Home / ComeDonChisciotte / PERCHE’ NON RIUSCITE A RIBELLARVI PIU’ A NULLA: LA “SINDROME DI STANFORD”

PERCHE’ NON RIUSCITE A RIBELLARVI PIU’ A NULLA: LA “SINDROME DI STANFORD”

Zimbardo

FONTE: BRUNOTTO588 (BLOG)

Come immaginate voi l’ Inferno ?

………………………………

Università di Stanford ( California ), Agosto 1971: lo psicologo Philip Zimbardo ( che guardacaso ce l’ ha quell’ espressione un po’ luciferina che evoca in modo inquietante il nostrano La Russa, n’ est-pas ? ) recluta con un annuncio su un giornale e seleziona 24 studenti ” sani, intelligenti, benestanti ed appartenenti alla classe media, psicologicamente normali e senza nessun precedente violento” a prendere parte a uno studio psicologico sulle dinamiche interpersonali insorgenti nell’ ambito della vita in carcere.

L’esperimento, che avrebbe dovuto durare due settimane e coinvolgere i soggetti in una simulazione di vita carceraria condotta in un ambiente comunque “scientifico” e strettamente monitorato, viene interrotto dopo soli cinque giorni perchè “sfuggito al controllo”: non solo infatti una metà degli studenti si era trasformata in un branco di spietati aguzzini mentre l’ altra metà mostrava evidenti segni di traumi psichici, depressione, ed apatico adattamento a restrizioni ed abusi subiti, ma lo stesso Zimbardo ( come lui stesso scrive ! ) perde completamente la necessaria obiettività di “supervisore” finendo per immedesimarsi e lasciarsi troppo coinvolgere nella repressione di una possibile fuga: non solo le “cavie” quindi, ma anche lo stesso sperimentatore finiscono per perdere completamente il senso del limite tra realtà e finzione, e sarà il provvidenziale intervento di amici e visitatori “esterni” a far ravvedere e rinsavire Zimbardo che quindi sospenderà l’ esperimento. 
( Vedi tutti i dettagli su: http://www.prisonexp.org/italian/indexi.htm )


… Prego osservare nella loro splendida nudità le seguenti dinamiche: La FINZIONE che dapprima si trasforma in INCONSCIO COLLETTIVO ( in quanto convenzione “intimamente” accettata e condivisa da tutti, e quindi introiettata come “vera, unica e indiscutibile” anche grazie all’ azione concomitante delle tecniche di depersonificazione adottate nel corso dell’ esperimento stesso ), e successivamente si tramuta in REALTA’ … in soli 5 giorni !!! …
 
( E se non ci fosse stato nessun provvidenziale intervento esterno ???
   
Se quell’ esperimento fosse stato condotto, che ne so, sulla Luna senza contatti diretti con la Terra ??? )

……………………………………

Ora, non ci interessa qui sottolineare la trasformazione sadica delle “guardie”, già ampiamente ( e molto spesso a sproposito ) riportata dai media, quanto l’ evoluzione di tipo passivo – masochista dei “carcerati”. ( questa hanno molto meno interesse a riportarla e sottolinearla ! )

Carcerati che finiscono anch’ essi per perdere tragicamente qualsiasi contatto mentale con la loro “identità di normali studenti borghesi”, qualsiasi consapevolezza della finzione e dell’ artificiosità della situazione, fino ad approdare alla convinzione che: “Da quella situazione sarà impossibile uscire”.

Carcerati il cui comportamento, attraverso vari stadi, sfocierà in soli 5 giorni o nella crisi isterica ( e in una quanto mai probabile conseguente follia ), o nell’ accettazione passiva e senza più ribellione della loro nuova condizione, nella completa “introiezione” del loro stato di prigionieri …   E a questo stadio ogni ulteriore vessazione subita, anzichè spingerli come sarebbe logico supporre verso una possibile organizzazione e rivolta, non farà che rafforzare in loro questa convinzione …    Non “sono più” gli individui Tizio e Caio, ma i prigionieri numero x e y …!

E mentre le guardie, che pur sfociando nel sadismo hanno sviluppato un forte senso di unità e appartenenza al “branco”, e sono psicologicamente appagate da ciò al punto da dispiacersi che l’ esperimento venga interrotto, i “prigionieri” sono confusi, sospettosi l’ uno dell’ altro, isolati nella loro spersonificata apatia, e pronti a vendersi, o far la spia per un piccolo privilegio …   e non c’è più in essi nessun senso di identità nè singola nè collettiva, nessun senso di gruppo …

( … Ma pensa che pacchia, conoscere questi insospettabili sviluppi, per un eventuale potere forte …  ) …

……………………………..

LA STANFORD MEDIATICA

Ora, se l’ idea di avere una popolazione di folli forse non aggrada nemmeno ad un potere assoluto, se non altro per l’ ovvia impossibilità di potersene servire in alcun modo, pensa che bello se tutti si trasformassero invece in apatici e disgregati sudditi nelle mani di pochi detentori del potere e delle redini globali …!!!

( Credete che non ci abbiano pensato ?  Tutto il “quid” dell’ esperimento di Stanford, ciò che ha reso possibile arrivare alle conseguenze sopra riportate, si basa sulla “deidentificazione”, sulla “perdità dell’ identità psicologica” delle cavie …    ora, se riuscissimo ad arrivare a ciò non nel modo traumatico e “distonico” utilizzato durante l’ esperimento, ma in modo piacevole e “sintonico”, potremmo anche avere dei sudditi felici …   degli schiavi rincoglioniti e tutto sommato contenti, e che comunque mai e poi mai penseranno di ribellarsi … ) …

– Ooohhh, parbleu, e come si potrebbe fare veh ??

– Per esempio, facendo in modo che la sensazione di “prigionia” sia impercettibile, e pressochè nulla …    rendendo invisibili sia i muri del carcere sia ogni possibile sospetto sull’ esistenza di controllori ad un superiore livello …    e facendo credere ai babb …   emh, popolo, di essere i soli giocatori del gioco.

– Tanto per cominciare, invece che portarli in prigione, potremmo portare la prigione nelle loro comode abitazioni …

– La Televisione !

– “Attraverso” la Tv, i giornali, i computer, i media insomma …   in modo giocoso e piacevole …
Creare in modo “soft” quell’ inconscio collettivo che essi poi “realizzeranno”, proprio come nell’ esperimento di Stanford …   finendo per crederci in pieno, e per ritenerla l’ unica realtà possibile.

