Lost in translation (ma solo in ebraico)

Gilad Atzmon
gilad.online

Coloro che da un po’ di tempo seguono il mio lavoro avranno probabilmente già notato che in ebraico moderno non esiste una parola che significhi “pace” (nell’accezione di armonia e riconciliazione). Il termine ebraico Shalom (שלום) , in ebraico moderno viene interpretato come “sicurezza per gli Ebrei.”  In Israele ci si riferisce ai “negoziati shalom” come ad un insieme predeterminato di condizioni che devono garantire la “sicurezza” degli Ebrei israeliani, nello specifico: sicurezza dei confini, disarmo degli Arabi, impegno degli Americani a fornire armi ad Israele, espansione economica e così via.

Da una cultura che manca di una chiara nozione di pace e di riconciliazione sarebbe irragionevole aspettarsi un percorso di concordia che conduca la regione verso l’armonia e la fratellanza. Sin dai tempi dell’illusorio accordo di Oslo, quando alcuni si erano rivelati abbastanza stupidi da credere che la pace potesse prevalere, era risultato evidente che quella sostenuta dai cosiddetti “entusiasti della pace” fra i legislatori israeliani (Shimon Peres & co) era solo la rappresentazione fantastica di un “Nuovo Medio Oriente,” la visione di un nuovo ordine regionale con al centro una cooperazione economica con lo Stato Ebraico. Il “sogno” di questo “nuovo Medio Oriente” comportava una coalizione di cosiddetti “stati democratici” che avrebbero sfidato il “Khomeinismo” attraverso un orientamento filo-occidentale ed un capitalismo spietato. Anche se l’agenda globalista era chiarissima agli occhi di Shimon Peres, gli unici punti dimenticati riguardavano i Palestinesi e la possibilità che ritornassero alla loro terra, ai loro frutteti, campi, paesi e città.

Shalom, nel suo significato in ebraico moderno è un’astrazione giudeo centrica, completamente svincolata dal concetto di diversità.

Il recente conflitto nella Palestina occupata (soprattutto gli scontri nelle città miste israelo-palestinesi) porta alla luce un altro concetto cruciale  andato perduto nella traduzione in ebraico moderno.

Abbastanza sovente sentiamo i funzionari israeliani e i portavoce dell’Hasbara parlare di “coesistenza arabo israeliana,” la cosa curiosa è che in ebraico non esiste una parola che definisca il termine “coesistenza.” Mentre in inglese il termine implica un’esistenza armoniosa e pacifica di due o più entità, il termine ebraico per “coesistenza” è du ki-yum (דו קיום) e si traduce con due concetti separati: esistenza, cioè due entità che vivono fianco a fianco, ma anche differenziazione e la particolarità dei suoi elementi. Nell’espressione du ki-yum sono intrinseche la separazione, la distinzione e addirittura la segregazione degli elementi che lo compongono, du ki-yum fa una distinzione netta tra “Ebreo”e “Goy” (non Ebreo). Mentre il termine coesistenza è sinonimo di armonia, unione e assimilazione, du ki-yum non prevede la possibilità di una fratellanza umana. Lascia intendere che il successo nella “gestione dei conflitti” è rappresentato dal vivere “fianco a fianco,” non “insieme.”

Credo che, a questo punto, nessuno si sorprenderà nell’apprendere che in ebraico non esiste una parola nemmeno per “armonia.”  I primi Israeliani, che avevano lavorato giorno e notte per far rivivere il linguaggio biblico rinominando ogni possibile concetto greco o latino, non si erano preoccupati di trovare una parola ebraica per “armonia.” Quando in Israele ci si riferisce all’armonia si usa la parola latina “harmonia” (רמוניה).

Ogni volta che tentiamo di approfondire la questione della pace nella regione, dovremmo accettare il fatto che una cultura che manca dei concetti di pace, armonia e coesistenza potrebbe non essere in grado di portare la regione ad una coesistenza pacifica e armoniosa. Se mai la pace prevarrà tra fiume e mare sarà solo perché Israele sarà stato costretto ad accettare questi concetti.

