Home / ComeDonChisciotte / PERCH NESSUNO ANDATO IN GALERA ?

PERCH NESSUNO ANDATO IN GALERA ?

DI MIKE WHITNEY
Counterpunch

Secondo l’accordo firmato da cinquanta

stati sul pignoramento ipotecario, i contribuenti americani possono

smettere di pagare miliardi di ammende che dovrebbero essere pagate

dalle banche. Questo è il succo di un articolo apparso in prima pagina

sul Financial Times di martedì 17 febbraio. Il citatissimo articolo

di Shahien Nasiripour mostra come le cinque banche che dovrebbero essere

colpite dagli effetti di questo accordo – Bank of America, JPMorgan

Chase, Citigroup, Wells Fargo e Ally Financial – potranno utilizzare

il programma di modifiche sulle ipoteche di Obama (HAMP) per

ridurre l’ammontare dei debiti e “ricevere pagamenti in contanti

fino a 63 centesimi per dollaro, per ogni dollaro di prestiti insolventi”.Ma non è tutto, se i creditori

rispettano i pagamenti dopo che i loro mutui sono stati ristrutturati,

le banche possono essere qualificate a ricevere ulteriori fondi che

(secondo il FT) “possono diventare un profitto per le banche

secondo persone che hanno familiarità

con le modalità di pignoramento”.

E quindi? Affidiamoci all’amministrazione

Obama pro-banche per veder trasformata una sanzione in un colpo di fortuna.

In effetti, l’accordo aiuterà le banche a evitare perdite sui mutui

che sono ampiamente sovrastimati nei loro libri mastri e che erano probabilmente

destinati in ogni caso al pignoramento. I contribuenti dovranno sborsare

i soldi per le forti svalutazioni che permetteranno alle banche di esigere

ancora maggiori tributi dai proprietari in difficoltà. Ma che razza

di sanzione è questa?

Così Mark Gongloff riassume il

tutto per l’Huffington Post:

“Le banche prenderanno

soldi dai fondi statali – che diventano un incentivo per depennare i

mutui – in base a un accordo che avrebbe dovuto punirle per la loro

cattiva condotta. Le banche hanno ottenuto il denaro dei contribuenti

fino ad oggi grazie a programmi di modifica dei mutui come l’HAMP:

615 milioni di dollari fino ad ora. Questi incentivi sono stati triplicati

il 28 gennaio solo qualche giorno prima dell’annuncio dell’accordo

sui mutui, facendo apparire l’affare ancora più

vantaggioso per le banche.”

“Non si può

dire che questo accordo sia in alcun modo punitivo o funga da deterrente,

se i soldi andranno dai contribuenti alle casse delle banche a partire

secondo i termini dell’accordo”, ha detto il Professore di diritto

della New York University, Neil Barofsky, ex ispettore generale del

Troubled Asset Relief Program”. (“Mortgage Foreclosure Settlement:

Who Pays?”, Huffington Post).

Chiaramente nessuno sa quanti incentivi

e benefici intascheranno le banche, dato che la copia scritta dell’accordo

non è stata ancora pubblicata. Noi crediamo che le banche ne usciranno

intonse e i cinquanta procuratori generali finiranno per sembrare dei

pazzi per aver cantato vittoria troppo presto.

Tenete presente che le banche sono

in bilico in realtà solo per cinque miliardi di dollari. Il resto

dell’accordo da 25 miliardi sarà addossato agli investitori in titoli

collegati ai mutui(MBS), molti dei quali sono pensionati. Saranno

loro a venire schiacciati, mentre chi ha perpetrato questo crimine nazionale

rimarrà impunito.

Vale anche la pena di ripetere di cosa

stiamo realmente parlando, una frode su scala industriale diretta a

milioni di persone le cui vite sono state distrutte dalle banche. Qui

c’è un estratto di un articolo della Reuters che permette di mettere

il tutto a fuoco:

Un report di questa

settimana ha mostrato come il dilagante abuso di pignoramenti a San

Francisco rifletta livelli analoghi

di usura e di false documentazioni in tutti gli Stati Uniti, così

affermano esperti e ufficiali che hanno condotto studi in altre parti

del paese.