– Ooohhh, piano, non parlare difficile …   lo sai che noi potenti non siamo poi tanto forti quanto a materia grigia …

– Lo so, lo so …   allora, in parole povere …   si tratterebbe insomma di raccontare delle gran balle, di creare dal niente un “gioco” con regolette dettate da noi …   loro ci crederanno fino in fondo, e noi, che abbiamo fatto le regole, ne trarremo i benefici …    Il gioco principale si chiamerà “Economia”, e sarà condotto con le regole della “Moneta”, del “Signoraggio”, e del “Debito Pubblico” …    e loro correranno, vedrai come correranno dietro questo gioco !!!   Alcuni si divertiranno anche molto, altri meno, ma nessuno sospetterà, mai e poi mai, che si tratterà solo di una realtà virtuale …
Poi si potrebbe fare il gioco “Guerra”, così quando qualcuno perde nel gioco “Economia” e si arrabbia potrà azzannarsi coi compagni di cella, e non si sogneranno neanche di pensare a noi …

– Ooohhh, sembra fantascienza …   sembra un film che ho visto una volta, si chiamava “Ammatrix !” …

– “Matrix”, ‘gnurant !

– Ah sì, Matrix ….   ma come convincerli a giocare ai giochi che avremo inventato per loro ???

– Ah, questo è l’ aspetto più semplice …   “Deidentificando e spersonalizzando” …  ah già, dimenticavo che con te devo spiegarmi come a un babb …   a un bambino di tre anni in piena fissazione anale il cui unico scopo è accumulare …

– Come dici, che non si capisce niente …!!!

– Niente, cose mie da scienziato …   Allora, in parole semplici: basta sostituire quello in cui credono loro con quello in cui crediamo noi …    per questo ci sono altri due giochi: uno si avvale di tecniche sofisticate ed avveniristiche, e servirà per agire sulle menti …   si chiama “Informazione e Intrattenimento”.
L’ altro agisce a livello più viscerale, e si chiama “Politica”.

– Un gioco nel gioco ?

Esattamente, come le bambole cinesi …    giocando a “Politica” e “Informazione e Intrattenimento” non solo faranno esattamente quello che vogliamo noi, ma ci crederanno tanto, e si immedesimeranno tanto, che saranno pronti a deridere chiunque tenterà di aprirgli gli occhi !!!

Il tutto mentre intanto si svolge il grande gioco di “Economia” …!!!

– Bravo, stai cominciando a capire, vedi che non è poi così difficile …

– E mentre al piano di sopra noi monitoriamo, controlliamo e guidiamo il tutto !!!

– E vi appropriate di tutte le risorse e capacità produttive del Pianeta …

……………………………

Ma torniamo a noi, ad un livello meno esilarante del nostro discorso, e a quello che in questo momento vi riguarda più da vicino, perchè ne va della vostra stessa esistenza come prigionieri o uomini liberi ( e forse della vostra esistenza tout-court ):

Vi siete mai chiesti perchè vi possono togliere e precarizzare il lavoro, togliere dignità, diritti ed ogni passata conquista sociale; perchè vi possono abbassare i salari, tassarvi in modo iniquo, farvi morire di legge 30; perchè possono cacare su leggi e giustizia, perpetrare stragi di stato, osannare la guerra, inquinarvi il cibo e l’ acqua, uccidervi di troppa o troppo poca “sanità”, depredarvi in nome del debito pubblico, uccidervi in nome della democrazia, coprirvi di rifiuti, di cemento, e di tutte le loro diavolerie chimiche; perchè riescono a frammentare i popoli, a farli odiare l’un l’ altro, a farvi guardare al prossimo solo in veste di “concorrente” o di “consumatore”…  senza che riusciate più neanche non dico a ribellarvi (che sarebbe pretendere troppo), ma quantomeno ad organizzarvi e protestare in modo efficace, parbleu ??? 

Il motivo è esattamente quello visto in apertura, quello che successe ai prigionieri dell’ esperimento: siete caduti nella “Sindrome di Stanford”, avete già completamente sostituito la vostra identità con la realtà fittizia creata per voi, e proprio come nell’ esperimento non capite di essere immersi in una pseudo-realtà, e di essere voi stessi cavie di un esperimento globale e mediatico. 
Come nell’ esperimento avete maturato la convinzione che questa sia la sola ed unica realtà sempre appartenuta al genere umano, che sia ineluttabile, e che, anche se spiacevole, “Non c’è alternativa”.

Stranamente poi vi illudete spesso, erroneamente, che l’ intervento di qualche “delegato di turno” ( l’ Avvocato, o il Prete nell’ esperimento ) possa “tirarvene fuori” …  Coyons, parbleu !!!
Quelli che voi “delegate” non sono altro che attori, o prigionieri anch’ essi, che godono di qualche favore e di celle più comode in cambio del loro servilismo …

E statene certi: non ci sarà nessun provvidenziale intervento esterno a dirvi: “Oh, guarda che tu non sei il Consumatore N° xyz, non sei il Conto corrente N° xyz, non sei l’ allocco munito di tessera elettorale N° xyz, tu sei “Caio Sempronio”, ti ricordi ?  E sei entrato in questo incubo solo qualche decennio fa …..   adesso è finita, è ora di uscire, dai, andiamo fuori di qui …
Al contrario, cercheranno sempre di convincervi della bontà e della concretezza dell’ incantesimo che vi hanno costruito attorno !!!

No, non ci sarà nessun intervento esterno, se non sarete voi a vederlo, e a capirlo, e a tirarvene fuori …

………………………….

POSSIBILI SCENARI

Dalla vostra avete il fatto che, come ha dimostrato lo stesso Zimbardo stupidamente divenuto cavia del suo stesso esperimento, anche qui non esiste una “variabile indipendente” che possa dire agli zimbardi di turno “Basta”, oppure “Rallenta, o Accellera” …   e quindi i controllori del gioco sbaglieranno facendosene troppo coinvolgere, anzi hanno già troppo sbagliato, come stanno a dimostrare le fin troppe cose trapelate circa i loro piani …

Hanno sbagliato, hanno spinto troppo, hanno contravvenuto alla regola N°1 per cui il gioco, per essere sempre efficace, deve mantenersi invisibile …
L’ hanno reso visibile, hanno reso troppo eclatanti e spinte le sue conseguenze …   ed hanno perso il controllo per eccesso di ingordigia: il re è nudo.
Il loro margine di potere consisteva appunto nello spingere il più possibile, nel riuscire a sfruttare il più possibile senza lasciar trapelare la cabina di regia, e non ci sono riusciti.

