Home / ComeDonChisciotte / LETTERA APERTA ALLA GRECIA

LETTERA APERTA ALLA GRECIA

DI JOHN TAYLOR
Chief Investment Officer di FX Concepts

Zero Hedge

Esci, Grecia! Esci ora! Saresti dovuta fuggire due anni fa; hai mancato quest’opportunità, ma meglio ora che dopo. Mentre parliamo, si stanno programmando le vacanze estive, e potresti godere di grandi vantaggi fuori dalla camicia di costrizione dell’euro. Non lasciare che la prossima recessione globale ti mostri i denti. Gli investitori hanno ancora soldi e sono interessati a comprare le tue ricchezze quando i prezzi saranno a terra, e ogni giorno che farai passare, il loro valore calerà sempre più e avrai lo sguardo sempre più disperato.Ancor più importante: non ascoltare
quelli che a Bruxelles dicono sempre “no”, che ti allarmano per i disastri che patirai fuori dalla “coperta protettiva dell’euro”. Fuori le cose sono molto migliori, anche i turchi lo sanno. Date retta ad Angela Merkel e Wolfgang Schäuble; vi stanno dicendo la verità, non c’è speranza per voi nell’euro. Anche se l’ultimo progetto tedesco per portare via la vostra libertà finanziaria è stato bloccato, l’accordo per il coinvolgimento dei privati nel debito (PSI) è altrettanto tossico.

Abbiamo letto sulla stampa che circa il 94% del debito statale è stilato sotto la legge greca, e ciò significa che ne avete il controllo, ma se verrà firmata la trattativa con i creditori privati tutto questo debito sarà scritto sotto la legge britannica. Il vostro parlamento e i vostri giudici diventeranno insignificanti.

Ora hai ancora il controllo sulla valuta del tuo debito, come ogni altro paese, ma dopo il PSI diventerai una provincia della grande Eurozona, incapace di modificare le condizioni del tuo debito. Che sia Bruxelles, Berlino, Washington oppure Londra a tenere il timone, puoi essere sicura che quando questi accordi e la prossima tranche della Troika saranno attive, Atene sarà senza forza. Adesso hai il potere di rimpicciolire il carico del debito uscendo dalla nave dell’euro e valutando la nuova dracma a circa il 50% del valore corrente dell’euro. Facendo questo, avrete alleggerito il peso verso il settore privato e i possessori del debito pubblico: è un grande vantaggio anche senza fare default per il 94% del debito redatto sotto la legge greca.

Non fare la timida, valuta la dracma aggressivamente al ribasso, al di sotto di quanto pensi che debba essere, e poi la stabilizzi. Gli Euro circoleranno insieme alla nuova dracma per alcuni giorni, ma la Legge di Gresham garantisce che non rimarranno a lungo. Quando gli euro saranno andati, molla l’osso. Il sistema finanziario sarà un casino e le banche saranno totalmente in bancarotta. Comunque, si stanno comportando come se lo fossero già, non concedendo prestiti e non assistono l’economia in alcun modo; così non ci perderai troppo, a e alla fine dovrai nazionalizzare le banche comunque. Sarebbe meraviglioso se la BCE vi aiutasse sostenendo la nuova dracma per un anno o anche più, ma non ci contare, l’Eurozona è troppo inguaiata per concedere aiuti. Ricorda, chi esce per primo è il vincitore e la pressione si sposterà su quelli che rimangono.

La cacofonia egoistica degli eurofunzionari e dei politici dell’Eurozona, che ti dicono che starai molto peggio fuori dell’euro, sta solo promuovendo i loro interessi, non i tuoi.
Nell’ultimo decennio la Grecia è stato un bel posto dove vendere prodotti, e la Grecia non è più stata un concorrente nei mercati, dovendo vendere a prezzi troppo alti in Europa. Gli altri stanno facendo una fortuna, proprio quando la produzione greca è crollata.

Per di più, la Grecia è stata posta fuori mercato anche dal turismo. I visitatori dell’Egeo ora puntano alla Turchia e nell’Adriatico alla Croazia. Con la nuova dracma che abbassa i prezzi, TUI, Thomson Travel e gli altri pacchetti delle agenzie di viaggio faranno la fila sulle vostre spiagge, avviando una rapida espansione. Il lato negativo è quelle BMW diventeranno molto care, come tutti gli altri prodotti importati, ci saranno privazioni e inflazione. Anche quando ci saranno pesanti richieste di adeguamento dei salari, non le dovrai accontentare. Diventerai di nuovo libera scegliendo la tua strada.

Il tenore di vita calerà per tutti, ma la compensazione verrà dalla nuova vita del turismo, fabbricare sarà di nuovo remunerativo e il mercato dei beni immobili si rafforzerà. All’improvviso, la Grecia sarà un paese dove è possibile farsi una vita. La Turchia è stata chiusa a chiave fuori dall’Europa e gli è andato proprio bene.

**********************************************

Fonte: John Taylor’s Open Letter To Greece: “Get Out Greece! Get Out Right Now!”

02.02.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

Pubblicato da supervice

  • Defcon1

    Questa lettera si attaglierebbe benissimo anche all’Italia la cui situazione non e’ molto piu’ rosea di quella greca, con l’aggravante di essere guidata da Monti che sta ad un presidente del consiglio come Schettino ad un comandante di nave.

  • bstrnt

    Se è per questo di molto peggiori di Schettino (che almeno ha portato la nave sui bassi fondali) ce ne sono 1000 circa in Parlamento e un’altra pletora nei consigli regionali, provinciali e comunali.
    Mandiamoli ad asfaltare strade che forse faranno meno danni!

  • ericvonmaan

    In effetti questa è la strada da seguire per tutti, non solo i PIIGS, ma anche i “virtuosi” perchè prima o poi i problemi arriveranno anche per loro: il sistema è difettoso alla base.

  • Matt-e-Tatty

    Schettino è un comandante di una nave che ha commesso un errore per ragioni da appurare, Monti è un pezzo grosso di una delle più potenti banche del mondo assorto a PdC per depredare il paese… non ci sono errori ma azioni consapevoli e deliberate.

  • AlbertoConti

    Se questa lettera aperta non è ricevibile non dipende dal contenuto, ma da chi la dovrebbe ricevere, che è un cagasotto, o un imbecille, o un corrotto. La più nobile di queste tre figure è quella del cagasotto, o meglio del geocagasotto, che vede forse nella vicina Turchia un pericolo maggiore della macelleria sociale in atto.

  • Defcon1

    Intendevo dire che il risultato sara’ il medesimo, il naufragio.