La verifica contabile

di circa 400 pignoramenti a San Francisco ha rilevato che l’84% di

questi sono illegali, secondo lo studio pubblicato martedì

dal California City.

“La verifica di San

Francisco è la più dettagliata e onnicomprensiva che sia stata condotta,

ma è verosimile che questi numeri possano essere estesi alla nazione”,

ha dichiarato alla Reuters Diane Thompson, procuratrice al National

Consume Law Center.

Partendo dalla Carolina

per estendere il lavoro a tutta la nazione, Jeff Thingpen, addetto alla

registrazione dei debiti nella contea di Guildford nella North Carolina,

ha esaminato lo scorso anno 6.100 documenti ipotecari, dai contratti

di mutuo alle notifiche di pignoramento.

Di questi documenti,

creati fra il gennaio 2008 e il dicembre 2010, 4,500 hanno evidenziato

irregolarità nelle firme, un segno inequivocabile della pratica

illegale della robo-firma dei documenti.” . (“Foreclosure abuse rampant across U.S.,

experts say”, Reuters).

Ricapitoliamo: “l’84% sembra sia

illegale […] e questi numeri possono essere estesi alla nazione.”

Quindi, perché stiamo parlando

di accordi sul pignoramento ipotecario invece di processi ai criminali?

Perché nessuno è andato in galera a fronte di queste prove?

Vedete: le banche hanno pignorato case

che non possedevano nemmeno legalmente. Questo vuol dire “robo-firmare”.

Accetteresti mai duemila miseri dollari per essere sbattuto fuori di

casa, in strada da qualcuno che non possiede neanche l’ipoteca? Ovviamente,

no.

Nove milioni di case sono state pignorate

dal 2007, e ce ne saranno altri nove milioni prima che sia tutto finito.

I proprietari di case hanno perso otto trilioni di dollari in valore

immobiliare (negli ultimi quattro anni) e undici milioni di persone

sono con l’acqua alla gola per i pignoramenti. È una cosa senza precedenti.

Tutto questo è il risultato di una frode.

Dimenticate il piano sui pignoramenti

ipotecari. Non significa nulla. Qualcuno deve andare in galera. È l’unica

cosa che conta.

MIKE WHITNEY vive nello stato di Washington.

Ha collaborato con “Hopeless: Barack Obama and the Politics of

Illusion”, in uscita per AK Press. Potete scrivergli al: [email protected]

**********************************************

Fonte: Why Hasn’t Anyone Gone to Jail?

21.02.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ALESSANDRA

Pubblicato da supervice

  • Onilut

    Perfetto, ok, d’accordo.
    Tutta questa è una frode. Certa gente andrebbe presa per il bavero e sbattuta in galera a pane e acqua.
    Ma.
    Questa frode non è che un mezzo. Voglio dire: miliardari rischierebbero il culo per una truffa così evidente? Per cosa? Per soldi? No. Ne hanno già per dieci generazioni.
    Allora?
    Questa frode – dicevo – non è che un mezzo, legittimato dal silenzioso beneplacito del vero potere, per ottenere l’ulteriore indebolimento della fibra umana della popolazione, per continuare a piagare le coscienze, le anime, le volontà.
    Come mai l’articolista non lo dice? Sono davvero solo miliardari senza scrupoli che vogliono altri miliardi?
    No.
    Sono veri e propri demoni.

  • dana74
  • Firenze137

    E’ proprio così e secondo me c’è di più. Una buona parte di noi che “apparentemente” non è schierata e che magari dice pubblicamente “canaglie” , di fatto da questa situazione riceve dei benefici e dei vantaggi.

    Ormai siamo allo sciacallaggio per soldi.