Ma si può vincere sugli errori altrui solo se si è in grado di approfittarne, parbleu …!
Come i Prigionieri di Stanford ora dovete svegliarvi e vedere che siete completamente immersi in una realtà virtuale, che non ci sono nè muri nè chiavi a trattenervi, che i muri e le chiavi sono solamente nella vostra testa.  Approfittatene; potreste non avere una seconda chance, ed ai muri virtuali potrebbero sostituirsi ben presto veri muri in cemento armato. 

Avete di fronte tre possibili strade:

LA VIA DELLA CONSAPEVOLEZZA E DELLA LIBERA SCELTA:   Se la maggior parte di voi diventerà consapevole di tutto ciò, non servirà praticamente altro per far automaticamente crollare, in modo del tutto incruento e nel giro di pochissimi giorni, l’ intera prigione: basterà spegnere il televisore, usare i giornali solo al WC ( per pulirvici il culo, mica per leggerli sia chiaro ), boicottare le banche e la finanza virtuale, astenervi da qualsiasi votazione e attribuzione di legittimità rappresentativa ai partiti, ascoltare il prossimo che ora volete solo “fregare” e coalizzarvi contro il comune nemico che vi sta effettivamente ( lui sì ) fregando.
Come i Prigionieri di Stanford, dovete prendere atto che si tratta di una finzione, e dire “Mi sono stancato di questo gioco. Arrivederci e buonanotte ai suonatori” …
Tutto il diabolico incantesimo crollerebbe all’ istante, ma bisogna essere in tanti a farlo.
E ci rispiarmieremmo i futuri bagni di sangue.

LE RIVOLTE CRUENTE:   Come ha dimostrato lo stesso Zimbardo, l’ esperimento messo in atto sulle nostre teste è destinato a coinvolgere tutti gli attori, ad ogni livello, e non si arresterà proprio perchè tutti lo crederanno “reale”.   Anzi, proprio quelli che dovevano esserne i controllori hanno dimostrato di essere già stati travolti dal loro stesso gioco, e troppe cose sono trapelate, o sono comunque troppo sospette agli occhi dei più ( 11/9, Signoraggio, Esportazione di Democrazia, Falsi Attentati di Stato, ripetuti attacchi ad indagini e magistrati, Smantellamento delle Nazioni e della Legalità a favore di “Trattati” riconosciuti unilateralmente, Privatizzazione di Tutto, esasperazione del controllo, e via dicendo, la lista è lunghissima ).
Contrariamente alle loro stesse previsioni i controllori del gioco perderanno comunque, per un errore già insito nel postulato, come abbiamo visto.   Ma le rivolte, scoppiando singolarmente qua e là sulla faccia della terra, sarebbero lunghe, sanguinose, dolorosissime.   Meglio svegliarsi insomma, ed adottare SUBITO i semplici ed incruenti accorgimenti di cui sopra.

IL PIANETA DEI FOLLI:    Ma esiste anche una terza ipotesi, la peggiore di tutte:  l’ “esperimento”, andando avanti ad oltranza, sarà l’ unico vincitore, senza che nessuno riesca più a fermarlo:  le cavie, completamente e bilateralmente impazzite nel loro folle scambio di realtà, guideranno nello spazio un pianeta di pazzi, finchè non sarà la Natura stessa a tutelarsi, ponendo fine all’ esperimento “uomo”.

………………………………

Fonte: http://brunotto588.blog.espresso.repubblica.it
Link: http://brunotto588.blog.espresso.repubblica.it/il_linguaggio_dimenticato/2008/12/perch-non-riusc.html
30.12.08

Pubblicato da Davide

  • lino-rossi

    cominciamo col:
    – ritirare tutti i soldi dalle banche che camuffano gli assets;
    – interrompere con esse ogni tipo di relazione (ci sono anche le banche “a posto”);
    – rifiutare cibi agritech;
    – rifiutare i prodotti di multinazionali appollaiate nei paradisi fiscali;
    – rifiutare la medicina che cura i sintomi;
    – cercare il più possibile di consumare prodotti “locali” mediante SCEC;
    – evitare accuratamente GDO;
    – diffondere anticonformismo;
    – ecc.

  • holamotohd

    Mi sono effettivamente stancato di questo gioco, e sto già vivendo in maniera diversa. L’unica mia perplessità riguarda la coalizzazione contro il comune nemico: come metterla in pratica in un mondo ormai troppo avanzato tecnologicamente, in cui il controllo dei governi sulla popolazione ha raggiunto altissimi livelli? Non sarà per caso troppo tardi?
    Ooops……..eccomi qui, anch’io vittima della sindrome di Stanford……..
    Questo articolo mette i brividi, ma fa riflettere!

  • okinawa

    Ricordo il film Das Experiment, nella mia grande voglia di libertà, solo vedere quel film mi creò un grosso stato di ansia, ho letto nuovamente tutte le pagine del link http://www.prisonexp.org/italian/indexi.htm segnalato dall’articolo.

    Integrità è l’unica cosa che mi viene da postare come commento.

    Ogni giorno quanti di noi “vivono” se stessi?? e quanti vivino delle “energie” altrui?

  • Guajiro

    Sono d’accordo, molte di queste cose le sto già facendo da qualche anno (lasciamo perdere il ritirare i soldi dalla banca … e chi ce li ha?). Comunque non e’ facile, la nuova arma di “Matrix” e’ il mondo supertecnologico dove senza la tecnologia praticamente non si esiste piu’, senza una qualche carta di credito si ha accesso solo ad un numero limitato di possibilita’ di acquisto, senza un codice fiscale non si puo’ nemmeno comprare le sigarette ad alcuni distributori automatici.

    Specialmente in Italia l’arma burocratica e’ ancora piu’ forte di quella finanziaria (provate a chiedere un permesso per mettere in piedi un chiosco per la vendita di limoni o caramelle) non si puo fare piu niente senza riempire decine di moduli e nemmeno chi fa le leggi sa come funzionano.

    Siamo dei poveri sudditi, incatenati o col mutuo per la casa o con qualche altro spauracchio economico, la gente e’ incazzata nera ma anche spaventata di perdere anche qual poco che ha. Se mai vincera’ l’incazzatura ne succederanno davvero della belle (in USA … tra poco vedremo).

    Ma … attenzione che quando c’e’ casino .. c’e’ sempre qualcuno che lo usa a suo profitto, pronto a demolire per reinstaurare un “nuovo ordine” e sappiamo gia’ chi sono gli amici..