Gilad Atzmon

Fonte: gilad.online
Link: https://gilad.online/writings/2021/5/30/lost-in-hebrew-translation
30.05.2021
Tradotto da Ilaria Pagliarini per comedonchisciotte.org

5 2 voti
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Vocenellanotte
Member
10 Giugno 2021 , 11:15 11:15

In quanto alla Pace e alla Armonia, non c’è da meravigliarsi visto che la Bibbia stessa è l’apologia della Vendetta, dello Sterminio, della Schiavitù e della Cattiveria assunta a valore supremo. Il Cristianesimo ha stemperato questi concetti e i popoli hanno potuto svilupparsi, seppure nelle guerre, nelle occupazioni, negli assoggettamenti di culture diverse, riconoscendo agli avversari l’onore della comune umanità. Cosa che rimane inconcepibile agli ebrei.
Da qui ne discende dunque che la Convivenza tra Ebrei e Goym è impossibile perché non esiste un sentimento “patrio” nel quale essi si riconoscano che non sia Israele.

PietroGE
Active Member
10 Giugno 2021 , 11:40 11:40

Beh, niente di nuovo sotto il sole. Il popolo ebraico sin dall’inizio della sua storia ha fatto di tutto per mantenere la separazione fisica, culturale e religiosa con i vicini. La circoncisione serviva soprattutto a questo. La nozione del ‘popolo eletto’ da Dio serviva poi a riconciliare il carattere universale e unico del Dio con la sua concezione di ‘Dio di Israele’, cioè il Dio di un solo popolo della Terra. Resta da capire come mai esistono altri popoli oltre a quello ‘eletto’ e la risposta che danno è : ‘ per servire Israele’. Io direi che credere di essere un popolo eletto (per motivi razziali perché per i cristiani sono il popolo eletto solo perché Cristo è nato tra loro) può anche essere legittimo, la colpa come sempre è del ‘gentile credulone’ che è incapace di pensare con la sua testa e crede ad ogni scemenza che gli raccontano.

danone
Noble Member
10 Giugno 2021 , 15:35 15:35

una cultura che manca dei concetti di pace, armonia e coesistenza potrebbe non essere in grado di portare la regione ad una coesistenza pacifica e armoniosa.

Se è per questo nella bibbia non compaiono nemmeno i concetti di Dio, creazione, eternità (Biglino).
I cherubini sono mezzi meccanici e i trattamenti genici conosciuti e praticati, i rabbini lo sanno da 2000 anni.
E allora chi è alla base della presa per il culo dell’umanità?
Boh chissà, ma forse capiamo perchè Hitler era il male assoluto, i savi di sion una bocciofila di vecchi della bassa ferrarese e vaccinare i minori fa bene alla salute, come mangiare gli spinaci, perchè contengono ferro, e si diventa grandi e forti come Popeye Braccio di Ferro.

Last edited 2 giorni fa by danone
ducadiGrumello
Active Member
Reply to  danone
10 Giugno 2021 , 15:53 15:53

viviamo immersi in una gigantesca rappresentazione teatrale, from the cradle to the grave. ogni tanto uscire dalla sala non sarebbe male, si respira meglio

Bertozzi
Trusted Member
Reply to  danone
11 Giugno 2021 , 12:42 12:42

Che ti hanno fatto gli spinaci amico Danone? Dai che li stavo per piantare, c’è qualcosa che non so?

danone
Noble Member
Reply to  Bertozzi
11 Giugno 2021 , 15:02 15:02

No no piantali pure gli spinaci che fanno bene :-))

casalvento
Member
10 Giugno 2021 , 23:22 23:22

Mi chiedo se certe caratteristiche del popolo ebraico si trovino anche negli arabi, quindi nel mondo semita in generale.

Bertozzi
Trusted Member
11 Giugno 2021 , 12:47 12:47

Nella messa ebraica c’è una parte in cui tutti recitano la frase ‘grazie dio di avermi fatto uomo e non donna’. Strano che le femministe le mee too e le giornaliste varie non l’abbiano mai fatta notare, sarà una svista.

ducadiGrumello
Active Member
Reply to  Bertozzi
11 Giugno 2021 , 13:37 13:37

hahaha…cattivone bertoz

9
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x