Home / Ambiente / Mal di macchina (Cosa fanno i gas di scarico ai nostri bambini)

Mal di macchina (Cosa fanno i gas di scarico ai nostri bambini)

DI GEORGE MONBIOT

monbiot.com

Scrivo questa breve scheda informativa per una scuola locale che soffre di alti livelli di inquinamento dell’aria, in parte causato dai genitori, che a volte accompagnano in macchina i figli anche per 100 metri di strada. Parte del problema è che molte persone non sono consapevoli del legame tra inquinamento e salute.

Quando ho cercato una sintesi -in un linguaggio semplice e chiaro, comprensibile dalla maggior parte dei genitori – sui danni che l’inquinamento da traffico può causare ai bambini, non sono riuscito a trovarne nessuna. Né c’è qualcosa del genere nelle campagne sui trasporti che ho consultato. Così ho deciso di scriverne una da solo.

Sentitevi liberi di riprodurla, adattarla e usarla come desiderate. Fatemi anche sapere se e come può essere migliorata.

Se lo ritenete utile, potreste chiedere alla vostra scuola di farla circolare tra i genitori per e-mail o social media, o stampare e appendere (ad esempio nelle porte delle aule) dove può essere vista.

Se riusciamo a dargli un’ampia diffusione nelle scuole, potremmo fare una differenza concreta per la salute dei nostri bambini (e del resto della popolazione).

Cosa fanno i gas di scarico ai nostri bambini

Ogni anno scopriamo qualcosa di più sui danni ai nostri bambini prodotti dai gas di scarico di auto e altri veicoli.

Più impariamo, e peggio sembra. Nei posti inquinati, il danno alla loro salute può essere davvero serio.

Ecco cosa sappiano ora a proposito dei danni che i gas di scarico posso provocare ai bambini.

  • Possono danneggiare la crescita dei loro polmoni. Questo significa che i polmoni dei bambini che sono stati affetti non lavorano così bene. Il danno può durare per il resto delle loro vite.
  • Aumenta il rischio di asma e allergie. Per i bambini che già soffrono di asma, l’inquinamento la può peggiorare.
  • Può danneggiare lo sviluppo del loro cervelli. L’inquinamento dell’aria può ridurre l’intelligenza dei bambini, rendendogli più difficile l’apprendimento.
  • Può cambiare il loro comportamento e ridurre la loro felicità. L’inquinamento dell’aria è stato collegato ad ansia e depressione e alla Sindrome da Deficit da Attenzione.
  • Aumenta il rischio di malattie cardiache nel corso delle loro vite.
  • Può causare cancro, sia nei bambini che quando poi diventano adulti.
  • Anche i nascituri possono essere colpiti dall’inquinamento che le loro madri respirano. L’inquinamento dell’aria è legato alle nascite di bambini prematuri e sotto peso.
  • L’inquinamento all’interno della vostra macchina può essere molto peggio che fuori, perché i fumi sono concentrati in uno spazio piccolo.

Accompagnandoli in macchina a scuola e sedendo nelle nostre macchine con i motori accesi, stiamo aiutando ad avvelenare i nostri stessi bambini.

Noi non abbiamo intenzione di fare questo ai nostri bambini. Ma una volta che sappiamo quanti danni stiamo facendo, possiamo smettere, cambiando il modo di viaggiare. Camminare e usare la bici è l’ideale.

Gruppi come Living Streets possono aiutare le scuole a ribaltare la situazione. Insieme possiamo proteggere i nostri figli dal male.

 

George Monbiot

Fonte: www.monbiot.com

Link: http://www.monbiot.com/2017/03/05/car-sick/

5.03.2017

 

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di GAIA GALASSI

 

Le fonti di informazione per questa nota sintetica possono essere trovate ai seguenti link:

 

https://ehp.niehs.nih.gov/wp-content/uploads/advpub/2016/6/EHP299.acco.pdf

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26825441

http://journals.plos.org/plosmedicine/article?id=10.1371/journal.pmed.1001792

https://www.rcplo ndon.ac.uk/projects/outputs/every-breath-we-take-lifelong-impact-air-pollution

https://ehp.niehs.nih.gov/1306770/

http://www.lung.org/our-initiatives/healthy-air/outdoor/air-pollution/children-and-air-pollution.html

https://www.theguardian.com/environment/2016/feb/05/the-truth-about-londons-air-pollution

 

 

 

 

 

Pubblicato da Davide

  • gianni

    fate anche un articolo sui danni da scie chimiche e uno sui danni da inceneritori , grazie

    • Axxe73

      Le scie chimiche non esistono, sono solo normali scie di condensazione.
      Fonte: MinCulPop

  • Ronte

    Quella dell’ambiente è la più grande delle tragedie universali, e l’inquinamento da gas detiene il primato di tutti gli omicidi:ben più di 12.000.000 di morti ogni anno.