    Credo che una “resurrezione” dell’umanita’ sia possibile solo dopo una grande devastazione , immensa, che penetri nella coscienza collettiva (di chi rimane) piu’ di quanto sia penetrata “Matrix” e insegni…

    Continuiamo a lottare .. intanto guardiamo gli animali e gli zingari e invidiamoli.

  • lino-rossi

    non intendevo certamente rinunciare alla tecnologia; anche le BCC fanno un servizio di carte di credito. si tratta di scegliere qualcosa che si conosce, prodotti che favoriscono chi sta nel tuo territorio e non chi porta gli utili da altre parti, in Svizzera o, peggio, nei paradisi fiscali.
    multinazionali? no grazie! se fallissero tutte saremmo a buon punto. meglio tante piccole aziende che dei pachidermi voracissimi e potentissimi (così potenti da legiferare). cosa ha fatto l’elite finora? ha spinto verso gli accorpamenti. cosa sarà bene fare? il contrario, ovviamente!
    piccolo (e locale) è bello.

  • indyp

    The Truman Show disse molte cose insieme a Matrix
    Un articolo veramente molto interessante, sono cose che penso e rifletto da anni, purtroppo a volte in solitaria perchè Il Truman Show me lo vedo tutto intorno nei discorsi di padri, madri, fidanzate, amici, parenti, conoscenti, politici impegnati, benzinai, fruttivendoli, alternativi, alternativi agli alternativi, alternativi agli alternativi alternativi. Il problema è che tutti pensano immedesimandosi nella loro vita, nel loro ruolo, nelle loro idee; vedono, giudicano, combattono la realtà a partire dalla realtà virtuale che hanno in testa, e non si rendono conto della cosa più importante:”E’ TUTTO FINTO”. esiste solo perchè la loro mente si è calata in questo gioco perverso. Quindi hai voglia a parlare ad amici, alternativi, e alternativi agli alternativi, che esiste il signoraggio…bisogna farlo naturalmente con la maggior capacità esplicativa…ma il fatto che il mondo venga dominato da un’elite che gioca manipolando le monete, creandole dal nulla e così via…loro paradossalmente lo vedranno come una cosa troppo ASTRATTA, VIRTUALE, COMPLESSA…questi che magari hanno per il lavoro daranno la colpa al marocchino perchè gliel’ha detto la tv e se lo dice la tv allora è VERO.
    Queste crisi VOLUTE E COSTRUITE DALLE ELITE possono essere una opportunità di cambiamento, ma lo possono essere solo se si diffonde la consapevolezza, se ci si sgancia dalla realtà virtuale, e se si aiuta a farlo alle persone più vicine, spesso è molto difficile, ma è tile tentare di farlo. Altrimenti queste crisi servono a consolidare le elite e a schiavizzare ancora di più tutti gli altri.
    Davvero un mirabile articolo.
    Chissa se in qualche pianeta lontano si accorgera di questo mondo di mtti alienati e ci verrà in aiuto?
    Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo.
    (Johann Wolfgang Goethe)

  • Tao
  • indyp

    Caro Lino volevo chiederti una cosa.
    Secondo te di questi tempi non sarebbe meglio, per chi ha qualche miseria da parte, guadagnata con sudore, convertirla in un prodotto non monetario come metalli preziosi o altro?

  • rosacroce

    1 fondo etfs gold
    (quotato in italia segue il prezzo dell’oro)
    2 terra fertile con acqua abbondante.

  • rosacroce

    il sottoscritto:(siamo in 3 in famiglia)
    non vota ,non legge giornali ,non vede tv,
    ho terra con frutta ,polli, verdura,legna,uova,oche.
    sono autosufficente.
    non ha debiti.compro poco ,lo stretto necessario che
    non produco .
    ho i miei semi di ortaggi da anni,non ho ibridi.
    facciamo marmellate ,pomodoro per 9 mesi
    ,ho frutta fresca per 8 mesi.3 piccole serre mi
    garantiscono verdura fresca anche d’inverno e in primavera.
    compro grano,lo macino e ci facciamo il pane integrale e i dolci,
    e la pasta,tortellini e lasagne con uova mie.
    in caso di necessita ,oca sotto onto.
    prosciutti di oca( l’oca mangia anche solo erba).
    sto stabilendo contatti,in zona con altri ,che la pensano come me
    BARATTO,dobbiamo organizzarci su cose vere.
    dobbiamo DIFENDERCI.Non mi serve la banca,posso fare senza

  • rosacroce

    sottoscritto:(siamo in 3 in famiglia) non vota ,non legge giornali ,non vede tv, ho terra con frutta ,polli, verdura,legna,uova,oche. sono autosufficente. non ha debiti.compro poco ,lo stretto necessario che non produco . ho i miei semi di ortaggi da anni,non ho ibridi. facciamo marmellate ,pomodoro per 9 mesi ,ho frutta fresca per 8 mesi.3 piccole serre mi garantiscono verdura fresca anche d’inverno e in primavera. compro grano,lo macino e ci facciamo il pane integrale e i dolci, e la pasta,tortellini e lasagne con uova mie. in caso di necessita ,oca sotto onto. prosciutti di oca( l’oca mangia anche solo erba). sto stabilendo contatti,in zona con altri ,che la pensano come me BARATTO,dobbiamo organizzarci su cose vere. dobbiamo DIFENDERCI.Non mi serve la banca,posso fare senza,non mi serve la tecnologia,nè il gas,potrei rinunciare anche all’energia elettrica.

  • rosacroce

    io sono un esempio concreto: con me non attacca,non lavoro per loro,solo per me,ho alzato una mura,il mondo finto resta fuori per i zombi.
    si può fare ,la mia strada è giusta.
    non mangio i loro cibi,con i loro giornali ,che prendo solo A GRATIS ,accendo la stufa.
    io sono un esempio,vivo nel mondo reale,
    in più li osservo,quotidianamente studio i GRAFICI di azioni, obbligazioni materie prime.sento cosa dicono nelle loro tv,
    so cosa sta succedendo,molto bene.
    sono in grado di resistere,
    cerco altri ,col mio pensiero,per aggregazioni,costruttive.

  • rosacroce

    dimenticavo: non usiamo farmaci da sempre,
    ne tanto meno psicofarmaci,o altri VELENI da tanti anni.
    la farmacia non sò neanche dov’è.il dottore non lo conosco,

    la salute è ottima,questo è dovuto alla nostra alimentazione sana e naturale,e di autoproduzione ,
    alla mancanza di sostanze tossiche presenti nei cibi di lor signori.
    siamo aggrediti, ma io mi difendo,si può fare,
    certo bisogna aprire gli occhi,cambiare testa,cambiare strada,informarsi,
    stabilire alleanze ,tra quanti non vivono in MATRIX.
    ripeto io non vivo in MATRIX,con me non attacca,sono impotenti.

