Perché gli inglesi odiano i russi?

Israel Shamir
unz.com

La Gran Bretagna è il leader mondiale della politica antirussa. I britannici odiano Putin e incoraggiano vigorosamente gli ucraini a combattere i loro cugini russi fino all’ultima goccia di sangue. I russi e gli ucraini erano pronti a firmare un accordo già nel febbraio 2022, finché il premier britannico Johnson non è arrivato a Kiev per convincere gli ucraini a lasciar perdere. E così avevano fatto. Da allora, i britannici sono stati la forza principale che ha spinto gli ucraini a combattere e che ha convinto i membri della NATO ad aiutarli. I britannici guidano la campagna globale anti-russa. Questi sono i fatti. Tuttavia, la spiegazione di questi fatti finora mi era sfuggita.

Recentemente un giovane e promettente reporter di nome Dood (o forse Doodj) ha parlato con un leader dell’opposizione russa filo-occidentale, l’ex-oligarca rifugiatosi in Inghilterra Michael Chodorkovsky [Mikhail Khodorkovsky]. Il signor Ch è stato relegato nell’ombra e ai margini della storia, anche se un tempo era il magnate più ricco della Russia e uno degli uomini più ricchi del mondo. Ora il suo patrimonio è di poco inferiore al miliardo di dollari, una cifra irrisoria parlando di oligarchi.

Era uno degli Sporchi Sette [semiboyarshina] oligarchi che avevano assunto il controllo della Russia durante il debole governo di Eltsin. Erano tutti più o meno ebrei, e la loro solidarietà e distruttività poteva competere solo con la loro spietatezza e la loro avidità. Molti dei miei amici considerano i Sionisti come superpredatori, mentre gli Ebrei, [secondo loro], sarebbero prede morbide e carine. Si sbagliano: questi sette oligarchi russi non erano Sionisti, erano solo Ebrei che volevano distruggere tutto ciò che li ostacolava. Questi sette uomini hanno praticamente distrutto la Russia millenaria. Hanno impoverito la popolazione, ridotto in cenere l’industria, venduto le fabbriche come rottami e rubato tutte le partecipazioni bancarie private. Nel 1993, avevano persino rovinato la democrazia russa, quando avevano bombardato il Parlamento usando i carri armati di Eltsin e poi, con l’assistenza di consiglieri americani, falsificato la rielezione del Presidente Eltsin nel 1996.

Come le cavallette che attaccano un albero, ogni oligarca ebreo aveva preso il controllo di un ramo diverso: Berezovsky aveva preso di mira l’industria automobilistica e la Russia aveva smesso di produrre automobili; Gusinsky si era impadronito della televisione e l’aveva trasformata in propaganda offensiva; Chubais aveva gestito il più grande trasferimento di ricchezza al mondo dal 1917. Chodorkovsky si era impadronito di tutto il petrolio e il gas russo. Ovunque avevano rubato tutto quello che potevano rubare, avevano costruito yacht e palazzi, prendendo in giro i russi comuni con i loro sfarzosi consumi. Il loro dominio ufficiale era terminato dopo il 2005, quando Berezovsky aveva convinto Eltsin a cedere il suo regno al giovane Putin, che però aveva ordinato agli oligarchi di stare lontani dallo Stato. Il signor Ch si era messo a ridere, dicendo che si sarebbe sbarazzato di Putin. Putin lo aveva messo in prigione e aveva nazionalizzato la gigantesca compagnia petrolifera Lukoil, di proprietà dell’oligarca. Dieci anni dopo, a Mr Ch era stato permesso di andarsene e così aveva fatto. Il petrolio russo è ancora nelle mani dello Stato russo e rimane la base della prosperità russa.

In una recente intervista, Mr Ch ha rivelato a un giovane giornalista che il vero proprietario di Lukoil era il defunto Lord Rothschild, appena deceduto (24 febbraio) alla veneranda età di 89 anni. È stata una bella sorpresa scoprire che il vecchio Ebreo era stato abbastanza scaltro da accaparrarsi tutto il petrolio della Russia mentre stava buttando fuori i comunisti senza Dio. Noi russi, all’epoca, avevamo sentito questa voce, ma non l’avevamo presa sul serio. Dare la colpa ai “Rothschild” è come dare la colpa al “popolo delle lucertole”, un tropo antisemita. Non esiste una persona del genere nella vita reale, pensavo. Ma, dopo la pubblicazione del video di Doodj, ho consultato gli archivi del Times e ho scoperto che non si trattava di una finzione:

Quindi, tutto questo era noto già allora, ma io (e altri) all’epoca non potevamo crederci. Anche oggi, tendiamo a ignorare i fatti antisemiti insieme ai tropi antisemiti che inondano Internet.

Ma questa è la chiave del perché i britannici sono così desiderosi di sabotare la Russia. Lord Rothschild è britannico come il tè delle cinque. Gli inglesi possono avere un premier indiano, un sindaco di Londra pakistano e dei Ghurka come truppe d’élite, ma la Banca d’Inghilterra appartiene agli Ebrei. Gli inglesi sono solo dei minatori che hanno il compito di far funzionare alla perfezione la banca globale di Lord Rothschild. Gli Ebrei sono famosi per mantenere il controllo di qualsiasi cosa passi attraverso le loro grinfie. Persino la famiglia reale è diventata quasi ebrea: circoncidono i loro figli e credono di essere discendenti di re Davide.