    Tumori e malattie polmonali nei bimbi aumentano esponenzialmente, anche se i media, per induzione, tendono a diminuire la cosa, e come sempre l’uso della distrazione, funziona. Così,tutti d’accordo. Poteri dominanti, Ministeri della Sanità, Medici asserviti nel presentare un ‘capro espiatorio’ e nascondere nefandezze criminali. Ecco allora la martellante ‘campagna antifumo’, che sfonda facilmente nella testa della gente rendendola isterica e disgregante (buon motivo per indebolire ulteriolmente il tessuto sociale). E se negli USA (tanto per cambiare) nel 1960 si tira fuori quella ‘campagna’ come risposta al dilagare dei tumori polmonali, in realtà causati dal nucleare e relativi esperimenti, oggi per moltiplicazione delle cause, quella colossale bugia viene utilizzata ossessivamente, e assunta senza ‘se’ e senza ‘ma’ dalle solite masse credulone e non pensanti…Ma va bene così…

  • Tonguessy

    Nulla di nuovo.: sono anni che i pediatri dell’opulenta ed inquinata Milano dicono lo stesso.
    “A Milano
    spetta il primato di città dove i bambini si ammalano più spesso
    rispetto che nel resto d’Italia: influenza, tosse e raffreddore
    colpiscono i piccoli più che nelle altre regioni. Una delle principali
    cause di questo divario sembra essere lo smog che nel capoluogo lombardo
    ha raggiunto livelli record.”
    http://www.informasalus.it/it/articoli/milano-bambini-influenza-inquinamento.php
    “Contro lo smog che toglie il respiro ai bambini arriva il Manifesto dei
    pediatri di Milano. «Biglietti gratis sui mezzi di trasporto finché non
    crollano i valori d’inquinamento», è la proposta che azzarda il gotha
    dei medici alle prese con bronchiti, crisi d’asma e infezioni virali.”
    http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_10/ravizza-bambini-malati-pediatri-smog-181436496724.shtml?refresh_ce-cp

    Questo evidenzia almeno due cose:
    1-una categoria medica non è in grado di spostare gli equilibri economici, neanche se questi causano malattie e morti.
    2-la stessa categoria medica si dimostra ignorante tanto quanto la controparte economica sulle ragioni delle malattie da loro denunciate.
    A spanne le auto generano 0,05gr/km di CO2 contro 0,8 gr/km degli autobus, vedi pg29 di questo report dell’ARPAV:
    http://www.arpa.veneto.it/arpav/chi-e-arpav/file-e-allegati/dap-treviso/aria/Castelfranco_COPERT_III.pdf
    Il che significa che un solo autobus genera PM10 quanto 150 auto. Ma da qualche parte saltano fuori anche rapporti peggiori. Quindi bisognerebbe che nell’autobus ci fossero almeno 200 persone che evitano di guidare l’auto per avere dei vantaggi in termine di riduzione delle PM10. Mi pare che la proposta sia indecente.
    Stupido quindi fare leva sull’utilizzo dei mezzi pubblici quando questi inquinano 160 volte più di un’auto. L’auto anche con motore acceso inquina molto meno. Questo non vuol dire che io sia favorevole al suo uso, dico solo smettiamola di scrivere stupidaggini: i dati dimostrano tutt’altro.

  • cedric

    ai genitori non gliene può fregare di meno di quelllo che i gas di scarico possono fare ai loro figli, primo perchè i figli ormai li fanno solo i poveracci e gli immigrati, secondo perchè fra un bel suv con la centralina taroccata e l’aria pulita la scelta è di 96 a 4 per il suv.

    Il mite giorgio monbiot dovrebbe ascoltare i commenti del popolo sovrano dallo stelvio a capo passero quando i comuni bloccano il traffico delle auto…non c’è alcuna speranza!