  • indyp

    faro un pensierino alla terra fertile, in fondo l’oro non te lo puoi mica mangiare se lo stomaco gorgoglia!
    E con gli euro ti ci pulisci il c…

  • rosacroce

    diversi analisti americani chiamano l’oro a 2000 $ entro
    un anno e a 8000 $ tra diversi anni,(quota attualmente 880$).
    se pensiamo l’iperinflazione attesa,si capisce che lo scenario è per me giustificato.tuttavia niente è certo,questa resta solo una previsione tra le tante.
    la terra che nutre è al contrario certezza pura.
    un investimento in alberi da frutta per auto consumo è una
    Meraviglia .
    io ho piantato 150 piante da frutta tutte antiche e tutte diverse.
    anno dopo anno la produzione aumenta ,la bontà della frutta matura e antica è inenarrabile,uso solo un po di verderame su poche piante(per la peronospera).per il resto non faccio altro e tutto è sano.
    infine i fruttariani godono della migliore salute.

  • indyp

    Con tutte le cose che hai da fare ti serve mica un aiutante?
    Nel caso fammi sapere

  • Galileo

    Io, invece, voto, sbircio i giornali, osservo la tv, non ho terra con frutti e polli, verdura, legna, uova, oche…compro il necessario che non produco, ossia tutto, gli ortaggi li trovo al supermercato, mangio gli ibridi che mi fanno mangiare anche a mia insaputa, non mi piaciono le marmellate e i pomodori che conosco sono a forma di scatolalame.

    Ora dimmi, Rasacroce (che nome curioso che hai!), domani che devo andare al supermercato, che gli porto in concetto di BARATTO?

    Niente di personale, vorrei davvero sapere come si fa.

  • Salinguerra

    Carissimo ROSACROCE, innanzitutto un sincero augurio di Buon 2009 come a tutti i lettori di questo giornale.

    Ti devo fare una critica se me lo permetti.
    I tuoi interventi sono ben mirati, capisco quello che dici, sono tempi duri e il tuo pensiero per certi versi è allineato con il mio.
    Credo però che prima di fare discorsi di questo genere, dovresti innanzitutto non presentarti con un nick da massone, non mi si venga a dire che i ROSACROCE non lo sono perchè mi faccio solo una grassa risata.
    Quindi i casi sono due o il tuo gran maestro (poverino) ti ha dato l’incarico di seminare qua e là questi inutili post, che poi tu (sempre parlando nel caso che tu indossi un grembiulino) molto ingenuamente hai fatto registrandoti con questo nick facendoti beccare da chi ne sa abbastanza sulla storia della massoneria e di satanisti vari, oppure non so proprio perchè usi quel nick che è sporco e infangato più del danaro che proviene dai traffici di droga e di armi.

    Comunque mi consolo perchè il prossimo cambiamento spazzerà via dalla faccia dalla terra tutti quegli esseri umani inutili che hanno lavorato solo per portare danno ai loro simili e al pianeta, zero soldi = zero massoni!

    A me piace l’idea, non so a te……buon 2009!

  • rosacroce

    per SALINGUERRA:
    intanto in nome è casuale,
    poi giudicare ,anzi malignare, una persona che professa
    chiaramente
    e con CORAGGIO ,le sue idee,sovversive per il sistema ,
    da uno pseudonimo, è operazione indegna e sospetta.
    il mio gran MAESTRO è MORTO quest’anno ed è

    MASANOBU FUKUOKA sostenitore
    del ritorno alla natura,contro la tecnologia devastante che devasta i cervelli e l’anima dei miei contemporanei.

    definire i miei post sui quali,in parte concordi ,INUTILI vuol dire che ritieni inutile quello che pensi.
    io credo ,non sia inutile ,presentare tentativi di RIVOLUZIONE del modo di vivere di oggi.
    comunque ,mi associo all’idea che il sistema crolli ,e che il denaro si annienti,sperando si riesca a costruire un mondo COMPLETAMENTE nuovo.
    buon 2009 ,brindo al crollo del sistema, e ai suoi seguaci.

  • rosacroce

    si ,è vero, il lavoro c’è, autoprodurre richiede inpegno
    ,ma il tempo è usato in modo produttivo,d’altronde uso i concetti dell agricoltura naturale,agricoltura del NON FARE,lavora la natura(masanobu fukuoka).mi servirebbe un aiutante certo,ma non posso pagare.

  • AmonAmarth

    Caro Rosacroce, la tua vita è praticamente il mio ideale da raggiungere, e da anni (da quando mi sono per così dire “distaccato dal mondo virtuale”) ma come Galileo non ho nemmeno idea da dove cominciare. Vivo in un appartamento, senza terra nè giardino e non ho assolutamente soldi per procurarmene… Studio lontano, sono pendolare e per questo non ho tempo. Che fare? Tantissima gente si trova nella nostra condizione, e di idee non ho molte… Sul tetto di casa propria dici che si può coltivare qualcosa? Per ora mi limito ad accumulare cibi a lunghissima scadenza. Consigli ben accetti! Un saluto.

  • rosacroce

    è dura,ti capisco benissimo.anch’io una volta
    ero come te,facevo le stesse cose,ma ad un certo punto,è
    nata una nuova consapevolezza dentro di me,ho capito che sto mondo è marcio. sono ormai 10 anni che aumento l’autoproduzione di beni in modo naturale e coltivo piante e fiori.
    coltivando la terra in modo naturale l’uomo in realtà coltiva se stesso.questo è lo scopo della agricoltura naturale(masanobu fukuoka).

  • rosacroce

    penso che l’attuale sistema non sopravviverà
    ancora per molto,lindon la ruoche (movisol.org)dice che gli stati devono riappropiarsi della sovranità monetaria, concedendo cosi credito sopratutto ai giovani che intendano produrre beni necessari alla società,credito a tasso fisso 1% durata 30 anni o 50 anni.produzione locale biologica,agricoltura sana ,allevamento al pascolo,naturale.in questo modo ci sarebbe un rinascimento, è certo.in attesa di questo,ci sono comunità
    sugli appennini,in paesi abbandonati dove con poco si può costruire un mondo diverso,ci sono molti posti sopra i 300 metri in italia, abbandonati dove la terra e il clima sono ottimi e tutto costa pochissimo,quasi niente,e sicuramente nel tempo questi posti cresceranno molto di valore.
    per vivere nel mio modo occorre anche che le leggi cambino,favorendo l’agricoltura e l’allevamento famigliare,che è l’unico che funziona.
    dato che i grossi agglomerati industriali sono in fallimento e producono cibo tossico,se non avessero dalla loro le leggi e i denari a debito della banche sarebbero già FALLITI ,in quanto inprodittivi.

  • indyp

    Guarda che non voglio mica gli euri, che chissa se avranno ancora valore tra qualche mese; vorrei un letto caldo, 3 pasti al giorno, l’aria pulita, l’acqua che sgorga dalla sorgente, tanti prati su cui correrre e fare capriole; vorrei l’amore di una bella contadinella, vorrei nascondermi con lei dentro al fienile…guarda che non stò mica scherzando.
    Io, che abito a Genova, l’altra giorno sono andato in una località nell’entroterra dove ci sono ancora tante case contadine..qui ho trovato un vecchio contadino; ho iniziato a parlare con lui e gli ho chiesto se in effetti ai vecchi tempi era così dura come propagandano in città.
    Lui mi ha detto che la terra da coltivare ce l’avevano sotto casa, non dovevano mica scoppiarsi ore di traffico e smog…La fatica era quella necessaria e il cibo era buono, quello che noi chiamiamo biologico per loro era il cibo di tutti i giorni, e non costava fior fior di euri; i prati erano verdi, i panorami sconfinati, l’acqua pura…un paradiso, altro che la merda di lavori in città sporche, alienate e impazzite.
    Rinnovo la candidatura…magari vi state espandendo e vi serve uno che coltivi un’altro pezzo di terra..
    Un felice anno nuovo rosacroce, a te e a tutta la tua comunità, quello che fate è molto bello, speriamo che si diffonda un pò ovunque.
    grazie per i tuoi commenti

  • indyp

    Però se quel nik lo legge Franceschetti son dolori!!!

  • lino-rossi

    http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=11079

    per chi ha dollari è sicuramente necessario.

    non so come si riverbererà sull’euro l’azzeramento dell’Amero.
    è difficile immaginare che non abbia conseguenze, anche se, in linea teorica, dovrebbe non averne. sicuramente una “diversificazione merceologica” è raccomandabile.

    la scelta di tenere in vita le banche e le finanziarie “bollite” è stata orrenda. bisogna assolutamente farle fallire interrompendo qualsiasi rapporto commerciale con esse.

  • lino-rossi

    gode anche il sistema immunitario di chi le mangia.

  • lino-rossi

    ONORE a Fukuoka, profeta dell’agricoltura naturale o, anche, dell’agricoltura del NON fare. L’agricoltura biodinamica funziona perfettamente, ma è sicuramente più impegnativa di quella di Fukuoka. Ho sempre visto all’opera, e funzionare, quella biodinamica. Quella naturale, no; mi piacerebbe conoscerla meglio.
    Steiner, padre dell’agricoltura biodinamica, era sicuramente massone doc al 100%, così come Goethe o Allende. Non voglio difenderli (a me i massoni, anche quelli più innocui, fanno proprio ridere con i loro riti idioti), ma mi chiedo: questi grandi personaggi positivi e massoni, come si spiegano? che fossero rimbambiti mi pare poco probabile. che fossero delinquenti, idem.
    mah …..

  • lino-rossi

    mi raccomando, mangia crucifere. contengono cisteina.
    http://www.nutrition-foundation.it/monografie.php?act=visual&mid=000190&pos=0&c=2
    “Gli altri componenti bioattivi delle crucifere sono flavonoidi (quercetina), minerali (selenio), cisteina e suoi derivati solforati.”
    Immenso Kremer
    lo sapevamo anche prima che le crucifere erano antitumorali, ma ora sappiamo anche il come ed il perchè, e soprattutto che possono essere usate come rimedio (togliendo dall’alimentazione tutto il resto, ovviamente).

  • brunotto588

    Oh parbleu, quanti commenti …
    Troppo lungo e complesso rispondere in questa sede, lo farò quantoprima con un post sul mio blog.
    Grazie a Comedonchisciotte per l’ amplificazione data

  • Salinguerra

    Eh infatti…….

  • indyp

    Fukoka per me è una novità ed è molto interessante la sua opinione nella nostra società lavorista dell’iperproduzione e dell’iperconsumo alienato….ma se fosse vero quello che dicono qua sotto come la mettiamo??

    http://www.tankerenemy.com/2006/12/scie-chimiche-ed-agricoltura.html

  • lino-rossi

    indipendentemente dal fatto che la causa siano le scie chimiche, bisogna farli smettere al più presto.
    in generale gli infestanti e le malattie proliferano sui sistemi deboli. esattamente come per il nostro corpo.

  • lino-rossi

    http://brunotto588.blog.espresso.repubblica.it/il_linguaggio_dimenticato/2008/10/il-moltiplicato.html

    attento che hai preso una cantonata sul moltiplicatore bancario.
    il moltiplicatore bancario è questo:
    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3817

    la banca presta sempre denaro che ha e se non ce l’ha lo prende dal mercato interbancario o dalla banca centrale. fare confusione su questo punto è tragico, perchè così facendo non si capisce più nulla.

  • indyp

    Guarda qua Lino:
    http://antifeminist.altervista.org/risorse/14_11_08_scomparsa_maschi.htm

    Pare che noi maschietti ci estingueremo!!
    Come facciamo poi a far smettere le scie chimiche se non si sà cosa sono, che origine hanno, se nessuno si pone il problema, i Paolo Attivissimi lavorano dalle 6 di mattina alle 24 per dirci, “disinteressatamente”, nel loro tempo libero, che queste scie sono fantasie dei cospirazionisti, e le autorità negano?

  • lino-rossi

    il più grosso pericolo per i maschi, tradizionalmente, sono le guerre. in chiave moderna temo che si arrivi ad una certa “parità”.
    se ci disintossichiamo ci rimettiamo subito in carreggiata.

