Home / Attualità / LETTERA ALLE DONNE PER L’8 DI MARZO

LETTERA ALLE DONNE PER L’8 DI MARZO

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

Bravi, continuate a pompare questa nefasta retorica del primato della Donna, che non esiste. Da anni avviso che le vittime di questa isteria di massa Politically Correct che porta il nome di “Il Futuro è Donna“, saranno proprio le donne. E’ un terribile meccanismo che si ripete nelle menti vacue dei maschi progressisti, gente stolta che pratica rituali di auto-purificazione fanatica dopo ogni abominio storico: il razzismo, il fascismo, il comunismo sovietico, la persecuzione delle minoranze e dei diversi ecc..

L’uomo ha oppresso la Donna per secoli, ora il maschio progressista si straccia le vesti e ulula del primato femminile per lavarsi dal sangue versato, e sta povera Donna viene – sempre dal maschio, si badi – proiettata in una presunta superiorità, in un presunto ruolo di Genere-Guida, ma non si capisce su che basi. Di fatto, però, oggi chi mette in dubbio il neo-Monoteismo del Femminile viene arso vivo all’istante. Il risultato di tutto ciò è che questi demenziali progressisti Politically Correct, con l’ovvio quanto ingenuo tripudio della Donna, intimidiscono milioni di uomini nel silenzio sulla reale natura della femmina, e sulla sua reale performance nel mezzo secolo di libertà che ha giustamente ottenuto.

E’ la sciagurata replica della precedente isteria Politically Correct sul razzismo: tutti muti! un sussurro di critica, di non sopportazione, di disagio alla presenza dell’alieno, magari per le sue abitudini, o per le sue pretese e per l’accoglimento delle stesse in via preferenziale rispetto al cittadino d’origine (CGIL+PD in It.), o per il suo delinquere, veniva appunto stroncato col lanciafiamme del “Razzista!“, con strascico di “retrivo orribile ignorante indegno dei moderni, vergognati schifoso!“. Eh… si è poi visto cos’ha provocato nel popolo quest’insulsa isteria delle ‘belle anime’ Politically Correct: l’intera Europa e gli USA si sono infiammati di destre estreme, di populismi sgangherati, e un infame partito italiano davvero razzista che prima languiva a meno del 3% è ora al 18% e comanda.

Oggi replicate questa follia con la Donna, impedendo con furia devastatrice qualsiasi libero dibattito su cosa davvero sono queste donne, come sono, che talenti hanno e dove invece sono tanto limitate quanto l’uomo, o peggio. E sui limiti, sulle distorsioni, o sui veri e propri abomini del femminile si stende un silenzio terribilmente malsano. Vietato proferir parola, pena la morte professionale, l’ostracismo odioso degli isterici e delle isteriche, pena addirittura l’ira della Magistratura. E allora i milioni di maschi intimiditi dal “maschilista retrivo orribile ignorante indegno dei moderni, vergognati schifoso” saranno compressi e compressi, per poi alla fine esplodere in un “Welcome la Restaurazione“, e sarà micidiale. Mica fra tanto, sapete?

Le donne oggi proprio non ci arrivano, e gongolano in questa sciagurata progressiva intoccabilità che non è affatto sinonimo di rispetto dei loro diritti, anzi, è solo fumo nei loro occhi pompato come sempre dal maschile progressista isterico Politically Correct. E loro, povere, ci cascano per l’ennesima volta. Un disastro che porterà proprio, come detto, alla distruzione delle loro conquiste. Ma tanto è sempre così: l’umano impara sempre scassandosi la testa contro il muro.

 

Pasolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=2040

8.03.2018

Pubblicato da Davide