Home / ComeDonChisciotte / LE PERDITE MILITARI USA IN IRAQ SONO MAGGIORI DI QUANTO VIENE RIPORTATO

LE PERDITE MILITARI USA IN IRAQ SONO MAGGIORI DI QUANTO VIENE RIPORTATO

DI WAYNE MADSEN
Wayne Madsen Report

E’ qualcosa che i tipi di Washington non vedranno a meno che non inizino a visitare in tutti gli Stati Uniti le molte piccole città e villaggi che stanno seppellendo i loro giovani uomini e donne che muoiono per le ferite subite in guerra in Iraq.

Qui nella California settentrionale è sin troppo comune la vista di famiglie e amici in lutto per i loro giovani uomini e donne che sono tra i molti riservisti e membri della Guardia Nazionale mandati in Iraq. Chi vi scrive ha assistito a uno di questi funerali ieri in una piccola città della California settentrionale con una popolazione di meno di 200 abitanti.

La piccola città di Mendocino, una rabbiosa comunità anti Bush, ha seppellito la sua prima vittima militare della guerra in Iraq nel 2003.
Secondo una fonte della Guardia Nazionale della California le vittime militari in Iraq ufficialmente riportate sono quelle di coloro che vengono uccisi sul terreno in Iraq. Se qualcuno rimane ferito e un elicottero dell’assistenza medica viene chiamato e quella persona muore anche solo pochi momenti dopo che le porte dell’elicottero sono state chiuse, la morte non viene definita come KIA, o”killed in action.” [ucciso in azione n.d.t.]

In modo simile se un membro dell’esercito muore per le sue ferite in un ospedale militare in patria o all’estero la morte non viene contata come KIA. Perciò il reale numero delle morti militari in Iraq e Afghanistan è molto maggiore di quanto riportato dal Pentagono. Il Pentagono è più preoccupato dalla gestione delle percezioni che dal dire la verità.

N.d.r.: La questione sul numero dei caduti, e su quali vengano ufficialmente riportati sul sito del dipartimento della difesa (si veda questo link), è dibattuta. La statistica ufficiale presenta i morti in azione (KIA) in tutta l’area del Golfo, i feriti rientrati in servizio entro 72 ore (WIA RTD) e i feriti non rientrati in servizio entro 72 ore (WIA Not RTD). Il numero di morti “non registrati”, se esiste, è parte di quelli ufficialmente registrati come ‘feriti non rientrati in servizio’?

Fonte: http://www.waynemadsenreport.com
Link:
09.08.2007

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO

Pubblicato da Das schloss