  • indyp

    E come ci disintossichiamo se le scie chimiche provocano senza che noi ci preoccupiamo :
    http://www.tankerenemy.altervista.org/articoli-ricerche.htm

    Danneggiamento delle colture agricole basate su piante non modificate geneticamente (rilevato in modo empirico).
    Distruzione della coltre di ozono (forse è un effetto collaterale dell’operazione, ma non è escluso che sia un fine scientemente perseguito).
    Inquinamento degli ecosistemi per determinare un incremento esponenziale del costo delle risorse idriche ed agricole residue (dimostrato empiricamente).
    Sfoltimento di alcuni settori della popolazione ritenuti improduttivi o di peso per il sistema, come i pensionati, i malati cronici (registrato empiricamente).
    Sperimentazione di agenti patogeni sulla popolazione inconsapevole nell’ambito di programmi di guerra chimica e batteriologica (acclarato. Si vedano anche i documenti governativi declassificati).
    Diffusione diretta ed indiretta di agenti patogeni e quindi di malattie, alcune delle quali del tutto ignote sino a pochi lustri fa, con gli scopi precipui di favorire le multinazionali farmaceutiche e di indebolire la popolazione (registrato empiricamente. Si considerino i dati epidemiologici).
    Modificazione del D.N.A. umano in modo da impedire un’evoluzione genetica (ipotizzato da numerosi ricercatori, tra cui Tom Montalk).
    Controllo del pensiero e del comportamento, attraverso soprattutto l’irradiazione di onde elettromagnetiche a bassa ed a bassissima frequenza o la diffusione di composti del litio (pressoché dimostrato).
    Diffusione di nanomacchine negli organismi umani col fine di controllare, rintracciare, monitorare, manipolare mentalmente, per mezzo dell’emissione di impulsi elettromagnetici, interi gruppi umani. Forse queste nanomacchine potranno essere attivate quando le persone, in un futuro non lontano, saranno dotate di microprocessori sottocutanei (ipotesi che può sembrare inverosimile, ma, in realtà avvalorata da una serie di brevetti e dalla produzione e diffusione di apparecchiature elettroniche volte al controllo degli individui)…
    Le analisi chimiche condotte hanno accertato la presenza delle seguenti sostanze: bario (proprietà igroscopiche, ossia assorbe l’umidità dell’atmosfera); alluminio (proprietà riflettenti: le particelle di alluminio, riverberando la luce solare, sono funzionali all’operazione denominata “copertura”, che consiste in una diminuzione dell’irraggiamento solare col fine di compromettere la fotosintesi clorofilliana, con gravi danni per gli ecosistemi e l’agricoltura). Sono state rintracciati anche altri elementi e composti:, torio e cesio radioattivi, rame, titanio, silicio, litio, cobalto (scie azzurre?), piombo (scie nere?), etilene dibromide o dibromuro (un insetticida molto tossico ufficialmente bandito dall’E.P.A. l’Agenzia per la protezione dell’ambiente negli Stati Uniti) etc. Sono stati pure rintracciati agenti patogeni, come pseudomonas aeruginosa, pseudomonas fluorescens, serratia marcescens, streptomiceti, virus, viron, ossia virus modificati geneticamente etc.

    E’ logico purtroppo che le scie chimiche si possono correlare a varie patologie. Come si accennava sopra, è noto che le chemtrails contengono elementi chimici e biologici dannosi. E’ quindi possibile collegare il massiccio spargimento di vari veleni nell’ambiente sia all’insorgenza di nuove patologie sia all’incremento di malattie un tempo meno diffuse.

    Una sindrome causata dalle scie chimiche è il Morgellons, un terribile morbo che si manifesta con fibre di materiali sintetici che fuoriescono dalla pelle. Questi filamenti, contenuti nelle scie chimiche, al loro interno ospitano nanostrumenti in grado di replicare il D.N.A. di insetti, virus, parassiti con cui vengono a contatto. Ecco perché la malattia insorge di solito in seguito alla puntura di un insetto.

    Il Morgellons, caratterizzato da un prurito insopportabile, provoca un grave deperimento dell’organismo. La connessione tra scie chimiche e Morgellons è stata appurata da vari medici tra cui la dottoressa Hildegarde Staninger, il dottor Michael Castle, il dottor Edward Spencer, il dottor Karyo.

    Poiché, con le chemtrails, sono sparsi vari metalli (l’alluminio, il bario, il piombo etc.), si diffondono sempre più malattie come il Parkinson e l’Alzheimer. La causa del Parkinson è probabilmente da ricercarsi nell’accumulo di metalli nell’encefalo. Anche il Parkinson, sebbene se ne sospetti un’origine genetica, è legato presumibilmente all’accumulo di metalli nel cervello.

    Il bario è un veleno che attacca soprattutto i muscoli, cuore compreso. Può essere all’origine di ictus a loro volta legati alla fibrillazione atriale ed all’infarto miocardico.

    Molte forme tumorali (ad esempio i linfomi) sono connesse all’uranio e all’etilene dibromide, quest’ultimo è un insetticida ufficialmente bandito negli Stati Uniti. Se assorbito dall’organismo, può causare danni al sistema nervoso, edemi polmonari e sintomi quali dispnea, ansia, affanno, tosse. È molto irritante per le mucose e le vie respiratorie.

    Il dottor Donald Scott ritiene che la fibromialgia, l’Alzheimer, la sclerosi multipla, l’encefalomielite mialgica (o sindrome da affaticamento cronico), insieme con altre affezioni neurosistemiche, siano la conseguenza dell’aggressione del micoplasma, un batterio che è stato geneticamente modificato in vari laboratori canadesi e statunitensi e quindi sperimentato sulle popolazioni inconsapevoli. I micoplasmi sono stati e vengono sparsi – ricorda Scott – soprattutto con gli aerei.

    Lo studioso Tom Montalk ha individuato nelle chemtrails vari batteri: lo Pseudomonas aeruginosa, Enterobatteri e la Serratia marcescens.

    Lo Pseudomonas aeruginosa è un batterio che è stato modificato geneticamente da aziende come la Pathogenesis. Se inalato, può provocare immunodepressione e danni alle cellule in cui si insedia come ospite.

    Gli Enterobatteri sono microorganismi comprendenti l’Enterobatterio coli, la salmonella e la Klebsiella, responsabile della polmonite. La Serratia marcescens è un patogeno molto pericoloso che determina l’insorgenza della polmonite. Questo batterio, come emerge da documenti declassificati, fu sperimentato nel 1950 sulla popolazione, ovviamente inconsapevole, di San Francisco: causò vari decessi.