Il fatto è che la perdita di tutte le favolose ricchezze russe ha irritato gli oligarchi. È per questo che chiamano Vladimir Putin “il tiranno sanguinario”, perché ha portato via il petrolio e il gas, l’oro e il grano russi che sentivano di meritare. Eppure, la storia dimostra che Putin è stato un governante morbido: non ha sequestrato le ricchezze degli oligarchi, come avrebbe potuto fare; hanno mantenuto i loro yacht, i loro palazzi e i loro miliardi. Ma questo non li ha confortati: continuano a desiderare l’intero patrimonio.

Come la maggior parte di noi, Putin si era illuso che l’Inghilterra e gli Stati Uniti fossero contro l’URSS per motivi ideologici. Pensava: “certo, non amano il comunismo, come farebbe ogni buon capitalista”. Credeva che sarebbero stati felici ora che i russi stanno godendo dei frutti della proprietà privata. Ma poi viene fuori che gli inglesi e gli yankee non sono mai stati interessati alla teoria. Odiavano i comunisti perché tenevano le merci russe fuori dalle avide mani di Lord Rothschild. Dal momento che è Putin che ora difende la Russia, il sistema bancario globale lo ha dichiarato l’uomo del male. Forse i russi hanno distrutto l’Unione Sovietica senza una buona ragione, dopo tutto.

Tutto ciò che, comunista o capitalista, si frapponeva tra Lord Rothschild e i suoi desideri veniva naturalmente vilipeso dalla stampa mondiale. Tuttavia, è significativo che la morte di Rothschild non abbia intaccato il flusso globale di invettive contro Putin e la Russia. La guerra non conosce pause. La pressione degli oligarchi continua a opprimere. Può darsi che le enormi proprietà di Lord Rothschild siano passate ai suoi eredi legali, ma tale ricchezza è soggetta ai piani a lungo termine di potenti mediatori politici, non ai capricci dei privilegiati rampolli della famiglia. Tuttavia, queste voci sono solo tropi antisemiti e non vanno credute.

L’obiettivo principale della stampa mainstream sembra essere quello di eliminare o archiviare le storie che potrebbero turbare gli accordi dietro le quinte tra gli oligarchi inglesi e russi, molti dei quali sono (casualmente) Ebrei. L’intera nozione di un sistema finanziario globale ebraico, sebbene sia alla base della storica rete bancaria di Nathan Rothschild, è stata dichiarata un tropo antisemita dalla stampa mainstream. La sicurezza degli Ebrei viene prima di tutto e, per perseguire questo obiettivo, la stampa disinformerà con fervore il pubblico.

Questo sistema garantisce che la gente comune del mondo, che cerca solo di andare al lavoro la mattina, resti sempre a mani vuote. Siamo sempre tenuti all’oscuro delle macchinazioni degli oligarchi globali, molti dei quali sono (casualmente) Ebrei. La verità trapela a goccia a goccia dagli stessi oligarchi con l’aiuto di giovani e intraprendenti reporter come Dood. Ma l’Inghilterra non è l’unico rifugio dei finanzieri. La famiglia Rothschild ha un’ala inglese e una francese. L’ala francese è rappresentata dal Presidente Macron.

La leadership ebraica francese ha nominato Emanuel Macron Presidente della Repubblica, afferma uno scrittore ebreo francese che blogga sotto il nome di Tsarfat (il nome ebraico della Francia).

In un lungo e dettagliato articolo Tsarfat racconta che alcuni ebrei di spicco (Alain Minc, Serge Weinberg, Jacques Attali e Bernard Mourad) avevano fatto da garanti per Macron con David de Rothschild. Nel 2011, Macron era diventato junior partner di Rothschild, accaparrandosi uno stipendio sostanzioso. Se lo è guadagnato fino all’ultimo centesimo: ha ingannato Le Monde, ha ingannato il presidente Hollande, ha ingannato lo Stato francese, ha fatto tutto ciò che Rothschild gli ha chiesto e, in cambio, ha ottenuto la presidenza della Repubblica. È stato il nuovo re nominato dal nuovo Abravanel. Ora deve solo far scoppiare la guerra tra la Cristianità e l’Islam, per la gloria suprema di Israele.

Questa futura guerra coprirà il disastro di Gaza. Se i Rothschild inglesi provvederanno alla guerra con la Russia, i Rothschild francesi si occuperanno della guerra con l’Islam. I finanzieri sono quindi più letali dei Sionisti, anche se giocano nella stessa formazione. Ron Unz ha dimostrato che questi finanzieri erano stati decisivi nel portare gli Stati Uniti nella Prima e nella Seconda Guerra Mondiale. Penso che siano abbastanza potenti da portarci tutti nella Terza Guerra Mondiale.

Israel Shamir

Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/ishamir/why-do-brits-hate-russians/
12.06.2024
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
95 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments