4:27

la notizia è stata pubblicata in modo articolato anche su un quotidiano norvegese, non penso che i giornali italiani lo abbiano fatto, potrebbe crollare il loro abnorme castello di carte. Comunque l’articolo così conclude: ”Dobbiamo sapere chi ha inventato questa politica. Da dove proviene? Chi ha spinto il governo ad andare contro la consulenza professionale ricevuta prima del 12 marzo?
La stessa domanda va posta ai giornalisti norvegesi e ai media.
Perché non è stata fatta un’inchiesta critica?
Quello che abbiamo visto è che qualsiasi opposizione a questa politica è stata trattata con sospetto e oscurata.
Alle redazioni e ai giornalisti norvegesi deve essere consentito chiedere: dove siete stati? Perché non avete fatto il vostro lavoro?”
https://steigan.no/2021/02/den-tyske-regjeringa-ba-forskere-lage-utredninger-for-a-begrunne-strenge-tiltak/?fbclid=IwAR2uz4Hh68DdVGpa6x7hPArmH7sbHlkrrp6cKokmfJAiVwyZXWQqWp4bg_k

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Mary Jones
10 Febbraio 2021 5:26

” Chi ha spinto il governo ad andare….” Il Diavolo.

WM
Risposta al commento di  Mary Jones
10 Febbraio 2021 14:00

@disqus_5r6gDnrXQk:disqus Ti ho già avvertito di leggere le regole e scrivere i commenti in accordo, specialmente per quanto riguarda i links e l’uso del maiuscolo, non te lo ripeterò ancora.
Leggi le regole e modifica i commenti.
Grazie.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Febbraio 2021 10:22

Fuoco (di plotone), piu’ che luce, direi….

Patrizia Ligabò
Patrizia Ligabò
9 Febbraio 2021 16:25

In questo articolo vi sono molti collegamenti utili, grazie molte La pressione, la paura disseminata dai governi e principali media è enorme. Ottimo che vi sorgano nuove entità ed associazioni per tutelarsi. ,Molti infermieri subiscono un mobbing pesante per vaccinarsi, e minacce di licenziamento.

GFRANZ BERT
GFRANZ BERT
10 Febbraio 2021 5:29

Credo che, decessi a parte, uno dei maggiori danni prodotti da questa “pandemia” (farlocca), sia il colpo micidiale dato alla credibilità della comunità medico scientifica e farmacologica. Virus mai purificato. Nessun protocollo di cura. Uso dissennato di Tachipirina. Vaccini usciti dal cilindro in pochi mesi, addirittura a target d’età, sulla cui efficacia, durata degli effetti e effetti collaterali, si sa niente o meno. Israele, 1° al mondo per vaccinati, che comincia a manifestare perplessità, preoccupazione, sull’efficacia “dei vaccini”. Fatturati e speculazioni mirabolanti per le case farmaceutiche. Cure alternative nascoste o sottaciute. Tutto questo teatrino a fronte di un miserrimo 0,03% di decessi e di un 1,35% di contagiati conosciuti, a livello mondiale. Questo, nonostante l’assurda propaganda, sono i fatti nella loro concretezza. Il resto è speculazione di parte.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  GFRANZ BERT
10 Febbraio 2021 7:03

Hai ragione, ma quanti ne sono consapevoli?

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  emilyever
10 Febbraio 2021 10:19

Nel mio gruppo di vecchi amici dai tempi del liceo (gruppo unito da molto affetto), totale 15 persone, siamo solo in 2 (due!) a sostenere, tra le alre cose, la liberta’ di decidere su questo vaccino e a ribadirne la qualita’ sperimentale. Tutti gli altri, tra i quali anche brillanti professori universitari di matematica e fisica, quindi non persone di scarso intelletto, sono totalmente irreggimentati e conformisti, qualcuno perfino in stile Torquemada. In piccolo, la situazione in cui si trova attualmente la societa’.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Dino79
10 Febbraio 2021 12:12

Purtroppo il mio gruppo di amici rispecchia perfettamente il tuo, ed è la cosa che mi amareggia di più: la paura del dubbio, di porsi delle domande. Purtroppo, però, era già cominciato con l’affaire Greta e il riscaldamento climatico, la stessa accettazione dogmatica della teoria ufficiale, e temo che si plaudirà che la maggior parte dei miliardi del recovery vengano spesi per la conversione green, senza porsi dubbi

GFRANZ BERT
GFRANZ BERT
Risposta al commento di  emilyever
10 Febbraio 2021 10:32

E molto più semplice seguire la corrente. Porsi il problema costa attenzione e fatica. Purtroppo le necessità quotidiane di sopravvivenza, a qualsiasi livello, uccidono la volontà d’approfondimento. Su questo, da sempre, conta il.potere.