    Altri disturbi ed affezioni meno gravi, ma non per questo da trascurare sono dovuti all’inalazione ed alla ingestione di elementi chimici e biologici di varia natura: depressione, annebbiamento mentale, stipsi, sindromi para-influenzali, stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione, amnesie…

    Un altro capitolo è costituito dalle patologie causate dalle intense e costanti emissioni elettromagnetiche inquadrabili in un piano di potenziamento delle trasmissioni a fini militari. Il Professor Levis elenca le principali sintomatologie connesse all’irradiazione di onde elettromagnetiche. Queste si possono riassumere nei seguenti problemi: sintomi cutanei (prurito, eritemi, allergie); del sistema nervoso (disturbi del sonno, ansia, cefalee, emicranie, sindromi depressive…); del sistema muscolare (crampi, dolori muscolari, astenia); del sistema cardiovascolare (aritmie, disturbi della pressione arteriosa, ictus); del sistema ormonale e di quello immunitario (riduzione della sintesi della melatonina, alterazioni delle popolazioni linfocitarie); del sistema riproduttivo (aborti spontanei); del sistema acustico (tinniti), visivo, olfattivo, digestivo. L’esposizione alle radiazioni non ionizzanti è reputata da molti scienziati all’origine di neoplasie, soprattutto leucemie.

    L’operazione si basa su una serie di brevetti (da Teller a Cordani) acquisiti dalla NASA, dalle forze militari statunitensi, russe, cinesi, brevetti che si sono tradotti in tecnologie belliche e di geoingegneria.

    Fonti:

    T. Bosco, Scie chimiche, 2005
    Bojs (pseudonimo), Scie chimiche: la popolazione della Terra è il bersaglio, 2007
    D. Colognesi, Chemitrails, 2005
    V. Gambino, D. Benvenuti, Scie chimiche DVD con libretto, 2005
    H. Heath, Scie chimiche: un rapporto ufficiale ammette l’irrorazione, 2006
    R. S. Hawa, La Terra come arma nel XXI secolo, 2006
    A. e R. Marcianò, Scie chimiche: la verità nascosta, 2007
    F. Mele, Scie chimiche e sementi geneticamente modificate, 2008
    J. E. Smith, Weather warfare, 2006
    M. Tenan, La scienza del nostro pianeta, 2005
    W. Thomas, Chemtrails confirmed, 2007
    Id., Le scie chimiche compromettono la vita sulla Terra, 2006
    A. Worthington, Irrorazione ed armi elettromagnetiche nell’era della guerra nucleare, 2006
    Id., La prova: le scie chimiche contengono composti dannosi, 2007
    ????????????????????

  • lino-rossi

    pazientando e prendendo nota

  • Galileo

    Rosacroce, Lindon LaRouche è un miliardario, ti suona???

  • rosacroce

    CRUCIFERE:
    CAVOLI,CAVOLINI DI BRUXEL,VERZE E CAPPUCCI?
    SE SONO QUESTI ,GIA LI CONSUMO,QUELLI MIEI

  • rosacroce

    CARO LINO,L’AGRICOLTURA NATURALE,
    CHE IO CERCO DI PRATICARE SECONDO GLI INSEGNAMENTI,DEL MIO MAESTRO,ANCHE FISOLOFICAMENTE FUKUOKA,è PER ME SUPERIORE A QUELLA BIODINAMICA,IN QUANTO PIU’ SEMPLICE E PIU’ VICINA ALLA NATURA,QUINDI SUPERIORE NELL’OTTICA DI FUKUOKA.IN QUANTO LA NATURA è PERFETTA.SI TRATTA DI FARE IL MENO POSSIBILE,E LASCIARE ALLA NATURA IL LAVORO MAGGIORE,AVENDO IN ESSA LA PIU’ TOTALE FIDUCIA,IN QUESTO MODO IL LAVORO DIMINUISCE ENORMEMENTE,E I RISULTATI SONO ECCELLENTI.FUJUOKA NON ARA NE USA CONCIMI,NE DISERBI E DA 30 ANNI SULLO STESSO TERRENO OTTIENE RESE CEREALICOLE TRA LE MASSIME DEL GIAPPONE.QUESTA SAREBBE EFFETTIVAMENTE UNA VIA PERCORRRIBILE DA UNA SOCIETà SANA E SOSTENIBILE,MA CON UNA VISIONE DELLA VITA ,MOLTO DIVERSA E SUPERIORE.

    CON l’ AGRICOLTURA “NATURALE” DICE FUKUOKA L’UOMO
    IN REALTà COLTIVA SE STESSO.

    DA 10 ANNI IO COLTIVO,MA SAREBBE PIU’ GIUSTO DIRE”LA NATURA COLTIVA UN MIO TERRENO DI ETTARI 1E1/2.
    DI QUESTO TERRENO ,HO FATTO UN OASI PIENA DI VITA,CON GALLINE,OCHE ANITRE FARAONE.UCCELLI SELVATICI VARI,PIANTE DA FRUTTO ANTICHE E LOCALI,VERDURE DI STAGIONE.ALBERI AUTOCTONI,,FIORI,TUTTO CON IL CRITERIO DELLA MAGGIORE BIODIVERSITà, è PER ME MOTIVO DI PIACERE MOSTRARE A CHIUNQUE I RISULTATI OTTENUTI.

  • rosacroce

    SECONDO ME ,LA FACCENDA DELL’ AMERO,AVRà COSEGUENZE PESANTISSIME SULL’EURO,NON CI FACCIAMO ILLUSIONI.

  • rosacroce

    “LA RIVOLUZIONE DEL FILO DI PAGLIA ”
    ECCO UN GRAN LIBRO DA LEGGERE,QUI FUKUOKA
    DIMOSTRA LA GRANDEZZA DELLA NATURA E LA POCHEZZA DELLA SCIENZA DELL’UOMO, TUTTO è SBAGLIATO,LA VIA GIUSTA E QUELLA CONTRARIA DICE .QUELLA OPPOSTA A QUELLA DOVE SIAMO DIRETTI.CHE CI PORTERà ALLA DISTRUZIONE.
    L’AGRICOLTURA NATURALE è LA SOLA VIA
    PERCORRIBILE DALLA UMANITà PER SALVARSI.

  • rosacroce

    SEMBRA CHE LE SCIE CHIMICHE SIANO CALATE,
    DATO CHE PIOVE,NEVICA E C’è LA NEBBIA,
    PENSO CHE ABBIANO FINITI I SOLDI,COSTA MOLTO SPARGERE QUEI VELENI, IO GUARDO I MIEI ANIMALI AL PASCOLO,FIN CHE SONO SANI,VUOL DIRE CHE IL PROBLEMA NON è ANCORA GRAVE,SE COMINCIANO AD AMMALARSI ,,,,,VUOL DIRE CHE DOPO POCO TOCCA A NOI.PER ORA SONO SANI,NON HANNO PROBLEMI CHE IO SAPPIA,CERTO QUEST’ANNO NE HO PERSI PIU’ DELL’ANNO SCORSO.