Home / ComeDonChisciotte / MORDECHAI VANUNU HA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO: UNA LETTERA

MORDECHAI VANUNU HA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO: UNA LETTERA


DI MORDECHAI VANUNU

Lettera inviata a The People’s Voice e ad altri siti il 4 Giugno 2008. N.d.r.

Cari Editori,

Sono Mordechai Vanunu, colui che ha detto la verità sul programma israeliano per le armi nucleari nel 1986, e ho pagato con 18 anni della mia vita in una prigione israeliana. Sono stato rilasciato nell’aprile 2004, ma Israele mi ha negato i miei diritti umani di libertà di parola e di libertà di movimento non permettendomi dal 1986 sino ad oggi nel 2008 di lasciare il paese.

L’8 luglio 2008 ritornerò in un tribunale per appellarmi contro una nuova sentenza a sei mesi di prigione per aver parlato a dei media stranieri dopo il mio rilascio nel 2004.
Chiedo che i media riportino il mio caso e gli sforzi degli avvocati e dei cittadini norvegesi per garantirmi asilo politico.

Israele afferma che detengo ancora un segreto sul loro impianto nucleare sotterraneo– un posto in cui non sono stato in 23 anni e in cui non sono nemmeno mai stati gli ispettori internazionali per l’energia atomica.
Ho detto tutto ciò che sapevo sul programma israeliano per le armi nucleari nel 1986 perché ascoltai la voce della mia coscienza e volevo evitare guerre nucleari. Dal 2004 ho parlato con migliaia di turisti e pellegrini a Gerusalemme est e registrato ore di video disponibili sul Web.

Israele è stato fondato a condizione del sostegno alla Dichiarazione Universale dell’Onu sui Diritti Umani. Io chiedo al mondo che richieda ad Israele di onorarla e non solo in questo caso.

Ognuno ha il diritto di lasciare qualunque paese, incluso il proprio, e di ritornare al proprio paese–articolo 13-2.

Ognuno ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione; questo diritto include la libertà di mantenere opinioni senza alcuna interferenza e di ricercare, ricevere e comunicare informazioni ed idee attraverso qualunque media indipendentemente dalle frontiere–articolo 19.

VANUNU MORDECHAI J C.

RAPITO A ROMA GIOVEDI’ 30 SETTEMBRE 1986.

DOPO 18 ANNI IN UNA PRIGIONE ISRAELIANA

VMJC


[Lo scoop del Sunday Times ottenuto grazie alle rivelazioni d Vanunu e (destra) Vanunu che viene portato in carcere mostrando un scritta in cui rivela di essere stato rapito a Roma.]

Titolo originale: ” Vanunu’s Letter, He Needs Our Help Before July 8

Fonte: http://www.thepeoplesvoice.org/
Link
04.06.2008

Pubblicato da Das schloss

  • TitusI

    Forza Mordechai,

    Le leggi sono uguali per tutti salvo per Israele e il suo zerbino americano.
    Ma finira’ tutto questo.Finira’.

  • abraxas

    mi permetto di dissentire sulla prima parte della frase…grazie comunque al prof vanunu per il coraggio che ha dimostrato (caso più unico che raro…Oppenheimer docet)