Home / ComeDonChisciotte / LITUANIA: CONFERMATI I “BUCHI NERI” DELLA CIA

LITUANIA: CONFERMATI I “BUCHI NERI” DELLA CIA

A CURA DI RED VOLTAIRE

Il prezzo da pagare per essere membro della NATO è stato quello di permettere a Washington di calpestare la sovranità nazionale.

La Lituania ha offerto tutte le condizioni necessarie per rendere operativa una prigione segreta della CIA per detenuti implicati (ipoteticamente) con il terrorismo, secondo quanto confermato da un’inchiesta realizzata dal parlamento.

Il parlamento lituano ha ammesso che questo paese accettò di installare prigioni segrete, conosciute come “buchi neri”.
Questa è la prima dichiarazione ufficiale di un paese che ha collaborato con la CIA nelle sue operazioni di “guerra globale contro il terrorismo” che include i sequestri, la tortura ed altri crimini. Si sa inoltre che anche la Polonia e la Romania installarono queste carceri segrete, anche se hanno negato la loro partecipazione.Tuttavia, il ministero degli esteri lituano come anche ex funzionari del governo cercano di negare che il parlamento di questo paese lo abbia riconosciuto apertamente. L’ex presidente Paksas replica che fu accusato ed in seguito l’accusa fu ritirata nel 2004 perchè si era opposto ai “buchi neri” (della CIA). Questo avrebbe portato ad un colpo di stato da parte della NATO.

[Intervista concessa da Webster G. Tarpley a Lauren Lyster, di Russia Today (in inglese).]

Titolo originale: “Lituania: los «sitios negros» de la CIA.”

Fonte: http://www.voltairenet.org
Link
29.12.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MATHILDA

Pubblicato da Das schloss

  • buran

    Quale sovranità nazionale? Siamo seri, la Lituania moderna è sempre stata un paese fantoccio.